Crawling Chaos
The Gas Chair

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Prendi due studentelli dediti al culto di Lovencraft,.

Prendi una copertina tipo Balthus...

Prendi il gusto della stranezza, che è proprio un gusto sapete, fatto di avventura, certo, ma anche di un po di malattia sbattuta in faccia ai sani...

Poi prendi il fatto che il Belgio esiste davvero e, tra l'altro, meno male, che questi non li voleva nessuno e quando furono defenestrati dalla Factory di Toni Wilson fu appunto un'etichetta belga a produrre il gioiellino in questione.

Ecco, son quelle cose che mi riempiono il cuore di gioia. Come se tutte le confuse chimere (che sempre si agitano nel nostro cuore) confuse non fossero più. Han trovato una forma, magari confusa anche lei, ma pur sempre una forma.

La traccia 6, fate conto. Una roba un po scema e un po' spezzacuore, un gruppo di spostati che canta intorno al fuoco.

Quattro e cinque sono invece, rispettivamente: un folk stracciato e marziale in presa diretta da un pub che, cazzo, mi piacerebbe sapere dov'è; e una corsa psichedelico/wave sparata a velocità talmente folle che, ogni volta, ogni santissima volta, ci rimani secco.

Ecco, io sarei già contento così...

Ma ci sono anche momenti quasi Residents e momenti quasi pop. Per non dire di quelli quasi boh...

Un difetto? Quando allungano il brodo rompono un po le palle. Ma non si può avere tutto.

E comunque, si, il Belgio esiste davvero...

Che poi, or mi sovviene, la più bella creatura terrestre da me conosciuta (purtroppo non in senso biblico) sosteneva appunto di provenire da quelle parti.

Solo che poi, dopo averle detto una cosa tipo “la tua bellezza è quasi irreale” e non aver ricevuto la risposta che una femmina degna di questo nome dovrebbe dare, in un vuoto d'anima ascrivibile al genere “la volpe e l'uva”, la liquidai mentalmente come “la solita stronzetta francese”...

Era belga però...

Questa DeRecensione di The Gas Chair è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/crawling-chaos/the-gas-chair/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Sedici)

Caspasian
Opera: | Recensione: |
Ascoltato... Hanno un livello di efferatezza che incontra perfettamente zone del mio essere. Come ci si può fidare di certi lestofanti... Pioggia di stelline... Bene!
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: Carmelo!
Caspasian: Il patologico cronico di C.B. appunto presente in questo disco...
Caspasian: "... questi non li voleva nessuno", che apice di evoluzione...
loStraniero
Opera: | Recensione: |
il voto è anche alla pulzella...sulla fiducia.

BËL (01)
BRÜ (00)

Caspasian: E del retro copertina ne vogliamo parlare...?
luludia: una gran pulzella...
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
Il marchese De Sade ballerebbe nudo in questa baraonda stile Virgin Prunes ? Sentiamo il disco. Eh me lo dicevano che dietro le facciate dei bei palazzi c'era del marcio
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: il marchese de sade non so, il marchese luludia si...
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
Scena ricca e interessante quella belga negli anni 80. Recentemente mi è capitato di vedere dal vivo i loro connazionali Parade Ground, seminali nella oscura coldwave di quegli anni. Bravo ad aver puntato il faro in una direzione ignorata ed ignota a molti.
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: che poi loro sono inglesi...bravi i belgi a produrli...altro che dries mertens...
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
I momenti quasi boh son belle cose. Sei sempre una delle migliori penne del sito caro il mio Lulù!!! Bella pagina, as usual.
BËL (02)
BRÜ (00)

luludia: grazie signore delle montagne...
macaco
Opera: | Recensione: |
In Belgio ha una ricca storia nel rock in opposition. Come non menzionare poi le ottime birre.
BËL (00)
BRÜ (00)

luludia: ah sulla birra so poco, pensa che sono un tipo da corona, però mi piacciono tutte quelle bottigliette diverse...preferisco il vino, di gran lunga...
gaston
Opera: | Recensione: |
Mi hai fatto venire in mente la mia stronzetta francese.
Era bellissima.
BËL (01)
BRÜ (00)

gaston: Beh il pezzo che hai messo non è male.
Un po' Wire, un po' boh...:)
luludia: esatto!!! un po boh...
madcat
Opera: | Recensione: |
"Prendi il gusto della stranezza, che è proprio un gusto sapete, fatto di avventura, certo, ma anche di un po di malattia sbattuta in faccia ai sani..." Si si si!!
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: bene bene bene!!!
IlConte
Opera: | Recensione: |
Uno delle poche cose di cui vado fiero è quello di essere - in modo del tutto spontaneo - un tipo strano “che non sai bene” in un contesto ordinario e impostato... ora è bellissimo.
In “gioventù” prima di una propria personalità più o meno consolidata può essere di notevole sfinimento psico fisico.
Però si sta male, ma anche bene, si piange ma si ride pure... e poi se non hai i demoni ... cazzo che vita lofia...

Ma perché hai messo new ueiv se poi menzioni altra roba?! Ahahahahahahah
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: "In “gioventù” prima di una propria personalità più o meno consolidata può essere di notevole sfinimento psico fisico" esatto!!!...riguardo ai generi, ecco i generi mi metto sempre in difficoltà...qui ci sarebbe voluto il genere "Boh"...
imasoulman
Opera: | Recensione: |
‘un mio amico aveva due pastori belgi...si dice belgi o belghi?
Boh...un mio amico aveva un pastore belga, anzi due’ (cit.)
BËL (02)
BRÜ (00)

imasoulman: beh Katherine Spaak, di quella lande il prodotto, come la consideriamo? In Champions League?
imasoulman: della scena belgha d’antan (pre-dEUS, pe’ capisse) ricordo solo con estremo sollazzo 1) il grande Edward Ka-spel e i suoi Legendary Pink Dots 2) il grande Plastic Bertrand
luludia: Ecco, lo vedi? Pensavo che la Catherine fosse francese...
imasoulman: e ci hai la fissa allora, con 'ste franzose...ma alla fine belghio, franza o spagna, purchè se...bagna!
luludia: ma lei mi va sul pratico...evviva la pratica, allor...
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Ah, le confuse chimere! Ah, la tauromachia. Grande Lulù!
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: chimera è una delle mie parole preferite, dev'essere un retaggio d Dino Campana...e anche di una delle poesie in prosa dello spleen de paris...
Almotasim : Ok Campana, ma, nell'inconscio popolare, anche il Gianni nazionale: perché se il mio cuore speeeera, non sarà solo una chimeeera.
luludia: si, si giusto!!!...credo di aver visto anche il film...
lector
Opera: | Recensione: |
Il Belgio esiste. E confina col Molise....
BËL (02)
BRÜ (00)

luludia: mi sa che a breve si dichiareranno guerra...
dipsomane
Opera: | Recensione: |
non conosco. cercherò...
il tuo scritto
come al solito (quando riesco a fermarmi a leggere qualche rece)
just my cup of tea.
cordiali saluti e ossequi.
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: ti ossequio pure io...
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Ora, veda, ecco, mi rendo conto che #forse arrivati a qvesto punto non dovrei dirglieLo, ma, ecco, insomma, sì, quella ché Lei ritenette la plus belle creature de la terre "da me conosciuta", in effetti, ebbenesì, ora glieLo posso infine svelare, bien sur, ero (proprio-ma-proprio) io.

BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Oui, appelle moi Greta!
luludia: ahahah, si ricorderà, allora, anche il luogo dell'incontro...
masturbatio
Opera: | Recensione: |
In perfetto stile luludia, m'è piaciuta assai
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: ti ringrazio...
dsalva
Opera: | Recensione: |
Dal Belgio, solo sfighe, ricorda!!!
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: ne farò tesoro...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: