Jefferson Airplane
Takes Off

()

Voto:

Avrei voluto recensire i 4 capolavori dei Jefferson ma chiaramente essendo arrivato un po' tardi non mi resta altro che recensire il loro primo lavoro, certo un album che non può competere con gli LP realizzati con la Slick e Dryden ma secondo me comunque da rivalutare.

In questo primo album datato 1966 i Jefferson non sono ancora nella formazione classica con Grace Slick alla "voce" e Dryden alla batteria. Al loro posto abbiamo Signe Anderson e udite udite Skip Spence alla batteria. Quest'ultimo nato come chitarrista lasciò il gruppo dopo la realizzazione dell'album per dare vita ai grandi Moby Grape, famoso gruppo Acid-Rock-Blues di San Francisco.

Diciamo subito che la Anderson pur essendo inferiore alla Slick se la cava benissimo, dotata di una voce potente e ispirata ci regala brani di forte sapore blues come ad esempio "Blues For An Airplane" e "Chauffeur Blues".
Intanto la macchina sonora di Kaukonen e Casady ci fa intravedere il futuro sound dei Jefferson in brani come "It's No Secret" e "Let's Get Together" (ma ascoltate anche il basso di Casady in "Chauffeur Blues") che verranno riprese molte volte dal vivo dal gruppo in una memorabile versione a Woostock. Il brano che più mi colpisce per la ritmica e per gli effetti devastanti della chitarra di Kaukonen è "Let Me In" sicuramente il brano più ispirato e innovativo del disco. Non mancano anche classici ripresi all'epoca un po' da tutti come "Tobacco Road" con Balin e la Tolly che spingono al meglio sul registro più alto.

Un album quindi da riscoprire, anche perché è stato quello che ha dato un po' l'avvio a tutto il movimento, non scordiamoci infatti che a livello nazionale sono i Jefferson i primi ad aver strappato un contratto ad una grande casa discografica, la RCA. Dopo di loro li seguiranno tutti i più grandi dai Grateful Dead ai Quicksilver.

Questa DeRecensione di Takes Off è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/jefferson-airplane/jefferson-airplane-takes-off/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dieci)

DaveJonGilmour
Opera: | Recensione: |
Bravo. Quetsa recensione mancava e hai fatto benissimo a ricordare questo primo disco dei Jefferson, ancora acerbo, si, ma siamo nel 66 e la scena musicale della Bay Area era ancora agli albori. Un buo inizio questo Takes Off, un buon 3,5 che arrotondo a 4 per simpatia. Tra i generi avrei messo anche folk-rock.
BËL (00)
BRÜ (00)

Cristo
Opera: | Recensione: |
devo ascoltarlo ancora. bravo
BËL (00)
BRÜ (00)

donjunio
Opera: | Recensione: |
è da parecchio che non lo ascolto, bel ripescaggio
BËL (00)
BRÜ (00)

Anonimo
Opera: | Recensione: |
Qualsiasi scoreggia ante 1977 piace a DaveJon. Meglio ancora se ante 1970. Dave hai mai pensato al suicidio ? No ??!?! Allora pensaci seriamente.
BËL (00)
BRÜ (00)

DaveJonGilmour
Opera: | Recensione: |
No anonimo ti sbagli, qui si tratta di grande musica, senza tempo, senza un ante o un post, eh eh, che ti perdi!!
BËL (00)
BRÜ (00)

Lord
Opera: | Recensione: |
Molto bene. A me me piace un zacco sto disco. Certo, manca la Slick...
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Opera: | Recensione: |
Disco mooooolto carino!!Ciao!
BËL (00)
BRÜ (00)

shooting star
Opera: | Recensione: |
ahh questo dei mitici mi sfugge..però bella rece
BËL (00)
BRÜ (00)

pretazzo
Opera: | Recensione: |
blues from an airplain è spettacolare
BËL (00)
BRÜ (00)

silvietto
Opera: | Recensione: |
Decisamente un album poco ascoltato, anzi quasi per niente, ma non c'è da stupirsi più di tanto: all'epoca la gran parte dei fruitori del sito manco era nata e anche chi scrive era ancora "fuorigioco". Un vantaggio c'è: quello che si può valutare questo lavoro senza passionalità, con relativo distacco. E' vero che, specialmente oggi a distanza d'oltre 50 anni, appare "acerbo", ma non più di tanto se consideriamo la scena musicale dell'epoca e pensiamo che pure i Beatles erano ancora nella prima fase della loro straordinaria carriera ed allora viene ancora più naturale valutare l'ottimo contributo dato da "Take off" allo sviluppo del movimento musicale pre Woodstock, cosa peraltro sottolineata anche dalla buona recensione, che a mio parere manca un po' di fiducia e coraggio. Da segnalare anche l'ottimo lavoro di rimasterizzazione fatto nel 2003 per dare una veste moderna a brani che all'epoca s'ascoltavano quasi esclusivamente in monofonia....... le musicassette esistevano da appena un paio d'anni e tali ancora erano!
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: