finn.
Expose Yourself To Lower Education

()

Voto:

"Espose Yourself To Lower Education" è una collezione privata che schizza ritagli di tristezza in bassa fedeltà e sottili tormenti esistenzialisti che impediscono il sonno.
Il delicato affresco di copertina, curato dallo stesso Finn, stende i fragili respiri contenenti nel dischetto.

La musica di Finn galleggia in acque profonde. Le stesse che frequentano, ormai da parecchio, gli Arab Strap soprattutto, ma anche i Flaming Lips e i Low.
Si tratta, perciò, di musica avvolgente, dolce e sfrontatamente malinconica che, tra gli altri, farà impazzire chi da anni segue le delicatezze infossate degli Sparklehorse.

L'armamentario pure è lo stesso dei citati "veterani dello slow-core": chitarre prettamente acustiche si armonizzano a mansueti palpiti di drum-machine, mentre inesauribili sfondi di mellotron (inconfutabile protagonista del singolare brano che apre e insieme chiude le danze) dialogano calorosamente con synth analogici d'annata.
Le tenerezze vocali di Patrick Zimmer (AKA Finn, sempre lui!) cullano e placano le inquietudini del mondo per un istante. Poi tutto inesorabilmente torna come prima, come se niente fosse avvenuto.
E alla superficie tutto, è risaputo, (si) modifica.

Questi brani sono incanti post-moderni, a dover a tutti i costi definirli. Dannatamente demodé in questo periodo quanto appartenente di tutto diritto ad un certo fenomeno per cui nel mondo della musica (ma non solo) un prodotto dal nulla si avvicini con prepotenza allo spietato show-business (solo con le proprie forze) e divenga per qualcuno un piccolo caso.

A dover di cronaca, l'autore di questo album è un giovane tedesco e semmai è questo che stupisce. La Germania, patria soprattutto di elettronica pregiata, sfonda le interminabili catalogazioni sul proprio conto create dei reporter di mezzo mondo e, inevitabilmente si approssima ad essere una delle sorprese meno transitorie degli ultimi tempi.
Finn con questo disco ne è aderente in modo fatale e accidentale. Il suo lavoro è ben fatto, nulla particolare innovazione né tanto meno un ennesimo revival. Nulla di assolutamente imprescindibile ma non per questo evitabile.

Si è parlato molto, negli ultimi mesi, del ritorno del rock'n'roll. Ebbene Finn non fa rock'n'roll (almeno non nel modo in cui lo si delimita ultimamente) e la distribuzione del suo creato è peraltro inadeguata. Mi chiedo ancora come mai. E mi arrendo quasi istantaneamente.
Mi basta pensare che un tizio che voglia presentare la sua musica, a costo di enormi sacrifici, lo possa ancora fare, se vuole. Questo mi rincuora e sapete cosa vi dico? Io me lo ascolto alla faccia di chi è rimasto ingabbiato nella morsa dei finti rocker (niente di male in questo, contenti loro) che si spacciano per autentici (...già qua avrei più da polemizzare...) e credibili sovvertitori del nuovo millennio.

Questa DeRecensione di Expose Yourself To Lower Education è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/finn/expose-yourself-to-lower-education/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Sedici)

josi_
Opera: | Recensione: |
minchia!!! leggo sparklehorse, low, e corro a scaricare e se mi innamoro ti sarò eternamente grato
BËL (00)
BRÜ (00)

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera: | Recensione: |
niente male le canzoni che si possono ascoltare sul sito...che delicatezza :)
BËL (00)
BRÜ (00)

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera: | Recensione: |
mmmmhhh ... bella voce, mi ricorda qualcuno...voto alle due songs.
BËL (00)
BRÜ (00)

kosmogabri
Opera: | Recensione: |
Avevo già letto qualcosa di questa creatura su delle riviste tedesche. Bravo, bravo Rob!
BËL (00)
BRÜ (00)

Hal
Hal
Opera: | Recensione: |
e che ti devo dire ..
BËL (00)
BRÜ (00)

Mr_Iko
Opera: | Recensione: |
Quello in copertina non è un affresco, ma tant'è che la recensione è molto carina! Good Work, boy!
BËL (00)
BRÜ (00)

zzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
Opera: | Recensione: |
continuo ad ascoltare e riascoltare le due canzoni scaricate dal sito... mi toccherà ordinarlo! :)
BËL (00)
BRÜ (00)

ScaRy
Opera: | Recensione: |
Già, zzzzzzzz, credo anch'io. Non lo conoscevo ma il ragazzo promette :)
BËL (00)
BRÜ (00)

josi_
Opera: | Recensione: |
DAL SITO UFFICALE: 16/03/2004 - finn. is going to tour Italy in May! Details will follow here shortly - OTTIMO!!!

BËL (00)
BRÜ (00)

josi_
Opera: | Recensione: |
* UFFICIALE ;-P
BËL (00)
BRÜ (00)

serestoppone
Opera: | Recensione: |
io sto cd l'ho preso,ma lui non ha preso me.troppo piatto,tutto sulla stessa linea,no mi è piaciuto affatto!cmq basta ascoltare sight-and night-seeing information e sai già tutto di expose yourself bla bla bla...
BËL (00)
BRÜ (00)

josi_
Opera: | Recensione: |
sere, l'hai ordinato dal suo sito o dal sito della casa discografica? com'è il servizio?
BËL (00)
BRÜ (00)

serestoppone
Opera: | Recensione: |
l'ho preso alla wide records(www.widerecords.com).il servizio è stra-garantito e i prezzi buoni.ti consiglio però di fare un ordine superiore a 70 euro,così non paghi le spese di spedizione!e poi arriva tutto in 2 giorni
BËL (00)
BRÜ (00)

josi_
Opera: | Recensione: |
sere, mannaggia a te e a loro, non ho resistito e ho dovuto comprarmi 5 cd...!!! ;)
BËL (00)
BRÜ (00)

Gale
Opera: | Recensione: |
Io ci sento i sigur ros qui dentro, comunque é bravo!
BËL (00)
BRÜ (00)

Dj-Salival
Dj-Salival Divèrs
Opera: | Recensione: |
Recensione molto ben scritta, bella visionaria e passionale come piace a me...forse, difetto che con te condivido, un po' di parte ma chissenefrega. Io vedo i Finn. come un bell'incrocio fra Sigur Ros, Sebastien Shuller e i Band of Horses più malinconici. Per non parlare di una certa Radiohead-esca reminiscenza. Complimenti, è raro trovare gente che ascolta sta roba. ^_^
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: