Sto caricando...

Ma fatemi il piacere...AZZ...!!!

La stagione estiva escursionistica si sta avviando alla conclusione qui da me in Ossola. Anche quest'anno il Soccorso Alpino, e tutte le altre associazioni di volontariato che collaborano, sono dovute intervenire tantissime volte per soccorrere e portare in salvo persone infortunate. Il più delle volte interventi causati dall'assoluta impreparazione di "gentaglia" che senza nessuna preparazione e conoscenza del territorio si mette nei guai.

Ovviamente sono per così dire favorevole a questi interventi; se una persona si infortuna ha comunque diritto di essere soccorsa, indipendentemente dalle condizioni che hanno causato l'intervento dei soccorritori.

Sarei inoltre favorevole, e non sono l'unico a pensarla così almeno dalle mie parti, ad una sorta di "gettone" di pagamento: ti fai male? Ok noi veniamo a tirarti fuori dai guai, però devi metterci del denaro, del tuo denaro. Come avviene da anni nella confinante Svizzera dove, se viene richiesto l'intervento dell'elisoccorso, si deve pagare diverse centinaia di Franchi Svizzeri.

Non chiedetemi a questo punto di quantificare il balzello in Euro, ma ritengo che ciò possa contribuire a responsabilizzare i molti escursionisti che affrontano percorsi e sentieri pericolosissimi senza nessun tipo di protezione, mettendo poi a repentaglio anche l'incolumità di chi viene in tuo aiuto.

Per farvi un esempio calzante di quanto ho finora scritto, vi segnalo un recentissimo episodio facendo riferimento ad un articolo uscito in questi giorni in Ossola.

"Avevano deciso di compiere un giro ad anello nella zona dei Bagni di Craveggia ma si sono attardati. All'imbrunire sono scattate le ricerche da parte del soccorso alpino vigezzino. Tutto alla fine si è comunque risolto bene per un uomo e una donna milanesi, sui trent'anni. I soccorritori dalla Piana si sono incamminati verso la bocchetta di Moino quando hanno notato delle luci provenire dalla zona del Gabun: si trattava proprio dei due escursionisti che stavano scendendo a valle facendosi luce con i loro telefonini. Tutto, come si diceva, si è alla fine risolto bene con il ritorno a valle, prima della mezzanotte."

Non conosco benissimo la zona dell'intervento, ma siamo comunque a quote relativamente basse, intorno ai 1600 metri. Quindi da quanto si legge questi due "esperti" conoscitori del territorio hanno affrontato una lunga camminata certamente partendo nella tarda mattinata, non riuscendo poi a rientrare a causa del buio.

Adesso la "sparo" grossa: sono cazzi tuoi, arrangiati, bivacca all'aperto e al mattino rimettiti in marcia verso il luogo di partenza.

Così la prossima volta parti prima, con adeguato abbigliamento e non rompi più i coglioni, asan!!!

Giudizio troppo drastico il mio? Forse, ma è il mio pensiero in merito.

Incontro troppa gente impreparata e ciò mi fa davvero imbestialire...

Ad Maiora.

De...Marga... , Quattordici giorni fa — DeRango: 12,28


Commenti (VentUno)

TataOgg
Anche qua gli interventi del soccorso sono aumentati parecchio. O forse sono i giornalisti a parlarne di più, a differenza di quanto accadeva prima? Questo non lo so, non c'ero.
Ma so che:
La responsabilità non è sempre solo di chi segue i sentieri ma anche di chi i sentieri li fa.
Ad esempio ieri ero sul sentiero che porta a Cala Luna, non stavamo andando a Cala Luna e ci facevamo i fatti nostri andando a vedere cose nostre. Ma abbiamo incontrato una coppia di ragazzi che si era "persa" (faceva avanti e indietro sul sentiero cercando la direzione) perchè ha saltato il bivio per andare alle grotte del Bue Marino. Indovina un po' perchè la coppia ha saltato il bivio? Il bivio non è segnalato: c'era il cartello e ora non c'è più. Eppure il CAI è passato recentemente per quelle lande a sistemare il sentiero, dato che la "bandiere della Polonia" erano di un bianco/rosso splendente... e tutto era carino e ripulito.

Non sono d'accordo col gettone.
Non serve a nulla se utilizzato come dissuasore degli escursionisti della domenica.
Ma davvero eh, a nulla.

De...Marga...: Sul gettone la pensiamo diversamente ed è inutile replicare, nel senso che ho già detto la mia nell'editoriale. Sono stato per alcuni anni responsabile della sentieristica e dei bivacchi della sezione cittadina del CAI. Ti posso dire che non è facile segnare e tenere "aggiornati" i sentieri; in tutta l'Ossola i sentieri ufficiali e catastati superano i 6000 km!! Aggiungiamo qualche altro migliaio di chilometri di sentieri ormai poco utilizzati e nemmeno più segnati ufficialmente con la famosa bandiera polacca. Lo scorso anno abbiamo rimesso in ordine e ripristinato un vecchio sentiero, con l'utilizzo di una cinquantina di cartelli con indicati la direzione da seguire, i chilometri del percorso, tempi di percorrenza. Ogni singolo cartello è costato alla nostra sezione 50 Euro più Iva, senza contare i paletti di sostegno, viti e collari vari per fissare i cartelli al palo ecc...ecc... Costi considerevoli quindi per sezioni che non sono particolarmente aiutate dallo stato e non dispongono di molti danari.
TataOgg: Io non ti parlo di un sentiero a caso ma di uno tra quelli più percorsi in Ogliastra (e penso della Sardegna) che serve per arrivare a piedi a una delle grotte turistiche maggiori dell'isola e una delle più famose al mondo. Cioè quella che volevano raggiungere era una delle grotte più pubblicizzate del territorio in un'area a turismo di tipo intensivo. E' praticamente impossibile che la strada non venga percorsa ogni giorno da centinaia…
TataOgg: ps. i tempi di percorrenza sono una di quelle cose che non capisco... e se uno è lentissimo, come si regola?
Elfo Cattivone: @[TataOgg] se uno è lentissimo sceglie un giro più corto :) Oppure si ferma a dormire in un rifugio o in un bivacco, se c'è.
De...Marga...
Ti rispondo con il telefonino; quando torno a casa ti dico il resto. Sui tempi di percorrenza, ti parlo dei "nostri" sentieri alpini, si tiene conto dei metri di dislivello che si riesce a compiere in un ora. Con un passo tranquillo si sale di circa 300 -350 metri all'ora. Quindi se devi percorrere un sentiero che parte da 1200 metri ed arriva a 1800 metri il CAI ti segnala che ci si impiega almeno due ore. Tieni sempre presente che ci sono sentieri più facili ed è anche importante il meteo che incontri. Certamente le tempistiche si dilatano se siamo in inverno con la neve. A dopo, spero.

TataOgg: Si ok, la logica dell'indicazione temporale è chiara . Però più spesso trovi il primo cartello con l'indicazione 20 min, e lo ritrovi uguale per 3 volte di seguito, ogni 30 min. C'è qualcosa che va migliorato nella cartellonistica (o più probabilmente nel cartellonista), non so se mi spiego. I sentieri CAI non si trovano solo nelle Alpi e la logica è sempre la stessa, essendo il CAI nazionale.
Certo, rispondimi quando puoi.
De...Marga...: Allora ti posso dire che qui da me le tempistiche sulla percorrenza dei sentieri sono piuttosto veritiere e monitorate dai responsabili di ogni sezione del CAI. Quando sono da solo, quest'anno con una frequenza ancora maggiore rispetto al solito, riesco con il mio passo decisamente veloce a dimezzare i tempi di percorrenza riportati; è ovvio che quando ci sono le gite e siamo in una ventina di persone ci si ferma molto più spesso, si parla tanto, si ride e si scherza ed i tempi si dilatano.
De...Marga...: Ti voglio fare ancora un paio di esempi per farti capire il motivo del mio pensiero a riguardo del "gettone" di pagamento nei confronti di escursionisti troppo avventurieri. Ad Agosto è arrivata una richiesta di soccorso da parte di un fenomeno (scusa ma non trovo parole adatte per giudicarlo...) che con la sua e-bike (altro capitolo che merita un'ulteriore editoriale da parte mia) si era spinto oltre le sue capacità, era stanco e non riusciva…
TataOgg: Notizia di questi giorni, non ricordo dove sia successo, é il soccorso chiamato per portare giù un dodicenne stanco che non riusciva a rientrare a valle. Infatti. Anche il caso delle e-bike é davvero emblematico, per queste persone probabilmente hai ragione e ci vorrebbe il pugno di ferro. Già che usano l'e-bike per me puzzano di marcio e di frode sportiva. Ma che cavolo... Pure qua queste situazioni si verificano continuamente, cosa credi. Ma come…
Elfo Cattivone: Il fatto che vada fatta la manutenzione sui sentieri è giusto, però va da sé che viene fatta maggiormente nei luoghi più frequentati. Se vai in posti più sperduti devi già mettere in conto di saperti orientare. Comunque qui da me (Valle d'Aosta) il grosso degli interventi del soccorso è di natura alpinistica non escursionistica. Le bici elettriche ci sono, ma i sentieri, per la conformazione del territorio, sono abbastanza tecnici, quindi gli scarsoni si limitano ad andare sulle strade poderali, per lo più verso i rifugi.
tia: Si ok, la logica dell'indicazione temporale è chiara . Però più spesso trovi il primo cartello con l'indicazione 20 min, e lo ritrovi uguale per 3 volte di seguito, ogni 30 min.. @[TataOgg] ma il tempo in montagna si ferma!!
tia: Le e-bike sono destinate a crescere in maniera esponenziale e così la loro presenza sui sentieri mi sa! E' un boom inarrestabile... Sul gettone all'intervento - che comunque andrebbe valutato caso per caso - mi sentirei quasi d'accordo!
TataOgg: @[Elfo Cattivone] sei valdostano (forse il primo nella mia vita), alpinista, scrivi bene e metallaro, dimmi: come ho potuto Non deamarti per tutto questo tempo? Per fortuna ho rimediato.


Comunque ora che siamo tutti qua riuniti, come nelle più classiche barzellette: un lombardo, un piemontese, un valdostano e un sardo rispettivamente uno scalatore, un alpinista, un ciclista e uno speleologo possiamo esprimere un giudizio su quello che io reputo la notizia più assurda tra gli interventi di soccorso e la più emblematica di tutto il 2021:
Recuperato il cadavere dalla grotta Veryovkina, i particolari della vicenda | Scintilena
Da speleologo dico che era un suicida, senza se e senza ma.
Non era né inesperto né sfortunato: Questo tizio è morto per la sua arroganza.
tia: Realizzo solo ora che lo speleologo è "un rocciatore all'incontrario". Uno va sù, 'altro va giù! Storia assurda quella del russo appena letta... f.to: il ciclista lombardo.
TataOgg: #eja
ma abbiamo l'attrezzatura totalmente diversa e non per moda, ecco perché il russo è stato un imbecille&arrogante.
Elfo Cattivone
Ci sono casi e casi: se vai sul Cervino con le scarpe da ginnastica e poi non sai più scendere sei scemo ed è giusto che paghi; se vai sul Cervino ed una scarica di sassi ti spacca una gamba è giusto che non paghi.

IlConte
Anche tu stanco di coglioni eh?!

Elfo Cattivone
Comunque capisco il tuo astio per i pirla che sottovalutano e si perdono sui sentieri.

CosmicJocker
Sarei curioso di sapere se questa tendenza (ovvero gente totalmente impreparata che si trova nei pasticci per sottovalutazione dell'escursione) sia aumenta negli anni o se è, per così dire, una percentuale abbastanza fissa..

CosmicJocker: *aumentata
De...Marga...: E' aumentata decisamente.
'gnurant: Un mio amico lavora nel soccorso alpino. Ci sarebbe così tanto da dire che forse è meglio non dire nulla. Basta guardare l'abbigliamento, le scarpe, l'incapacità tecnica di affrontare nevai, ghiacciai, sentieri, ferrate ecc... ma i rifugi somigliano sempre più ad hotel. Il problema non sta nelle tabelle sat i cai ma nella banalizzazione della montagna che deve essere affrontata con rispetto
iside
iside Divèrs
che dormano all'addiaccio. non sai non vai.

Stanlio: a me che la montagna sia pericolosa me l'han insegnato che avevo 8/9 anni in Trentino durante una piccola vacanza estiva quand'ero in collegio, mentre di non fidarmi del mare l'ho capito da solo la prima volta che son entrato in acqua non sapendo ancora nuotare verso i 9/10 anni e le onde mi sospingevano di qua e di là... mi domando che cazzo abbia sta gente nel cervello o addirittura se ce l'abbia un cervello funzionante, diobono!
lector
Cioè, Lei mi sta dicendo che io - metta putacaso - che me ne venga lassù su quelle vostre montagne in vacanza e mi voglia fare un giro, peresempio sulla Cima della Laurasca (che mi hanno tanto rotto il belino "vacci, vacci" "è bello, bello!"); e che, quindi dopo essermi svegliato con calma verso le 11,00-11,30 (e sto in vacanza, ecchecazzo! La sveglia la metto per andare al lavoro!) e fatta una leggerissssima colazione a base di uova, brioches, cereali, formaggio, succo di pompelmo, cappuccino e caffè corretto alla sambuca (e sto in vacanza...), se mi avvio su 'ste cime qua con i miei comodisssssimi infradito e la mia t-shirt degli anal cunt (sto in vacanza! Mi vesto come mi pare! e poi la maglietta degli anal cunt me l'ha venduta un sardo strano...), per i cavoli miei (tanto ci ho google map sul telefonino) e con un paio di birre e una bella canna nello zainetto... cioè se mi sto godendo la mia vacanza così E METTI CHE MI PERDO poi la colpa sarebbe PURE MIA!!??

lector: Ma non è meglio andare al mare su di una spiaggia più piena del 27 barrato nell'ora di punta a godermi l'olezzo delle creme solari ed i meravigliosi tatuaggi dei vicini?
De...Marga...: Cima della Laurasca metri 2193; si sale da Malesco in Valle Vigezzo fino alla Val Loana 1200 metri circa. Da qui parte il sentiero che ti fa giungere all'Alpe Scaredi dove c'è un bel bivacco sempre aperto. Procedi su di un mezza costa tagliando a sinistra e sei in vetta. Se la giornata è favorevole dal punto di vista meteo si gode di uno spettacolare paesaggio a 360 gradi dal Lago Maggiore fino al Monte Rosa. Quest'anno non ci sono ancora andato...rimedierò in autunno.
macaco
Io ricordo un editoriale tuo che affrontava lo stesso identico tema. Mi sbaglio?

De...Marga...: Ricordi bene; più o meno gli stessi argomenti trattati già in precedenza.
Geenooofficial
Io non sono d'accordo sul gettone. Troppo varia la casistica delle situazioni e degli eventi. Chi e su quali basi deciderebbe se si debba pagare o meno l'intervento di soccorso?

snes
assolutamente favorevole al gettone per chi al mare o in montagna sfida la natura contro ogni buonsenso. non saprei come applicarlo ma sarebbe sacrosanto. adoro la montagna e sono meno a mio agio al mare, ho visto uscire la guardia costiera a recuperare gente con un mare che faceva spavento anche solo a riva. guardavo quelle barchette arrampicarsi sulle pareti d'acqua e scomparirne dietro immediatamente dopo aver raggiunta cima, cadevo in apnea e riprendevo fiato solo quando poco piu' in lontananza la barchetta ricominciava la sua scalata, pronta ad esserne ri inghiottita immediatamente. ero spaventato per i poveri cristi in mare alla deriva e letteralmente terrorizzato per i soccorritori.
Ho un amico disperso in mare. non ne sto facenso una questione di: "soccorritori buoni VS il resto del mondo che son tutti coglioni". Dico, come dice l'incipit dell'editoriale, che in determinate circostanze il gettone dovrebbe esser sacrosanto.

snes: ah, chiaramente il giudizio dell'editoriale è troppo drastico.
ho lavorato in ambulanza tra il 2003 e il 2006, avrei fatto un massaggio cardiaco pure a Berlusconi. peccto non sia mai successo ne avrei una veramente grossa da raccontare!
E si', va bene, ok: è un peccato anche per altri svariati motivi.
Ciao dema, le chiamate sono ordini a cui hai deciso di obbedire nel momento in cui hai prestato disponibilità per il tuo servizio, non puoi valutarle una per una, spesso non c'è proprio il tempo di farlo.
snes: cosa buona riguardo al "passa la notte all'aperto e torna domani" sarebbe bello creare autoconsapevolezza nei turisti, metterli in grado autogiudicarsi correttamente nei confronti della "prova" che stanno per affrontare. cioè: se la notte non riesco a tornare indietro sono capace di passarla all'addiaccio nei boschi? se la risposta è no: rientra prima 4. se stai pensando "ma tanto a me non succede di non riuscire a non tornare indietro" rientra prima delle 4. se stai pensando "sono 20 anni che vado per monti non mi è mai successo niente, figurati se mi succede oggi" rientra prima delle 4, e nei prossimi 20 anni di escursioni, perfavore, vedi di imparare qualche cosa sul serio.
probabilmente sono idee del cavolo, pero' boh, a me questo ha insegnato la montagna.
iside
iside Divèrs
Qua dicono che se sei iscritto al CAI non paghi l"elisoccorso gli altri invece si. Io non è che mi fidi molto dei montagnini valtrumplini voi cosa sapete? @[De...Marga...]

De...Marga...: Ti allego due righe prese "in prestito" dal CAI di Cremona ma che vale su scala nazionale: "Infortuni Soci: assicura i Soci nell’attività sociale per infortuni (morte, invalidità permanente e rimborso spese di cura). E' valida ESCLUSIVAMENTE in attività organizzata.
Soccorso Alpino: prevede per i Soci il rimborso di tutte le spese sostenute nell’opera di ricerca, salvataggio e/o recupero, sia tentata che compiuta. E' valida sia in attività organizzata che personale.
L’iscrizione al CAI consente, su richiesta, l'attivazione di una polizza contro gli infortuni e responsabilità civile che dovessero derivare dall’attività personale propriamente detta, in uno dei contesti tipici di operatività del nostro Sodalizio, con coperture e costi particolarmente vantaggiosi difficilmente riscontrabili nel mercato."
Hank Monk
Ben due ragazzi che conoscevo sono purtroppo morti in giovane età a causa "delle montagne".
Uno per un incidente accaduto durante una slackline
Uno in montagna per un incidente stupidissimo; scivolato sul ghiaccio e sbattuta la testa.
Nessuno dei due era "un coglione che se l'andava a cercare" ma purtroppo è successo.

Io per conto mio quando mi è capitato \ capita di andare se vado vado con il CAI.

Detto questo ci sarebbero tante cose da dire sull'argomento, l'ultima delle quali che mi verrebbe in mente è pensare al costo per la società che comporta salvare un individuo, per quanto scapestrato o coglione.
Ma vedo che la tendenza è questa...festeggeremo quando privatizzeranno completamente il sistema sanitario

Hank Monk: (e io sono uno di quelli che quando fa viaggi strani si fa cmq l'assicurizione, sai mai...)
snes: non è una questione di costo, ma di rischi che altri individui si accollano a causa della tua mancanza di rispetto nei confronti di quello e soprattutto quelli che ti circondano. non è un sanare una spesa, quella è gia' stata sanata a monte, è una multa.

perdona l'intrusione, ma stai iniziando una possibile discussione interessando travisandone il messaggio.
snes: interessante*
Hank Monk: Ho capito il senso, e infatti condivido quanto scritto sopra anche da te (che infatti dici " le chiamate sono ordini a cui hai deciso di obbedire nel momento in cui hai prestato disponibilità per il tuo servizio, non puoi valutarle una per una, spesso non c'è proprio il tempo di farlo.")

Sul mettere in pericolo altri va anche bene, ma mi sembra che il senso dell'editoriale è: "se fai stronzate e poi ti vengo a salvare paga"
Per questo "paga se non rispetti tutte le regole del mondo" è sbagliato. Il diritto di cura non si nega a nessuno dove e possibile punto e basta.


Dopodichè ho dato del coglione pure io a gente che andava in montagna con scarpe da ginnastica e maglietta e ha preso neve e stava per morire di ipotermia; questo è un altro discorso però e non lo si risolve con la paura che se poi succede qualcosa "poi paghi". Perchè l'incosciente lo è perchè spesso non si rende conto di esserlo e quindi pensa che non gli succederà mai nulla.
Hank Monk: Che poi dai...come se non fosse un cazzo di spin mediatico sta stronzata del "ti paghi poi le cure tu" con lo scopo di farti accettare che la sanità pubblica non è poi un diritto.
Come con i terrapiattisti che poi partiva lo spin "eh ma poi anche loro votano".

Abboccare a sti ami è da scemi.
La sanità è un diritto di tutti punto e basta e non c'è da mettere un ragioniere davanti all'ospedale.
Hank Monk: poi si può cavillare che per certe situazioni particolari e per certi servizi particolari meglio se ti assicuri (io lo faccio) così stai senza pensieri e va bene.
Però diciamo che non è in cima alle cose che penso quando penso a un incosciente che rischia la vita e non aprirei l'internet per scriverlo ecco
snes: Ti ripeto: nessuno gli nega il diritto di cura. Si multa il loro menefreghismo. Se c'è bandierandel colore sanil cazzo qual'e' che nonndevi entrare in acqua tbtu te ne freghi e finisce che nonnriesci a tornare a riva il bagnono viene a prenderti. Ti riporta a riva e dopo che hai ricevuto tutte le cure del caso, dopo avergli fatto le ramanzine di rito per evitare che la cosa accada di nuovo gli si presenta una multa.
L'ho messa giù alla "facciamoci un bianchino al bar" ma il concetto spero sia chiaro. Come legiferare una roba del genere? Non ne ho la più pallida idea ma sarebbe bello si facesse. Come dicevo prima chiaramente bisogna anche formare gli individui in maniera che sappiano cosa è ceetino e cosa no.
Come? Vedi sopra: non lo so. Ma da ex soccorritore ti assicuro che sarebbe una gran cosa. Non che la multa se la intasca il soccorritore eh, personalmente li userei per la riqualificazione degli impianti pubblici del luogo (bagni, funivie, cazzi e mazzi. Ensiamo tornati al bianchino al bar però connsti toni... Va beh spero sia chiaro il punto.
snes: Son troppo on botta, vado al pc e te lo riscrivo.
snes: dammi 5 minuti che ripeto: sono in botta.
snes: Ti ripeto: nessuno gli nega il diritto di cura. Si multa il loro menefreghismo. Se c'è bandiera del colore "sa il cazzo qual'e'" che non devi entrare in acqua, e tu te ne freghi ti fai il tuo bagno e finisce che non riesci a tornare a riva il bagnino viene a prenderti. Cero cazzo.
Ti riporta a riva e dopo che hai ricevuto tutte le cure del caso, dopo averti fatto le ramanzine di rito per evitare che la cosa accada di nuovo ti presenta una multa.
L'ho messa giù alla "facciamoci un bianchino al bar" ma il concetto spero sia chiaro. Come legiferare una roba del genere? Non ne ho la più pallida idea ma sarebbe bello si facesse. Come dicevo prima chiaramente bisogna anche formare gli individui in maniera che sappiano cosa è cretino e cosa no.
Come? Vedi sopra: non lo so. Ma da ex soccorritore ti assicuro che sarebbe una gran cosa. Non che la multa se la intasca il soccorritore eh, personalmente li userei per la riqualificazione degli impianti pubblici del luogo (bagni, funivie, cazzi e mazzi. E siamo tornati al bianchino al bar però con sti toni... Va beh spero sia chiaro il punto) ma anche qui: immagino ci siano millemila modi piu' utili e intelligenti e liberi da interessi, non faccio il politico mi limito a vedere un problema. quello dell'idiozia di uno che ne uccide o ferisce piu' di uno.
Hank Monk: ripeto, ho capito.
Alcune azioni ritenute pericolose sono già sanzionate (vedi guidare in stato di ubriachezza ecc ecc).
Va punita l'azione ritenuta pericolosa (nei limiti del rispetto dell'individuo) NON fare pagare le cure per punizione.

Il "far pagare le cure" per punizione è una stronzata proprio come concetto.
Multare comportamenti pericolosi è un'altra questione.

Ripeto cmq che tra i tanti problemi questo fatto di dovere "far pagare le cure" a questo o quello mi sembra uno spin che ha lo scopo da me espresso sopra.
E non capisco perchè dovere incentivare questi ragionamenti se non fare passare l'idea che lo stato sociale è una cosa che ti può essere tolta alla càrte.
snes: va beh, continua a dire che stiamo dicendo di "far pagare le cure" da solo...
Hank Monk: Scusa eh...il nucleo dell'editoriale è questo.

"Sarei inoltre favorevole, e non sono l'unico a pensarla così almeno dalle mie parti, ad una sorta di "gettone" di pagamento: ti fai male? Ok noi veniamo a tirarti fuori dai guai, però devi metterci del denaro, del tuo denaro."

Questo è fare pagare le cure (il salvataggio) per punizione.

Si può dire di legiferare che chi scia in zone vietate lo si multa.
Si può dire che chi va via su certe creste senza registrarsi al so io il cazzo, lo si multa.

ma qui si sta dicendo che una persona non bene informata parte per fare il suo giro in montagna pensando che sia la collina dietro a casa mia e poi ci rimane in mezzo.
E se lo devo salvare\curare poi paga perchè è scemo.
Senza violare nessuna legge, solo perchè si è organizzato male.

La vedi la differenza?
snes: no allora: se fosse: se non mi paghi non ti vengo a prendere. avresti ragione.
ma qui è: dopo che ti siamo venuti a prendere (e lo facciamo di sicuro) dovrai pagare una multa. se è dimostrato che "ti sei fatto male" per una tua grave negligenza e l'intervento che è servito per venire a prenderti presentava dei rischi, paghi una multa.
Hank Monk: Ecco, parliamo di multa per comportamenti ritenuti pericolosi e noti fin da subito a chi si cimenta in imprese.

il tizio che si perde nel sentiero perchè è coglione e inesperto però non lo metterei tra questi.

E cmq quello che sto cercando da dire in tanti miei interventi qui da un po' è che "fare pagare le cure come multa" è una stronzata di concetto.
Si fa pagare la multa per il comportamento ritenuto errato per legge (tipo no casco in moto o altre robe sibili) non "oh, io te l'ho detto...poi se ti fai male e ti devo salvare però paghi".

Lo so che sembra la stessa cosa ma nn lo è.
Credo che siamo d'accordo.
snes: Hank continui a parlare di "far pagare le cure" manenstai parlando tu e basta. Hai dei film in testa che ti hannlavato il cervello. Son non sonquanti commenti che ti sto ripetendo la stessa cosa, unnconcetto semplice ed elementare, che avrebbe capito un bambino dell'asilo. Che un bambino dell'asilo mi direbbe: si va beh, moh basta, ho capito cosa intendevi" enlo avrebbe capito sul serio. Non puoi non aver capito, non vuoi capire di proposito. Vuoi proselitare le tue solite idee attaccandoti ad argomenti che non c'entrano con qurl che vuoi ripetere per l'ennesima volta. Sei scorretto e ricordo perché ti avevo tolto la parola...
Ognuno vive sto posto a modo suo e senil tuo è proselitare non è che ci possonfare molto. Ma perfavore, smettila di travisare le parole degli altri per portare acqua al tuo mulino. È un comportamento abbastanza schifoso.
snes: Cioè esponi le tue idee, ma non travisare quelle degli altri. Che è quello che fa piuttosto schifo.
Hank Monk: oh, ho capito le tue idee. e ti ho argomentato le mie.
E ti ho copiato il nucleo centralre dell'editoriale dove l'idea è che la "punizione da dare" e far pagare il salvataggio (le cure).

Alla fine si riassume in questo prendendo l'esempio dell aguida.
Facciamo multa per limiti di velocità, guida in stato di ubriachezza, vettura non revisionata per incentivare comprtamenti non a rischio? Ok son d'accordo
Facciamo che se uno fa un incidente gli faccio pagare il soccorso per incentivare comportamenti non a rischio? No non sono d'accordo
snes: "Facciamo che se uno fa un incidente gli faccio pagare il soccorso per incentivare comportamenti non a rischio?" Ho parlato più volte e in maniera chiara di far pagare a chi "per gravi mancanze sue mette a rischio la vita di altri" per gli incidenti stradali... È così da sempre....
Wow, un genio assoluto sono!!! O forse sei tu che ti inpegni a non capire...
Hank Monk: La tua idea l ho capita e infatti ho esordito dicendo che ero più o meno d accordo con il tuo commento sopra e l ho ridetto dopo.

MA la discussione era riferita al senso dell editoriale (di cui ti ho copiato il passaggio) e in generale a tutti i commenti (che spiacevolmente ho letto qui a più riprese) del tipo:
Se nn paghi le tasse e ti ammali poi le cure le paghi di tasca tua

O altre puttanate del genere.
Chi nn paga le tasse e vie e scoperto va in galera o il cazzo che so io.
Ma nn può e nn deve essere punito "facendogli pagare" un gettone per essere curato.

Lo so che alla fine sempre lo fai pagare...ma la logica che c è dietro ai due tipi di punizione è diversa e mi interessava chiarire quello.
snes: Ok, ma qui non si parlava di chi paga le tasse e chi no, si parlava della sicurezza dei soccorritori.
Hank Monk: Come ho detto avevo capito il senso...e infatti ho anche citato un pezzo del tuo commento.

Il senso era più generale...
Si multa l azione pericolosa (tipo uno che scia fuori pista) nn lo sprovveduto (uno che calcola male i tempi o che becca pioggia quando è in cresta e nn si è portato la roba).
Da qui il mio volere sottolineare la differenza tra i due diversi approcci alla punizione
Stanlio: @[snes] ormai è assodato da vario tempo e da vari commenti anche in altri scritti che Hank Monk ha la prerogativa di travisare le parole degli altri per portare acqua al suo mulino e che sia un comportamento abbastanza schifoso non ci piove!
Hank Monk: Stanlio sei un poveretto.
Ti ho già detto più volte che nn voglio interagire con te.
Torna nella fogna che ti ha vomitato grazie
Stanlio: Nella fogna tornaci tu, poveretto sarai tu se non vuoi interagire con me intanto evita di scrivere puerilità come questa "la vulgata che va per la maggiore sul sito è quella di Stanlio :/" e in ogni caso di quello che tu voglia o non voglia "fotte sega!", capisco che quanto t'ha rimarcato snes non riesci a digerirlo ma ormai te l'ha ficcato nel gozzo e alla grande pure.
Hank Monk: Sei un piccolo verme che ama reprimere gli altri. Ma solo dopo averne avuto il permesso dalle autorità.
Mi fai vomitare. Devo dire altro?
Mi fai il piacere di sparire?

Snes sa parlare per conto suo.
snes: tralasciando la vostra diatriba (che ho già lemie a cui pensare=..."Si multa l azione pericolosa (tipo uno che scia fuori pista) nn lo sprovveduto ".

certo: infatti ho detto che è necessario anche formare la popolazione, i turisti o chi per essi, a seconda dei casi, in maniera tale che sprovveduta non possa esserlo.


un ragazzino di 13 anni che va fuori pista non è uno sprovveduto, un venticinquenne, no.
uno che sale in montagna non attrezzato adeguatamente è uno sprovveduto fino a quando non gli si insegna come cavolo deve comportarsi e prepararsi. Se glielo spieghi e questo persevera non è uno sprovveduto, è uno stronzo.


nel caso fosse necessario ribadisco che, no: non ho idea di come realizzare e regolare una roba del genere, ma andrebbe fatto.
snes: oh, un giorno mi recuperero' uno di quei programmi che tu detti e loro scrivono, giuro.
Stanlio: @[Hank Monk] Invece tu sei un grande verme che ama travisare gli altri.

Non mi fai vomitare, bensì mi fai pena per la poca onestà intellettuale dimostrata spesso & volentieri.

Non ti faccio proprio nessun piacere, non ne vedo il motivo e poi non te lo meriti affatto!

Infatti snes sa parlare per conto suo, rileggitelo che forse impari qualcosa di buono!
Hank Monk: Oh non hai capito che non voglio avere niente a che fare con te?
Torna nelle tue chat da boomer e smettila di rompermi i coglioni che nessuno ti cerca coglione
Kyrielison
Condivisibilissimo.
Il problema, semmai, è che questo stesso criterio dovremmo applicarlo ai fumatori, a chi guida superando il limite di velocità, ai bevitori, ai monopattinisti, ai mangiatori di patatine di Mc Donald's, ai mangiatori di patate di Van Gogh, ai giocatori di calcetto over 40, ai giocatori di Padel over 12, a quelli che scendevano in groppa a una caldaia da un crinale gridando "Italia..... Unoooo!", a quelli che scendono dal divano e fanno la mezza maratona in un'ora e mezza, a certi sci-muniti.
Ah... E ovviamente, ai No-Vax.

lector: Io gioco a Padel e mangio le patate di Van Gogh...
imasoulman: 'gioco a Padel'...che 'fighetto del cazzo' (cit.) che sei...;)
imasoulman: sui monopattinisti non mi fate parlare, che è meglio...
snes: fumo e sono di parte, ma pago delle tasse notevoli sul tabacco che fumo, spero finiscano nella sanità, non è cosi'? annamo bene...
lo stato potrebbe vietare il fumo, quello si'.
snes: per i bevitori vale lo stesso discorso. chi supera i limiti di velocità è già sanzionato... le altre mi pare che siano puro folklore.
chiaramente i no vax che si ammalano si, sarebbe carino pagassero. almeno la dose che gli è stata comperata e che hanno rifiutato.
Stanlio: Tipo il conduttore radiofonico no vax che muore di covid: esortava gli ascoltatori a non vaccinarsi e adesso pure sua moglie risulta positiva al virus, lui era anche Pastore in una chiesa di Denver, Colorado, pensa te quanti è riuscito a convincerne durante le omelie e chissà quanti cazzoni faranno la stessa fine sua o di sua moglie, altro che multa darei a sti ammazzacristiani del cazzo...
mrbluesky: ahahah il fatto quotidiano, autorevole come un numero di provolino, ah boccalone!
snes: Stanlio: se i novax fossero tre miliardi di persone queste continuo accanimento dei media nei confronti del loro ammalarsi e crepare sarebbe anche una piacevole notizia: avremmo trovato il modo di diminuire la popolazione con un metodo democratico e non traumatico. Purtroppo son quattro coglioni se paragonati alla popolazione mondiale. Il problema non è far vaccinare i novax ma far vaccinare i paesi in cui la situazione è fuori controllo (india e africa ad esempio).
Continuare a parlare dei novax che muoiono è come schiacciarsi un brufolo: il piacere che da è del tutto inutile, e spesso più che piacere fa male.
Stanlio: @[mrbluesky] pò esse ehm, se acconosci qualche quotidiano più autorevole dimmelo che vado a leggerlo...
Stanlio: PS di solito ne sfoglio anche altri ma non mi pare siano molto meglio anzi...
mrbluesky: I giornali vanno bene per incartar le uova, questo lo diceva un mio prof ex giornalista, e in tempi migliori
mrbluesky: Figurati oggi che son tutti venduti, a meno che non pensi che stiano in piedi col tuo euro e 50
mrbluesky: Che poi magari leggi pure quello del bar😂😂😂
Stanlio: In qualche modo sento la necessità di esser informato e meglio di un giornale che raggruppa e sintetizza le notizie restano i tg radio o tv, poi ovviamente uno deve avere un minimo di discernimento per non bersi tutto come fosse acqua fresca, non è che le cose vieni a saperle per opera dello spirito santo, poi puoi anche incartarci le uova o meglio pulirciti il culo come si usava una volta nei cessi dei bar...
snes: in effetti...
snes: oddio, le fonti di informazione sono in realtà infinite ma la teoria secondo la quale per informarsi bastino internet e ila propria rete personale di informazione è abbastanza stupida.
snes: poi certo: se vai a vedere il della WHO i dati che recuperi sul covid son piu' attendibili di quelli di un giornale a caso, ma non credo sia necessario specificarlo.

per dire: se apri la pagina di wikipedia sulle ere geologiche terrestri e te la leggi risulta abbastanza evidente che il riscaldamento globale non dipenda dall'uomo. cio' nonostante non esiste giornale al mondo che sostenga il contrario. verissimo, ma boh, di sicuro l'uomo puo' fare qualche cosa per evitare di accelerare il processo come st invece facendo. non è che sia proprio merda quel che esce dai giornali. sono le opinioni che escono dai giornali ad essere fuorvianti e deleterie, ma sostenere che i giornali siano buoni solo per pulirsi il culo sembra sul serio la frase di un giornaista fallito e frustrato. o di un attivista di forza nuova che deve difenderi dalla dittatura del green passs. che insomma, forza nuova contro la dittatura fa ridere anche solo cosi', da quasi due anni tra l'altro.
mrbluesky: Son tutte balle quelle che vi raccontano e che vi hanno sempre raccontato( tutti )dalla nascita fino alla morte capito? Balle spaziali! prima lo capirete meglio è
snes: mrbluesky, siamo sempre lì: ci dici che tu sai cose senza argomentare le tue posizioni, dobbiamo crederti sulla fiducia? come si fa con i giornali'
mrbluesky: Ma non serve che argomento io mi baso sulla mia esperienza di vita e ve lo dico come se foste i miei migliori amici poi fatene cio che volete. Tutti mentono perfino gli animali cercano di fottersi tra di loro ,per quale motivo noi dovremmo essere diversi.i fatti di attualità non centrano un cazzo le balle ce le hanno sempre raccontate a partire dai nostri genitori fino al prete che ci dara l estrema unzione.se volete la verita cercatevela da soli.
snes: Grazie, del pensiero, sul serio ma coi miei migliori amici siamo abituati ad argomentare. Colpa mia.
Tra l'altro mi viene sul serio da vhiederti comenpuoi pretendere ti si creda se tu per primo sostieni che tutti mentono... Diventa un paradosso.
mrbluesky: Arguto, magari la prossima volta che ti menano per il naso bevi alla mia salute
snes: Eh ma se mi stannfregando mica me ne accorgo... Se no non mi fregherebbero,no?
Facciamo che fumo alla tua in ogni caso e facciamo prima
mrbluesky: Ma non credere sai,il diavolo fa le pentole ma non i coperchi
Stanlio: eddai mrboy lo san tutti (a parte @[neave] ehm, poveraccio) che il diavolo non esiste...
mrbluesky: Il diavolo no ma i proverbi si e quelli sono veri
Stanlio: Veriiiiii?
Ok!
Allora ricorda che ehm, non è tutt'oro ciò che luccica...
mrbluesky: Appunto
lector: Ma infatti!
Tutti sanno che la verità è che Ilaria Alpi non è morta, sta in un resort in Giordania e se la ride con Milan Hrovatin, così come Mauro Rostagno ((lo sanno tutti!) era un attore pagato dall'Ente Turismo della Regione Sicilia per attirare i gonzi dell'antimafia, per non parlare di quella storiella di Giancarlo Siani...
Bisognerebbe fare un pochino di attenzione quando si parla di giornalisti (o di magistrati, o di scienziati, filosofi e chiunque altro cerchi la "verità") prima di fare di tutta l'erba un fascio e ridurre tutto a insopportabile banalizzazione.
La "verità" è una cosa complessa, ha tante facce e non piace sempre. E per quella verità c'è stato chi si è preso una pallottola in testa o è stato bruciato vivo.
Bella cosa il dubbio ma, se a guidarlo non c'è la Ragione (e direi anche la Morale - o la Politica - ma qui il discorso si complica e rischio di essere frainteso) diventa esercizio sterile.
Dire " a me non mi fregano" "io non mi fido di nessuno" potrebbe apparire ad uno sguardo superficiale una comprensione della complessità ed invece è solo una feroce banalizzazione, banalità di cui si cibano complottari, negazionisti e stupidi di ogni specie. E' sempre il vecchio caro Simplicio con cui discuteva Galileo (anche se me lo dimostri, anche se me lo fai vedere, io non ci credo lo stesso).
"Tutti mentono e non mi fido di nessuno" è un modo di ragionare - nel migliore dei casi - infantile e - nel peggiore dei casi - paranoico.
mrbluesky: è arrivato l'uomo che cammina sulle acque
lector: Cavoli! Argomentazioni che mi mettono davvero in crisi...
imasoulman: per simplicio si intende, come ovvio, il mitico Fabio Simplicio
imasoulman: lo so non fa ridere e l'argomento è serio.
Ma davvero ogni tanto si perde la pazienza a disquisire con chi traveste la nobile arte del dubbio con l'atteggiamento paranoide di chi invece finisce di avere solo certezze: le sue.
Puoi salvarti da tutto, non dall'ignorante che crede di saperla sempre più lunga
mrbluesky: scusate ma a voi questa libertà di affibiare questi titoli chi ve la da? ma abbiamo mai mangiato allo stesso tavolo per caso? io scrivo quel che penso quando mi pare e senza offendere nessuno e non stavo nemmeno argomentando con voi, quindi occhio ragazzi, molto calmini che non siamo tutti uguali a sto mondo
imasoulman: ma nessuno ce l'ha con te
la risposta di lector non mi sembra indirizzata a qualcuno, bensi in generale
idem la mia, parlo di ignoranza in generale, mica verso qualcuno, se così fosse avrei detto e chiamato in causa @(qualcuno)
imasoulman: ecco, nessuno argomentava vs. nessuno
e allora perchè scaldarsi?
Stanlio: Guarda mr. che non va bene "lanciare il sasso e poi nascondere la mano" e poi se ti rileggi il primo a dare titoli dri stato proprio tu con quel "boccalone" argomentando con una risata sul ciò che ho postato e poi non avrai offeso ma hai preso per il culo scrivendo è arrivato quello che cammina sulle acque, allo ra ti devi portare a casa quello che gli altri han commentato, senza dover far prendere fuoco alla tua coda di paglia, quindi il calmino dovresti esserlo tu per primo e che non siamo tutti uguali (per fortuna) lo sappiam bene tutti.
mrbluesky: ma senti questi, infantile, paranoico ignorante che crede di saperla lunga, ma vallo a dire a tua sorella ma chi cazzo ti conosce? ma prega dio che finisce qua
mrbluesky: ma non dire cazzate pure tu fosse la prima volta che ci si da scherzosamente dei termini senza contare che ti han gia segato due volte per le tue stronzate, va là cori
imasoulman: posso essere d'accordo con quello che ha scritto @[lector] ?
Per me finisce qua, e ripeto: l'ignorante non sei tu (che poi per me 'ignorante' è sempre nel senso che ignora')
Chiusa qua
Stanlio: mica serve conoscersi di persona per farsi un'idea seppur parziale di chi scrive da quello che scrive, e poi che succederebbe se non finisce qua, prendi coltello e spacchi bottiglia? stai esagerando per un nonnulla
Stanlio: ma moighe mr. e bevi manco che xè mejo
lector: @[mrbluesky] "Son tutte balle quelle che vi raccontano e che vi hanno sempre raccontato( tutti )dalla nascita fino alla morte capito?"
Ti ho solo fatto notare che per raccontare quelle balle qualcuno ci è morto. Poi, si, ho aggiunto anche che certi ragionamenti (LORO ci ingannano...) sono un po' infantili (o paranoici) e ci sta che ti sia sentito offeso (mi scuso).
Però certi discorsi non li sopporto più e mi sembra che sia scoppiata una pericolosissima pandemia di "furbite".
lector: @[imasoulman] E' chiaro che mi riferivo a Fabio!
E chi altri se no?
Kyrielison: Mannaggia a me e a quando ho commentato 'sto editoriale.
lector: E' sempre colpa tua, Kyrie!
mrbluesky: ma pensa te uno si collega solo perche ha detto cazzo non credete a tutte le palle che vi raccontano arriva il maestrino per sminuirti ti tira fuori Rostagno, Siani, Ilaria Alpi (hai dimenticato Pecorelli) ti apostrofa, ma fai sul serio? ma che sia la prima e l'ultima volta. e finita qua (per adesso)
mrbluesky: e buonanotte
CosmicJocker: Comunque oh, lo so che non c'entra un cazzo e quant'altro e non ho seguito (men che meno letto) quello che avete scritto... Comunque, ho delle sensazioni: secondo me fra poco scopo.
lector: Ma anche tu non credere a tutti quelli che ti rispondono, magari sono tutti fake che parlano fra di loro...
lector: @[CosmicJocker] Così si fa!
CosmicJocker: Faccio ancora in tempo a mettere un BEL, poi vado...
Stanlio: io già stavo scopando prima se è per quello, adesso mi manca solo di passare lo straccio e poi torno qua...
neave: Sono quelli idioti delle chiese eretiche in america che non si vaccinano . @[Stanlio] quanto a te è il diavolo che ti fa credere che non esiste, babbeo. Già ti immagino con la bocca spalancata da ebete quando ti ritroverai davanti al giudizio di Gesù.
CosmicJocker: Rosse son le rose
Viola son le violette
Spero che Gesù
mi dia un bel 7
Carlos
La montagna mi è sempre interessata relativamente. Da uomo di pianura, distante 2 ore e 30 dal mare e un'ora dalla montagna, sono cose che ogni tanto si va a trovare e mai ovviamente impreparati: dato il mio probabile lignaggio barbarico: crema protezione 50 e scarpe per scogli al mare, e le scarpe giuste per quei sentieri ridicoli e per inesperti che faccio quando vado in montagna. Detto questo secondo me buon De Ma la tua opinione è condizionata fortemente dal tuo "essere uno di montagna". A me che in linea di massima frega un cazzo, quello che dici risulta da un punto di vista logico come questo: uno è sbronzo marcio si mette alla guida e senza fare del male a nessuno si schianta: finisce in rianimazione e lo salvano. Ora, dovrei fargli pagare il gettone perché in qualche modo è stato incosciente? (spesa pubblica (elisoccorso) per spesa pubblica (ambulanza, pronto soccorso, chirurgo, infermieri, oss etc...)) Io credo che nessuno sarebbe d'accordo. Ovviamente sto tralasciando la notizia che riporti, perché tu all'inizio hai parlato in generale della chiamata per elisoccorso.

Stanlio: "uno è sbronzo marcio si mette alla guida e senza fare del male a nessuno si schianta: finisce in rianimazione e lo salvano. Ora, dovrei fargli pagare il gettone perché in qualche modo è stato incosciente? (spesa pubblica (elisoccorso) per spesa pubblica (ambulanza, pronto soccorso, chirurgo, infermieri, oss etc...)) Io credo che nessuno sarebbe d'accordo."
Vedi che credi male, perché io sarei più che d'accordo.
In ogni caso mi pare che il codice della strada (che non conosco a memoria) preveda già dei sanzionamenti per reati del genere, tipo sospensione della patente ecc.
Carlos: Prevede sanzioni che non certo la pena di morte decisa arbitrariamente da un medico salvo compenso
Carlos: Che non sono*
Carlos: E se sei d'accordo sei un potenziale omicidia volontario (ovviamente col culo degli altri dato che non ti sporcheresti mai le mani)
Carlos: Se pensi che sia giusto quello che dici vai pure negli USA dove addiritura per una malattia che magari nemmeno dipende da te devi decidere se diventare homeless o crepare.
Carlos: Il punto è: in qualsiasi condizione succeda qualsiasi cosa (salvo la volontà magari di uno che vuole togliersi la vita) non si dovrebbe far ricadere il "salvare la vita" all'interno di uno scambio economico.
Stanlio: "non certo la pena di morte decisa arbitrariamente da un medico salvo compenso"
madonna che iperbole tiri fuori...
mai sentito di un medico obiettore di coscienza nei casi di salvare una vita, in America non so come vadano le cose ma dubito che anche li un medico possa rifiutarsi di operare qualcuno in sala operatoria, semmai presumo che con la loro legislazione (poco umanitaria) sia l'amministrazione ospedaliera che si rifiuta di andare aprendere con l'ambulanza un ferito che non abbia pagato l'assicurazione sanitaria, cosa che da noi in Italia non è consentita a priori, quanto ad essere un potenziale omicida volontario col culo degli altri stai volando alto con la fantasia (e forse è na tua prerogativa...) perchè come scrive semplicemente @[De...Marga...] lassù io "Sarei inoltre favorevole, e non sono l'unico a pensarla così almeno dalle mie parti, ad una sorta di "gettone" di pagamento: ti fai male? Ok noi veniamo a tirarti fuori dai guai, però devi metterci del denaro, del tuo denaro. Come avviene da anni nella confinante Svizzera" per cui risparmiati altre stronzate simili su di me se non ti dispiace, grazie!
Carlos: Non sono stronzate. Sono le estreme conseguenze di certe logiche individuali che portano all'adozione del giusto esempio da te riportato sull'amministrazione sanitaria. Da noi dici ed è vero è vietato a priori ma la legge cambia in merito alle esigenze economiche da sempre. Che la sanità italiana sia pubblica ormai è praticamente quasi un fantasma che si dice per convincerci che certe dinamiche non potranno mai accadere. È ovvio che la mia è un'iperbole ma io discorso porta lì. Se sei d'accordo con me (a quanto vedo) sul punto ultimo che ho messo in questione allora non capisco proprio come puoi essere d'accordo con te stesso sul far pagare una prestazione sanitaria salva vita
Carlos: Amministrazione sanitaria americana*
Stanlio: Ok, mettiamola così: non sono affatto d'accordo sul far pagare una prestazione sanitaria salva vita in Italia o nel resto del mondo a priori, però leggendo l'esempio da te riportato sono propenso a far pagare tutti i costi che comporta una deliberata scelta di commettere un reato come guida in stato di ubriachezza "marcia" per giunta, credo che siano due cose completamente diverse tipo la volontà magari di uno che vuole togliersi la vita come scrivi tu o la volontà di commettere un reato.
Carlos: Ok, ma perché devi rifarti sul sostentamento di una persona? Al di là delle minuzie sul caso in questione (che sia reato da quanto so dipende da certe circostanze) il tuo discorso legalista a me fa cagare. La gente fa cazzate tutti i giorni e non necessariamente con la volontà di nuocere. Addiritura chi lo fa con la volontà di nuocere non impara le proprie cazzate con le sanzioni, le pene e con gli obblighi, figuriamoci togliendogli il pane di bocca. Non è mai successo prima, non succede e mai succederà. Le persone che fanno qualcosa di pericoloso per sé e/o per gli altri vanno aiutate, non sanzionate. Chi pensa che invece le pene e le sanzioni siano necessarie e non se ne possa OGGETTIVA MENTE fare a meno sicuramente non avrà difficoltà a trovare chi la pensa come lui in questo sistema. Sta di fatto che comunque la Storia non sta dalla sua: lo stato occidentale che è più stato di polizia (gli USA) è anche quello dove si commette il maggior numero di crimini. La repressione attraverso sanzioni e pene della delinquenza crea il crimine, non il contrario.
Ma non voglio uscire dal seminato perché il rischio dopo quello che ho detto è molto elevato. Al di là di come la si pensi sulla questione "legge" capisci che nel caso dei montagnini della domenica, che di reati non ne commettono, anche la discrezionalità su cosa sia incosciente o meno conta ai fini di una possibile sanzione. Insomma, non sta in piedi proprio il concetto di fondo secondo me.
Hank Monk: Grazie Carlos.
Son contento di aver letto i tuoi interventi in questo senso.
Purtroppo da tante discussioni lette qui sopra in questo periodo però devi dire che la vulgata che va per la maggiore sul sito è quella di Stanlio :/
Stanlio: Caga quanto vuoi. Minuzie sul caso in questione? Beh c'è poco da sminuire, in ogni caso il Codice della Strada parla chiaro: intanto sono previste sanzioni durissime per i minori di 21 anni e per tutti i soggetti neopatentati (coloro che hanno conseguito la patente da meno di tre anni) il limite imposto è di zero grammi per litro e con tasso alcolemico inferiore a 0,5 g/l è fino a 624 euro, mentre in caso…
Carlos: E questa tua diagnosi a che cazzo serve ai fini di quello che stiamo dicendo? Nulla. Prega solo che non ti capiti mai per sbaglio di fare qualche cazzata che non coinvolga terzi. Ma non pregare nemmeno: saresti capace, per come la pensi, di fustigarti come Berengario ne il Nome della Rosa con un sorriso sulle labbra mentre ti aiutano mettendoti in merda.
CosmicJocker: La società non può "prenderla sul personale" come il singolo individuo, non può agire avendo il movente di "placare la sete di sangue".
I problemi andrebbero risolti (o se non risolti, almeno affrontati) il più possibile alla radice.
Ubriachi marci al volante che non tengono in nessun conto la vita (loro e del prossimo)? Violenti che per 20 euro ti infilerebbero un coltello nelle vertebre fino al manico? Stupratori seriali?
Rendiamoci conto che viviamo in una delle più disperate "epoche" dell'umanità. E disperata perché, se è vero che questi problemi ci sono sempre stati, almeno prima forse si osava almeno pensare a una via d'uscita per provare a cambiare le cose.
Il problema qual'è? Lo sappiamo tutti qual'è.
Ma come ha detto qualcuno, le persone ormai fanno meno fatica a immaginare la fine del mondo che la fine del Capitalismo.
Stanlio: @[Carlos] Messa così non posso che risponderti cosà: e tu prega che nessuna testa di cazzo da ubriaco faccia del male a te o ai tuoi familiari, poi se ancora te la senti invece di fustigare quella testa di cazzo vedi di aiutarla ok?
Carlos: Di certo non cambierebbe NULLA a me sbatterla o ai miei cari sbatterla in galera.
snes: "Prevede sanzioni che non certo la pena di morte decisa arbitrariamente da un medico salvo compenso"urco! scusa non ho letto il resto e forse è già stato detto e laquestione risolta, ma non si sta dicendo di non prestare soccorso o cure a chi non paga, non scherziamo.
snes: moh, mi leggo il resto, sorry.
snes: @[Stanlio] , in america l'ambulanza non ti carica se la tua assicurazione non copre la cosa. di questo sono abbastanza certo. non ho idea di come venga risolta la questione, se ti lascino letteralmente crepare in strada o cosa. Ma se non sei coperto, non ti mettono neanche le mani addosso i soccorsi, figurati il personale ospedaliero... Pero' boh, è una cosa di cui non sono certo al 99% prendila quindi con le molle, ma…
Stanlio: @Carlos ok non te ne fregherebbe nulla di sbatterla in galera, meglio lasciar che riesca a procurar danni nuovamente e con la massima libertà d'azione, contenti voi... ma non contento io stanne certo!
Stanlio
@[Carlos] minuzie?

Se parliamo del 2019 (quando non eravamo ancora in pandemia Covid) i dati rilevati erano questi:
Le vittime coinvolte in incidenti stradali legati alla guida in stato di ebbrezza, nel 2019, sono state 92 (7,5% sul totale) e i feriti 5.657 (10,5% sul totale).
Tali percentuali erano rispettivamente 5,5% e 10,2% nel 2018.

alla faccia delle minuzie...

Carlos: Stan ma a me che cazzo frega? Ti ho detto che non volevo uscire dal seminato alla fine e tu ti aggrappi a quello. Ma la cosa divertente o triste di questo tuo rompere i coglioni è che mai come ora si sono puniti i reati stradali eppure come dici tu sono in aumento. Quindi in sostanza tutti i tuoi dati non fanno altro che sostenere quello che ho detto: sanzioni e pene non servono a un cazzo
Carlos: Ma continua a pensarla come ti pare. A me di convincerti di qualcosa non me ne è mai fregato niente. Se vuoi continuare a parlare della questione vera il mio commento si è concluso con una considerazione sull'esempio portato da De Ma. Puoi continuare da lì invece di continuare a sostenere le pene facendoti contraddire dai dati che stai trascrivendo.
Stanlio: La cosa divertente o triste è il tuo intervento con esempio che poi disconosci, se ti rompe i coglioni che io parli di quello allora non scrivere certe stronzate, i dati non contraddicono me, è come per i dati sul femminicidio (senza entrare nel merito ok della questione che richiederebbe ore se non giorni di disquisizioni) per fare un esempio, nonostante le pene sono in continuo aumento quei reati, cosa facciamo? "aiutiamo" chi li commette senza neanche fargli pagare i danni o ficcarli in galera inasprendo per altro le pene? A to punto non serve nemmeno mandarti a cagare visto che già lo fai...
Carlos: Io non ho disconosciuto proprio nulla e non capisco di che cazzo stai parlando. Tu sei un fautore delle pene. Uno è a favore delle pene se hanno un effetto altrimenti non ha senso esserlo. Se non hanno effetto è inutile sostenerle. Tu riporti dati che dimostrano come con l'aumento della quantità e della qualità delle pene i reati in questo ambito siano in aumento (perché è un dato di fatto che essere beccato ubriaco da noi alla guida 30 anni fa era una cosa e oggi un'altra rispetto alle conseguenze di ciò che ti capita). Ciò dimostra che non servono a nulla. Quindi non dovresti essere a favore. È logica. Se c'è una soluzione per far venire meno determinati problemi e conseguenti reati questa non va evidentemente cercata nelle sanzioni e nelle pene. Non c'è altro da dire. Poi puoi tenerti la tua opinione da giustiziere, nessuno te lo impedisce.
Stanlio: Se non capisci non è colpa mia e siccome nemmeno io voglio convincerti di nulla la chiuderei pure qui non prima di dirti che la logica espositiva la vedi solo tu, la mia logica è intanto di inasprire le pene riguardo all'ubriachezza alla guida di veicoli e poi di rieducare i gaglioffi che causano danni alle persone, poichè quando ti fai la patente ti vien detto chiaro e tondo che non devi metterti al volante bello sbronzo, perchè se lo fai corri il rischio di compromettere le vite altrui, tutto qua.

Che quello che posso o non posso fare con le mie opinioni non me lo impedisca nessuno è ovvio savasansdir che poi sia da giustiziere è solo un modo altrettanto opinabile di vedere la questione.
Carlos: "inasprire le pene...e rieducare" meno male che dici peste e corna degli stalinisti, perché ti ci avrei confuso tranquillamente.
Stanlio: Bravo, finalmente hai critto la parola che secondo me ti identifica alla grande, ovverosia "confuso" come confusi erano tutti gli stalinisti che si definivano ehm, "comunisti", clap clap clap applausi!
Stanlio: *hai scritto
iside
iside Divèrs
Uh! @[Carlos] guarda che la sanità tuttaggratis in italia non è che una volta c'era. a me quando sono morto e risorto nel 1979 mi presentarono il conto: 10 giorni d'ospedale più di 800.000 lirette quasi tre stipendi medi...

snes: che cazzo hai combinato nel 79?
iside: son morto e risorto. sono o non sono dio?
snes: se i tuoi seguaci dicon cazzate e rovinano la vita a chi gli sta attorno, sì.
iside: I miei seguaci son tutti rompicoioni al cubo.
iside: Ps avevo promesdo a @[Dislocation] che prima o poi avrei parlato del giorno che son risorto...
snes: ah, perche' questo sarebbe parlarne...
va beh, mica insisto, pero' sarebbe bello se un giorno ti sentissi di scriverne.
iside: @[snes] devo ancora creare l"editoriale "io e Diego Spagnoli" poi, se ne vengo fuori, farò "io sono dio" 🤣 che poi mi cacate in tre ma questo non è importante di solito scrivo per me stesso.
Carlos: Tu citami quando la raccont che tra lavoro e altro non sempre capto tutto ultimamente anzi...
iside: @carlos 👍
Falloppio: Iside se sei dio, mi scuso per tutte le volte che ho imprecato.
Se mi perdoni, ci racconti della tua resurrezione? :)
iside: @[Falloppio] non ti ho mai sentito dire puttaniside 🤣🤣🤣
Falloppio: Ahahahah volpone, hai capito bene.

Adesso voglio la resurrezione minuto per minuto.
Stanlio
@[Hank Monk] Coglione ci sarai tu e coglioni tutti quelli a cui hai donato o ricevuto il dna, se non vuoi avere a che fare con me cerca almeno di non nominarmi (come hai fatto nel commento con Carlos), ok?

Hank Monk: Sei un P O V E R E T T O
Stanlio
@[Hank Monk] Mai quanto te, tu mi superi di varie spanne e l'ha ampiamente dimostrato in passato come lo stai ampiamente dimostrando adesso, ti auguro solo di migliorare in futuro, stammi bene bello mio!

Hank Monk: La smetti P O V E R E T T O che è pieno di thread qua sopra tuoi dove non fai altro che insultare la gente, incitare alla repressione verso chi non la pensa come te?
Stanlio
Stai vaneggiando caro @[Hank Monk] come al solito, qui non ho mai insultato nessuno per primo, quanto ad incitare alla repressione chi non la pensa come me devi solo dirmi dove, come e quando please!

Hank Monk: Yawn.
Stanlio: Appunto ecco, quello sai fare!
Hank Monk: Bravo. Ora sparisci grazie
Stanlio: Ti piacerebbe eh?

Ed invece me ne sto qua bello bello quanto mi aggrada...

Tiè!
Falloppio
Io mi sono perso in Corso Regina a Torino, ho fatto che rimanere in birreria fino tardi. E nessuno, dico nessuno, è venuto a cercarmi. Che gente....

De...Marga...: Ahahahahahahahahahha....

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi: