Sto caricando...

Miglior artista Thriller di sempre secondo DeBaser.

Qui sotto c'è la classifica "Miglior artista Thriller di sempre" secondo gli utenti di DeBaser. Se vuoi partecipare anche tu, accedi a mioDeB e prepara la tua classifica dello stesso tipo!

David Fincher
Concordo con chi lo trova sopravvalutato. Non riesco a considerare i suoi film dei capolavori, nemmeno Seven. Certo è un bravo regista, ha all'attivo un bellissimo thriller (Seven, appunto) e altri 2-3 buoni-ottimi film però tutto questo genio mi sfugge sinceramente. [hjhhjij]
Dario Argento
come essere horror senza per forza essere registi [bathenay]
Brian De Palma
Berlinboy85, io resto perplesso: ma come, un professore colto come te, da quel che vedo su debaser da oltre 2 anni, ancora neanche uno sputo di recensione? Potresti iniziare proprio con uno dei film che citi, per condividere con noi tutti che non sappiamo un cazzo di nulla le tue… [Fredo_]
David Cronenberg
lezione di anatomia... 2 ore [miramar]
Lars von Trier
Danesi,canaglie pezzenti! [Valium]
Martin Scorsese
Il miglior regista degli ultimi 30/40 anni! Se non è il migliore comunque sale sul podio tranquillamente. [Robles]
Alfred Hitchcock
Non lodatelo troppo altrimenti arriveranno geni a sostenere che è sopravvalutato... [paolafrancesca]
Darren Aronofsky
tanto, troppo, troppo rumore per nulla. Si è perso dopo appena un film. Sopravvalutato e inutilmente idolatrato. [nes]
Michael Mann
Regista eccellente. Tecnicamente strepitoso, assoluto maestro dell'Action Movie e del Poliziesco, bravo ad unire alle scene d'azione momenti più intimi e di approfondimento psicologico dei personaggi. Almeno due film enormi, ManHunter e Heat-La Sfida, più una manciata di buonissimi film (Insider, Collateral, Nemico Pubblico, L'Ultimo dei Mohicani, Strade Violente). Un'assoluta… [hjhhjij]
Mario Bava
Forse il regista più scandalosamente sottovalutato e saccheggiato della storia. [teenagelobotomy]
Brad Anderson
Vi sono pellicole che hanno il loro personaggio più importante nell'ambientazione, nella location. E' il caso di questo "Session 9" un ottimo thriller del 2001 diretto da Brad Anderson, successivamente autore di quello che a mio parere è un piccolo gioiello: "L'uomo senza sonno". La trama è abbastanza lineare:una ditta… [di più]
Denis Villeneuve
Il film più atteso dell'anno. Il film più atteso degli ultimi anni. Il film più atteso di sempre. Massì, tanto vale lasciarsi andare. Pur non essendo tra gli integralisti, solitamente contrari a prescindere a sequel, reebot e quant'altro, non avevo mai visto granché di buon occhio il ritorno di Blade… [di più]
M. Night Shyamalan
I suoi film non sono perfetti ma di certo lo stile tecnico e la passione non gli mancano. [Il Tarantiniano]
Christopher Nolan
Uno dei pochi, veri orgogli del cinema americano dei nostri giorni [Tragopano]
Ridley Scott
Non si può dimenticare che con due film ha cambiato la fantascienza.. Per me è nonstante tutto un eroe.. [Hetzer]
David Lynch
Kubrick di 2001 disse che se qualcuno l'aveva capito lui aveva fallito. La stessa cosa si può dire di molte cose di Lynch: in "Inland Empire", per esempio, non c'è nulla da capire, è solo esperienza estetica e in quanto tale va valutata (a seconda delle diverse sensibilità). In genere… [cptgaio]
Joe R. Lansdale
Nessun scrittore è mai riuscito a catturarmi così tanto. Ho letto 13 suoi romanzi in 5 mesi. E mi hanno lasciato tutti qualcosa di indelebile. Il modo in cui riesce a passare dall'avventura al giallo, dal western all'horror allo splatter è incredibile. Dovrebbero trarre dei film dai suoi libri. [KillerJoe]
Nicolas Winding Refn
REFN! Figo fin dal cognome. [popcornshooter]
Jordan Peele
Dopo “Da Sweet Blood Of Jesus” di Spike Lee, ecco un altro brillante film che basato su di una storia riconducibile al genere horror (il regista ha dichiaramente affermato di essersi ispirato a un must come "Night Of The Living Dead" di George A. Romero), pone invece in maniera forte… [di più]
Francis Ford Coppola
Il padrino + Il padrino - parte 2 + Apocalypse Now = 5 a vita. [senzanome]
Clint Eastwood
Fate molto male a ridere. Al mio mulo non piace la gente che ride: ha subito l'impressione che si rida di lui. Ma se mi promettete di chiedergli scusa, con un paio di calci in bocca ve la caverete... [tia]
Roman Polański
quello che è stato copiato da David Lynch [HotelCalifoggia]
Stieg Larsson
Non so che effetto vi faccia leggere un bel libro. Io in genere tendo al menefreghismo. Me ne strafotto di tutto e di tutti. Mi crogiolo nella totale indifferenza verso ciò che mi circonda. E leggo, nient'altro. Ecco, l'ho fatto proprio in questi ultimi giorni. Ho mandato a fanculo Kierkegaard,… [di più]
Stephen King
Gustoso (a volte lascia un'indigestione) [Heidikittye]
Todd Phillips
Tipo il Taxi Driver della generazione Marvel, ma un Taxi Driver con molte ingenuità. Scrittura non particolarmente raffinata, sicuramente messa in secondo piano da una prova clamorosa di Joaquin Phoenix, che basta e avanza a fare un bel film. Il potenziale per firmare il capolavoro viene dilapidato da un regista… [di più]
Woody Allen
Quand'ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte. Ma io sono sempre riuscito a trovarli. [rupertsciamenna]
Michael Haneke
le turbi e le paure più profondamente nascoste della borghesia. [darth agnan]
Eli Roth
Pellicole "horror" un po' troppo trash per essere prese sul serio, ma che sotto sotto nascondono un messaggio ben chiaro. [Il Tarantiniano]
William Friedkin
Nell'ambito del poliziesco e del noir eccezionale "French Connection" e "Vivere e morire a Los Angeles" sono due capolavori assoluti. [hjhhjij]
Kathryn Bigelow
Una regista coi controcazzi [Il Tarantiniano]
Tom Ford
(Spoiler) Non ho letto il romanzo (Tony e Susan di Austin Wright, per la cronaca) da cui Ford ha preso ispirazione per questo suo secondo film, pertanto non posso fare paragoni in senso stretto con la fonte originaria (che in realtà non mi sarebbero interessati granché, in ogni caso), ma… [di più]
Rodrigo Cortès
Leggendo le varie recensioni (tutte meccanicamente positive) di "Buried" in giro per il web ho notato spesse volte la frase "Dimenticate Tarantino!" e perchè? Io non dimentico un cacchio! Anzi.. inizio proprio da qui! Prendete la scena di "Kill Bill. Vol 2", Uma Thurman viene seppellita viva da Michael Madsen.… [di più]
J.G. Ballard
(DeFinizionInteriore 1.6).Sempre attento ai disagi e allo straniamento dell'uomo moderno, attraverso un'originale trasposizione letteraria fantastica e surreale.Tanti gli argomenti trattatti, dalla solitudine, alle paure recondite insite in una società sempre più tecnologica, diversa e ostile. [Dr.Adder]
Gregory Hoblit
Fracture o Il Caso Thomas Crawford che dir si voglia, miglior film del 2007 per distacco [bertic]
Frank Miller
Forse non sarà un Genio letterario ma a livello di pathos, cattiveria, crudezza, forza e bellezza del segno grafico ...non lo supera nessuno. [The Punisher]
Matt Reeves
"Cloverfield" è l'ennesimo film sul mostro gigante che distrugge la città, l'ennesimo film sui cittadini che scappano terrorizzati tra le fiamme, l'ennesimo film in cui i soldati americani intervengono per salvare la città dalla belva gigante, eppure nonostante il clichè trito, ritrito, e di nuovi ritrito... questo film ha un… [di più]
José Saramago
Hanno fatto di tutto per far dimenticare il suo Nobel alla letteratura e il suo sguardo penetrante sull'animo umano, per presentarlo come anti-clericale anarchico. Non ci sono riusciti. [hobermallow]
Vito Franchini
Sono un vorace divoratore di carta. E, devo ammetterlo, sono sempre stato scettico nei confronti di E-book, E-readers e compagnia bella. Preso però atto che tutto ciò che inizia con "E" o "I" ha cambiato il mondo, e lo ha cambiato in meglio, un paio d'anni fa ho comprato un… [di più]
Ben Wheatley
"Cazzo. Il primo lavoro da mesi e va fuori di testa" 8 mesi prima è successo qualcosa di poco gradevole ma non ci sarà mai rivelato. Certo poi, più o meno, riusciamo a immaginarlo ma neanche troppo. E alla fine non è neanche importante. Ciò che conta è che c'è… [di più]
Ariel Vromen
CRIMINAL. Questo film praticamente lo abbiamo già visto. Ce ne sta uno in particolare uscito solo pochi mesi fa che si intitola Self/less (diretto da Tarsem Singh) e che ha tra gli interpreti anche Ryan Reynolds, la cui trama e il leit-motiv dell'intera opera sono praticamente identici. Solo che Ryan… [di più]
Walter Hill
Un regista cazzuto come pochi nel reparto degli action movie. 5 solo per "I Guerrieri Della Notte". [Il Tarantiniano]
Paul Verhoeven
"Robocop", "hollow man" e anche il mitico "starship troopers" bastano e avanzano. Bello ma sopravvalutato "basic instinct" mentre "showgirls" era e rimane una vera merda. [2000]
Steven Spielberg
Probabilmente il regista più sopravvalutato di sempre. [Hellring]
James Gray
Little Odessa è un quartiere di Brooklyn, New York. Un micro-frammento della Grande Mela, dove la normale vita quotidiana si mescola alla criminalità, dove i sicari agiscono e poi spariscono, dove ogni famiglia ha i suoi segreti da mantenere. Joshua Shapira (Tim Roth) è uno di quei sicari silenziosi, pronti… [di più]
Oliver Hirschbiegel
Berlino 12 Aprile - 2 Maggio 1945. Nel bunker appositamente realizzato per lui sotto le macerie della capitale tedesca, si consuma la lenta ma annunciata e prevedibile agonia e decadenza del fuhrer. Ossia di un uomo che ha convinto milioni di persone che l'umanità è suddivisa in razze, di cui… [di più]
Don Siegel
Qualcosa di più del semplice film d'ambientazione carceraria. Tutto il calvario che il vecchio Don Siegel racconta dal primo all'ultimo fotogramma, non ha la fretta di arrivare all'evasione del titolo, perlopiù concentrandosi sul tratteggio del realmente esistito Frank Morris, sul disegno psicologico di questi e il suo relazionarsi con l'ambiente… [di più]
James Wan
Un bagno lercio, due uomini incatenati per le caviglie ai due angoli estremi della stanza, e al centro il cadavere di un uomo, probabilmente suicidatosi con un colpo di pistola alla testa. Questo è l'agghiacciante scenario che ci viene presentato nelle prime battute del film. I due protagonisti, il giovane Adam… [di più]
Spike Lee
A Spike Lee joint! [RIBALDO]
Vincenzo Natali
Noi occidentali siamo abituati da secoli di influenze latine e greche (che misero le basi della drammaturgia moderna), a concepire le storie con un inizio, uno svolgimento e una fine. Capita però, nello sterminata proposta dei film che si riescono a vedere, di imbattersi anche in film come questo CUBE… [di più]
Kiyoshi Kurosawa
Uomo del silenzio. [O__O]
Satoshi Kon
Un grande regista che avrebbe potuto dare ancora tanto all'animazione giapponese. Le sue scene accompagnate dalle colonne sonore di Susumu Hirasawa (specialmente in "Paprika") sono da orgasmo! [DDrawingx]
Adrian Lyne
Genesi 28,12 “Giacobbe fece un sogno: una scala poggiava sulla terra, mentre la sua cima raggiungeva il cielo; ed ecco gli angeli di Dio salivano e scendevano su di essa” Ho scoperto questo film chiedendo in un forum di videogiochi da dove avessero tratto ispirazione i creatori di Silent Hill… [di più]
Mikael Hafstrom
Tutti in fondo, nell'albergo della nostra anima (o mente o che dir si voglia) abbiamo una stanza chiusa, infestata, un posto che non vogliamo visitare o tanto meno rendere accessibile agli altri. In quei pressi bisogna effettivamente stare attenti: non si può irrompere approfittando di brevi istanti di lucida follia,… [di più]
Quentin Tarantino
Figlio di puttana dobbiamo togliere la macchina dalla strada, gli sbirri tendono a notare cose tipo guidare una macchina inzuppata di sangue. [Hellring]
Joel & Ethan Coen
Davvero forti. Autori di storie spesso originali, interessanti. IL GRANDE LEBOWSKI il loro capolavoro assoluto. poco sotto più o meno a pari merito: CROCEVIA PER LA MORTE, FARGO, L'UOMO CHE NON C'ERA. Il film più coeniano in assoluto è però BARTON FINK. [Cialtronius]
Alfonso Cuarón
Quando la distopia è potente, in cielo galleggia il maiale dei Pink Floyd. Gli uomini non fanno figli, non sperano più, il vociare dei bimbi non smuove le giornate immobili. Ho recuperato questo film del 2006 e ci ho visto tanto del Cuarón successivo, ma forse con un pizzico di… [di più]
Ron Howard
Dovrei mandarlo all'inferno per "Il Codice Da Vinci". Ma "A Beautiful Mind" e "Frost-Nixon" mi costringono a dargli il Purgatorio. [Rax]
Tony Scott
Quentin Tarantino, fresco dal successo di "Reservoir Dogs", decide di proseguire con la sua idea di Trilogia Pulp, che includerà "True Romance" e "Pulp Fiction". Impegnato sul set proprio di quest'ultimo, che lo consacrerà tra i nuovi fenomeni del campo cinematografico, la regia di "True Romance" (in italiano "Una vita… [di più]
Ben Affleck
Per mettermi i piedi i testi ci vuole ben affleck! [Il Tarantiniano]
Giorgio Faletti
Il sosia ufficiale di Peter Gabriel. [hjhhjij]
Oliver Stone
Un pò di segni li ha indiscutibilmente lasciati. "Platoon", "4 luglio", "JFK". Non lo annovero tra i giganti, ma se qualche Oscar l'ha vinto, non sarà proprio l'ultimo dei pistola. [dosankos]
Orson Welles
L'infernale Welles. [Claypool]
Mack Reynolds
Uno dei luoghi fisici più ricorrenti in molte storie di fantascienza è quello delle città orbitanti che in tutti i casi costituiscono posti accessibili solo a pochi e che in molti casi costituiscono attrazioni turistiche di lusso e casinò spaziali, dove ci sono poche regole (la principale: tenere la bocca… [di più]
Ali F. Mostafa
Probabilmente l’ISIS rispetto allo scorso anno è un argomento che gode di meno attenzione mediatica. A partire dall’elezione di Donald Trump, il nuovo presidente degli Stati Uniti ha attirato tutte le attenzioni su di sé per le sue scelte di politica interna (dove finora ha solo raccolto fallimenti) e quelle… [di più]
Craig R. Baxley
Siamo nel 1990. Dolph Lundgren ha già recitato in ‘Rocky IV’ (1985) nel ruolo (l’unico) che lo consegnerà alla storia del cinema. Nel 1987 recita la parte di He-Man in una trasposizione cinematografica di ‘Masters of the Univers’. Un episodio dimenticabile. Quasi vergognoso. Dopo questa infelice esperienza si dedicherà sostanzialmente… [di più]
Michael Shackleton
In Zona Cesarini per quello che riguarda la guerra fredda, siamo infatti nel 1987, viene realizzato questo film diretto da Michael Shackleton da un soggetto di Martin Wragge. Girato prevalentemente in Sud Africa, 'Survivor' è una produzione americana e un film di fantascienza di ambientazione post-apocalittica e probabilmente ascrivibile alla… [di più]
Enzo G. Castellari
LEAVE THE BRONX SIGN UP FOR A NEW HOUSE IN ENCHANTING NEW MEXICO Se cercate su YouTube troverete un video in cui il grande Enzo G. Castellari, pseudonimo di Enzo Girolami, spiega il sistema per capire immediatamente se un film valga o meno la pena di essere visto. Stando a… [di più]
James Herbert
Con il romanzo “Er ist wieder da” aka “Lui è tornato” lo scrittore tedesco Timur Vermes ha riproposto un tema affrontato più volte da cinema e letteratura: il ritorno di Adolf Hitler. Oggetto pure di una fortunata e buona trasposizione cinematografica, Vermes scrive di un incredibile ritorno del Fuhrer nella… [di più]
Rob W. King
Fossi una star di Hollywood farei come Nicolas Cage e spenderei 150 milioni di dollari in sette anni per acquistare lo scheletro di un dinosauro, una villa infestata dai fantasmi, una Lamborghini appartenuta allo scià di Persia. Mi farei costruire anche io una vera piramide in giardino e prenderei una… [di più]
Francis Lawrence
Pur facendo spudoratamente leva sulla bellezza e sulle forme dell'attrice protagonista, Red Sparrow è un film che sa intrattenere bene e regala anche un tocco di originalità pur nel logoro scenario dello spionaggio tra Russia e America, aggiornato in questo caso ai giorni nostri, perché «la guerra fredda non è… [di più]
Caroline Labrèche and Steeve Léonard
Un mio grande rammarico è non essere mai andato fino in fondo con la visione delle diverse edizioni della classica serie fantascientifica “The Twilight Zone”. Forse rinvio continuamente perché mi sembra una impresa troppo grande con cui misurarmi e uno dei miei più grandi limiti è quello di spaventarmi davanti… [di più]
Lennart Ruff
Questo film introduce un concept che è non dico inedito, ma comunque raramente oggetto di un film di fantascienza e di speculazioni di carattere scientifico in generale in questa forma specifica. Il film si intitola "The Titan" ed è diretto da Lennart Ruff e interpretato da Sam Worthington nel ruolo… [di più]
Phillip Noyce
Lois Lowry (classe 1937) è un’attrice letteraria disimpegnatasi negli anni in diversi generi e attività come giornalista freelance e fotografa e poi specializzatasi in quella che possiamo definire come letteratura per ragazzi. In questa categoria ci possiamo includere anche “The Giver”, romanzo pubblicato nel 1993 e primo fortunato capitolo di… [di più]
Taylor Sheridan
Esiste anche un'America che non viene raccontata, perchè è meglio tacerla. Esiste l'America lontana dalle città dei boulevards illuminati e dei grattacieli futuristici. Esiste l'America, quella vera, quella degli stati centrali, dei ranch, delle pietre, del sangue. Come il Wyoming: poco più piccolo dell'Italia e con metà degli abitanti di… [di più]
Omar Naim
Mi domando se questo film non abbia suscitato in me nessuna suggestione particolare perché non è riuscito oppure è semplicemente un brutto film; perché evidentemente io non ne ho colto in maniera adeguata i contenuti e il messaggio; perché forse - sebbene sia un film del 2004 - è vecchio… [di più]
Gabe Ibanez
Quando hai trentatré anni, quasi trentaquattro, hai quella età tipica nella quale dovresti essere già stato protagonista di una resurrezione e in cui comunque i tuoi coetanei e in particolare le tue coetanee cominciano ad avere dei figli e adempiere quel compito atavico assegnatoci dalla natura, che poi sarebbe la… [di più]
Marco Della Corte
Uno degli elementi ricorrenti nella fantascienza come nel dibattito relativo lo sviluppo delle tecnologie, ma anche nel pensiero comune, riguarda una grande paura oramai radicata secondo la quale le macchine presto si sostituiranno all’uomo in ogni ambito. Il tema è tanto più sentito oggi invece che applicato ai sistemi di… [di più]
Lynne Ramsay
La forma è sostanza. Film come questo sembrano stare lì apposta per ricordarcelo. Una storia normale (per il cinema, s'intende), che non a torto è stata avvicinata a quella di Taxi Driver, personaggi normali, non grandi colpi di scena. Eppure quest'opera possiede un momento artistico decisamente grande e colpisce nel… [di più]
Yolanda Ramke & Ben Howling
Penso che sebbene il processo fosse in atto già da diversi anni, si possa benissimo dire che chi appartenga alla mia generazione (sono nato nel 1984) abbia vissuto direttamente sulla propria pelle la fine della storia del cinema o almeno di come questo sia stato concepito sin dalle origini. È… [di più]
Mauro Borrelli
Dopo una intera giornata di lavoro, bisogna dire che la prospettiva di vedere Wesley Snipes prendere a calci nel culo i soliti alieni invasori dallo spazio profondo costituisce un grande richiamo per chiunque. Questa è fondamentalmente la ratio unica che mi ha spinto alla visione di questo film nel quale… [di più]
Vaughn Stein
Che cosa significa veramente sostenere che un'opera d'arte sia difficile. Come può essere difficile da capire quanche cosa che per sua natura si presti a essere giudicata a seconda della soggettività di ciascuno. Perché è evidente che del resto ognuno di noi davanti a un'opera d'arte è naturalmente chiamato a… [di più]
Wulf Dorn
Scrittore Tedesco che fa impazzire il mondo.... [Falloppio]
Caradog W. James
Quando all'inizio degli anni '90 nelle sale cinematografiche uscì "Nikita" diretto da Luc Besson e interpretato da una bellissima e fatale Anne Parillaud nei panni di una giovane punk ribelle e che diventa poi un serial killer per i servizi segreti francesi, il film divenne immediatamente oggetto di culto. Questo… [di più]
Abe Kazushige
Non ho una grande simpatia per gli uccelli, ma più specificamente a convincermi a leggere questo breve romanzo dell'autore giapponese Abe Kazushige (classe 1968, uno degli autori contemporanei più considerati del suo paese a livello internazionale) è stata quella idea di lucida determinazione che viene spiegata brevemente nella "quarta" di… [di più]
Renée Knight
Sono già due notti che Caterina non dorme. Ha iniziato un romanzo per distrarsi dal trasloco che l'ha portata via dalla sua casa. Non avrebbe mai immaginato però di ritrovarsi a leggere la sua storia, la storia vera della sua vita e nero su bianco trova il suo segreto. Segreto… [di più]
Daniel Calparsoro
Veramente particolare questo thriller dai contenuti sovrannaturali di produzione spagnola. Per esser sinceri bisogna dire che le premesse dicono forse più dello sviluppo vero e proprio della storia, che perde qualche colpo strada facendo e forse si conclude in una maniera meno soddisfacente di quanto uno avrebbe sperato, ma questa… [di più]
Nancy Kress
Non leggevo niente di così entusiasmante da un sacco di tempo. "Tomorrow's Kin" è un romanzo di fantascienza del 2017 e pubblicato questo mese su Urania. L'autrice è Nancy Kress, ovvero Anne Konisigor, classe 1948 e vincitrice di quattro premi Nebula e un premio Hugo e vedova del grande Charles… [di più]
Daniel Cole
Nelle prime pagine di questo romanzo ci sono subito 6 morti e per i miei standard posso dire che inizia nel migliore dei modi. In realtà non ci sono 6 cadaveri ma una composizione macabra di 6 parti del corpo: la testa, il busto, le due braccia e le due… [di più]
Owen Harris
Una black comedy ambientata nel mondo della musica e basata su un romanzo del popolare scrittore John Niven, lo stesso autore di "The Second Coming" in cui raccontava un ritorno di Gesù nel mondo contemporaneo, un romanzo magari non particolarmente originale ma che dà un'idea dell'immaginario dello scrittore, sicuramente legato… [di più]
Manetti Bros.
Devo ammettere che non sono un amante dei telefilm/serie TV dalla storyline verticale, ossia che non vanno avanti con la storia. Ma con "L'Ispettore Coliandro" ho sempre fatto un'eccezione. Perchè in questa serie TV la trama non è una cosa basilare, anzi è tutto un contorno alle peripezie dell'ispettore più… [di più]
Kevin Philips
Uno dei trend più invadenti di questo periodo per quanto riguarda l'universo cinematografico e televisivo sono i prodotti "revival". Tutto ha avuto inizio da quella gran bella serie tv che è "Stranger Things", una serie che ripesca letteralmente ogni possibile clichè degli anni '80 rivitalizzandolo con le moderne tecnologie mantenendo… [di più]
China Miéville
Fanucci ha da poco ripubblicato in Italia (la prima edizione italiana è del 2011) questo bellissimo ultimo romanzo di China Miéville (classe 1975) e che racconta una storia sicuramente particolare e in una maniera almeno originale, pure se si è voluto paragonarlo ad autori diversi come Philip K. Dick, Raymond… [di più]
Chad Stahelski
- Keanu abbiamo ottanta ore di girato in cui tu spari in faccia alla gente, che facciamo? - Mettile tutte. Ovviamente esagero, ma neanche troppo. Nel senso che a un certo punto mi sono chiesto per quale motivo continuassero a far vedere i dettagli delle sparatorie in cui viene coinvolto… [di più]
Matteo Carmignoli
Uno scrittore che ho scoperto per puro caso leggendo la recensione di un suo libro e una sua intervista su un sito dedicato agli scrittori emergenti che mi hanno incuriosito. Ho recuperato qualche sua pubblicazione e devo ammettere che sono rimasto piacevolmente sorpreso. Nei suoi libri riesce a combinare l'oscurità… [Carloss]
Ari Aster
L'estate, si sa, è periodo di horror al cinema. il torpore estivo viene spezzato da sangue e urla e paura - c'è una ragione sociologica per questo, mi pare di aver letto in qualche articolo anni fa. Ma in ogni caso, da qualche anno a questa parte, il genere horror… [di più]
Donato Carrisi
L’uomo del labirinto. Dopo l'esordio con La ragazza nella nebbia Donato Carrisi torna dietro la cinepresa per portare sul grande schermo un altro suo best seller, L'uomo del labirinto. L’opera annovera nel cast due grandi attori: prezzemolino Tony Servillo e il marchettaro Dustin Hoffman. Oh ma vaffanculo vah. L’uomo del… [di più]
Bong Joon-ho
Ci vuole classe per raccontare la miseria, facendo ridere e piangere insieme. Ci vuole coraggio per sputare in faccia alla borghesia, canzonarla in questo modo. Ci vuole crudeltà per bagnare nel sangue una storia che è già dolorosa di per sé. Per una volta, quando i media generalisti dicono che… [di più]
Severin Fiala
"Più cerchi possono sovrapporsi senza mai intercarsi, dando origine ad esiti imprevisti e irreversibili." (Dileuce) The Lodge è dichiaratamente una delle tante variazioni sul tema peccato-espiazione. Ricorda, forse per le atmosfere nordiche, e per le dinamiche che si innescano tra i personaggi e gli esiti, Le Onde del Destino, altra… [di più]

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.