Sto caricando...

Ivan Graziani
Piknic

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


E l'estate arriva. In un mondo mogio, arriva. Deve arrivare sempre, anche quando non ci possiamo cedere nel suo caldo bacio.

E l'estate si schianta addosso, si percepisce anche nel punto più profondo della lattina di birra, magari bevuta in una notte afosa con gli amici d'una vita.

E l'estate continua inconsciamente, tra chi nelle onde si diverte e chi nelle onde si disperde e chi le onde effettivamente non le vedrà per un bel po'

E l'estate si dimena e danza, sotto le stelle di Ferragosto, sotto i fuochi d'artificio scagliati dall'altra parte dell'Universo da chissà chi.

E l'estate si inclina, le giornate si fanno cupe, le onde si fanno dune e il caldo di poco tempo fa ora è senza mordente

E l'estate si ritira, in preda allo sconforto, ha svolto il suo compito e ora non ha più niente da dare.

Un disco passa, la mia isola è qui e la vita che ho rinasce da qui, da tutte le migliaia di persone in piazza a far partire le loro piccole mongolfiere a candela, dirette verso l'ignoto. E io rinasco.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Nove)

TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Mancava solo questa, lo so. Mi sarebbe piaciuto farla, hai fatto bene.


Piknic: E io dico modestamente grazie
Martello
Martello
Opera:
Recensione:
Ti lascio il 5 perchè era un boato che non ti rifacevi vivo. Del disco ho già detto altrove. comunque Tata, invero mancherebbe ancora Cicli e tricicli


TataOgg: Si? Ho controllato male allora...
Martello: Essi (salute), anche se io modestamente non ho un'acca da dire su quel disco, se non che Kryptonite è un #caposlavoro
Ditta
Ditta
Opera:
Recensione:
Mi limito a dire che il disco mi ha sempre fatto abbastanza caghicchiare, ma se è questo il peggio che riesce a fare... beh, si tratta indubbiamente di grande artista. Per la recensione torno questo pomeriggio col voto


MikiNigagi
MikiNigagi
Opera:
Recensione:
Il 250 giallo di marca giapponese, DUE PACCHI DI CAMBIAAAAAAAAAAALI


Martello: Evviva il cross! Evviva il motocross! Avevo anche la donna, evviva il motocross!
Ditta: E invece qui ci dobbiamo sorbire “beeeibi loooooov”...
bohhh
bohhh
Opera:
Recensione:
ma questa è autopromozione! senza offesa, ma lo ritengo un disco ingiudicabile. baby love poi è atroce.


Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Mi ricordo negli anni '70 ai picnic familiari quanto mi affascinava quel bicchiere di plastica fatto con anelli che si presentava come un disco piatto e poi lo tiravi sù e i cerchi concentrici formavano il bicchiere. Buona la prima!


Mauro82
Mauro82
Opera:
Recensione:
Il peggior disco di Ivan, il che è tutto dire


Davidcrosby69
Davidcrosby69
Opera:
Recensione:
la tua recensione è pari al peggior disco di Ivan Graziani


gaston
gaston
Opera:
Recensione:
Massimo rispetto per Ivan.
Ma io amo altri (suoi) dischi.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Piknic è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link