Guided by Voices
Alien Lanes

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


"The cost for recording Alien Lanes, if you leave out the beer, was about ten dollars." [James Greer]

L’estetica del talento sprecato lascia posto all’estetica dell’abbozzo e all’acustica familiare. Non all’incompiuto.

Perché essere professionali quando si può essere amatoriali? L’indigenza economica ha inaugurato il lo-fi. E liberato l’ascolto dall’ascoltatore per suonare alla pioggia che rimpalla sul vetro.

Siamo a Dayton, Ohio. Un raggio di sole trafigge le fabbriche di macchine agricole. Una sirena annuncia il cambio turno alla Wright-Patterson Air Force Base. Robert Pollard, maestro elementare, compie trent’anni e decide di incidere, a proprie spese, 300 copie di “Devil Between My Toes”. E seguiterà a registrare parossisticamente su occasionali quattro piste. Superando l’unico vero dubbio amletico: essere cazzuti o rompere il cazzo?

Garage rock, folk rock, punk e post punk con mani di pioggia, psychedelic pop.

Sdrucciolevoli, idiosincratici. Guidati dalle voci.

Un lato albionico empiuto di marcette dei Beatles, del sevizio part-time dei Television Personalitis e, ancora, di super singoli buzzcocksiani si scontra coi terzi e quarti Velvet, con gli occhi chiusi dei R.E.M., con l’idioma folle e deficitario dei Devo (sì, i connazionali distrassero Pollard dall’amore giurato in gioventù a Genesis, Yes ed EL&P).

L’uscita dai confini del circuito cittadino fu merito del settimo lavoro “Bee Thousand”, confermato, contestualmente al passaggio alla Matador, dalla insinuante spregiudicatezza di questo “Alien Lanes” (1995).

Vignette, miniature melodiche supportate da un finto senso di sperimentazione, chitarra grezza e sporca, basso wave, armonie vocali paradossalmente beatlesiane laddove l’impostazione è totalmente anti-Beatles, accenni psichedelici, testi ermetici, un quieto russare, un canto a pelo d’acqua di vasca da bagno, imitazioni di Michael Stipe, echi di Hollies emaciati, schitarrate pseudo-heavy (importante il contributo dato da Tobin Sprout), la possanza di una “Helter Skelter” interrotta da scampanellate acustiche; una trascuratezza dilagante estesa in direzione sempre più rock. Ventotto canzoni da un minuto e mezzo di media in un flusso di strana ma ferma coerenza.

Pollard si nasconde o si mostra appena come il gatto di Alice.

E ”clio clio pavoncella fa su e disfa”: "As We Go Up, We Go Down", "Game of Pricks", "Pimple Zoo", "Ex-Supermodel", "Strawdogs", “Chicken Blows", “My Valuable Hunting Knife” sono tutte ”raggi, preminenze, nascenza”.

Insomma: amabile idiozia o geniale sconclusionatezza? Oppure la loro sintesi e superamento?



I am breathing, yet I feel no sky
Things without wings have begun to fly
Unhitched trailers---I see trailers trail
From the well i pull an empty pail
Little man bleeding, little heart beating so
Evil speaker blow my circuits---oh no
Brothers, sisters---all transistors, you know
Father logic sometimes gets cosmic, you know


(Trad. Sto respirando, eppure non sento il cielo
Le cose senza ali hanno cominciato a volare
Rimorchi sganciati --- Vedo orme di rimorchi
Dal pozzo tiro su un secchio vuoto
Piccolo uomo sanguinante, piccolo cuore che batti così
Il cattivo altoparlante soffia sui miei circuiti --- oh no
Fratelli, sorelle - tutti transistor, lo sapete
La logica del padre a volte diventa cosmica, lo sai
)

Questa DeRecensione di Alien Lanes è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/guided-by-voices/alien-lanes/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentUno)

imasoulman
Opera: | Recensione: |
ok, sono il primo...doppio 5 a priori ('Alien Lanes' vale 5, eh? quindi, questo è voto a posteriori...)

E poi ti leggo
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Ti ringrazio subito, Ima!
imasoulman
Opera: | Recensione: |
non ricordo se Pollard&Sprout erano titolari o riservisti, sull'Isola...mo' controllo
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Credo titolari.
luludia
Opera: | Recensione: |
non li conosco, a parte un ascolto del prode ima boy...da come li descrivi, bene come al solito, credo abbian tutto per piacermi...
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: e poi la ragione sociale è favolissimamente favolosa....
Almotasim : Eh, penso proprio che possano andarti a genio, Lulù! E grazie al signor Luludia! Merci.
mrbluesky
Opera: | Recensione: |
Aspetto sempre una recensione sui nuovi mostri,dai che lè ura
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Ma una c'è già! Quella di Enrico Ricciardi! Smemorato. Grazie del passaggio, MBS.
mrbluesky: grande Riccardi
SilasLang
Opera: | Recensione: |
....
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Silas! Ho visto sul link di Ima che sei un loro estimatore e che hai incensato questo album! Mi fa piacere perché viene spesso sottostimato...
SilasLang: Per me hanno fatto album che son gioielli non da poco, tra cui questo, poi "Bee Thousand" e "Propeller" sono album che ho letteralmente consumato dai troppi ascolti.
madcat
Opera: | Recensione: |
Uno dei tantissimi che non conosco e che probabilmente dovrei, e la tua rece invoglia decisamente
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Madcat! Se hai feeling col lo-fi, dovrebbero piacerti. L'album Alien Lanes dura 41 minuti per 28 canzoni, con pezzi anche da 0',22".
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
Sonate tra le fabbriche per l'agricoltura per un maestro di scuola elementare m' avevano prospettato un nuovo pisciatore! Sucessivamente, la Matador Records (che tanto stimo), le belle parole spese, gli accostamenti celebri e, per ultimo, l'ascolto di "As We Go Up, We Go Down" hanno messo a nudo il mio abbaglio! Sempre più bravo Almo, dove arriverai?!
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Non lusingarmi così, troppo buono, Jonatan, grazie! A dire il vero sull'ambientare nel paesaggio urbano e non, tu sei sempre maestro. La Matador ha un sacco di grandi artisti in scuderia, condivido.
JonatanCoe: Interpol, vuoi mettere!
Chainsaw
Opera: | Recensione: |
Avrò ascoltato una decina di loro dischi e mi sono piaciuti tutti ma nericordo a malapena i titoli e le copertine. Mi sa che li ritiro fuori tra poco.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Beh, 10 è una buonissima percentuale! Grazie del passaggio, Chainsaw (Oh, oh, oh, oh, oh, oh, oh
Sitting here with nothin' to do...).
Chainsaw: I don't care, wohoho, Bombay, a fines de 1932
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Il paragrafo dove li descrivi è perfetto!! Appena incontro Il caro concittadino Lewis Tollani gli farò leggere come parli dei Guided; e sono convinto che ne rimarrà estasiato visto il suo folle amore per la band. Per quanto mi riguarda mai ma proprio mai approfonditi a dovere.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, DeMa! Ti fai sempre volere bene! Capisco che non siano nelle tue corde. Cerco di allegare alcuni altri 5/6 ascolti video nella sezione qui sopra per riassumere e invogliarti a questo.
gaston
Opera: | Recensione: |
La trascuratezza, quando si trascurano le cose trascurabili, non mi dispiace affatto.
Anch'io voglio essere guidato dalle voci.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : E fai bene! Grazie, Gaston!
Onirico
Opera: | Recensione: |
Bella! Loro però non credo facciano per me...
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Onirico!
lector
Opera: | Recensione: |
Pensa se potessero sapere che qualcuno ha loro dedicato una così bella elegia.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Sei troppo generoso, grazie, Lector.
Caspasian
Opera: | Recensione: |
"Sdrucinato" (dialetto romanesco) pop che all' ascolto mi ha ritornato in mente i Dentists. L' amletico dubbio è superato: per la "verità" si deve sempre rompere il cazzo...
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Ahahahah, sdrucinato ci sta benissimo! Per la verità è vero. Grazie, Caspasian!
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
"La verità deve sempre rompere le palle"

Una granda verità. fanne tesoro
BËL (01)
BRÜ (00)

ALFAMA: ha immortalato la vita , la sua vita , la sua tentanta fuga, la sua ansia, pare di sentire il suo a affanno e qualche pura inprecazione.
Inprecazione. "ECCO L'UNICA' VERITA'"
Almotasim : Grazie del passaggio, Alfama. Lo farò.
kloo
Opera: | Recensione: |
Ho ascoltato sto disco giusto sabato.. dal mio carissimo negoziante di fiducia Carlo c'è il vinilozzo a 50 botte. Chissà.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Però, bel negozio! Magari i 50 sono trattabili... Grazie del passaggio.
Taurus
Opera: | Recensione: |
Samiam, Jawbreaker, Lifetime e Superchunk...andiamo a caccia di nuovo e vediamo.
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Eh, hai ragione. Grazie, Taurus. Ciao.
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Eh, hai ragione. Grazie, Taurus. Ciao.
BËL (00)
BRÜ (00)

hellraiser
Opera: | Recensione: |
Bella Almo, ma i tuoi corsivi sono oro che luccica per me. Loro li conosco di nome, non so se fan per me ma entro il 2030 riuscirò a sentirli o a trovare qualcosa di sta banda. Bravo ragazzo, sempe en gamba fiöl
BËL (01)
BRÜ (00)

hellraiser: ... comunque "guidato dalle voci" mi piace come nome. Mi ricorda me alcuni lustri fa, pieno come un uovo al sabato notte di ritorno da far festa al pub con gli amici, guidato dalle voci ( coscienza? Ubriachezza? Delirio?) Per riuscire a trovare la strada di casa ma soprattutto il buco della serratura. Bei tempi birrai quelli.
Almotasim : Coschezzirio, direi. Di tutto un po'. Puoi considerare, oramai, i corsivi come dedica personale. Sei un influencer. Ne tengo sempre conto... Grazie, Hellraiser. Il 2030 è sempre più wc, cioè, pardon, vicino...
hellraiser: Sono come la Ferragni inzomma. Con due cose in meno ed una in piu. Se ci arrivo al 2030 caro Almo, il Milan mi sta facendo venire il crepacuore ;^))
Almotasim : Son andato ingenuamente a vedere chi fosse la Ferragni. Pensavo una conduttrice sportiva. Ma risulta blogger e sposina di Fedez. Non ci sono più le donne Postalmarket di una volta. Il Milan, nel giro di tre anni, sarà una ottima squadra. Ma se vuoi, puoi passare all'Udinese. Noi queste prospettive non le abbiamo.
BortoloCecchi
Opera: | Recensione: |
Ho un po' di roba da ascoltare (devo mettermi al pari con i Beatles, mai amati, ma mi sono preso quest'impegno e lo porterò a termine), ma mi segno la pagina. Recensione bella e stimolante, pure io registravo in lo-fi (ma non per scelta, solo perché non c'avevo/c'ho i soldi)
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Eh, anche io. Ma il Sanyo a doppia cassetta, negli avanzati '80, aveva dei microfoni "presenza" incredibili. Se mi dici i nomi dei tuoi progetti, forse ti dirò quelli "underground oscuro" e casalingo dei miei (naturalmente demenziali). Grazie del passaggio, Bortolo!
BortoloCecchi: Ah, or come ora sono ancora lo-fi, mi registro e pubblico direttamente col cellulare ahahahaha
IlConte
Opera: | Recensione: |
Sti loufai indi spesso mi scassano le maroni ma a volte trovo robetta alquanto Nobile.
Tu scrivi sempre da schifo, ragazzo!!! Ahahahahah
BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Grazie, Conte, sei passato nonostante il lo-fi, e gli apri pure una porticina! Lasci uno spiraglio. Pofferbacco! E la traduzione, peraltro purtroppo pessima, del brano n.2 dell'LP (evil speakers Guided by Voices - Evil Speakers ), era pensata per Lei, Lo sappia.
CosmicJocker
Opera: | Recensione: |
Lo so che te l'ho già detto...ma...
Fuoriclasse!

BËL (01)
BRÜ (00)

Almotasim : Muito obrigado, Poetacósmico!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: