DESCENDENTS
ALL

()

Voto:

100esima recensione?!
Ho cercato per mesi un'opera di un certo peso e valore di cui parlare ma proprio quando ho trovato quella giusta, ho scoperto di essere arrivato troppo tardi. La vita!

Quindi oggi si parla di una delle band più simpatiche e down-to-earth.
Nessuno l'ha mai fatto prima, tocca a me presentarvi "ALL". Non solo un disco e un progetto parallelo degli stessi Descendents, ma un concetto che spiegherò in corso d'opera.

La situazione è molto particolare in quel 1987 per il gruppo: sono entrati a far parte delle scene il bassista Karl Alvarez e il chitarrista Stephen Egerton, che uniscono così le forze ai veterani Milo Aukerman e Bill Stevenson.
E' passato solo un anno dal "disco-scherzo" "Enjoy", a metà tra registrazioni di flatulenze e canzoni vere e proprie. E' stato un flop, diciamocelo, non è riuscito ad entusiasmarmi propriamente e chi mi conosce sa che di musica balorda ne ascolto in quantità notevoli.
Occorreva dunque rialzarsi immediatamente e perchè non prendere spunto proprio da "Enjoy"? Perchè qualcosa di buono in quel disco c'era, qualcosa degno del loro nome, brani come "Get The Time" e "Cheer", per non parlare di una divertentissima cover di "Wendy" dei Beach Boys; ma c'era pure tanta sperimentazione in ambito Metal ed è da lì che molto probabilmente hanno deciso di ripartire.

Il sound di "ALL", di conseguenza, ne esce contaminato e variegato, e pure le liriche che parlano di vita in tour, sul non essere più "cool", relazioni finite male e chi ne ha più ne metta.
Tutti quanti i membri hanno contribuito alla realizzazione dei brani dimostrando un vero gioco di squadra tra di loro.
L'onore di aprire le danze ce l'ha l'omonimo brano "All" della bellezza di 1 solo secondo, una specie di "You Suffer" per ribadire questo concetto, ripreso poi nei 2 secondi di "No, All!". Volete le melodie vocali in stile Descendents? C'è "Clean Sheets". Volete Punk con riff più cattivi? Ci sono "Coolidge" (notare la somiglianza con alcuni lavori di Stevenson con i Black Flag) e "Iceman". Volete un po' di Heavy Metal? C'è "Schizophrenia". Volete qualcosa di acustico? C'è "Impressions".
Un disco capace di accontentare un po' tutti i seguaci della band e anche nuove schiere.

Ma ora bisogna parlare di "All-O-Gistics", il manifesto musicale di questo concetto ideato da Bill Stevenson e dal suo amico Pat McCuistion nel più lontano 1980.
Un concetto molto semplice basato sul realizzare tutto il possibile, di dare il proprio massimo senza mai arrendersi. Stevenson stesso ha affermato come "ALL" possa essere visto come la cosa più vaga o più completa che ci sia.
"All-O-Gistics" è uno dei brani più fighi che il gruppo abbia mai scritto: testo rigorosamente spiritoso ma con tante verità raccontate su una base musicale "à la Black Flag", un Hardcore stoppatissimo, in cui Aukerman recita una specie di lezione, quasi un sermone, mentre viene intonato un cantico spirituale in sottofondo e gli altri rispondono in unanimità come in una funzione religiosa. Da ascoltare assolutamente.

Ultimo disco della formazione Californiana, infatti Milo Aukerman lascerà la band per una carriera nell'ambito biochimico, salvo poi ritornare nel 1995.
Un album fondamentale quindi, a suo modo.

Vota la recensione:

Questa DeRecensione di ALL è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/descendents/all/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Otto)

IlConte
Opera: | Recensione: |
Primo!!!
BËL ( 0 )
BRÜT ( 0 )

Galensorg: Ahahah quale onore, Conte!
IlConte: Hai fatto 100 recensioni?!? Hai cominciato a 10 anni ahahah! Bellissimo scritto ragazzo e dovrebbe piacermi sto discoblo cerco! @[Pinhead] (5)
IlConte: Il "dramma" e' che sono Misantropo! Leggo ora la definizione sotto ahahah!
Galensorg: Ma vaaa! Bazzico DeBaser dal 2011 ma il 90% le ho scritte nel giro di un anno e mezzo credo.
Tempo fa ero molto più prolifico però, ecco spiegato l'altro numero! :-)
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Secondo; e cento di questi giorni!! Comunque di "You Suffer But Why" mi sembra di ricordare qualcosa...Per il resto, band e disco, che te lo dico affàGalensorg?!?...I Don't Want to Grow Up...

Galensorg: Ahahah sei un grande! Forse avrei pure dovuto citarti quando ho, a mia volta, citato "You Suffer".
Io ti rispondo semplicemente così: EVERYTHING SUX!
De...Marga...: Pezzone della Madonna: da supermegapogone!!!
De...Marga...: Non della Madonna Ciccone, ma dei DESCENDENTS. Meglio chiarire, anche perchè pogare con Madonna mi risulterebbe complicato.
imasoulman
Opera: | Recensione: |
ah, come dite? vi piacciono i Green Day? siete proprio sicuri che abbiano loro la primogenitura di genere?

Taurus
Opera: | Recensione: |
Questo è l'unico disco dello zio che mi manca, e con questa recensione finalmente la discografia da studio è completa. Concordo sul fatto che Enjoy sia più uno scherzo che altro, nonostante ci sia qualcosa da salvare tipo quella cover, però i primi due dischi sono dei capisaldi del genere e hanno fatto scuola. Di questo conosco solo coolidge carina, devo ascoltare il resto!

Taurus: Ma tu sei TSTW?
Galensorg: No no, sono semplicemente Galensorg! Come mai questa domanda particolare? Ahahah
In ogni caso, che piacere leggere un commento da un grande estimatore dei Descendents come te! Questo lo troverai sicuramente diverso dal resto della discografia, più pesante ma anche decisamente variegato.
"Coolidge" ha alcune influenze più "heavy" ma non come altri brani qui dentro. Non ti resta che provare!
Ovviamente siamo tutti d'accordo sull'importanza magistrale dei primi due album, sebbene il mio preferito sia probabilmente "Everything Sucks".
Taurus: La mia immagine parla da solo :D...leggendo dal tuo profilo ti ho associato ad un altro utente che aveva quel nickname ma magari mi sbaglio! Ricordo Coolidge abbastanza melodica...se penso ad un pezzo strano ed heavy per loro penso ad hurtin' crue su enjoy! Beh Everything sucks è pure carino fosse solo per la title-track.
Galensorg: Sì sì, ho presente quell'utente ma non è più attivo da tempo. Credo abbia abbandonato DeBaser, non so!
"Coolidge" senz'altro melodica, ricordi bene. "Hurtin' Crue" onestamente non mi piace granchè, i pezzi di "ALL" sono tutta un'altra storia, molto ben sviluppati tra ottime melodie e riff pesanti.
Taurus: Hai ragione mi sono confuso! Si in effetti lo stile di Hurtin' crue non centra molto con la storia dei Descendents.
Pinhead
Opera: | Recensione: |
E bravo Galen.

Chainsaw
Opera: | Recensione: |
Molto carino questo, ci voleva dopo quell'Enjoy che non piace a nessuno (e dire che chi ascolta i Descendents deve per forza avere il senso dell'umorismo)

algol
Opera: | Recensione: |
questo non so nemmeno chi cazzo siano. Però complimenti per il traguardo. Ricordo ancora i tempi in cui era una recensione al giorno ! Ahahahhahh

algol
Opera: | Recensione: |
Ti do un cinque alla carriera e per il contributo al sito. Grande Galen

Galensorg: Ahahah c'hai ragione, altri tempi! Comunque ti ringrazio molto Algol, mi fa piacere leggere queste parole!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

DeBaser non è un giornale in linea ma una "bacheca" dove vengono condivise . DeBaser è orgogliosamente ospitato sui server di memetic. Informativa sulla privacy