Lucio Battisti
Amore e non amore

()

Voto:

Tra mezz'ora esco...

ho appuntamento con Lucio...

e pensare che ho trovato il CD dentro TV sorrisi e canzoni....

sono rimasto veramente sorpreso perchè questo CD , che precede il conclamatissimo Emozioni, è proprio diverso. mi restituisce l'immagine di un Lucio Battisti esordiente, ancora NON celebrato, moltissimo sperimentatore.E io che non ascolto il rock, e rifuggo il progressive mi ritrovo incantato ad ascoltare (...un sottile dispiacere...) selvagge svisate di organo, chitarra elettrica, batteria, mescolate con arpeggi celestiali, dolcissimi pianoforti, improvvise aperture di archi...

E' l'occasione di vedere Lucio negli strumentali, muoversi libero (anche dai testi di Mogol) e sperimentare un linguaggio veramente stupefacente- progressive? Rock? Ma anche classico, jazz... la track 4 mi ricorda addirittura proprio il jazz degli intrecci delicatissimi e complicatissimi di Frisell e Hersch. E che titoli. Perdersi, , viaggiare, cercare. Credo che queste siano le parole chiave di un disco che ancora non cerca la perfezione, ma è a suo modo, già rivelatore, coerente di queste parole che risuonano dalla prima all'ultima traccia.  

Anche il tono è libero, selvaggio, giovane. Tutto il disco è pervaso da una bellissima ironia, e dal trattare l'amore come da un ragazzo un pò scavezzacollo ... giocando sempre, graffiando. I testi di Mogol, anche qui evidentemente, sono tutti nel verso della ironia e regalano puro divertimento, insieme alla poesia (Supermarket è micidiale). Un tono leggero e serissimo insieme, perchè pure (anzi, meglio) scherzando si può dire la verità.

Insomma colpisce molto la differenza con "Emozioni", e invita a riprendersi un lucio ancora non legato a doppio filo alla sua malinconia...

Nella mia personale hit battistiana va sparato al numero 1. Ve lo consiglio!

Ciao!

Questa DeRecensione di Amore e non amore è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/lucio-battisti/amore-e-non-amore/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (VentiQuattro)

Slim
Opera: | Recensione: |
Il migliore proprio no.... 3 e 1/2 mi pare un voto più che appropriato. La qualità delle composizioni è invero un pò scadente anche per il fatto che questo fu l'ultimo album che Lucio doveva alla sua casa discografica per contratto prima di andarsene per fare la propria "Numero Uno". Si salvano "Dio mio no" anche grazie ad una performance straordinaria di Dario Baldan Bembo, "Seduto sotto un platano" Funky strumentale dal tema e sapore mediterraneo e "una poltrona.." dai begli intrecci di chitarre acustiche. Il resto mi pare poca cosa paragonata a quello che fece nei dischi successivi.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lemuro
Opera: | Recensione: |
ottimo ma, secondo me, devi ancora ascoltare "anima latina"...la tua classifica personale di battisti sicuramente cambierà.........e anche la classifica dei migliori album italiani di sempre.........
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Slim
Opera: | Recensione: |
Ops, "7 agosto di pomeriggio" invece di "Una poltrona"....
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Lewis Tollani
Opera: | Recensione: |
Secondo me è il disco piu' ironico dellaccoppiata Battisti-Mogol. Io lo trovo delizioso. E' quello che preferisco.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

ZiOn
Opera: | Recensione: |
Non l'ho mai ascoltato, ma apprezzo moltissimo le sperimentazioni di questo signore, tanto quelle dei 70s, che quelle del decennio successivo...
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lariana56
Opera: | Recensione: |
Battisti mi ha tenuto molto compagnia quando ero una ragazzina, gli sono molto affezionata. Ha scritto pezzi bellissimi, il mio preferito è "I giardini di marzo" invece "Emozioni" non fa per me, anche se piace a tutti.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

lariana56
Opera: | Recensione: |
Quasi scordavo di dire che il disco recensito, sembra interessante.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

embryo
Opera: | Recensione: |
A dir la verità nel 1971 Battisti era celebrato eccome, non era esordiente. Questo album, assieme a "Il nostro caro angelo" e "Anima Latina", è il più sperimentale. E' proprio questo il Battisti che preferisco, quello della fase sperimentale, sia essa prog-psichedelica sia essa tribale. Anima Latina è un capolavoro.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Deneil
Opera: | Recensione: |
é battisti.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

under
Opera: | Recensione: |
grande battisti!
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

JohnWinston
Opera: | Recensione: |
Precisazione: quest'album (1971) non è precedente ad Emozioni (1970).


BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Deneil
Opera: | Recensione: |
il 3 alla rece è per quello che ha detto johnwinston
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

djmushroom
Opera: | Recensione: |
Battisti è un vero genio ma, secondo me, questo disco è un po' pesante.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Cristo
Opera: | Recensione: |
Battisti è un vero genio e, secondo me, questo disco ne è la testimonianza
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

paloz
Opera: | Recensione: |
Bella recensione! Mi è sempre stato un pochetto addosso, ma immagino che questo disco mi farà ricredere (lo spero). Ciao
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

ecioso
Opera: | Recensione: |
si ,piace molto anche a me.....bhe cheddire della copertina ......
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Longliverock
Opera: | Recensione: |
Lo con0sco molto bene, ma di questo ho solo i singoli,e non tutti. Il mio voto quindi va all'artista.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Jude
Opera: | Recensione: |
Secondo me, che odio Mogol, che in quel periodo stava dappertutto, che sta ancora dappertutto, che dopo la morte di Battisti ci ha fatto pace non si capisce come, che insieme a quell'altro che odio, che non lo voglio neanche nominare per quanto lo odio, ci ha scritto su quella canzone patetica...
vabbè il concetto è che poteva essere un capolavoro, ma Mogol lo ha rovinato. (come ha fatto pure con "anima latina")
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Blackdog
Opera: | Recensione: |
Album grandioso.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

primiballi
Opera: | Recensione: |
disco decisamente bello, sperimentale, originale...: la prova provata che Lucio era un genio eclettico e l'archetipo del disco che oggi nessuno mai produrrebbe. Amen
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

embryo
Opera: | Recensione: |
Io invece trovo che Mogol sia un paroliere altalenante. Ha scritto delle immani cagate e il suo corrente solidalizio artistico con Bella e Celentano non può che disonorare il suo passato, ma ha scritto anche dei bei testi, semplici ma a loro modo interessanti. Era sicuramente meno ricercato ed erudito di Pannella, l'altro paroliere di Battisti, ma forse per questo più spontaneo e genuino (quando faceva le cose per bene, s'intende)
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

maxgit
Opera: | Recensione: |
beh... ho detto un bel pò di imprecisioni, scopro, però grazie ai commentatori (chiedo venia, sono un battistiano dilettante, ne so proprio poco. però comincio a colmare con i dischi che consiglia embryo).

BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

woodstock
Opera: | Recensione: |
sì hai scritto una vaccata dicendo che non era ancora celebrato. questo è uno dei migliori, secondo ad anima latina (stupefacente) e davanti ad umanamente uomo. eppoi, per chi ha detto che il disco è pesante, ascoltare le registrazioni fatte dal vivo (!) di "dio mio no", "se la mia pelle vuoi" e "supermarket", con lucio che detta i tempi agli altri.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

rafssru
Opera: | Recensione: |
5 stelle forse non piene per un disco di grande livello, decisamente all'avanguardia e uscito pure in ritardo. Gli strumentali valorizzano il disco.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: