Alfredo e i suoi ascolti

Alfredo

Alfredo : Witold Lutoslawski - Piano Concerto

| DeRango™: 5,64


BËL (02)
BRÜ (00)

imasoulman: urka, m'hai ricordato che devo sempre approfondirlo, questo grande...
Alfredo

Alfredo : Kafka - Albero

| DeRango™: 2,64

Alfredo

Alfredo : Beach House - Norway

| DeRango™: 6,64

Alfredo

Alfredo : frigidaire tango "blue & pink"

| DeRango™: 3,00

Alfredo

Alfredo : Islands

| DeRango™: 18,38

Alfredo

Alfredo : Ennio Morricone - Giù la

| DeRango™: 9,58


BËL (04)
BRÜ (00)

ALFAMA: questa versione è troppo operistica per i gusti. L'originale con i film sono una delle cose più toccanti del duo Morricone/Leone.
Alfredo: Si, le fanno sempre un po' più cariche durante i live
Alfredo

Alfredo : 1982 NBA Playoffs G6 Philadelphia

| DeRango™: 14,56

1982 NBA Playoffs G6 Philadelphia 76ers vs. Boston Celtics Ok, la rivalità da un certo punto degli '80 in poi diventò la classica Celtics - Lakers...ma nei primi anni '80 era senza alcun dubbio Celtics - Sixers, le finali di conference del 1981 e del 1982 sono tra le battaglie più terrificanti di sempre. Senza contare che la Eastern Conference in quegli anni era avanti anni luce rispetto alla Western, che vedeva i Lakers passeggiare quasi sempre fino alla finale. Ad est non era così, tutt'altro.

BËL (05)
BRÜ (00)

IlConte: Cazzo ma neanche eri nato, Nobile Ahahahahahahah Comunque si... anche se questa non l'ho vissuta e non mi ricordo partite riviste dopo per tele... ma io non ricordo un cazzo Mettetevi tu e @[imasoulman] e fate una “rassegna” NBA (c'è l'NBA e l'altra pallacanestro)
Alfredo: Ci sono i libri e i video su youtubbe, eh
IlConte: Si lo so ahahahahahahah Guardato pochissimo Mi ricordo ragazzino le prime partite che arrivavano in tv e poi le VHS nei novanta...
Alfredo: Sia benedetto youtube, ci trovi un botto di partite storiche degli anni '80 (e anche precedenti!). In una c'è il commento di Dan Peterson, una partita dei Nuggets del 1983!
IlConte: Le prime le faceva tutte lui... primi ottanta. Facevo tutt'altro ma un amico più grande mi aveva parlato dell'Nba... storie assurde.
imasoulman: lakers stradominavano a ovest (houston lottò fintanto che ebbe Moses Malone, che poi passò proprio l'anno dopo questo a Phila), a est invece Boston e Phila lottavano all'arma bianca. Del resto, basta vedere quei due quintetti per capirlo, poi Boston con l'acquisizione di Dennis Johnson e la crescita di Danny Ainge diventò dominante. A modo loro, ognuna di quelle tre squadre segnarono indelebilmente il decennio. Ognuna con una cifra stilistica sua propria
Alfredo: Assolutamente si. Phila faceva della grande difesa il proprio marchio. Erving non era più giovanissimo ed era l'unico vero supercampione, ma era una squadra compatta e determinata. Senza un secondo fuoriclasse non avrebbero vinto contro i Lakers con due dei migliori 10 della storia in quintetto, difatti quando arrivò Big Mo (al suo apice di forma) sbancarono tutto. Durò tutto una stagione perchè Erving ormai sentiva il peso degli anni e Big Mo ebbe spesso…
Alfredo: Ad est c'erano anche i Bucks di Don Nelson e i Knicks di Bernard King (oltre ai Pistons che crebbero di stagione in stagione per tutto il decennio) che erano belle gatte da pelare. Ad ovest c'erano i Rockets forti di Malone a inizio '80 e poi con Olajuwon a metà decennio che han dato qualche grana ai losangelini. Per il resto c'erano team discreti, ma assolutamente non a livello di Lakers-Celtics-Sixers come i Nuggets,…
imasoulman: Houston con i Big Two (Olajuwon e Ralph Sampson...ecco, un altro che avesse tenuto fisicamente sarebbe diventato un crack totale...) fu l'unica squadra in grado di contrastare seriamente i gialloviola. Il resto, solita roba: ogni squadra aveva degli all-star (English, Dantley, Gervin, Gus Williams, Drexler, Mullin, Tom Chambers...così a braccio) ma nulla di avvicinabile a quei Lakers A est fino alla crescita di Detroit di fine decennio, anche lì, lotta impari. Chicago aveva in pancia…
Alfredo: Si certo, ma quello che volevo dire era che le uniche outsider cazzute erano ad est (sia i Bucks che i Knicks hanno rotto le balle a Sixers e Celtics più di una volta), era riferito al periodo della prima metà degli '80, prima che i Sixers uscissero di scena, insomma. Oltre a doversi scontrare con quelle squadre ci si doveva scontrare con Phila o Boston, a seconda di chi prendi come esempio. I Lakers…
Alfredo: Jordan non combinò niente negli anni '80 per due ragioni: 1) Una squadra veramente infame 2) La sua immaturità, come disse anche lui non aveva ancora imparato a giocare di squadra. Quando arrivò Pippen e dei comprimari solidi il discorso cambiò.
JonatanCoe: A me è piaciuta anche la fase d'oro dei Pistons, se non vado errato nei primi '90.
Alfredo: Fine anni '80, hanno ricevuto il testimone dei Celtics
Alfredo: Comunque spero che non siano un problema questi miei post/video su cose non inerenti la musica, ogni tanto ne faccio uno. In caso contrario mi adeguo senza problemi.
imasoulman: chiunque si opponga a questi video, come direbbe qualcuno che ben conosciamo, sarà bannato entro la imminente mezzanotte (artica) dell'Undici Luglio 2026
lector: E' strano 'sto calcio americano....
Alfredo

Alfredo : Alfa Mist - Retainer

| DeRango™: 2,51

Alfredo

Alfredo : Los Angeles Lakers Showtime mi

| DeRango™: 5,49

Los Angeles Lakers Showtime mi sembra giusto, per par condicio, postare anche un video dei rivali storici di quegli anni fantastici. Magic, Kareem, James e co.

BËL (02)
BRÜ (00)

imasoulman: e Byron...e AC Green...e Mychal Thompson...
Alfredo: Michael Cooper, difensore pazzesco
imasoulman: Coop! Coop! Coop!
Alfredo: E' stato anche a svernare in Italia a fine carriera, se non ricordo male
Alfredo: E non solo lui, mi pare che una stagioncina pre pensionamento l'hanno fatta anche Alex English, Adrian Dantley e Reggie Theus. E pure Rolando Blackman, condito con lo scudetto con Milano (assieme a Bodiroga). Ma LO straniero è stato Bob McAdoo negli anni '80.
imasoulman: non sbagli, una stagione a Roma. Tra i grandi usa, anche se a fine carriera, totalmente dominanti Spencer Haywood a Venezia e soprattutto Michael Ray Richardson virtussino. Ma purtroppo (per me) il Joe Barry Carroll che vinse DA SOLO la semifinale con Torino fu la cosa più mostruosa vista al tempo su un campo di basket: 8 canestri consecutivi negli ultimi dieci minuti, totalmente inarrestabile
Alfredo: Si, ne parlava proprio Dino Meneghin "dopo la partita Renzo Vecchiato mi ha detto che mancava solo che camminasse sull'acqua" (riferito a Joe Barry Carroll). JBC grandissimo talento, ma troppa poca grinta, difatti non ha mai veramente sfondato. Spencer Haywood anche grandissimo, assieme a Dalipagic ha formato una coppia di stranieri mostruosa, ma lui era il classico yankee sfaticato e un po' supponente, tant'è vero che se ne scappò da Venezia senza dire niente a…
imasoulman: D'accordo su tutta la linea...Haywood ebbi la fortuna di vederlo dal vivo (come tutto ciò che accadde nel basket italiano fino all'86...poi, complice il declino dell'auxilium, sporadiche presenze...), in quei dieci minuti in cui metteva la marcia, era una bellezza per gli occhi, pulizia tecnica da mostrare nei clinic. Certo, le superstar del suo calibro tendevano a prendere tutto un po' come in vacanza (dorata), quello si...
Alfredo: Tra parentesi fu cacciato dai Lakers (era nella squadra leggendaria che vinse il titolo nella prima stagione di Magic) perchè si era addormentato in panchina. Quindi per lui non era questione dell'Italia, era proprio un personaggio del genere. Invece tornando al mitico Bob, ha avuto una carriera strana, durante i suoi anni da dominatore, complice il fatto di aver giocato nella squadra sfigata per eccellenza (i futuri Clippers, basta la parola...) non ha vinto un…
Alfredo: Quindi sei un tifoso Auxilium, nei primi anni '80 era una buona squadra. Vecchiato, Brumatti, Sacchetti, Caglieris ecc ecc ne avevate di nazionali. Poi anche Abbio e Morandotti, che li ricordo dal vivo alla fine dei '90 (entrambi alla Virtus Bologna, me sa)
imasoulman: e comunque, sarò di parte, ma lo Scott May che per tre anni infiammò il Ruffini fu una delle cose più belle a vedersi: versatile per ruolo (da guardia, complice altezza e fisico, qui da noi piallò chiunque...) e per questo mise su numeri da all-around (% di tiro, rimbalzi, assist e recuperi...ah, tra l'altro...difensore sublime...), se solo la schiena avesse tenuto...
Alfredo: C'erano tantissimi giocatori americani di talento che magari non erano riusciti ad imporsi seriamente nella NBA, per vari motivi. Anche il fatto di non riuscire a diventare una stella nel professionismo americano non vuol dire niente, ci sono tante dinamiche strane. Anche Joe Bryant era un giocatore formidabile, e magari a guardare la carriera NBA non si direbbe. Oppure Darryl Dawkins (che ha giocato proprio a Torino, se non sbaglio), che come talento ne aveva,…
imasoulman: anche lì...sembra di parlare di un'altra era geologica. Ho iniziato il minibasket che c'era un solo americano (rare eccezioni, gli slavi, vedi Kreso Cosic) per squadra, più il mitico 'americano di coppa' (leggendaria la Ignis Varese di Bob Morse - uno che non volle mai andare in NBA e chissà cosa avrebbe combinato... - e del 'sassofonista' Charlie Yelverton, appunto l'americano di coppa...). Poi, dal '76 mi pare ecco che arrivarono i due stranieri per…
Alfredo: Bravissimo! La maggior parte degli stranieri odierni non sono certo meglio dei grandi italiani di quei tempi, anzi. E' la stessa malattia che c'è nel calcio (quanti giocatori che dopo un po' ti domandi "ma a questo punto non era meglio far crescere un nostro ragazzo??"). Il primo "straniero di coppa" mi sa che fu il grandissimo Bill Bradley della Simmenthal Milano! Mio padre se lo ricorda ancora.
Alfredo: Morse fortissimo, e la scelta di non accettare le offerte dell'NBA è paragonabile ad un Riva (Gigi, non Antonello :D ) che resta a Cagliari. Altri tempi.
Alfredo: Ah comunque devo fare uno sfogo, a costo di risultare come il vecchio che si lamenta: a me il basket NBA odierno fa abbastanza cacare. Tiri da 3 come se piovesse, il tiro dalla media non esiste più, atletismo che sembra di essere al circo, lunghi incapaci di fare un movimento in post serio ecc ecc Giocatori come Curry che si fermano a 9 metri e tirano, praticamente non è più basket, ma un tiro…
imasoulman: stai dicendo quello che io dico praticamente da un decennio... stando così le cose, o si certifica che questo è ormai un altro sport oppure si pongono dei rimedi (allargare e allungare il campo, con conseguente allontanamento dell'arco poichè il tiro da 3 dai 7,25 è ormai una sciocchezza mica solo per gli specialisti, un lungo da 2,10 oggi viene valutato più la sua capacità da corri e tira che non per i movimenti di…
Alfredo

Alfredo : Larry Bird's Big 3 -

| DeRango™: 0,00

Larry Bird's Big 3 - Greatest Front Court Ever Assembled - Celtic's Bird, McHale, Parish Bird-McHale-Parish, come dice il titolo migliore frontcourt di sempre

BËL (00)
BRÜ (00)

imasoulman: sì, non male, quella front line...con un surplus di 'cattiveria' da parte dei due bianchi (ma specialmente uno...) che faceva quel poco di differenza. E se poi a complemento ci metti Dennis Johnson e Danny Ainge...
Alfredo: E se come sesto uomo aggiungiamo Bill Walton, poi, non ne parliamo.
imasoulman: ecco, sì...stavo giusto per aggiungerlo, ma mi hai preceduto
Alfredo

Alfredo : Al Wilson - Do What

| DeRango™: 8,40


BËL (03)
BRÜ (00)

JonatanCoe: Però, mi mancano un pochettino i Gang Of Four!
Alfredo: Si, ma in questo periodo sto ascoltando molta musica soul, quindi ho scelto una copertina pertinente :)
JonatanCoe: Non fa una piega, ogni periodo ha bisogno della sua illustrazione e non potevi sceglierne una migliore!
imasoulman: massi non è poi malaccio, ‘sto soul...si fa ascoltare
Alfredo

Alfredo : Paul McCartney & Wings -

| DeRango™: 21,57


BËL (10)
BRÜ (00)

mrbluesky: 77 volte
llawyer: Eh, il vecchio Paul! Auguri!
Dislocation: Il vecchio Macca e Jagger hanno deciso di seppellirci tutti.
Alfredo

Alfredo : Moonlight Motel

| DeRango™: 2,36

Alfredo

Alfredo : Isaac Hayes - Theme From

| DeRango™: 11,65


BËL (05)
BRÜ (00)

imasoulman: uhm...sembra interessante
lector: Shaft.... Shaft.... dove lo avrò già sentito nominare? E pure questo Hayes sembra un giovanotto promettente!
Alfredo: Blaxploitation al top