Lock Up
Pleasures Pave Sewers

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Anno nuovo vita vecchia; nel senso che sono pronto con i bombardamenti sonori ai quali vi ho così ben abituato nel recente passato (e subito chissà quanti di voi nell'immediato mi manderanno giustamente a cagare passando oltre).

Indi per cui: War is coming (again, again and again).

Copertina che ben promette: dal logo della band infuocato alle sottostanti immagini che preannunciano l'ennesimo parto disgustoso, disastroso e disastrato che mi appresto a recensire.

L'anno è il 1999.

Gli artefici di questo sodalizio, un autentico All Star Team del Grindcore-Death, sono quattro schivi personaggi che appartengono già alla storia dell'estremismo (stra)fatto in musica. Le necessarie presentazioni partono dal vocalist Peter Tagtgren (il leader di quella macchina di morte che sono stati negli anni novanta gli svedesi Hypocrisy); proseguendo incontriamo sulla non retta via Shane Embury al basso (qualcuno spero ricordi la sua ormai ultratrentennale militanza nei Napalm Death), il compianto Jesse Pintado alla sei corde (anche lui protagonista per anni del livido sound degli appena citati Napalm). Ed infine la montagna umana Nicholas Barker alla batteria (e qui si renderebbe necessario un ampio capitolo a parte per segnalare tutte le band nelle quali ha suonato...ma passiamo oltre).

Un lavoro torrenziale, diabolico (AZZ!!), esasperato. Un'esperienza massacrante l'ascolto nonostante la brevissima durata; tredici brani nei quali è presente una tale frenesia esecutiva da rasentare il collasso fisico e nervoso. Non solo da parte dei musichieri.

La voce abrasiva simil Black di Peter è una garanzia; i riff di chitarra "flamencati" (termine che a suo tempo già usò il buon Claudio Sorge direttore di "Rumore") di Jesse sono la colonna portante dell'album. Ma giganteggia il lavoro sovrumano di Nicholas alla batteria: una velocità inaudita, cambi di tempo eseguiti con una facilità disarmante, una frequenza dietro ai tamburi che non concede un solo secondo di respiro. Avete presente il suono ciclopico e dinamico di Dave "tripla cassa" Lombardo quando militava negli Slayer? Nicholas riesce a spingersi ancora più avanti!!!

Del tutto inutile anche questa volta segnalare un solo brano della portentosa raccolta.

Chi ha orecchie e NASUM per intendere, intenda.

Ancora una cosa prima di chiudere: il disco ha una durata di ventinove minuti. Soltanto qualche secondo in più di "Reign In Blood" degli...lascio a voi l'onore di completare la frase...DELIRIUM...

Diabolos Rising 666.

Questa DeRecensione di Pleasures Pave Sewers è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/lock-up/pleasures-pave-sewers/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Undici)

Galensorg
Opera: | Recensione: |
Supergruppo dalla potenza di fuoco immane. Sempre dischi molto buoni; dei 3 questo è il migliore senz'altro!
BËL (02)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Dici tutto assai bene; anche se sono quattro gli album pubblicati dalla band, con il rientro discografico dello scorso anno.
Galensorg: Caspita, me lo son dimenticato... e dire che l'ho pure scaricato quando uscì a marzo! C'è Kevin Sharp alla voce, bisognava farlo.
gate
gate Divèrs
Opera: | Recensione: |
Disgustoso, disastroso... anche le allitterazioni adesso, ma come faccio a mandarti a cagare? E se poi mi citi i NASUM mi sciogli il cuore
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Non citati a caso i Nasum visto la vicinanza dell'approccio sonoro dei Lock Up.
Elfo Cattivone
Opera: | Recensione: |
Non conoscevo il progetto, sto ascoltando adesso: DA PAURA!!!!!
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Fidati sempre dei vecchietti del mestiere Elfo!! Disco che spacca, frenetico e ultraviolento.
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Dove c'è Shane Embury (e Jesse Pintado) c'è casa.
Un po' come con le macine del mulino bianco.
BËL (03)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Riesci nel non facile compito di farmi sempre ribaltare dalle risate; a me ed al mio degno compare DeMa.
sfascia carrozze: Son qùà (appositamente) anche per qvesto.
Anzichénò.
GenitalGrinder
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «Avevo messo un "che" di troppo. Ora è megghiu, forse.». Vedi la vecchia versione link rotto
BËL (00)
BRÜ (00)

Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Non conoscevo questo super gruppo e talmente mi è piaciuto che ho ascoltato anche quello di quest'anno (di mestiere ma ancora in forma). Anno nuovo vita nuova (forse) grande GG.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: L'ultimo non l'ho ancora ascoltato, anche se è facile immaginare la qualità visto i personaggi coinvolti, con Kevin Sharp (Brutal Truth) al"canto".
fungo
Opera: | Recensione: |
Ma solo io ho notato che dove c'è il Grindcore c'è sempre roba bella?
Carcass, Napalm Death, Repulsion, Cripple Bastards, Pig Destroyer, Nasum, Brujeria, Terrorizer....
Ci sarebbero anchegli Anal Cunt, ma solo per i testi dove attaccano tutto, anche loro stessi aahahahaha. Bella la recensione
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Ma quanti bei nomi che citi fungo!!
Almotasim
Opera: | Recensione: |
"Un lavoro torrenziale, diabolico, esasperato. Un'esperienza massacrante... una tale frenesia esecutiva da rasentare il collasso fisico e nervoso". Siderurgico, catramoso, ipercinetico... Grande Doppio Gi!!! Nap Dea + squama sopra tripla cassa. Qui non si scherza. Si frulla alla grande.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Se il buon giorno si vede dal mattino !! Puoi ben immaginare quale sarà il mio percorso scrittorio del 2018.
lector
Opera: | Recensione: |
Anno nuovo gusti nuovi....
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Più o meno...ci siamo lector.
Harlan
Opera: | Recensione: |
Solo mezz'ora scarsa di durata, ma solo 30 secondi una canzone per distruggermi i padiglioni auricolari. Questa me la paghi, GG...
BËL (02)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Mi par difficile che tu possa apprezzare tali mazzate sonore.
Harlan: Ci ho provato infatti, ma non mi è andata tanto bene. Sarà per la prossima (forse)... :D
Pinhead
Opera: | Recensione: |
GenitalGrinder, una delle poche, incrollabili certezze.
BËL (01)
BRÜ (00)

GenitalGrinder: Hai ben ragione, amico mio (nostro)...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: