Cefalopodi free-jazz e altre amenità egiziane

Quando mi addentro in un editoriale mi incuriosisce capire se sarà un editoriale curioso.

Se ci si trova innanzi a qualcosa di interessante o di particolare da leggere: diciamo che preferisco quelli che per convenzione potrei definire editoriali frì-gezz.
Editoriali PeterBrötzmannPaalNilssenLoveKenVandermarkJoeMcPhee, per brevità.

Questo chiaramente non è uno di quelli; non è neanche un editoriale: è la traslazione di un incartapecorito papiro-egizio scoperto in un fetido baule in soffitta.
Quando da giovane vagabondavo per il Cairo.

Ammetto che per i simboli più complessi mi sono avvalso dell'immarcescibile traslatore di Gugol: perdonerete perciò qualche lieve imprecisione dal geroglifico all'itagliano.

Nel papiro dovrebbe esserci scritto che sarebbero da preferire quelli squagliati che permettono di astrarci anche solo per qualche minuto dalle quotidiane vicissitudini più o meno tribolate che ci attanagliano.

Sarei poco incline a quelli troppo avvinghiati alla realtà e/o all'accadimento quotidiano tavolta più tragico chè comico.
Basta guardarsi un po' intorno: di quelli se ne trovano a bizzeffe ovunque: quotidiani, tivvù e network più o meno sociali ne sono strapieni.
E poco spesso, seppur non volentieri, risultano memorabili e degni dello spazio concesso.

L'analisi a caldo sull'onda dell'umano disagio dell'ennesimo sconquasso, perlopiù con argomentazioni scarse o per nulla conosciute, è poco produttiva se non totalmente fallace.

Tanti sembrano detenere la soluzione in tasca ma in pochi sembrano in grado si estrapolarla efficacemente dalla saccoccia.

E' il predominio del decisionismo pret-a-porter, del parerismo indiscutibile: della facile soluzione al problema complesso.
Anche se anch'io sono sostanzialmente in linea con i post-platonici Brutal Truth, i quali sostenevano che a domande estreme si risponde con estreme risposte, direi comunque di cercare di restare coi piedi per Terra.

Per restare nell'ambito, conscio che forse non mi si crederà, mi è parso di scorgere Gengis Khan rampicarsi su un rododendro gigante nell'atto di avvistare cefalopodi imbizzarriti prima dell'impanatura irridere cariatidi catarifrangenti prive di occhiali da sole.

Testuggini fluorescenti sfrecciare alla velocità del suono per tuffarsi tra benefici effluvi e deiezioni nauseabonde. Imbottigliate all'unisono. Menadi astemie che si dilatano e dilaniano il petto senza aver bevuto neppure un singolo calice.

E infine, laggiù, australopitechi ingobbiti su geisers di naftalina compressa che schiantano al suolo meteore di panna montata.

Uhm.. ammetto di non essere proprio sicurissimo della fedeltà della traduzione.

Ma questo è (o ambirebbe ad essere) un editoriale PeterBrötzmannPaalNilssenLoveKenVandermarkJoeMcPhee.

Sempre per brevità.

sfascia carrozze , Il 23 agosto — DeRango: 23.62

BËL (09)
BRÜ (00)

I commenti che questo editoriale ha voluto ricevere

Stanlio
"bizzeffe" scritto hai, ebbene deriva dal geroglifico (egiziano/arabo) "bzaff" significante: molto, molta, molti, molte, troppe, troppi, troppo, troppa (ma non trippa), tanti, tante, tanta, tanto (ma non tonto), ecco d'ora in poi sappevvattelo...

p.s. nel selfie lassù bzaff perplesso ti si vedde e niente...
BËL (01)
BRÜ (00)

zaireeka
Non ci ho capito niente, ma il messaggio mi sembra chiaro ...
BËL (02)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: E' qvesto lo spirito giusto!
ALFAMA
mi piace "perché"non ha il classico ricercato "perché". Letto la prima volta con piacere anche perché è breve magari se ci sarà una seconda volta la lettura sarà più gustosa. Se ci sarà …. non "illuderti" caro Mastro Rompi Macchine a 4 ruote" . Anche solo 2 , per molti utenti.
BËL (01)
BRÜ (00)

ALFAMA: Buonarello il polpo in insalata belle aglio , peperoncino e olio d'oliva. Devo dire che quando mi rimane sullo stomaco e tiro siluri aglio , mi viene un senso di colpa.

Per chi ho davanti poverino, non per il polpo.
sfascia carrozze: E' qvesto lo polipo giusto!
imasoulman
Leggerla, Messere, come sempre accade, mi toglie certezze. Anzi, me ne aggiunge. Che equivale a dire, come diceva quel tale: 'In principio ero indeciso. Ma ora non ne son mica così sicuro...'
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: L'unica certezza chè abbiamo è ché:
"Oi ci seusu, crasi non ci funti"
Amen!
imasoulman: sempre come diceva quel tale, no?
sfascia carrozze: Quel tale e quale?
O quell'altro tale?
imasoulman: quale tale? quello o quallo dei due?
Se non facciamo chiarezza, rischiamo di capirci!
sfascia carrozze: E' qvesto il tale e quale giusto!
imasoulman: mappoi, io dico: in una pagina sui cefalopodi, io che c'ho i piedi ma non la testa (per estensione---->cervello), che ci sto a fare? A pettinare i polpi?
sfascia carrozze: Non vorrà mica spacchettarmi il capello in quattro, ohibò!
imasoulman: il folto capello dei polpi - adulti - è nodoso ma anche ventoso, com'Ella ben sa. Per otttenerne miglior risultato, va mantenuto bello croccante, tenero dentro ma anche al dente. Lo dice il noto gourmet Veltroni, lo dice. Mica un tale (e quale) qualsiasi
sfascia carrozze: Ah, ecco.
Appena ne trovo uno lo sbatto a terra per i capelli.
luludia
ottimo titolo...
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: poi a un certo punto punto mi sono perso...dovesse cercarmi qualcuno dia loro le coordinate...
sfascia carrozze: Perdersi è meraviglioso.
Lo dice anche Davide Lince.
Perdersi è meraviglioso, di David Lynch - minima&moralia : minima&moralia
Eh!
luludia: beh, dipende anche dove ci si perde...ammetterà che trovarsi in mezzo a cariatidi catarifrangenti, testuggini flourescenti e deiezioni nauseabonde sia quantomeno arduo...però, lo dico anche per tranquillizzarla, alla fine son riuscito a uscire dal gorgo...mi è bastato dire per 3 volte il titolo al contrario...
sfascia carrozze: Maldido!
Ha scoperchiato il Barbatrucco.
iside
iside Divèrs
non ci ho capito nulla, però al polpo mancano le patate.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: In natura le patate non crescono sott'acqua.
Almeno-chè-io-seppia!
Stanlio: Così proprio non è poiché tutti i ben sanno che quando il polpo ha voglia di patata deve solo farne regolare richiesta alla polipa e se lei non ha nulla da eccepire gliela cala in mente che non si dica...
macaco
Allora é vero che il formaggio sardo crea delle strane connessioni a livello dei neurotrasmissori. Lei peró, mi sá che nel biberon beveva giá latte quagliato.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Ma quale Biberon!
A noi qùà da piccini ci fanno attaccare direttamente alla mammella della pecora.
I più fortunati, capra.
De...Marga...
...NEED TO CONTROL...(chi ha orecchi intenda).
BËL (01)
BRÜ (00)

De...Marga...: Mi par significativo il brano da associar al tuo scritto...
ALFAMA: (chi ha occhi in camper)
Almotasim
Uh! Uhu! Extra!
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: E' queto l' UH! giusto!
IlConte
Ahahahahahahahahahahahah
Non ci ho capito nulla da Cairo in poi, quindi Nulla proprio. Ma se non ciò capito nulla ma rido da solo vuol dire che i miei già (molto) seri problemi stanno deragliando definitivamente... o che sto meglio?!

Meglio, perché ridere alla cazzo fa bene, decido io e che non ci sia contraddittorio in merito.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Basta recarsi al Cairo (anche a nuoto: c'è tempo) prima dell'imminente DeMeeting definitivo del 2026 e capirà tutto.
Mi creda.
Falloppio
Sfascia con questa tua ricerca egizia, ti porterei volentieri nel più bel museo di reperti del Nilo. Pensa te, proprio qui a Torino, già capitale del tricolore.
Per il resto, mi hai smarmellato il cervello e sono ancora qui che cerco una via di fuga...
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Io visitai, quando andai a visitare il mio DeAmico cefalopode egiziano ritratto in imago, quello del DeCairo nella tristemente nota Piazza Tahrir.
Ché, ovviamente, in quanto a egizianità misto-assortite credo fa(ccia) 100-a-0 a quello ché dice Lei, lì.
Però lo visiterei abbastanza volentieri: datosi ché mai lo vedetti.
Datosi.
Falloppio: Beccati questo:
"Il Museo Egizio di Torino è il più antico museo, a livello mondiale"
Arvuzze
sfascia carrozze: Cioé vorrebbe dirmi che han fatto prima il Museo Egizio e poi (solo poi) le piramidi e tutto-il-resto, lì?
Apperò!
Falloppio: UH
lector
Prima o poi capirò cosa hai scritto. Ma poi sarò troppo vecchio per ricordarmelo.....
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Tranquillo.
Non l'ho capito neppure io: nono stante (io) sia giovanissimo.
Geo@Geo
Geo@Geo Divèrs
Ho capito tutto, eh, però melopuoirispiegare? Ajò
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Addire il vero non l'ho capito neppure io: speravo in un suo eventuale passaggio chiarificatore per la decodifica.
Sob!

Dì la tua! (Se proprio devi)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: