Sto caricando...

Keaton Henson
Dear...

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


"It takes guts to be gentle and kind..."

Ci vuole coraggio a essere buoni e gentili, dicevano gli Smiths.

Ce ne vuole ancora di più a essere delicati e fragili, introversi e riservati, silenziosi e timidi.

Ci vuole coraggio ad affrontare gli altri. Ce ne vuole ancora di più ad affrontare sé stessi giorno dopo giorno, a scendere a patti con le proprie ansie, con l'insicurezza, con le proprie paure.

Ci vuole coraggio a gestire la solitudine. Ce ne vuole ancora di più a rinunciarvi, ad aprire le porte all'altro, a metterlo davanti ai propri bisogni.

Ci vuole coraggio a essere Keaton Henson, credo. Ce ne vuole ancora di più ad affrontare la propria ansia cronica per registrare canzoni nel bagno di casa, coi tempi scanditi da decolli e atterraggi del vicino aeroporto di Heathrow, per salire su un palco di fronte a un migliaio di persone.

Keaton Henson è un giunco sottile in mezzo alla tempesta della vita, che non lo ha spezzato: lo ha piegato, curvato su una chitarra, gli ha dato dita sottili e agili e una voce flebile, tremante, più potente di un urlo a pieni polmoni.

Ci vuole coraggio ad ascoltare un disco di Keaton Henson, come Dear..., sapendo che, irrimediabilmente, in qualche canzone, in una singola strofa, in una manciata di parole, si troverà anche un po' di sé stessi. Ce ne vuole ancora di più per piangere.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentOtto)

llawyer
llawyer
Opera:
Recensione:
Sei stupenda!


Flo: Cuori!
algol
algol
Opera:
Recensione:
Finalmente una recensione di qualcuno che sa scrivere. E che ha qualcosa da dire, molto da dire.
E lo fa senza sprecare preziose parole.


algol: poi lo ascolto pure Henson. Non è escluso che faccia al caso mio.
Flo: Troppo gentile, Algoluccio. Sono sicura che verrai a dirmi che ti fa addormentare, ma mai dire mai.
algol: può essere. Però c'è narcosi e narcosi. Se venata di malinconia potrebbe anche piacermi :-)
luludia: Il tuo commento è eccessivo algol...qui è pieno di gente che sa scrivere...si può certamente prediligere questo tipo di stile (nitido, preciso, essenziale, sottilmente emotivo), ma ciò non toglie che anche altri modi espressivi abbiano la medesima dignità...una cosa sono i gusti personali, un'altra la capacità o meno di scrivere...
algol: pieno di gente che sa scrivere è un parolone (nemmeno io mi ci metto tra costoro). Poi è ovvio che il commento rappresenta il mio modo di sentire rispetto a queste modalità espressive, che trovo particolarmente felici. Non era un modo per denigrare, intendevo sottolineare la qualità superiore. Tutto qua.
algol: comunque lulù ... in un hp costellata dalle recensioni seriali del nuovo fenomeno bortolochecchi e sotomayor, uno scritto come questo risalta eh. Per dire, tante informazioni e novità, e va benissimo. Ma anche qualità espositiva media, quantomeno monocorde. Aldilà dei gusti. E' oggettivo. La quantità quasi mai va a braccetto con la qualità.
luludia: indubbiamente questo è un'ottimo scritto...ed è anche vero che tante ottime penne ultimamente scrivono poco...però, insomma, mi era sembrata una frase un po' ingiusta...ciau...
algol: ciau lulù
Galensorg
Galensorg
Opera:
Recensione:
Breve ma intensa, Flo. Mi ci ritrovo nelle tue parole.
Poi lui mi riporta in mente una persona che dovrei dimenticare...


Flo: Mi dispiace aver rimesso il dito nella piaga, allora.
Galensorg: Ma figurati, anzi. Dovrei dimenticarla ma sono io che non voglio; mi tengo i bei ricordi. :)
sotomayor
sotomayor Divèrs
Opera:
Recensione:
È anche uno degli artisti #zot2016 con "Kindly Now". 5/5

Però questo qui non l'ho ascoltato, credo sia uscito qualche anno fa.


Flo: Questo è del 2010. Kindly Now ha dei picchi notevoli (come Polyhymnia, che è bellissima), ma non è il mio preferito. Diciamo che è anche più "ricco" (soprattutto dal punto di vista dell'arrangiamento), mentre questo e Birthdays sono più essenziali.
sotomayor: Devo provare a recuperarlo. Ho ascoltato solo "Kindly Now" e mi è piaciuto un sacco. Mi fa piacere tu sia ritornata a scrivere qui.
Flo: Sono abbastanza diversi, "Kindly Now", tra l'altro, è meno triste, secondo me. Grazie nani, ma probabilmente la prossima recensione sarà tra tre anni, questa mi è venuta di getto.
sotomayor: Guarda che poiché sei il recensore del momento, ti spetta in verità una intervista di @[Pinhead] e @[heartshapedbox], non puoi sfuggire. Sentirò comunque il disco in questione.
heartshapedbox: eh si le spetta eccome! :) spero di fargliela io ;)
sotomayor: Costringila a cantare perché ha una voce bellissima.
sotomayor: Costringila a cantare o dovremo usare le maniere forti...
heartshapedbox: che so ste minacce -.-
sotomayor: Lei lo sa che sono un duro...
Flo: Aiuto.
tia
tia
Opera:
Recensione:
Brava, punto.


Flo: Grazie!
gate
gate Divèrs
Opera:
Recensione:
Wow, bella media. Aspetta che arriva quello che "è proprio un coglione" a rovinartela


gate: Dai algol commenta su
algol: che problemi hai Gate ?
Flo: Sono sicura che riuscirò a farmene una ragione, tranquillo.
algol: :-)
musicanidi
musicanidi
Opera:
Recensione:
Riprendo un mio vecchio commento...leggero ma sofisticato, molto bello.


Carlos
Carlos
Opera:
Recensione:
Ti sei rammollita. Questa è disco-dance rispetto ai tuoi standard Flo: troppo ritmo. Non è dispiaciuta nemmeno a me la musica del video linkato (e sai bene quanto sia lontano da roba come questa). E parlo della musica. Il video invece l'ho trovato involontariamente comico...e pensare che zecondo test ziiiiientifici ho un livello di empatia abbastanza alto.


Flo: Ti ricordo che ti ho portato a un concerto degli Wilco. Cos'avevi ascoltato, Charon? Comunque penso che lo spirito di KH sia riassunto in questa (che però è in un altro disco): Keaton Henson - You - Live Manchester Museum 2013 [HD]
Carlos: No il video che c'è nelle info che compare in automatico. You Don't Know How Lucky You Are.
Flo: Ah ok, pensavo ti riferissi all'ascolto che avevo postato qualche giorno fa.
Flo: (che ha un video fatto con i pupazzi)
Carlos: Si vede ormai che il matrimonio ti ha resa troppo felice. Scommetto che adesso ascolti più il Cohen degli ultimi dischi ;DDD
Flo: In realtà non ascolto quasi più musica, ahimè. Però in macchina Cohen lo ascoltiamo, e solo quello degli ultimi dischi.
Carlos: Ahi ahi ahi
Carlos: Menomale che è un po' sfigato e timido sto tipo altrimenti avrebbe il tipico look da "faccia da schiaffi" secondo i miei parametri standard. E giuro che non è invidia per i capelli.
Carlos: (ho visto il il live con i cadaveri seduti sulle sedie a guardarlo)
Carlos: Per quanto riguarda me in sto periodo sono schiavo di un lavoro massacrante da due mesi. Non so quanto resisterò, ma per ora ce la faccio. Non c'è due senza tre. Per il quarto vediamo. Magari ci scrivo anche un breve editoriale, in continuità con l'ultimo pubblicato sotto falso nome.
MikiNigagi
MikiNigagi
Opera:
Recensione:
Lo mettevo nella categoria "son tutti poser da Daniel Johnston in giù". Non so, la cosa del non riuscirsi ad esibire, non so. È come essere un fenomeno a giocare a calcio ma poi non riuscire a fare il salto dal campionato di quartiere perché il pubblico di una provinciale da serie D sarebbe già troppo. Non credo che esista un caso simile, perché il gioco del calcio prevede l'esibizione, e quando da bambino si imparano i giochetti lo si mette già in conto. Oppure non si diventerebbe tanto bravi, perché a che scopo? E Keaton Henson è tanto bravo, quindi mi resta un po' in mezzo, non mi convince. Sicuramente sono io, ultimamente va così. Ciao Flo cara, bello che dalla Serie A ogni tanto torni a fare partitella in Terza Categoria.


Flo: Capisco il tuo discorso, ma non so se sono d'accordo. Penso che non sia un discorso legato alla volontà, ma alla possibilità. Magari uno si vuole esibire, ma l'idea di sedersi di fronte a mille paia d'occhi che lo fissano gli fa l'effetto del Guttalax, o gli fa venire una crisi di panico. O magari solo l'idea di un attacco di panico scatena un altro attacco di panico, e si finsisce col rinunciare in partenza. Mi pare poi di ricordare che anche Nick Drake non si esibiva praticamente mai, e qualche volta gli è pure capitato di mollare concerti a metà (non vorrei sbagliarmi, è passato un po' da quando ho letto la sua biografia).
dipsomane
dipsomane
Opera:
Recensione:
gran bel disco. belle e sentite le tue parole.


Flo: Grazie!
BortoloCecchi
BortoloCecchi
Opera:
Recensione:
Belle parole


Flo: Grazie!
Johnny b.
Johnny b.
Opera:
Recensione:
Una delle più belle lette. Grazie. Gran bel disco.


Flo: Troppo buono, grazie!
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
zaireeka
zaireeka
Opera:
Recensione:
Eh no, flo, tu mi copi ;-) !! Hit to Death in the Future Head - The Flaming Lips - Recensione di zaireeka Bella recensione, incuriosente


Flo: Qui manca la faccia tosta, però. Grazie!
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
Citi all'inizio un verso di uno dei massimi personali vertici per quanto concerne gli Smiths. Per il resto chapeau.


Flo: Grazie, Dema!
Falloppio
Falloppio
Opera:
Recensione:
La delicatezza in musica non è di questa era. Non c'è più tempo per inseguire un sentimento, abbiamo fretta. Siamo di corsa perché dobbiamo arrivare dove gli altri vogliono arrivare, senza sapere dove. Eppure ci sono 2 milioni di click sul video di questo artista. Piccola speranza......


imasoulman
imasoulman
Opera:
Recensione:
quindi é lagna-folk? poi mi spieghi il discorso di sopra della serie a e della terza categoria (che siamo noi, lo so. Dunque, dove scrivi, scilicet?).


Flo: Lagnautorato di quelli che piacciono a me. Non so, forse il buon vecchio Miki si riferiva alle mia produzione accademica di gran pregio (?), che al momento include un volumetto su Trenitalia e un articolo in uscita sullo stesso argomento, pensa. Era dall'ultima recensione su Debaser che non scrivevo altro.
imasoulman: produzione accademica? ma allora è il DeBasio la Serie A, anzi la Cempionslig!! PS: meglio Trenitalia che Italo, chè poi ti tocca intervistare quella buona lana-tuttofare (senza saper far niente) di Montezemolo
Flo: Dillo a Miki... Comunque nella mia tesi c'era pure Italo, ma per fortuna sono cose che non implicano avere contatti con la gente.
lector
lector
Opera:
Recensione:
Ci vuole coraggio a mostrarsi nudi. Non si può mentire da nudi.


lector: Per questo offrirsi nudi è, sempre, un atto d'amore, dolce madonna.
Flo: Non sai quanto.
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
In pochi si rendon conto quanto si è fortunati a non esser sfortunati...


Falloppio: @[Stanlio] Fighissimo !!!!!!!
Stanlio: sì Flo l'ho scritto di getto dopo aver visto il titolo del video linkato sopra, sebbene sia una cosa che di tanto in tanto mi riaffiora nelle ehm, cogitazioni fin da quando ero un giovin per niente spensierato.
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Molto piu' bella la tua sensibilita' nell'attraversare il disco, che il disco in se'. Per quel che ho sentito...


Johnny b.: La penso come te. Tre quattro brani super e il resto così cosi. Al primo ascolto mi sembrava migliore. Comunque tutto sommato un discreto album.
Flo: Grazie @[Almotasim ]!
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
Ciao flooo
lo scarico sulla fiducia e poi torno a dire che ne penso


Flo: Fammi sapere, sono curiosa.
masturbatio
masturbatio
Opera:
Recensione:
Mi sono fatto coraggio ed ho ascoltato la canzone. Non è nelle mie corde. Bello scritto però.


Flo: Grazie!
algol
algol
Opera:
Recensione:
oh ... incredibile. Mi piacciono. hahahahhh


Flo: Addirittura?
kloo
kloo
Opera:
Recensione:
gran belle parole. Zot perfetta.


Flo: <3
omahaceleb
omahaceleb
Opera:
Recensione:
Tesoro mio, sai cuanto, dico cuanto ti volio bene. Ma però per sopravvivere devo proprio fare a meno di questa roba qui. Mica perché è orrida o insipida, gli è che non posso assolutamente spingere sull'acceleratore della malinconia, pena lo sprofondare nei pensieri cupi che ben conosci. Ma in ogni caso è una bella cosa che tu sia tornata a scrivere; credimi che appena ho visto "flo" scritto in blu sulla dx dell'home page e ho sorriso. Un abbraccio beddrazza.


ygmarchi2
ygmarchi2 Divèrs
Opera:
Recensione:
Se la mia era la generazione X questa direi è XL!


proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
Cappero flo, grazie. Mi sono preso anche romantic works e non vedo l'ora di sentirlo. Anche se la parte finale è piuttosto debole questo disco si apre fortissimo. E non pensavo di poter ascoltarmi un altro disco di questi cantautori alla Iver senza spazientirmi, e invece...
Ma saltano ancora fuori cantautori che fanno questo stile o l'unica riserva è l'inizio anni 10?


Flo: Romantic Songs non mi è piaciuto molto, ma non amo la roba strumentale in genere. Intanto mi fa piacere che questo ti sia piaciuto, prova anche Birthdays, dovresti apprezzare anche quello, basterebbe solo You. Non credo di conoscere nessun cantautore recente che proponga roba così, ma ammetto di essere un po' scollegata dalle ultime uscite.
proggen_ait94: Grazie, allora mi procuro quello. Anche io sono un po' scollegato appunto, fan sempre piacere ste dritte
travis
travis
Opera:
Recensione:

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Dear... è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link