Eggnogg
III

()

Voto:

Se il nome della band mi ha riesumato alla mente certi gloriosi EP direi che la demenza sia un problema ancora lontano. Sono certo che a questi Eggnogg qualche ascolto di troppo a Lysol e compari non gliel’ha tolta nessuno, ma per fortuna il team zabaione in questione è riuscito a non assomigliare troppo alla presunta influenza.

Bog

Un debutto che ha meno di dieci anni, concentrato di blues maligno dai suoni acidi ed elastici, che ci azzecca non poco nel fondere il difficile con il facile, costruendo degne linee vocali su riff talvolta quasi estenuanti. Composizioni che vanno a parare là dove la tendenza a dilatare dei brani ha un sapore quasi cosmico, che anche quando lascia la sensazione dello scalino che manca fa cadere a rallentatore verso la valle dei mid tempo, e talvolta anche molto più in basso.

Sloath

Scorre lento un fiume di distorsioni in chiave eufonica su jams evolutive, sia nella lunghezza che nella larghezza, in cui spesso ci ho figurato una sorta di Kyuss immersi nel doom e proposti da una combo Melvins feat. Layney Staley, roba probabile imbrobabile. Decisamente godurioso in questa serata di cambio stagione soli soletti, non c’è che dir.

Ulysses

Questa DeRecensione di III è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/eggnogg/iii/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Quattro)

nes
nes
Opera: | Recensione: |
questo non lo conosco ma Moments in Vacuum è un signor disco ciccione. Ultimamente ho anche recuperato o i tre atti di "rituals in transfigured" che mi avevano piacevolmente colpiti un pomeriggio al lavoro, ma non li ho ancora riascoltati, quindi boh.
Comunque, come dici tu: se ti chiami così, proprio schifo non puoi fare.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

ziltoid: Conosco solo questo della paginella per intero, però sì i pochi brani sentiti del secondo parevano belli cicci
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Mi piace come imposti le recensioni, in una sorta di crescendo descrittivo accompagnato dall'ascolto dei brani. Efficace e sintetico; e poi citi alcuni nomi da Olimpo di un certo tipo di Musica degli anni novanta. Assolutamente meritevoli di un ascolto più approfondito; grazie ragazzuolo.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Chainsaw
Opera: | Recensione: |
Qualcuno ha detto Melvins?
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Festwca
Festwca Divèrs
Opera: | Recensione: |
Eggnog l'avrò ascoltato duecento volte, volevo anche prendermi il vinile, non costasse 40€ mannaggia a loro... Le pagine di ziltoid mi piacciono assai e domani me li ascolto, grazie
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: