"Kolik San Art" dei Cranioclast è come un viaggio attraverso un paesaggio sonoro distorto e avvolto nel mistero. A soli tre mesi dall'uscita del loro ultimo doppio LP, il secondo album del duo è finalmente disponibile su CD in un'edizione limitata che promette di sorprendere e affascinare anche i fan più accaniti. Quasi 40 anni dopo la sua prima pubblicazione nel 1986, "Kolik San Art" continua a dimostrare la capacità dei Cranioclast di creare musica che sfida le convenzioni e esplora nuove frontiere sonore. Restaurato e rimasterizzato da Andrea Marutti, l'album si apre su un panorama sonoro unico, dove strumenti acustici, elettronica e field recordings si fondono in un mix ipnotico e avvolgente. Questo non è solo un album di musica sperimentale; è un'esperienza sensoriale che trasporta l'ascoltatore in mondi inesplorati e visionari. I Cranioclast, avvolti nel mistero e nell'enigma, ci guidano attraverso un labirinto di suoni e suggestioni, offrendoci uno sguardo privilegiato nel loro universo interiore. "Kolik San Art" è un disco che non teme di esplorare i confini della musica elettronica, spingendosi oltre i limiti del convenzionale. Con i suoi isterismi acidi e i momenti di pura sperimentazione, l'album cattura l'essenza stessa dell'arte sonora, trasformando ogni ascolto in un'esperienza unica e coinvolgente. L'ampio artwork dell'LP originale, sapientemente trasformato in un nuovo design da Deison, aggiunge un ulteriore strato di profondità visiva a questa esperienza sensoriale. Ogni dettaglio visivo e sonoro si intreccia per creare un'immersione totale nell'universo dei Cranioclast. In conclusione, "Kolik San Art" è un capolavoro visionario e audace, un'opera che rimarrà nella mente e nell'anima di chiunque abbia il coraggio di esplorare i territori sonori più oscuri e affascinanti. È un invito a lasciarsi trasportare dalla musica, ad abbandonarsi completamente all'esperienza sensoriale che solo i Cranioclast possono offrire.

Carico i commenti... con calma