Diego Mancino
Cose che cambiano tutto

()

Voto:

"Ci sono cose più importanti del cuore nero di certe fanciulle affascinanti" (Cose che cambiano tutto)

Diego Mancino è uno di quegli artisti non facilmente inquadrabili se non guardando indietro nel tempo (gli anni '70), milanese con varie esperienze all'estero (Francia e Inghilterra) grazie al padre, direttore di orchestra, ha fatto parte di vari gruppi, Mary quant, Achtung banditi (dal celebre film) e Solar flares. Il personaggio ricorda Ivan Graziani, la sua musica gli Afterhours per il costante richiamo agli anni '70 e la sua voce Fausto Leali, ma, a parer mio, tutti gli accostamenti sono inutili perchè ascoltandolo risulta subito evidente una forte personalità nonchè una qualità eccellente.

In un periodo in cui dall'estero arrivano cloni e cloni dei cloni, dove è sempre più difficile distinguere l'originalità "Cose che cambiano tutto" ci ricongiunge con il nostro passato recente e solletica il cuore, musica per tutti e cioè il vero senso del pop, ma il rock è sempre presente. A che serve innovare e rinnovare, inventare nuovi stili se qualcuno è così bravo da nuotare in sonorità "deja-vù" e creare qualcosa che resterà nel tempo, veramente. Diego Mancino racconta la nostra vita (o la sua) quella di tutti i giorni e lo fa semplicemente, con la sua voce graffiante e melodie perfette "così sicuro e immobile" (Mush). Testi stupendi che si fanno ascoltare e seguire, "what a surprise" (Il centro cangiante dell'universo) per noi che gli anni '70 non li abbiamo vissuti o eravamo troppo piccoli, scoprire che dopo tutto quello che è passato, in quella musica ci siamo anche noi, "la ruggine splende vestita di rosso" (Una buona ragione) come i tuoi vestiti, Diego, e come il calore che ci passa la tua musica, ebbene sì, la vita è "Un tiro di dadi" e noi che siamo chiusi nelle nostre piccole realtà vorremmo la nostra "pace relativa".

Queste sono "Cose che cambiano tutto", perchè adesso il resto può essere visto da un'altra prospettiva e il pop-rock è targato Italia. La "luce accecante del giorno" si ricongiunge con la notte... grazie Diego... "cosa vuoi di più ?"

Questa DeRecensione di Cose che cambiano tutto è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/diego-mancino/cose-che-cambiano-tutto/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Cinque)

let there be rock
Opera: | Recensione: |
il disco non lo conosco, l'anno scorso di questi tempi però girava "cose che cambiano tutto" un pezzo davvero interessante. potevi parlare di più dei brani.
BËL (00)
BRÜ (00)

lester69
Opera: | Recensione: |
le prime 5-6 canzoni sono veramente strepitose poi sembra un po' perdere la strada e questa mi immagino sia la ragione per cui riesco sempre ad arrivare solo a metà del disco. un disco complesso, con dei gran bei suoni (forse troppi suoni, per i miei gusti), liriche un po' troppo criptiche, troppo di tutto sia nel bene che nel male, roba da farsi venire una indigestione. ma sicuramente diverso (anche rispetto agli afterhours, che tu giustamente citi, e che a differenza di Mancino mi stanno francamente sui coglioni)
BËL (00)
BRÜ (00)

uxo
uxo
Opera: | Recensione: |
tosto il giovane
BËL (00)
BRÜ (00)

azzo
Opera: | Recensione: |
Il disco l'ho solo ascoltato nelle mie vacanze estive in auto di un'amica, e non mi pareva niente male. Ma dentro c'è anche il pezzo "Milano e l'impossibile"?
BËL (00)
BRÜ (00)

alia76
alia76 Divèrs
Opera: | Recensione: |
non tutto merita la coccarda ma la metà dei brani è da brivido ( cose che cambiano tutto, la casa brucia, diavolo dove sei..)
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: