GURUN GURUN
KON B

()

Voto:

La musica di Kon B mi riporta alla mente i sfuocati ,astratti fotogrammi delle visioni di Derek Jarman. Suoni come immagini sovrapposti in una continua dissolvenza su altri suoni, un corpo indefinibile da dove emergono immagini/suoni estranei ma famigliari, dai significati solo in apparenza criptici. Brandelli di musica stratificata, schegge di strumenti, di frasi melodiche solo accennate, il cui obbiettivo non è quello di creare un coerente corpo melodico , ma non dare vita a un flusso senza una precisa identità di riferimento, un preciso termine di paragone.

Un flusso di suoni nati dalla sensibilità di manipolatori sonici Cechi e divinità Nipponiche . Una lampada magica dove l'immaginazione è l'assoluta padrona. In oniriche figure si possono riconoscere soltanto sagome di personaggi alla continua ricerca dell'irreale in paesaggi sonori astratti . Una mappa della Terra dei Sogni che pochi hanno solo sbirciato. Mi viene in mente un dolce Steven Stapletton lontano dalle sue maniacali ossessioni. Gli astrattismi esoterici ambientali Coil, suono dell'anima del loro compianto e amato amico.

Armonie aliene, disordinate, viole, sfregamenti di corde, battiti, echi, riverberi, canti folk di sirene del Sol Levante, musica atonale,contemporanea , neo classica, elettronica , presenze umane. Presenze. Autismo sonoro ,un puzzle di vibrazioni, casualità sfuggente ,disordine , affresco sonoro art brut . Invece dietro questo teatrino dell'assurdo si cela arte pura , una grande intelligenza e oltre l'intelligenza alberga solo l'immaginazione. E L'arte

La musica che non dice ma fa supporre ,immaginare , sognare, è semplicemente Arte

Questa DeRecensione di KON B è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/gurun-gurun/kon-b/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Otto)

Buzzin' Fly
Opera: | Recensione: |
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

ziltoid
Opera: | Recensione: |
Mi interessa, ripasso appena ho modo di ascoltare per bene. Bello lo scritto, a parte la grammatica a tratti sperimentale
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

highlande
Opera: | Recensione: |
Vieni a vivere con meeeee, sai quante cose potremmo faaaaaareeeee... Io potrei cacofonicamente smartellare la lavatrice con una mazza da baseball mentre tu mi spalmi la maionesaaaa sul colloooooo!!!!!1!!!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Dragonstar
Opera: | Recensione: |
Ma quanto sono belle le tue segnalazioni! Ma dove li trovi? Fondametale la tua presenza sul sito!
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

Loconweed
Opera: | Recensione: |
io ero rimasto ai Guru Guru, comunque quoto Dragon sempre segnalazioni interessanti
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Nico63
Opera: | Recensione: |
Anch'io quoto Dragon.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
Grande buzzin, sei il mio pusher di casini sonici preferito.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
Rieccomi. disco evocativissimo da ascoltare in cuffia camminando nella pioggia di una città grigia di un cielo plumbeo. E soprattutto sono personali, cosa rara nella psichedelia. Stramegaconsigliati, l'ultima traccia è un acquerello mirabile
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: