Uno sputo sul muro.

Mi dovrebbero chiamare : Sputo sul muro, sono giovane, ma lo spirito no, nella mente c'è energia, ma il mio corpo sta appassendo, batti cuore mio, ho bisogno di sentimenti, di essere definito, quante volte ho visto la mano tremare? Gli occhi palpitare? Il cuore fremere di paura? Sono inutile come un preservativo usato, superfluo come la spazzatura, è la solitudine che mi alimenta, mi dà rifugio, ed é il solo stato dove reggo il peso della vita, è la mia prigione, la chiamo condizione del non essere, è un giogo, ma sono troppo orgoglioso per trovare il coraggio di mettermi a nudo e vivere, l'anima vuole la pace, gli occhi, un sorriso di gioia, ma sto morendo dentro, cuore perché non batti? Sono cosa inerte, imbalsamato, rinsecchisco al sole come uno stronzo.

Bubi , Quattordici giorni fa — DeRango: 3.00

BËL (01)
BRÜ (00)

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

Bubi
È una riflessione sulla solitudine che feci quasi quaranta anni fa. L'ho riscritta come flusso di coscienza.
BËL (01)
BRÜ (00)

Stanlio
non sono mai, ripeto, mai stato male da solo... e niente
BËL (00)
BRÜ (00)

Bubi: Dipende che tipo di solitudine, a ogni modo è una cosa di quasi quaranta anni fa che ho rielaborato. 😊
Stanlio: beh, si capisce, e poi io parlo per me e non è detto che in futuro sarà ancora così...
Bubi: Sarà così anche in futuro, non vedo motivi perché non lo sia.
Stanlio: già... "cane vecchio non impara giochi nuovi"
(prov. sioux, credo)
dsalva: Conoscevo "shumani tutanka oh wha ci yelo"....eh eh eh.....
Parlo per me....per anni ho avuto bisogno di persone vicine, ora mi piace di tanto farmi i cazzi miei!
Stanlio: a ballar coi lupi mai provai
Bubi
Modifica all'editoriale: «Ho, cambiato un paio di parole. ». Vedi la vecchia versione Uno sputo sul muro.
BËL (00)
BRÜ (00)

Bubi
Modifica all'editoriale: «Ho tolto un paio di parole. ». Vedi la vecchia versione Uno sputo sul muro.
BËL (00)
BRÜ (00)

massyboy
Complimenti, si sente che è sentita...sembra un monologo fatto prima della partenza, la partenza per la distanza. Spero la tu avita abbi aavuto un risvolto inseguito. Anzi dimmelo !!!!!!
BËL (01)
BRÜ (00)

Bubi: È una cosa che scrissi quando avevo poco più di vent'anni, l'ho ritrovata e ho pensato di riscriverla perché era davvero sentita. Era un brutto periodo... lascio immaginare a te il perché. Ora sono molto diverso, come disse il saggio all'allievo che gli domandava : di cosa era fatta una vittoria, signore? Di molte sconfitte, rispose il maestro. Ciao

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: