Future Bible Heroes
Eternal Youth

()

Voto:

Mettiamola così. Fine del XX secolo. Hai appena pubblicato il capolavoro del pop (indie?) della tua generazione. È il tuo opus magnum. 3 album. 69 canzoni d’amore. Enciclopedia degli stili. Splendore della melodia. L’impegno live di per sé è notevole. Ma inanelli il secondo album dei 6ths, la colonna sonora autografa del film “Eban & Charley”, l’EP “I’m Lonely (And I Love It)” e il secondo full-lenght a nome Future Bible Heroes. Lo intitoli “Eternal Youth” (Instinct, 2002). Non ti manca la creatività.

I Future Bible Heroes sono uno dei progetti lo-fi di Stephin Merritt, ovvero dei Magnetic Fields. Gli “Eroi” del synth pop accanto al new weaver sono Ewen e Gonson. Si erano vaccinati nel 1997 con “Memories of Love”.

“Eternal Youth” è fedele al loro disegno elettronico e blandamente romantico. Lo confermano e maturano. L’approccio resta giocoso, pur misurandosi con toni anche cupi e gravi.

Il terzetto si spartisce i compiti chiaramente. Merritt scrive i testi col consueto humor nero ed un lirismo secco e spietato ("Non sono né dolce né sincero/ e preferisco bere sangue piuttosto che birra/ perché sono un vampiro"). Vorrebbe, ma non può, essere allegro e spensierato. Christopher Ewen compone trame sonore sintetiche e irreprensibili, non eccessivamente low-fi, e intermezzi atmosferici (vedi l’incantevole “Bathysphere”). Claudia Gonson, con aplomb, presta la sua voce lieve a tutti i brani, fascinosa e un tantino sinistra, amara e dolce. Poca voce, incolore eppure carezzevole. Il tutto esprime un generalizzato disincanto sognante.

L’ombra degli amori di Merritt e soci è corta: Phil Spector, ABBA, Human League.

L’album ha una sua coesione e un suo equilibrio. Senza cali, l’indie pop di “Eternal Youth” si rispecchia in brani ficcanti come "I'm a Vampire", dove la Gonson si identifica bellamente coi paria sociali e gli insoddisfatti (“Accidenti/ sono quella che sono/ ciò che sono/ e sono incredibilmente glam/ e sono felice come una vongola”. Come l’elettronica temperata della luminosa “Loosing My Affection”, dedicata all’amore autentico ("Preferirei essere la regina della ghigliottina in un'insurrezione sanguinaria/ piuttosto che perdere il tuo affetto"). Dopo la lamentazione poligama della soffusa “Thousand Lovers in a Day”, “Smash the Beauty Machine” potrebbe essere un pezzo degli Stereolab.

Sofisticato e semplice, ironico e malinconico, irridente e sognante. Sono le coppie di aggettivi che meglio descrivono questo lavoro.

Il seguito del 2013, "Partygoing", completerà in qualche modo il trittico.

Questa DeRecensione di Eternal Youth è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/future-bible-heroes/eternal-youth/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Quindici)

lector
Opera: | Recensione: |
Merritt non ha avuto tutto il riconoscimento che merita. Bravo tu, col tuo solito stile cristallino, a ricordarcelo.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Vero, ha avuto poco... Beh, I Magnetic Fieids sono la sua creatura piu' bella. Ma non mancano alcune arguzie anche qui. Grazie del passaggio, Lector!
IlConte
Opera: | Recensione: |
Ora le cagate si chiamano... aspetta che torno su... “generalizzato disincanto sognante” ahahahah. Scherzo eh ma qui siamo lontani anni luce mi sa con tutti quei sintetizzatori a dominare la scena ahahahah.
Iumanlig??!?!?!
Bonzooooo ooooooooo aiutami tu
Moooooooonnnnnn aiutami pure tu
Ahahahahahahahahahah
I magnetic field li avevo presi... sono quelli dell’album con 2312 pezzi vero?! Ahahahah
Ciao nobile.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Vedi sotto, Conte.
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Ahahahahahahahahah! 'Ora le cagate si chiamano... aspetta che torno su... “generalizzato disincanto sognante”'... mi son sbregato. Se uno esordisce cosi', crepo dal ridere. E, kakkio, hai pure (un po' piu' di un po') ragione! Bonzo a parte, invocazioni idem, questo LP capisco non ti piaccia. Ma "69 Love Songs" dei Magnetic Fields mi risulta ti piacque con le sue canzoni chiare, fresche, dolci, piacque... proprio a te. E postasti, ricordo, almeno "The lukiest guy"... Grazie, nobile. E delle risate. Come sei terribilmente arguto.
BËL (01)
BRÜ (00)

IlConte: Ahahahah, infatti mi era piaciuto ricordi bene (magari leggermentissimamente lunghetto per un nevrotico ahahah). Questo penso io non mi piaccia, ascoltando anche l’assurdo video/song postato ahahahah.
Un buzzurro...
Almotasim : Si'. Ma postero' altro. Ahahahhh.
odradek
Opera: | Recensione: |
Non conoscevo, strano a dirsi (ho tanta roba di Merritt). Grazie. Peccato non trovi un link per lo scarico.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Su quello non saprei proprio aiutarti. A nome Future Bible Heroes, ti segnalo che e' uscito il quadruplo Cd dal titolo "Memories Of Love, Eternal Youth, And Partygoing". Contiene tutti i loro 3 album piu' un cd con inediti ed EP. E' del 2013. Grazie del passaggio!
odradek: Si, ho visto. Ma da tempo non mi consento spese voluttuarie. Se il fato vorrà incrocerò un link - P.S. In realtà un po' li conoscevo. Living, loving, partygoing... Mi piaceva, ecco di chi era... Future Bible Heroes - Living, Loving, Partygoing
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Conosco bene "soltanto" quel monumento di 69 brani che ovviamente citi nel tuo scritto; scritto che ho trovato, credo di non sbagliarmi, asciutto e più sintetico rispetto al tuo abituale modus operandi. Ciò non mi è comunque di impedimento nel confermarre tutto quello che già ti ho detto sulla tua bravura scrittoria. Comunque "lamentazione poligama" non l'avevo mai letta da nessuana parte...Ahahahahah. Ora posso partire per la lunga camminata che mi attende quest'oggi: andrò a visionare un nostro rifugio (C.A.I. Domodossola) da poco riaperto per controllare i danni subiti dall'enorme quatità di neve caduta lo scorso inverno. Silenzio ed immensità delle mie montagne; saluti.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, De...Ma! Silenzio e immensita' sono un'ottima compagnia! Buona giornata! Mi ero imposto di essere breve, grazie dell'apprezzamento. Beh, il titolo A thousand lovers in a day parla da se'. Il canto li' e' lamentoso (e notturno)...
TheNemesis
Opera: | Recensione: |
La rece mi è piaciuta assai, ma il tipo di musica non è proprio nelle mie corde e, devo dire, anche gli stralci di testi che hai citato mi lasciano perplesso.
Bella scrittura come sempre.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Nemesis. Ah, I testi! Merritt e' spiazzante e sardonico. Non un poeta. Non credo si prenda troppo sul serio.
CosmicJocker
Opera: | Recensione: |
Merritt nel suo campo (diciamo dell'indie pop) è indubbiamente un gigante..Se devo essere sincero però il lavoro che preferisco dei suoi Campi Magnetici rimane "the charm of the highway strip" (anche "holiday" è assai sfizioso, anzi mi piacerebbe sapere il tuo parere su questo disco). Questo progetto non lo conoscevo, per cui grazie di averne parlato (con perizia, precisione e competenza), sicuramente ci darò un ascolto..
BËL (02)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie del passaggio, Poete Cosmique! Holiday mi piace moltissimo. Ha un sacco di canzoni meravigliose. Un paio poi sono tra le sue che preferisco in assoluto: Swinging London e The flowers she sent and the flowers she said she sent. 5 stelle secche. Pero' I suoi capolavori assoluti direi 69 e Highway...
CosmicJocker: Ecco Almo, per me "69...." è un po' come la Fenech..semplicemente troppo..
Almotasim : Son meno di tre ore...
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
Non mi piacciono, ma è Merritt che mi annoia, francamente non capisco tanta esaltazione per lavori che sicuramente contengono ottimi numeri pop ma cadute in banalità disarmanti e lo pensa uno che nella ingenuità pop ci si tuffa. Mi piace più degli altri che ho sentito o forse mi annoia meno "Distortotion" o come si chiama, ma certo synth pop "No Grazie"
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Ok. Distortion piace molto (anche) a me, e certamente, piu' di questo. In generale il progetto FBH e' un divertimento collaterale. 69 Love Songs e The Charm of Highway Strip sono, per me, due capolavori.
Carlos
Opera: | Recensione: |
Allora: apprezzo Merritt ma sta roba oggi è a mio parere musicalmente inascoltabile. Con quei suoni "techno" che addirittura sembrano datati per il 2002 a mio parere. Penso di dire tutto se affermo che il mio preferito dei Magnetic Fields è di graaaaaan lunga "Holiday". Poi seguono Charm, 69 etc..
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Il suono datato, dici bene, penso sia una scelta estetica precisa. FBH sono e restano un side project, un divertimento piu' o meno estemporaneo. Un giochino a tre, secondo certe regole. La creatura migliore, di Merritt e' -senza ombra di dubbio- quella dei Campi Magnetici. Anche li' qualche caduta (Love at the bottom of the Sea), ma in generale una produzione eccellente, ultimo compreso, Distortion, Realism e tutti I primi. Per me I capolavori e vertici sono 69 Love Songs e The Charm. Holiday e' bellissimo.
Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Innegabile la sua statura artistica anche se a dirla tutta lo preferisco quando è più contenuto e meno prolisso. Progetto che non conosco, tu sempre una garanzia di buona lettura.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Johnny! E' un progetto collaterale, dove Merritt, la sua manager e il polistrumentista Ewen col dettame del synth pop cercano di divertirsi. Niente male anche il primo col moniker 6ths... Meno l'episodio come Gothic Archies.
Almotasim : Tra le voci ospiti di Wasps' Nests di The 6ths del 1995 c'e' Georgia Hubley.
Almotasim : Oh, Johnny. Hai litigato stanotte con la Hubley, che hai messo brut?
Johnny b.: Entrambi belli i due album 6Ths. Tantissime Guest Star a testimoniare di quanto sia rispettato dai colleghi. Quelli bravi come lui alcune volte eccedono, tanti progetti e album troppo lunghi in minutaggio. Talento cristallino. Bravo Almo mai banale nelle proposte.
Almotasim : Grazie, Johnny. Troppo buono!
Johnny b.: Mai, adoro la Hubley. Messo brut involontariamente.
Almotasim : Eh, volevo ben dire!
imasoulman
Opera: | Recensione: |
i collaterali non li ho mai sfiorati
BËL (02)
BRÜ (00)

imasoulman: solo un menisco, finora (sgrat...sgrat...)
Almotasim : Meniscalco!
Almotasim : Grazie del passaggio, Ima!
imasoulman
Opera: | Recensione: |
Ma Merritt merritta
BËL (04)
BRÜ (00)

odradek: Oggi giornata di battutone, vale la pena passare sul DeB di tanto in tanto :)
Almotasim : Si'. Qualche taglio di istmo...
imasoulman: odra, queste battutone spero ti siano servite meglio di un confettino Falqui-tutta prugna...
odradek: Macchè, piaciute!
mrbluesky
Opera: | Recensione: |
bamboline di Hulk?stavolta non voto,voglio sentire prima il mio avvocato
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Bamboline hawaiane, direi. Souvenirs. Tanz bambolinen, ach.
Harlan
Opera: | Recensione: |
Ignoro sempre ciò di cui parli Almo, ma sarebbe impossibile non leggere un tuo scritto, sempre al top. Adesso cerco di andare a colmare la mia ignoranza, và.. :D
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Harlan! Ci sei Sempre! Comunque e' meglio che senti qualcosa dei Magnetic Fields, questo e' piu' un divertissement, riuscito, ma divertissement.
Chainsaw
Opera: | Recensione: |
Lo conosco da anni e ho scoperto oggi che si chiama Stephin e non Stephen. Detto questo, ho sentito solo il primo disco dei FBH e mi piace un sacco. Ma a me piace pure Love at the Bottom of the Sea.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Ti piacerà anche questo, credo. A me Bottom non soddisfa, ma i Magnetic mi piacciono tantissimo.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: