June Of '44
Tropics and Meridians

()

Voto:

"In una recensione dei June of 44 non nominare i Fugazi è un sacrilegio imperdonabile" (N.I.B.II.O)

 

"Fugazi, ecco fatto: nominati" (Captain Howdy)

 

Il 1996 è stato, dal mio punto di vista, un anno interessante, anzi senza timore di sollevare un vespaio dirò che musicalmente e' il mio preferito: "Aenima" dei Tool e "Boys for Pele" di Tori Amos tanto per citare qualcosa.

 

"Tropics and Meridians" è un mini album (6 canzoni), è il secondo lavoro della superband di Louisville ed è appunto uscito in quella meravigliosa annata diventandone uno dei lavori più rappresentativi.

 

Post Rock, Math Rock, Indie Rock, Nuova Psichedelia: parecchi sono stati i generi in cui i June of 44 , negli anni, son stati inseriti (qualcuno li ha pure accostati pericolosamente al Grunge) ed effettivamente una catalogazione risulta difficile per una band che nasce dalle ceneri di gruppi (Codeine, Rodan etc. etc.) che nei primi  '90, sulla scia di ensemble come gli Slint, modificarono per sempre la concezione di Hardcore portandolo a livelli decisamente inclassificabili, tanto vaste erano le sonorità da cui attingevano e, soprattutto, per quanto ampie furono le conseguenze in fatto di influenza per le generazioni future di musicisti interessati ad approcci minimali ed "esteticamente" (se mi passate l'avverbio ed il successivo sostantivo) Punk.

 

Ho usato il termine Punk solo per motivi di inclinazione filosofica dei quattro del Kentucky perché "Tropics and Meridians" è opera complessa, misurata, troppo razionale per essere inserita in quel filone, ma come voi mi insegnate un conto è apparire, un altro è essere: l'immagine finalmente non contro la musica ma la musica che scavalca l'immagine.

 

Come in uno script solo volutamente disordinato questo piccolo gioiello si muove tra un cantato quasi recitato e suoni psichedelici che però spesso riservano sorprese "ruvide", donate soprattutto da chitarre in contrasto con le strutture armoniche dei singoli pezzi: un caos "lucido" incastonato dentro un ordine suadente, che se ad un primo ascolto può lasciar perplessi con il tempo si rivela seduttore.

 

Canzoni come la "rumorosa" "Anisette" e quell'inno alla nuova Era Galattica che è "Sanctioned in a Birdcage" rappresentano benissimo lo stato interlocutorio in cui si viaggia nei Tropici e Meridiani disegnati nella mappa musicale della band dal nome Milleriano: mentre Ansia e altri sentimenti contrastati come Paura ed Irrequietezza si alternano ad altri di assoluta tranquillità dando sfogo sia alla voglia di imprimere bene nelle (altrui) menti i propri conflitti interni ma anche la disperata ricerca di una via d'uscita dalla claustrofobia del sentirsi fragile in un mondo perso dietro le fesserie dell'apparire. Richiesta d'aiuto e Proclama d'intenti: "Tropics and Meridians" stupisce nel breve, coglietene l'essenza.

 

Mo.

Questa DeRecensione di Tropics and Meridians è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/june-of-44/tropics-and-meridians/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (TrentaQuattro)

ZannaB
ZannaB Divèrs
Opera: | Recensione: |
Nessuno ha ancora votato per questa recensione. Non vuoi essere il primo? Con grande piacere! Nonostante non abbia la benchè minima idea di chi siano questi quà ho apprezzato davvero tanto la tua recensione Capitano. Poi in periodi di magra come questo, più che una rece questa è un'isola felice! Ciao!
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Lewis Tollani Divèrs
Opera: | Recensione: |
Bella recensione per un lavoro fantastico... pero' ammetterai che la discendenza piu' o meno forte dai Fugazi c'è...
BËL (00)
BRÜ (00)

maryg
Opera: | Recensione: |
mi hai fatto venire voglia di riascoltarli... quest'ep non lo conosco però.
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
OleEinar Divèrs
Opera: | Recensione: |
Bravo capitano, dici che devo provarli questi? Il mio anno musicalmente preferito credo sia simile al tuo, basta invertire le ultime due cifre ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Grazie a tutti per i bei voti ed in ordine: @Zanna:sei sempre gentilissimo, grazie! @Lewis: specifico: son d'accordo l'influenza dei Fugazi c'e', ma il mio intento era di insistere sul fatto che parlando dei June of 44 sarebbe piu' imperdonabile non citare gli Slint, tutto qui, ti ringrazio per l'intervento al solito mirato! @Mary: a mio parere e' il loro lavoro migliore. @Ole: questo dovrebbe piacerti conoscendoti, prova poi mi dirai. Grazie ancora a tutti!
BËL (00)
BRÜ (00)

Dr.Adder
Opera: | Recensione: |
Bella rece, con tanto di citazione autoreferenziale.
Voto 4,4 periodico...alla via così Capitano.
Ciao!
BËL (00)
BRÜ (00)

alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
a me loro piacciono, ma niente di ecceziunale... sarà che sono un grezzo e che nemmeno gli slint mi fanno impazzire... vabbè, niente di lontanamente paragonabile ai fugazi e qui scatta il capitano ;)
BËL (00)
BRÜ (00)

Opel
Opera: | Recensione: |
Finalmente una RECENSIONE!
BËL (00)
BRÜ (00)

donjunio
Opera: | Recensione: |
conosco solo l'anatomia degli squali ( molto bello) e 4 great points ( un po' palloso)...
BËL (00)
BRÜ (00)

donjunio
Opera: | Recensione: |
"Aenima" dei Tool e "Boys for Pele" di Tori Amos tanto per citare qualcosa.^^ Il diavolo e l'acqua santa insomma...
BËL (00)
BRÜ (00)

donjunio
Opera: | Recensione: |
Rece cmq molto bella, dritta tra le consigliate. L'album è già nel cerca-anime, mi è venuta voglia di ascoltarlo.
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Grazie ad Adder ed Opel per l'incorragiamento! @Ale: mo vengo a pigliarti ;-) a parte gli scherzi penso che paragonare Fugazi e June of 44 sia abbastanza fuorviante perche' alla fini fine la matrice hardcore dei secondi anche se si sente e' gia' abbastanza imbastardita con riferimenti psichedelici, jazz, math che son stati tipici del movimento postrock, mentre i Fugazi sono ancora orgogliosamente punk, diverso il discorso per gli Slint che son stati davvero , a mio parere, i padrini dell' ondata postrock, poi son opinioni e gusti ovviamente, a me i Fugazi non han mai detto granche' ma potrebbe essere anche un problema mio. @Don: chissa' chi sara' il Diavolo ;-) "The Anatomy of Sharks" e' un gran lavoro e tra l'altro non e' nemmeno recensito, magari un giorno, ma a me piace pure "4 Great Points", tra l'altro li vidi 2 volte nel corso della tournee' di quel disco e mi piacquero un casino.
BËL (00)
BRÜ (00)

donjunio
Opera: | Recensione: |
chi meglio di maynard con stivaloni e tenuta sadomaso può essere il diavolo?
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Tra l'altro Alessio adesso che mi viene in mente sto aspettando l'1 di Azzo per la sparata sui Fugazi :-D @Don:e' un onore essere tra le tue consigliate. Grazie!
BËL (00)
BRÜ (00)

Lewis Tollani
Lewis Tollani Divèrs
Opera: | Recensione: |
Anche il canto del cigno Anahata non scherza...
BËL (00)
BRÜ (00)

boredom
Opera: | Recensione: |
li ricordo abbastanza pallosi quanto esaltati dalla maggior parte delle riviste dell'epoca. magari li ripesco, va.
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
mmm, Don,si per carita' ma prova a veder sta foto: ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Boh, Boredom, non mi ricordo ma puo' essere, non eran gli unici del genere ad eserlo comunque, d'altronde esaltare il PostRock egli altri 2-3 generi rilevanti in quella decade, a mio modo di vedere era legittimo, poi sul discorso pallosi non son d'accordo, erano certosini quello si, e' puo' non piacere.
BËL (00)
BRÜ (00)

lemuro
Opera: | Recensione: |
Capitano mio capitano.......quasi quasi una stellina l'aggiungerei !! il "mio" 96 lo leggi cliccandomi.........
BËL (00)
BRÜ (00)

Dr.Adder
Opera: | Recensione: |
Acc..il voto..
Capitano..scusi la mia de-ignoranza ma cosa diamine è il Math-Rock?
BËL (00)
BRÜ (00)

rikardo
Opera: | Recensione: |
four great points è il loro capolavoro
BËL (00)
BRÜ (00)

trellheim
trellheim Divèrs
Opera: | Recensione: |
Purpulan
Opera: | Recensione: |
Ehm... nel 1996 uscì pure un dischetto "Fintroduttivo" ad opera d'un manipolatore di suoni "Umbratile"... robetta che non merita d'essere considerata "Epocale", comunque... ; ). Tra i loro pure io preferisco "Four Great Points", ma restando in ambito annualistico, il 1998 è precettato da "What Burns Never Returns"... ecco questo è la quint'essenza del Math Rock!
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Allora ringrazio tutti gli intervenuti, sulla questione che si solleva su "4 Great Points" son convinto anch'io che sia un album meraviglioso e probabilmente essendo "Tropics" un mini sia piu' significativo nel complesso della loro carriera ma affettivamente son piu' legato a questo e inoltre era gia' recensito tra l'altro. @Lemuro: visto, eh behla stellina in piu' puoi metterla tu nel commento :-D tra l'altro condividiamo non pochi album nei gusti...mi sorprende "Melody AM" credevo di esser tra i pochi bacati a passare bruscamente da generi cosi' opposti ;-) @Adder: il link della mai troppo coccolata Trell ti risponde comunque in breve si tratta di un genere le cui caratteristiche stanno soprattutto nelle ritmiche che sono in contrasto con quelle del rock classico (in questo sono piu' similio al jazz per esempio),da melodie spesso dissonanti e (quando ci sono) da linee vocali spesso declamate piu' che cantate. T'ho fatto un riassunto in realta' le cose son piu' complesse, ascota qualcosa dei June e capirai. @Purpulan: beh, ho fatto un paio di esempi, quelli a me piu' cari, non potevo citar tutto ;-), su "4 Great Points" ho risposto sopra.
Grazie ancora a tutti!
BËL (00)
BRÜ (00)

pretazzo
Opera: | Recensione: |
questo disco mi manca...non impazzando per il post-rock, ci vado piano col Kentucky...riguardo ai Fugazi, credo che uno dei loro fattori di fascino sia dato dal fatto che abbiano proposto (con un'onestà e una naturalezza disarmanti) un'incredibile conciliazione tra due modi antitetici di intendere la musica, uno istintivo e passionale (hardcore), l'altro freddo e clacolato (post-rock)...nei Fugazzi trovi cuore e cervello in perfetto equilibrio; suoni abrasivi e voci sgolate a braccetto con ritmiche geometriche e sofisticati incroci di chitarre...ALTRO GRUPPO FONDAMENTALE, i Fugazi...
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Grazie per l'intervento Pre'! si fondamentali i Fugazi e non sto scherzando, ne riconosco l'importanza storica, solo che per qualche motivo non mi prendon granche' e quando li ascolto mi vien voglia di passar ad altro...ai June of 44 per esempio...tutto qui. Ciao!
BËL (00)
BRÜ (00)

Dr.Adder
Opera: | Recensione: |
Grazie a CaptainHowdy e trellheim delle delucidazioni.
BËL (00)
BRÜ (00)

Festwca
Festwca Divèrs
Opera: | Recensione: |
Me lo pappo stasera, recensione impeccabile. Io ho solo i 4 Great Points ma tutte le volte che mi passa per la testa di sentirlo preferisco mettere su i Rodan.
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
Prego Adder! @Festwca: mmm, a gusto personale preferisco i June pero' per ovvia contiguita' nemmeno i Rodan mi spiacciono, sai cosa? nei 90 i Rodan stranamente li ho conosciuti dopo (gia' sciolti) sulla scia dei June mi son informato sulle loro origini e ovviamente son saltati fuori i loro gruppi precedenti, e come penso la maggior parte delle persone in Italia, pure gli Slint gli ho approcciati dopo, percio' dal punto di vista affettivo per me il PostRock sono i "June of 44" (faccio notare ai magnifici Editors che il nome esatto e' senza l'apostrofo prima dell'anno) e i "Tortoise".
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
P.s: grazie per l'apprezzamento!
BËL (00)
BRÜ (00)

azzo
Opera: | Recensione: |
Mah! Secondo me Fugazi e questi c'entrano poco. I June of 44 poi dal vivo erano di un tedio pauroso. Cmq. l'uno Te lo riservo per la prossima volta: tipo, cos'è 'sto nuovo nick FusilloVsHowdy? Non farete mica la rece su Elio? Guardate che lì è uno fisso sempre e comunque.
BËL (00)
BRÜ (00)

pretazzo
Opera: | Recensione: |
i Rodan sono pessimi: come riuscite ad arrivare alla fine di Rusty?!
BËL (00)
BRÜ (00)

CaptainHowdy
Opera: | Recensione: |
No, no Azzo, non si tratta di Elio, per quello aspettiamo te: un bel AzzoVsFusiVsHowdy ;-) Dai che i June non eran noiosi dal vivo e che cribbio! @Pre: beh non si tratta di canzoni semplici quelle dei Rodan ma dopo un po' se entri nei loro sistemi affascinano, almeno me ;-)detto questo meglio I June!
BËL (00)
BRÜ (00)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: