La lista d'ascolto


Pinhead

Pinhead :

| DeRango™: 34.02 Scelta degli editor   Immaginifica   Artista del Popolo   Approvata dal Comindeb   PsychoKill   Komatsu   Colonna sonora   Santo Natal   JukeBox   Isolabile   In Siberia!


BËL (18)
BRÜ (00)

mrbluesky: pronto 118?
Pinhead: ahahahahahah metti bello piuttosto che questo deve diventare ascolto del momento!!!!!
mrbluesky: e ti menziono pure
Pinhead: La prossima volta suono tutto colla chitarra, diventerò una rockstar!!!
mrbluesky: okay e io faccio abbaiare il cane
Pinhead: Basta che va a tempo.
Dislocation: Avvertimi prima, per chi ha visto DUE volte live i fratellini occorre tanta, tanta preparazione, prima!
Dislocation: L'ho menzionata come Komatsu, mi sono accorto che mi scava dentro.... poi vi spiego come e dove....
Pinhead: Joey sarebbe stato fiero di me.
Dislocation: Forse sì, prima di estrarsi la spada dalla vena..... Dopo, invece, sarebbe passato alle mani, credo.
Pinhead: Nel senso che mi avrebbe stretto le mani commosso e mi avrebbe invitato a cantare insieme a lui, giusto.
Dislocation: Beh, sì, certo... oppure ti avrebbe stretto le manine mentre da dietro Johnny, con una bottiglia di gin ancora intonsa, ti colpiva con inaudita, ma efficace, violenza tra la 3^ e la 4^ vertebra cervicale. O forse no, magari andava come dici tu... ma forse....
Pinhead: Tipo Dee Dee Ramone questa canzone la odiava più di qualsiasi altra cosa, fosse per lui sarei finito malissimo :-)
Dislocation: Ho letto qualcosa anch'io, allora era vero?
Pinhead: Sì, pare che fosse perché, durante «Pinhead», saliva sul palco un ciccione travestito da Pinhead, saltando per tutta la durata del pezzo, e a Dee Dee sbatteva sempre il microfono in faccia, ferendolo. Come si fa a non volergli bene ai Ramones :-)))
Dislocation: Se la metti così sembra che vogliamo loro bene solo perché sono i fratelli un pò rinco....
Pinhead: Rinco... no, ma fuori di testa assolutamente sì, Dee Dee più di tutti gli altri.
Dislocation: Recentemente ho visto a Genova Marky, che tristezza....
Pinhead: Marky ha davvero poco senso, diecimila volte meglio CJ Ramone, è venuto pure lui in Italia e mi sarebbe piaciuto vederlo.
lector: Adesso si che DeBaser è morto....
lector: Non andava qui (eccheccazzo!).
dipsomane: ;-)))))
Pinhead: Ahahahahahahah sentito che roba?????
dipsomane: poi, oh, a cappella... solo i grandi! ;-)
Pinhead: Vero, tipo icsfactor, facci sentire qualcosa a cappella.
heartshapedbox: Mito.
Pinhead: Che delusione, ero sicuro che avresti detto un'altra cosa ahahahahahahahah
Carlos: Sto male :DDDDDDDDD
Pinhead: Pure io, si sente???
Carlos: Se non diventa ascolto del momento è un crimine contro l'umanità e istituisco un tribunale speciale all'Aja contro i debaseriani.
Kotatsu: Ma il Punk proprio quello cattivo.
Pinhead: L'apoteosi del diy proprio :-)
Kotatsu: Minchia ti manca solo la chitarra grattugiata e la batteria fracassona :D
Pinhead: Infatti il prossimo è colla chitarra, stay tuned!!!!!
Kotatsu: Ne ordino tre copie in vinile. Almeno queste feste farò dei regali alternativi alla solita cravatta.
Pinhead: Lo metto su Bandcamp, lo puoi scaricare da lì a gratis.
heartshapedbox: dimenticavo, #bastaranones
Pinhead: Non vale, lo devi dire a voce, dai heart ahahahahahahah
heartshapedbox: e da oggi anche #lindamortaccitua
heartshapedbox: non posso, sono in biblioteca ahahahhahaha
Galensorg: Sei il mio idolo! Ahahahahahah
Pinhead: Ahahahahahah se ci riesco mando il video come facevi tu.
G: @[turkish] @[tam] la prossima puntata solo di vocalizzi tipo questa meraviglia!
Pinhead: Se vuoi ne mando 177, uno per ogni canzone dei Ramones, e fai una puntata monotematica «Sing Along With Pinhead».
hjhhjij: 'sta cosa dei messaggi vocali ha già cominciato a far danni...
Pinhead: Sei invidioso perché non sai cantare gnégnégné
hjhhjij: Lo ammetto, non possiedo questa classe cristallina.
Pinhead: Proprio sotto «Leave Home», è il momento più bello della mia vita!!!!!
Pinhead: …
tam: in puro stile sleaford mods. fico :-)
Pinhead: Mi hai tolto le parole di bocca.
Almotasim : Smuove. Sgretola. Dilaga.
Pinhead: Spakka.
Almotasim : Preme. Compatta. Schiaccia.
De...Marga...: Ammmmore mio!!!! Sto preparando una recensione sul DVD "Raw" dei fratelloni..........Vedrai che botta!!!!! Perchè i RAMONES non si discutono, MAI!!
Pinhead: Sìììììììììììììììììììììììììììììì sentirai che commento!!!!!!!
De...Marga...: Te la butto li: e se la affidiamo a Margahead?
Pinhead: Meglio di no DeMa, andrebbe troppo alle lunghe, io ne ho una quasi pronta che appena ci riesco la finisco, e poi mi fermo per qualche tempo colle recensioni.
De...Marga...: Ok allora ci penso io soltanto.
Pinhead: E io sarò il primo a cinquettarti!
GenitalGrinder: Perchè il Punk senza i Ramones sarebbe monco...........
Pinhead: Ma nemmeno sarebbe esistito, caro il mio GG, e io che avrei fatto???
Almotasim : "Di cosa è fatta questa voce? Di aria, di polvere degli angeli e di gas del paradiso. Ma è anche voce di carne viva. Gli esce in questo tono soprannaturale, più che altro si “libra” a mezz'aria e poi cala fino a svanire, un incanto sospeso." E' la descrizione del canto di Tim Buckley, quello di Pinhead e' fatta di aria viziata, sputi e nere macchie di olio nel garage seminterrato. E' decisamente piu' punk…
Almotasim : *fatto
Pinhead: Semmai incidessi un disco, vorrei che lo recensissi tu.
Almotasim : Ti posso solo dire... Joey To The World.
Pinhead: DeeDeemmi quello che vuoi.
HOPELESS: Porca Troia Pin!
Pinhead: :-)
dsalva: bella Pin, ma adesso che ho sentito la tua voce, sai .....che ti facevo più alto?
Pinhead: Nella botte piccola etc. etc.
lector: Adesso si che DeBaser è morto....
Pinhead: Sono orgoglioso di avergli dato il colpo di grazia!
Almotasim : Morto che cammina.
Johnny b.: Ascolto del momento da inviare ai Dead Kennedys. Altro che Ron Skip Greer.
Pinhead: Ma infatti mollo tutto e mi do alla carriera della rockstar.
heartshapedbox

heartshapedbox : Sono tornati gli editoriali!!!!!!!! &##127881;&##127881;&##127881;

| DeRango™: 22.23 Scelta degli editor   Komatsu   Novità   JukeBox   Isolabile

Sono tornati gli editoriali!!!!!!!! 🎉🎉🎉
BËL (10)
BRÜ (00)

heartshapedbox: P.S. : chi ne abusa sarà bannato prima di subito!
rossana roma: Ciao, non so di cosa si tratta.
algol: perchè sei una giovine utente. Capirai :-) ... ad ogni modo era uno spazio dedicato a scritti di carattere non musicale, scelti dagli editor, che potevano poi esser commentati come avviene per le recensioni. Era (e sarà nuovamente) un luogo ove discettare di costume, politica e qualsiasi altra cosa non "recensibile". Ci sono stati parecchi momenti interessanti, seri e meno seri. Era un piccolo valore aggiunto ... poi dipende dalla qualità degli scritti.
rossana roma: Ora credo di ricordarli.. avevo capito tuttaltro.
algol: ah ecco ... allora non sei così fresca. Dal punto di vista della tua de-età, non oserei mai offendere una pulzella.
rossana roma: nessun problema..
rossana roma: ne ho gia' in mente uno, bisogna vede' se poi me lo ricordo..
sergio60: ?????
luludia: non si capisce come pubblicarli...
G: ma come? menu-miodeb, i miei editoriali...
luludia: ah, ok...
algol: e questa mi pare una ficherrima notizia. Grazie @[G] e grazie editorz ... con oculata scelta su cosa pubblicare il sito riguadagna qualcosa. Tra le cose migliori ricordo ben parecchie cose in questa sezione. Bel recupero ... Yuhu !
Kotatsu: Vere e proprie perle
Kotatsu: Poi le discussioni, come quella creatasi sotto l'editoriale di Geenoo sull'immigrazione
algol: pagine memorabili. E non voglio ricordare la mia sui tatuaggi (detesto autoelogiarmi ... ahahahah). Penso anche a quella di Flo sulla fiera del prosecco, ci penso e rido ancora per dire
Kotatsu: F I N A L M E N T E E E E E <3
rossana roma: Noo pure qui no! Vi prego! Va bene saro' cieca muta meno che sorda... una mezza deficiente insomma. La cosa piu importante è che non vi legga! Mi impegnero' altrimenti questa non sara' piu la mia isola felice.
algol: ???
sfascia carrozze: Ah Rossà, ma ché stai addì? (perdoni il mio pessimo romanesco, ma spero apprezzerà quantunque lo sforzo)
sergio60: ah ah ah ah ah ah ...hai messo una D di troppo e il verbo stare ..in questo caso si abbrevia in stà...però sei volenteroso..ne terrò conto alla sessione d'esame...
sergio60: si ma fatece vede quarcosa....
rossana roma: hahahahaha! mica stai all'ambra jovinelli! " fatece vede' qualcosa"
sergio60: Eh no..li il grido di Battaglia era....faccela vede..
rossana roma: ciao Sfascia, ma de che? ma chi se ricorda? :-) è chiaro che non potrei mai essere una scrittrice mi incarto parecchio, mi sciolgo un po piu chiaro solo quando mi incavolo parecchio (era incazzo applico censura a rovescio ) . meglio che sto bona e che zagajo.. tanto lo so non mi sono spiegata e non capirai. Un bacione lo capisci? a posto
rossana roma: correzioni peggiorative e vabe'..
mrbluesky: Ma che bellissimo W la libertè
heartshapedbox: libertà con moderazione eh.... ;)
sergio60: W LA fica.....
sergio60: espressione un pò volgare ma nasconde una verità ..per chi come me che ha vissuto la fine dei 60 e tutti i 70 è un grido liberatorio in quanto la censura ormai sempre più blanda permetteva di scrivere frasi così sui muri delle città, cosa impensabile solo un decennio prima...c'era un anelito di libertà che era trasversale al contenuto della stessa,si poteva dare sfogo a forme di pensiero fino a poco prima represse per convenienza…
rossana roma: Avevo notato che quando c'era una definizione andavo a vedere e la pagina era bianca, forse era per questo? Io ho pensato avranno cambiato qualcosa o ci sono troppe parolacce .. :-) e che non ero capace io.
The Decline: Sarebbe fikissimo pure riavere le mefistofeliche DeNotizie che mi donavano così tanta sicumera di prima mattina certificando (al contempo) che il Debasio stava, immantinente, soccombendo.
sotomayor: Bisogna sempre scrivere a Claudio per inviarli?
iside: attendo le due colonne.
madcat: Bella cosa, mi erano mancati parecchio
sergio60: Mo m' avete incuriosito ...fateme sape' come s'entra...
ColCorpoCapisco: Sergio, per vedere gli editoriali pubblicati dal menù orizzontale in alto selezioni Altro > Editoriali. Se invece ne vuoi scrivere uno, vai nel tuo menù (quello per intenderci dove vai per vedere le notifiche). Dall'altro è la quinta opzione :)
ColCorpoCapisco: *dall'alto
ColCorpoCapisco: In realtà c'è il pulsantone per crearne uno nuovo anche nella pagina dove ci sono quelli pubblicati. Meglio de così!
sergio60: Ah .grazie. ..non credo di aver capito. ..ma è dovuto alla stanchezza ...oggi giornata infame...ma appena posso rileggo e provo...
sergio60: Tutto ok...tra uno sbadiglio e una pennica ho provato e trovato ...grazie. ..caffe pagato . sempre se ti fa piacere
ColCorpoCapisco: si si, il caffé ci sta tutto. shakerato però o forse ancora meglio un affogato al caffé :) me sto a allarga' troppo? il fatto è che qua tutte ste cosette buone è estremamente difficile trovarle!
sergio60: Non c'è problema. ..caffe...cappuccino affogato ...fai tu..certo che in albione non sanno cosa si perdono ....loro ancora vanno a the...
ColCorpoCapisco: ah mi sono anche accorta che la lista degli ultimi editoriali postati sta in homepage, in basso subito dopo gli ultimi ascolti
sergio60: un pozzo di risorse...grazie di nuovo
G: A me questo scambio di aiuto è proprio piaciuto! (uto uto uto)
ColCorpoCapisco: @[G] di molto onorata. si capisce che lo faccio abitualmente per lavoro? xD
sergio60: Del resto se non ci fossero queste persone per chi come me è abbastanza ignorante in tema di tecnologia essere presenti in blig simili sarebbe una pena....
heartshapedbox: Cercherò di rispondere qui a tutti i vostri dubbi. La pubblicazione degli editoriali adesso è automatica come quella delle recensioni, non c'è più la cernita ed il controllo preliminari di cui si occupava prima Bartleboom. Gli editoriali dovrebbero essere “gli scritti in libertà” ma comunque di un certo livello qualitativo, quelli ritenuti non idonei saranno cancellati e come ho già detto chi ne abusa verrà bannato subito. La sezione editoriali NON è la spazzatura di…
ColCorpoCapisco: @[heartshapedbox] non c'è (o non sono stata in grado di trovare) l'opzione per spubblicare/eliminare l'editoriale della discordia. sentiti libera di cancellarlo - era palesemente una prova. per quel che è la mia comprensione, gli editoriali servono per dare uno spazio a quei contenuti che non sono né recensioni né ascolti e che - finora - trovavano sfogo sforzato negli ascolti appunto. l'idea è quella di posto dove scrivere post come si potrebbe fare sul proprio…
iside: Quindi l'isidese è vietato?
algol: veramente @[ColCorpoCapisco] un tempo la pagina degli editoriali era connotata da un minimo qualitativo. Il che si evince da bontà dei contenuti e capacità espressiva, e perchè no dal potenziale di elementi di confronto dell'argomento trattato. Tutte cose abbastanza riconoscibili aldilà di logiche di "amicizia". In passato ha offerto spunti interessanti e anche pagine memorabili, di svariata natura. Ora spero che non diventi un ricettacolo di tutto quanto passi per la mente che non sia…
ColCorpoCapisco: @[algol] insomma le trascrizioni di superquark, capito. @[G] I can feel your pain. Oh yes I do xD
algol: Non esattamente ma chissene
sfascia carrozze

sfascia carrozze : Chris Cornell - "Seasons" Ecco,

| DeRango™: 15.32 Scelta degli editor

Chris Cornell - "Seasons"
Ecco, se i suoi dischi da solista fossero stati di questo ténore..

BËL (07)
BRÜ (00)

De...Marga...: Nella colonna sonora del film Singles; con alcuni inediti della Seattle di quegli anni davvero notevoli (vedasi "State of love and trust" dei Pearl Jam)...BIRTH RITUAL...
sfascia carrozze: Addirittura DeSc(i)elta! Apperò! DeTenchiu Allot mia cara DeMadamigella proto-Nirvaniana.
heartshapedbox: sono un po' di parte forse :)
hellraiser

hellraiser : Neil Young & Crazy Horse

| DeRango™: 8.94 Scelta degli editor


BËL (05)
BRÜ (00)

dsalva: Ah beh....che vogliamo dire?....con After the gold rush il top di Neil?.....discone!
Johnny b.: Scegliere l'opera migliore di Neil Young è quasi impossibile. Però quando suonava con i Crazy Horse aveva una marcia in più. Album tra i miei preferiti.
zappp: bellissima la scarna essenzialità di quel Neil lì...
tia

tia : bees and butterflies

| DeRango™: 3.69 Scelta degli editor


BËL (02)
BRÜ (00)

heartshapedbox: stupenda
tia: Si questa è tra le mie preferite! Io voglio bene a questo gruppo
Dislocation

Dislocation : Alvin Lucier - I Am

| DeRango™: 4.77 Scelta degli editor   Electrofona


BËL (02)
BRÜ (00)

Dislocation: Per chi lo conosce sa di quale estensore d'infinito stiamo parlando. Chi non ne sa nulla si prenda tre quarti d'ora di calma e ascolti la stessa frase ripetuta all'infinito finché non diventa musica.... Provare per credere.
G: #notevole
Dislocation: Che dire, confuso accetto il Suo #.
sfascia carrozze

sfascia carrozze : Alice Donut - Where Is

| DeRango™: 6.47 Scelta degli editor   Coperta

Alice Donut - Where Is My Mind
Le DeCoverz-verzionz che m'intrigano: Pt. IIIIIIIIIIIIIIIIIIII

BËL (03)
BRÜ (00)

tia: Ma la de-menzione coperta- da me appena S_coperta in che consiste? Zolo coversss? ..
sfascia carrozze: Esattamente, caro. Sè dovesse avere delle interessanti DeCoperte da imprestare e/o regalare agli infreddoliti DeBaserians le promulghi in codesto loco con giuoia e assoluta mancanza di parsimonia.
tia: Ora sono in una località marinara per un periodo di feria e di coperte non voglio sentir parlare. Ma al mio rientro in terra lombarde sarò prodigo di coperte d'ogni tipo e materiale.tutte di pregevole fattura!
heartshapedbox: Stavo per dirti basta Alice ciambella! poi ho dato un orecchio alla canzone ed è ufficialmente la miglior cover di questa canzone che abbia mai sentito! E bravo il nuragico!
sfascia carrozze: Senza dimenticare che il soggetto rupestre ritratto nella cover del disco della cover è una dei più fantasticherrimi degli'ultimi settemilacinquecentosettantatreanni. Mese più mese méno.
heartshapedbox: un mostriciattolo tra Picasso e Basquiat proprio..
sfascia carrozze: In pratica è il mio sosya: ma, mi raccomando, non lo dica in giro. Ho una certa DeReputazione da difendere. Confido nella sua (certa) DeOmertà.
lector

lector : 10 Storie di musica. 4)

| DeRango™: 25.50 Scelta degli editor   Isolabile

10 Storie di musica. 4) Chet Baker. These Foolish Things - Chet Baker Sextet
Ci sono cose che tutti sogniamo. Ad esempio: uno va a fare benzina e scopre che il tizio che ti sta pulendo il vetro è il più grande trombettista bianco della storia del jazz, sparito – misteriosamente – da un bel po’ di tempo.
Certo non è facile riconoscerlo: il “James Dean del Jazz” è precocemente invecchiato, il viso una volta così bello è ora solcato di rughe, di una magrezza malata che mostra sul corpo tutti i segni di una vita vissuta senza regole e, cosa più grave, non ha più i denti anteriori. Poco conta che se li fosse fatti togliere per una malattia, che li avesse persi in una rissa o che glieli avesse fatti strappare uno spacciatore a cui doveva dei soldi (molte cose della sua vita non sono chiare). Fatto sta che non poteva più suonare.
Il tizio che lo riconosce alla pompa di benzina (chi era questo tizio? Anche qui le versioni sono diverse) non lo lascia lì, lo va a trovare ancora, lo aiuta a riprendersi.
Come? Cosa fa esattamente? Io so solo che, qualche tempo dopo Chet va da Dizzy Gillespie e gli chiede i soldi per una dentiera. Con una dentiera forse posso ricominciare – gli dice.
Ora, non è che Dizzy mollasse i soldi con facilità, né che ne avesse poi così tanti, inoltre – diciamocelo – dare soldi a Chet era come buttarli nel cesso. E poi quel Chet lì, lo aveva surclassato (più di duecento voti di differenza) nel sondaggio tra i migliori trombettisti della rivista “Down Beat” nel ’54. Però, stavolta, Dizzy quei soldi glieli dà.
E Chet rinasce, non sarà facile: non si suona la tromba con una bocca di ceramica. Ma Chet torna a suonare.
Quanto mi piacciono le seconde occasioni! Cadere e ricominciare: è il destino degli eroi….
Vabbè Chet ci mette poco a riprendere la vita di prima. Entra ed esce di Galera (anche in Italia, Chet amava l’Italia), continua ad avere bisogno di denaro ed a scappare dai debitori, riprende a farsi come un dannato.
Poi, a neanche 59 anni, vola giù da una finestra d’albergo ad Amsterdam.
Incidente, suicidio, qualcuno a cui doveva dei soldi? Chissà! Molte cose della sua vita non sono chiare.
Ma quanto mi sarebbe piaciuto esserci passato io da quella pompa di benzina….

BËL (14)
BRÜ (00)

Battlegods: Feci la tesi su Buddy Bolden, il padre del free jazz. Lui faceva il barbiere e si scolava alcool a fiumi. Michael Ondaatje ha scritto un libro su di lui.
Lauretta: Recensione davvero bella, (recensione non commento, insisto) condivido tutto anche se lo conosco solo per 5 o 6 brani. @[G] visto che non lo fa nessuno, perché non gliela dai tu la menzione? Quantomeno scelta dagli editors, non so, qualcosa qualcosa che salvi gli scritti migliori, una proposta l'avevo anche fatta ma é finita nel nulla.
lector: Grazie, Lauretta, per il tuo apprezzamento. Vedi questi sono raccontini, brani di biografie. Né recensioni. né altro. Sul DeB non c'è uno spazio "biografie" ed allora io penso che stiano bene qui con il sottofondo musicale. Secondo me è anche un modo per rivalutare la sezione "ascolti". Si posta troppo e troppo immotivatamente. Con ottusa frenesia. Se si proponessero pochi ascolti e si motivassero questi ascolti, la cosa avrebbe più senso, secondo me.
Lauretta: Allora mi sembra il momento di metterlo questo spazio biografie, togliendo magari le definizioni che ho letto (qualcuna, poche) e trovo prive d'interesse.
lector: Può essere un'idea.
Lauretta: Idee, (anche buone) ce ne possono essere tante, ma si deve anche metterle in atto. Anche quella dello zibaldone dei commenti migliori non mi sembrava male, oppure dividere le recensioni tra quelle lunghe e quelle sotto un certo numero di caratteri, entrambe con la stessa dignità, sia chiaro. Poi, visto che c'è stata la polemica dei doppioni, fare in modo che se ne cerchi una, il motore ti mostra quelle migliori, un base ai voti…
Lauretta: Ma ste definizioni non sanno proprio di niente, definire un opera o un artista in poche parole, perché la definizione é, deve essere di poche parole, non è per niente facile. Dovrebbero essere divertenti, magari con un filo d'ironia, ma alla prova dei fatti sono pochissime ad avere questi requisiti. Infatti sono la parte più debole del sito, secondo me.
Lauretta: Dare ad es a Pin, Conte, MrBluesky, Altmodesin, e un paio d'altri la facoltà di segnalare con un click le cose migliori che leggono, qualcosa che è più di un bel, ma senza essere editors. Basta per oggi la chiudo, notte
Lauretta: Non ho un motivo speciale, per scrivere queste cose, semplicemente cerco di contribuire a migliorare debaser. Tutto lì.
RinaldiACHTUNG: È il mio jazzista preferito (anche perché subito dopo kind of blue di Davis comprai chet live in Milan). La sua storia mi ha sempre affascinato, una vecchia foto con lui ridotto malissimo e la moglie vicina a sostenerlo è da anni la mia foto preferita/sfondo. Il live ad Hannover il miglior disco che possa consigliare a chi non lo conosce.
lector: Si, ricordo una tua bella recensione su Chet.
tia: Tutto bellissimo però - e proprio perché stride maledettamente - sogniamo non vuole la i. È una svista lo so e lungi da me fare il professor però mi è balzata subito all'occhio così come una pennellata errata su di un dipinto magnifiquo.
IlConte: Come senza la i?!? Davvero?!
tia: porca miseria mi hai ingenerato un dubbio...
IlConte: E infatti pure tu, ma io sono ignorantu non facciu testu!
tia: Controllo e verifico . Nel caso riempitemi di I come se non ci fosse domani..
IlConte: Ahahahah! Meglio i che stangate!
lector: Caro Tia, anche io sono pignolo su certe cose ed ho ricontrollato: sogniamo vuole la "i" come bagniamo e guadagniamo e come tutti i casi di prima persona plurale del presente indicativo (fonte Accademia della Crusca). Ma chi se ne frega di questo! Tia non eri ancora passato a commentare questi miei raccontini, ci stavo restando male. Guarda che questa serie è dedicata soprattutto a te. Temevo che questa volta non ti piacesse.
tia: Ma come dedicata a me? No dai che poi mi monto la testa. Comunque apprezzo eccome. E' che sono un po' preso ed i tuoi scritti meritano una lettura con la testa sulle spalle, no alla cazzum. Quindi piuttosto che mettere bel e non aver letto, aspetto e nel caso ripasso..
tia: In quanto alla I, che sc(i)emo che sono...ma mi suonava davvero male.. Mi consola il fatto, che sembra, pare, mi risulta si possa mettere od o-mettere. Beata ignoranzia!
IlConte: Già tanto ci sia arrivato a quell'eta' questo immenso, splendido, stramaledetto artista!
lector: Vero: che magnifica testa di cazzo!
imasoulman: e tu pensa al culo che ebbe il signor Declan McManus quando nello studio vicino al suo, mentre stava registrando una di quelle dieci canzoni che secondo me potremmo spedire su un'astronave per spiegare cosa sanno o hanno saputo fare i terrestri, scoprì che casualmente ci era entrato Chet. Lui al solito ascoltò il pezzo e disse: "ok,va bene, attaccate pure le basi, al resto penso io...". E in venti minuti tutto era posto, quella…
lector: Proprio così: che culo!
andisceppard

andisceppard : Ci arrivo per analogia. Che

| DeRango™: 10.96 Scelta degli editor

Ci arrivo per analogia. Che leggo di uno. Bambino precoce (io no). Quoziente intellettivo a 9 anni 170 (see, io al massimo 70). E dopo altre cose, come l'elettroschock. Oppure di suo figlio, che muore a 23 (23?) anni. Inutilmente. Uno che ha scritto delle cose che mi hanno toccato il cuore. Mica perché vado in moto. Ma perché ha scritto: quante ipotesi puoi fare su un corpo che cade? Infinite! Uno così. E nelle due righe di uichipedia vedo anche una foto. E quella foto mi ricorda di un vecchio amico. Bellissimo. Addio, Robert, Pirsig, grazie. E grazie mille volte, Robert. Wyatt (ma quanto è bello?)
David Gilmour - Robert Wyatt comfortably numb

BËL (05)
BRÜ (00)

serenella: Ciao, @[andisceppard], certamente hai letto anche tu 'Lo zen e l'arte della manutenzione della motocicletta' di Pirsig. Pensa che cogliona mi era piaciuto tanto quel libro che l'ho prestato pensando di condividere così una cosa bella con qualcun altro: mai più visto il libro!
luludia: Ho molto amato sia lila, sia lo zen...una persona fantastica, una di quelle che davvero mi ha insegnato qualcosa...
luludia: Hanno insegnato....
luludia: Davvero sta cosa mi ha un po rimescolato...se penso a quanti giorni ho passato sui suoi libri...
imasoulman: oh cazzo, anche lui...RIP, sempregiovane Maestro
imasoulman: inutile dire quanto gli si debba, se sono quel fesso che sono, quest'uomo un po' di merito/colpa ce l'ha. Un po' tanta (ebbene sì, più di Kerouac, più di Salinger)
lector: Il suo "Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta" è uno dei libri che più ho regalato, soprattutto ai miei allievi. Mi hanno sempre ringraziato.
G

G : Noi qui nel DeBasio siamo

| DeRango™: 25.12 Scelta degli editor   Approvata dal Comindeb   Colonna sonora

Noi qui nel DeBasio siamo da sempre i più innovativi in tutto e ne pensiamo una più del diavolo (che essendo pigro probabilmente non è che pensi molto, ma vabbè).
Quella che abbiamo pensato adesso, poi, l'abbiamo anche fatta!
Si chiama DeRadio e in pratica consiste in questo:
Tu sei su un ascolto che ha anche un video.
Quando quel video ha finito di suonare (essere riprodotto è l'espressione più corretta), ecco, insomma, quando è finito, appare una finestra velocissima che ti dice:
Stai per andare al prossimo ascolto. Hai cinque secondi per fermarti dove sei, se non ti fermi vai!
Ed ecco che come per miracolo vieni traslato al prossimo ascolto che parte in automatico.
Bello! Si, però come il prossimo ascolto? E se sono all'ultimo? Se sei all'ultimo riparti dal primo, ma non dal primissimo, per ora si tiene conto solo degli ascolti dell'ultimo mese.
Da questa festa sono esclusi gli ascolti senza video di Youtube.
Ecco fatta la DeRadio.
In futuro quando s'avrà tempo si vorrebbe permetterti di selezionare -in questo andare avanti- ad solo alcuni ascolti (ad esempio, quelli di un gruppo, quelli di un utente, quelli che solo l'immaginazione saprà limitare).
Figaro - Largo al factotum - Il barbiere di Siviglia - Rossini - Parodia

BËL (13)
BRÜ (00)

luludia: Oddio, non ho capito niente!!!
luludia: Mo me la rileggo quelle venti volte...
IlConte: Basta che schiacci un ascolto e vedi
luludia: Ah, ok
IlConte: Visto, bella storia. Siete bravini dai ahahah!
luludia: In ogni caso sembra bel e quindi metto bel
musicanidi: Oddio, ho capito tutto ed è bellissimo....quante volte ho sognato una cosa del genere.
MikiNigagi: Debaser è il sito che amo. Qui ho le mie radici, le mie speranze e i miei orizzonti.
MikiNigagi: Se poi si desse eventualmente possibilità di disattivare le notifiche nello specifico di un commento, un ascolto o quello che è, tipo il facebook, sarebbe ancora più un sogno.
IlConte: Io ti ammonirei solo per aver "paragonato" DeBaser a quella merda! Ahahah!
G: #debaserstamorendo
Miss Kinotto: .... eeeeeeh?
Harlan: Sembra bello, mi piace!
imasoulman: pfui...una vera innovazione sarebbe che alla fine di quest'ascolto ad esempio, ti trovassi immediatamente da Jean Louis David. O se volessimo collegarci a Figa(ro)...
nes: fiko. io comunque continuo a postare dischi interi presi da bandcamp. Per la gioia mia e, soprattutto, degli ascoltatori della deradio. Però adesso vi beccate tutti holy mountain, non scherziamo...
nes: dai, ho messo Dragonaut... beh dai, Dragonaut piace a tutti. E se non vi piace spegnete la radio e accendete rete quattro. Magari su "C'eravamo tanto amati". O magari morite.
Kotatsu: Mmmmh... Meno male allora che mi sono astenuto dal postare la compilation di musique concrète da tre ore un mese fa.
CosmicJocker: Non ho capito..ma per osmosi capirò..
Almotasim : Bravo/
Almotasim : /bravissimo
tia: w la deradio a transistor!
tia: DeRadio .. con le maiuscole che poi magari v'offendete!
tia: Mi chiedevo, totalmente ignaro delle eventuali difficoltà tecniche. Non sarebbe più divertente una riproduzione shuffle, casuale, alla cazzum, ad minchiam, alla vadaviailcù dei brani? Potrebbero nascere casualmente interessanti ed imprevedibili accostamenti...
algol: Quindi quando sarò ammollo in vasca da bagno non dovrò prendere il tablet tutte le volte per ascoltare un altro pezzo. Questa cosa migliora la qualità della vita.
lector: Che lusso, che sciccheria! Ed è tutto aggratissss!! Io ci farei pagare il biglietto, ci farei....
Geo@Geo: In sintesi una compilation perenne: epperò per leggere ho perso tempo e mi ha scaraventato al prossimo, però poi ho ritrovato la strada e sono tornata qui, evvai non mi sono persa ;)))))
imasoulman

imasoulman : "Voglio vivere così, col sole

| DeRango™: 6.64 Scelta degli editor

"Voglio vivere così, col sole in fronte e felice ascolto...ascolto per me!" ovvero, metto un po' il cazzo che mi pare (e, soprattutto, piace) (17)
ETTORE BASTIANINI "O Monumento" La Gioconda 1956

BËL (03)
BRÜ (00)

imasoulman: il più grande Barnaba, che poi è il più grande malvagio VERO della storia del melodramma. E se il mondo è un'eterna lotta di opposti, Dio solo sa sa quanto siano indispensabili i malvagi. Fine del Belcanto, qui si recita, si declama, si sussurra, si trama, altro che i baritoni cattivi ma fessi e neanche buoni a spaventare i bambini prima di andare a nanna, qui il papà degenere di Iago e Scarpia
imasoulman: onorato per i bellissimi nomi venuti a condividere, onorato per la menzione di Herr Professor...insomma, grazie
CLOUDS

CLOUDS : Swervedriver - Mezcal Head (Full

| DeRango™: 9.00 Scelta degli editor

Swervedriver - Mezcal Head (Full Album) 1993 HQ Disco epocale ingiustamente chiuso nella scena Shoegaze. Chitarre schiumanti americane e melodie inglesi. Sono stati una bellissima cosa, visti come spalla dei Dinosaur Jr.

BËL (03)
BRÜ (00)

IlConte

IlConte : The Doors - Alabama Song

| DeRango™: 14.95 Scelta degli editor

The Doors - Alabama Song (Whiskey Bar)
"Jim Morrison & i Doors on the road" (66)
Tra inediti, inediti/live, cover ufficiali, cover/live.
Pochissime le cover ufficiali. L'unicità di questi ragazzi si capisce da subito. Nel primo album questa cover addirittura di Bertolt Brecht. L'hanno rifatta poi altri ma il risultato eccelso e' questo.

BËL (11)
BRÜ (00)

hjhhjij: Be, uno dei risultati migliori nel coverizzare Brecht e Weill si. Grande interpretazione.
Bubi: Del brano musicato da Kurt Weill, preferisco la versione di Ute Lemper o anche di Lotte Lenya. Sono gusti.
IlConte: Io manco so chi sono ahahah! Siete trooooooooopppo !!!!
claudio carpentieri: Nella settimana di Psqua questa ci ta proprio bene...ben ritrovato
IlConte: Mitico!!! Ben ritrovato a te?! O c'eri e non ci siamo incrociati?! Ahahah!
imasoulman

imasoulman : noterelle a piè di lista:

| DeRango™: 16.49 Scelta degli editor

noterelle a piè di lista: "beautiful losers" (1) ovvero, quelli che avrei voluto trovare nella Lista di @lector e che sicuramente avrebbe messo se solo non fosse stata così ridotta all'osso
Emitt Rhodes - Fresh As A Daisy

BËL (07)
BRÜ (00)

imasoulman: Una bella storia da raccontare. Che poi, in questo caso è - savasandir - una brutta storia. Ma bella. Ma brutta. Perchè chi ben comincia, non sempre è a metà dell'opera (era l'epoca delle boy-band di fine sessanta, chè mica pensavate che i primi fossero i Take That? I Merry-Go-Round erano una di quelle - come dite? Box Tops? ecco, sì, anche loro, quelli di quell'altro perdente di ALCUN successo, tranne proprio i Box Tops.…
luludia: son d'età...e, per dire, tutti i lector losers li conoscevo...ma questo mai sentito nemmeno nominare...
llawyer: Eppure qui qualche ascolto è pur passato!
luludia: oh. mi è sfuggito...
imasoulman: chissà chi l'avrà messo...;))
llawyer: Quando l'ho sentito per la prima volta qui (e giusto per rispondere alla domanda di imasoulman dico: "Una canzone al giorno toglie il Prozac di torno..."!) ho davvero sperato di scoprire che era lo zio Paul che aveva fatto questa cosa di nascosto!
imasoulman: beh, ecco...sì, la voce, la capacità melodica, l'uso "effettato" degli arrangiamenti in simil-delay, tutto insomma rimanda allo zio Paul. Una volta feci un back-test con una giovine cuginetta tutto-beatle. In auto misi il cd del primo di Emitt, così, senza colpo ferire. La vidi sbiancare, "Ma chi sono???? i Beatles???" - "No - le risposi io - è Paul McCartney...non riconosci la voce?" E lei, sempre più cerea: "ma come?? ma che disco è??". Le…
IlConte: Avevo letto solo del film/documentario ricordo qualche anno fa, senza sapere nulla, ovvio!
imasoulman: Lei, Nobilsignore, finge ignoranza. In realtà, come un buon Principe di machiavelliana memoria, dissimula. Ne sa a pacchi...
IlConte: No no Egregio ho poche qualità ma la sincerità e' fra quelle davvero! Però ho "conosciuto" più qui in meno di un anno che nei venti precedenti (vero anche che mi dedicavo ad altro ahah)... però ho passione questo si, ma non pazienza... ma ad una certa età un pochino arriva anche quella. Tu non ti ricordi ma appena entrato ti "salutai" dicendoti che ti "seguivo" ahah!
imasoulman: beh, chiunque abbia avuto (ahahah...) contezza di "The One Man Beatles" per me è un adepto degno del massimo...rispepto
lector: Dannate per sempre la A&M e la Dunhill, ma che razza di imbecilli incapaci lavorano nelle case discografiche?
Bubi: Interessante anche questo, Beatle
Bubi: È scappato il commento, intendevo Beatles che però era solo. Perdente si. In quanto alla lista di quelli che hanno avuto successo senza aver talento, il mio nome è Ligabue, ci aggiungo Venditti. Invece uno davvero perdente ( italiano anche lui) di grande talento e Sergio Endrigo, per me.
noveccentrico

noveccentrico : Non sto ascoltando, non ho

| DeRango™: 5.74 Scelta degli editor

Non sto ascoltando, non ho ascoltato, dopo un anno, neanche una nota del disco di Capossela. Non ne avrà a male. Ho anche visto due suoi concerti: quello di Ovunque proteggi, probabilmente il picco della sua carriera, poi quello dei clown, il circo e le pagliacciate. Balene, santi, leviatani e navigatori io a Capossela gli ho detto ciao ciao. Chissà: sarà stato anche un gran bel sentire, il disco di Capossela di cui non so nulla, ma come scriveva (forse) Sicilo (forse) a Euterpe (forse), in una stele "La vita dura poco.
Il tempo esige il suo tributo." E io dovevo recuperare la discografia dei This Heat Musica Antica Grecia - - Stele di Sicilo.

BËL (02)
BRÜ (00)

Pinhead: Io invece l'ho ascoltato e pure visto in concerto. Al concerto mi sono mezzo addormentato, ché stavano tutti seduti ed allora mi sono seduto anch'io e da cosa nasce cosa, ma il disco mi piace molto.
noveccentrico: Mi hai ricordato una lite a teatro durante un suo concerto, tipo che un gruppo di ragazzi si è alzato per ballare e il pubblico si è indignato.
Pinhead: Ho fatto bene a starmene seduto :-)
Kotatsu: Canzoni Della Cupa l'ho regalato a mia nonna per natale, e a lei piace. Io ne ho solo sentiti spezzoni... καλλίων αὕτη απὸ τῆς Ἓλλαδος μουσικὴ...
lector

lector : 10 Magnifici Perdenti. 10 Storie

| DeRango™: 20.40 Scelta degli editor

10 Magnifici Perdenti. 10 Storie che andrebbero raccontate. 9) Peter Ivers Peter Ivers' Band - Dark Illumination
Chi? Peter Ivers chi? Si: è praticamente sconosciuto. Eppure i Beacon Street Union vengono sempre citati tra i gruppi seminali della psychedelia americana degli ultimi sixties. Ok roba di nicchia, ma amata da molti.
Eppure i suoi dischi solisti (4, più 2 raccolte postume) qualcosina hanno venduto, "Terminal Love" riuscì ad arrivare tra i Top 100. Dischi solisti da recuperare, soprattutto il primo, quel "Knight Of The Blue Communion" che mischia India (ci doveva cantare Asha Phutli, poi si rivolsero a Yolande Bavan - jazzista dello Sri Lanka - e fu pure meglio), psychedelia, religiosità e blues ed è uno dei più belli e meglio custoditi segreti del Rock americano. Ma anche "Terminal Love" è bello strano e merita, si merita. Eppure "Jesus, A Passion Play for Americans" (lo spettacolo tratto da "Knights Of The Blue Communion" è considerato il precursore di "Jesus Christ Superstar". Eppure la sua "In Heaven" è stata scelta da Lynch come brano portante della colonna sonora di "Eraserhead" (e qui, almeno un sopracciglio dovreste alzarlo). Eppure fu amico e sodale di John Belushi. Eppure lo spettacolo che gli fecero presentare alla KSCI americana, "New Wave Theatre", fu davvero epocale: per la prima volta poterono apparire in uno show nazionale gruppi come i Dead Kennedys, gli Angry Samoans, i Plugz, grazie ad Ivers.
Per questo, quando lo trovarono, a casa sua, con la testa spaccata da un martello (o qualcosa di simile) subito pensarono a qualche musicista che lui non aveva atto partecipare al suo spettacolo.
La verità è che nessuno riuscì mai a scoprire come fosse andata.
Fu un famoso caso irrisolto.
Ci scrissero pure un libro: "In Heaven Everything Is Fine: The Unsolved Life of Peter Ivers and the Lost History of New Wave Theatre".
Alla fine è diventato più famoso come crimine irrisolto che come musicista.

BËL (11)
BRÜ (00)

hellraiser: Conosco molto bene i Beacon ed ho già sentito qualcosa della sua carriera solista ma non conoscevo la sua storia. Molto interessante e tu molto bravo come al solito. Congratulazioni per la promozione, te la meriti. Spero per te non vada a finire come Joe Pesci in Quei Bravi Ragazzi il giorno dell'investitura ufficiale ah ah!;-)))
lector: Grazie Hell.
hjhhjij: Porca vacca che fine di merda dai. Poveraccio. No, non lo conoscevo e si qui " Eppure la sua "In Heaven" è stata scelta da Lynch come brano portante della colonna sonora di "Eraserhead" ho alzato un sopracciglio, anzi, sono proprio cascato dalla sedia.
imasoulman: ma tempo fa ne avevi solo annunciato un futuro argomento recensorio (le "famose storie da raccontare, prima o poi") con lui al centro o mi sbaglio? i Beacon Street Union se non sono completamente andato qualcuno li ha postati/citati/parlati, perdio...(o tu, o Hell...ditemi di sì, se no vado dal neurologo)
lector: Beato te che hai ancora questa memoria.
imasoulman: il vero miracolo, con musiche strane sul limitare del temibile più che del giocoso, dei suoi "solisti" è che Ivers le abbia pure sfiorate, le charts...
hjhhjij: Adesso con quel film bene stampato in testa, capisco cosa vuol dire ima con "Musiche strane sul limitare del temibile più che del giocoso" Eh be. "In heaven, everything is fine, in heaven..." Donne che vivono nei termosifoni e poveri musicisti di talento scambiati per un chiodo. Che fine di merda (2).
lector: Pezzo bellissimo, vero? Infatti avrei dovuto postare quello.
hjhhjij: Bello si, che cavolo. Non mi è più uscito dalla testa.
hjhhjij: Oh, però non ho afferrato il collegamento con i Beacon. Mi sono perso qualcosa.
lector: Ivers suonava l'amonica nei Beaco. Non tutte le biografie lo accreditano ma è così.
lector: *Beacon
hjhhjij: Ah ecco, infatti mi sa che non l'ho visto nei crediti degli album su discogs. E dire che discogs è precisa di solito.
Pinhead: Vabbè, comincio il digiuno prima dell'abbuffata di crauti.
lector: Chissà, magari hai indovinato, invece.
Pinhead: Come no, me lo vedo proprio Johnny Thunders nell'ascolto che chiude la serie :-(
lector: Thunders avrebbe, sicuramente, meritato un posto in lista. Ma perché Tommy Ramone no? Ma 10 erano troppo pochi.
Pinhead: Per me, dopo Thunders ci sta Alex Chilton. Mi ha salvato Darby Crash, altrimenti non ne avrei conosciuto neppure uno di tutta la serie.
lector: E non ci ho messo neppure un solo tedesco.
Lao Tze: questo è il re dei "morti in circostanze mai chiarite" - e che mai si chiariranno. Con un Brian Jones è stato facile immaginare complotti, dietrologie, trame segrete, fino alla nausea. La verità è che con lui non hanno nemmeno complotti immaginari da cui partire.
lector: Proprio così: un vero mistero, caro Lao.
tia: Bella. Eppure questa!
Bubi: Credevo di conoscerli tutti, invece no, li vado ad ascoltare.
Almotasim : Scelta ancora di gran classe. Questa lista e' eccezionale. Aspetto il finale con botto. Poi su cosa ti cimenterai?
lector: Chissà.
Bubi: Lui da solo mi ricorda un po' Jonathan Richman un po' Van Dike Parks (spero d'aver scritto giusto) la segnalazione è davvero interessante, anche per il fatto di sangue che conclude la sua storia. Visto che i gialli sono la mia passione, mi metto a pensare come potrebbe essere andata. Visto anche che puoi menzionare, inizierei con questo scritto, non ci vedo niente di male.
lector: Si, è un autore davvero indefinibile. Grazie per l'apprezzamento, ma non mi sembra proprio il caso di automenzionarmi. Se ti piacciono le crime story e non hai difficoltà con l'inglese ti suggerisco vivamente il libro che cito nel commento.
Bubi: Lo parlicchio, ma un libro è troppo. :-)
IlConte: Che storia Lec!!!
lector: Vero?
IlConte: Pazzesco...
lector

lector : 10 Magnifici Perdenti. 10 Storie

| DeRango™: 17.70 Scelta degli editor   Levitation

10 Magnifici Perdenti. 10 Storie che andrebbero raccontate. 8) Patty Waters PATTY WATERS ~ Wild is the wind
Mi dispiace, questa storia non ci sta tutta in qiesto piccolo commentino. Prima o poi dovrò raccontarla bene.
Qui c'è l'infanzia nella campagna dell'Iowa, un padre che fugge via, i cori nella chiesa e la scoperta di Billie Holliday. Poi c'è la fuga, viaggi e Manhattan. Piccole stanze, lavoretti da pochi soldi. E incontri: Ornette Coleman, Bill Evans, Ben Webster, Sun Ra, Keith Jarrett, Albert Ayler (soprattutto Ayler), Miles Davis (soprattutto Davis). Un pigmalione che non paga (Stollman) e la sua incredibile etichetta: la ESP-Disk. Amori interrazziali e razzismo: una bianca che sta con un nero nei primi anni sessanta, provate ad immaginare. Un figlio ed un altro padre che se ne va via. E due dischi (quelli che farà quando il "bimbo" sarà cresciuto non aggiungono né tolgono nulla) e un paio di singoli. Due dischi incredibili che sono alla base di tutta la sperimentazione vocale che verrà: Diamanda Galas, Yoko Ono, Tim Buckley, Meredith Monk, Patty Smith, Joan LaBarbara, Lydia Lunch, Sonic Youth (e pure tante/i altre/i che non lo sanno) hanno apertamente omaggiato la Waters. Ma l'omaggio migliore è venuto da Yoko Ono che, stanca di sentirsi ripetere quanto doveva alla Waters, fece scrivere: “Ms. Ono did not know Ms. Waters or her work.”
Due dischi che pochi, pochissimi conoscono. E se qualche critico cita, per farsi bello, "Black is the Colour of My True Love's Hair" (da "Sings"), quasi nessuno ricorda il secondo disco, quel "Collage Tour" che porta gli esperimenti vocali in un terreno mai battuto prima (Ok, Ok c'è Abbey Lincoln su "We Insist" di Max Roach, ma queste sono cose per critici e nerds). Poi niente, scomparsa per ltre due decenni. La ritroviamo a fare la mamma a Kauai nelle Hawaii, perchè suo figlio abbia quello che lei non ha avuto.
No, questa storia non ci sta in questo commentino.
Voglio dire solo una cosa: Andrew Miles Waters (già Miles....), dovunque tu sia, qualunque faccia tu abbia, qualunque cosa tu stia facendo, vaffanculo!

BËL (10)
BRÜ (00)

hjhhjij: Domani ripasso per tesserne anche io le lodi.
lector: Ero certo che la conoscessi.
madcat: Un pò uno spreco sempre, secondo me, scrivere negli ascolti cose di questo tipo che starebbero decisamente meglio tra le rece
lector: Ho, purtroppo, poco tempo e una schiena a pezzi che mi impedirà, ancora per qualche giorno, molti movimenti. Appena potrò farlo meglio penserò (chissà) a recensire qualcuno di questi ascolti. Però prendo il tuo commento come un complimento e ti ringrazio.
madcat: Lo è, lo è un compimento! Ma secondo me anche come rubriche legate ai "Beutiful Losers", così come le hai scritte, potevano benissimo stare tra le rece.
madcat: *complimento
lector: Non so, non le avevo pensate così. In effetti mi sono lasciato prendere un po' la mano......
tia: Io invece penso siano perfette così! .. Finita la serie aspetterò la serie bis(valida).
lector: Mi fa molto piacere sapere che apprezzi questa cosa. E', alla fine, un gioco, un passatempo e mi fa davvero piacere condividerlo anche con te.
Lauretta: Anche questa è interessante, l'ho ascoltata un paio di volte, anche il suo brano più famoso Moon... Tra i tanti bei nomi che hai citato mi piace aggiungere anche Annette Peacock
lector: Verissimo. Annette tra quei nomi ci sta benissimo.
noveccentrico: Il bello è che leggi e ascolti. Ti ho messo una menzione. Qualunque cosa essa significhi. Avessi il tuo iban ti avrei menzionato con un bonifico.
lector: Grazie per la menzione. Per il bonifico possiamo metterci d'accordo.
hjhhjij: Allora, si lector, l'ho conosciuta qui grazie a qualcuno dei saggi sul Debaser. L'ho conosciuta e ne sono rimasto impressionato, sono rimasto impressionato da questa grande donna del "Nuovo Jazz" dell'epoca, vero sperimentatrice vocale incredibile su canzoni dalla grande qualità, pioniera di tantissime cose venute dopo e indubbiamente ritratto perfetto di "perdente" della musica, come poi è anche quell'altro inno umano alla sconfitta che è Buckley da te giustamente citato tra quelli che in qualche…
lector: Sono due dischi da custodire gelosamente.
hjhhjij: Concordo. Li avrò presto entrambi.
IlConte: Mai sentita manco nominare. Confermo la bellissima idea di questa "rassegna"; nulla vieta infatti poi qualche rece fatta come tu solo sai...
lector: Grazie, Conte, per il tuo apprezzamento.
imasoulman: Eh già...se la memoria non m'inganna inaugurò una "serie" di miei ascolti (embè? niente, così...), quella dei "Notturni dell'anima". Ma anche "Cantare la Voce", come titolo, non sarebbe stato male
lector: Infatti la prossima serie la intitolerò "tanto Imasoulman li ha già postati tutti". Ah, ma l'ho già fatto!
imasoulman: si ma non iniziamo a spugnettarci vicendevolmente come fanno i bimbiminkia tuttosocial, siamo uomini vissuti e con la scorza, noi ;)
lector: Village People- YMCA OFFICIAL Music Video (1978) HD Noi, uomini veri!
imasoulman: occhio che siamo a meno due...uomo avvisato...(tipo ADL con Sarri ;))))
lector: Temo che la serie andrà in una direzione diversa da quella che auspichi tu. Anche se il prossimo lo puoi conoscere solo tu (e, forse @[BARRACUDA BLUE] ). Il prossimo sarà veramente il "perdente misterioso"....
Almotasim : Bellissimo racconto. Bravissimo, complimenti. Come ha cantato la luna Patty... nessuno!
lector: Grazie
lector

lector : 10 Magnifici Perdenti. 10 Storie

| DeRango™: 21.53 Scelta degli editor   Levitation

10 Magnifici Perdenti. 10 Storie che andrebbero raccontate. 6) eden ahbez Eden Ahbez - Nature Boy
Hai presente la gigantesca scritta Hollywood che troneggia su Los Angeles? Ecco è li che viveva, accampato George Aberle, già prima di diventare eden ahbez (rigorosamente tutto minuscolo ché le maiuscole sono solo per Dio e Infinito). Se ne accorsero i discografici che lo cercavano per i diritti delle sue hit! Vegetariano e buddista, filosofo e musicista, viveva di quello che cresceva su quella collina e dichiarava di avere bisogno di non più di tre dollari a settimana. E non perché fosse povero: la sola "Nature Boy" gli garantiva royalties milionarie. Nat "King" Cole la portò al successo, ma dopo di lui la cantarono (e la cantano ancora) tutti: da Sinatra a Marvin Gaye, da Grace Slick a Cher, da Alex Chilton a Bowie e Miles Davis e Coltrane.... Faccio prima a dire chi NON l'ha cantata.
E non lo faceva neanche perché era di moda, mica era gli anni '60. Era prima, molto prima degli Hippy e dei figli dei fiori. E ci vivevano pure suo figlio e sua moglie sotto la "L" di Holliwood.
Ma mica si è trattato di un solo colpo di culo, il tizio ha scritto anche per Sam Cooke e Frankie Laine ed un bel po' di altra gente.
E lui ha inciso due LP ("eden's Island" ed il postumo "Echoes from Nature Boy") e qualche singolo (mi pare tre), con i quali ha inventato quell'"exotica" che, poi, sarebbe diventata psychedelia.
Davvero un bel tipo.
Morì a 87 anni a causa di un incidente automobilistico.
Maledetta modernità!

BËL (11)
BRÜ (00)

lector: @[noveccentrico] Come mai non hai ancora recensito "eden's Island"?
noveccentrico: Scusa ma 'sta rubrichetta quando ha avuto inizio?? Ho disattivato le notifiche degli ascolti, mi sa. Va bè, funzionerà tipo quelli che si scaricano tutta la stagione completa della serie e si barricano in casa. P.S. Mi sto imborghesendo, recensisco solo novità e proprio quest'anno mi sa che tornerà molto in auge l'outsider music, solo che è moda, mica la storia che ti fa marameo.
tia: .. che anch'io voglio il nome in minuscolo. La serie più in-credibile del debasio!
lector: Secondo me tu e lui un po' vi somigliate.....
tia: vuoi dire? sarà la folta peluria sul viso!
lector: O quell'aplomb da filosofi
tia: E' il turbante! è tutto merito del mio copricapo.
Battlegods: Armonie vocali che valgono dieci strumenti
Lauretta: Davvero bella questa melodia. Di lui, non sapevo niente. Ascolterò qualcos'altro su you tube.
lector: Ti piacerà, ne sono sicuro.
hjhhjij: Questo però non è un perdente. Questo è un genio.
lector: Proprio così!
Pinhead: «Nature Boy» i Ramones NON l'hanno cantata, quindi non sarà poi 'sto gran capolavoro.
lector: Quindi i Ramones cantano?
Pinhead: Alcuni suonano pure.
lector: Si, i turnisti!
Pinhead: Tanto la scommessa la perdo di sicuro, così quando verrò a mangiare i crauti ti porterò in dono la discografia usata completa dei Ramones.
lector: Sono un po' preso dalla partita, ma più tardi ho in mente un perdente che ti piacerà di sicuro.
Bubi: Proprio vero, questa canzone è bellissima. Personaggio che vale la pena raccontare anche se non sembra un perdente. Sinatra o altri cruner non penso la facciano meglio di lui. La melodia è talmente bella che si regge benissimo da sola, così, acapella credo renda al meglio. :-)
lector: Effettivamente non era esattamente un perdente.
musicanidi: Ma la vera domanda è, come è possibile vivere sotto una L? Sotto la H, o magari la W, sarebbe andata decisamente meglio.
lector: Ma lui era contrario alle cose semplici!
IlConte: Unico. Non penso sia un perdente nel senso che da quel che ricordo ha vissuto come voleva... lui ha scansato fama e mainstream non il contrario. Ma tu sai di più io ricordo per aver letto anni, anni fa.
lector: Cazzo Conte, quante ne sai!
IlConte: Ahahah ma che dici Doc?! Però ho letto di questa nobilissima anima! Questa serie e' favolosa!!!
lector: Thanx, Conte!
lector: E' vero: eden non era un vero perdente, però mi andava di ricordare la sua storia e la sua musica. Mi rifarò col prossimo. Il prossimo è un vero perdente, un perdente doppio!
lector

lector : 10 Magnifici Perdenti. 10 Storie

| DeRango™: 20.62 Scelta degli editor

10 Magnifici Perdenti. 10 Storie che andrebbero raccontate. 5) Daniel Johnston daniel johnston - life in vain.wmv
Ognuno indossa la sua maschera / in attesa che Babbo Natale torni in città
Quando gli dissero che Kurt Cobain era un suo fan, lui chiese: "chi è?" E davvero non sapeva chi fosse. Ma lo amavano in tanti, da Boe a Tom Waits, dai soliti Sonic Youth ai Butthole Surfers, e Jad Fair che ci ha fatto un disco insieme e Mark Linkous che, invece, un altro glielo ha prodotto (e divinamente arrangiato) e tanti, tanti altri. Non male per uno che - cresciuto a Bibbia, Beatles e Capitan America - componeva la sue prime cose nel garage di casa con una chitarra ed un organetto giocattolo e le registrava su di un vecchio registratore da pochi soldi solo per regalarle in giro o scambiarle con qualche fumetto.
Questo prima che Laura facesse a pezzi il suo cuore.
Ma non è colpa di Laura, la sua mente era già malata. Ha vissuto tutta la sua vita seduto sul ciglio dell'abisso. Disperato e gioioso come può esserlo un bambino. Ingombrante come può essere solo un adulto. Bulimico, più di ventiquattro dischi, partecipazioni, tributi e persino le musiche per un balletto!
E oggi che i suoi disegni vengono esposti nelle gallerie d'arte e i suoi dischi custoditi gelosamente da chi lo conosce e lo ama, lui vive (ormai ultracinquantenne) con i suoi genitori e, forse, nemmeno gli interessa. In fondo è stato felice solo quando vendeva pop corn in un luna park.

BËL (13)
BRÜ (00)

lector: #Bowie
Pinhead: Torna presto a recensire.
lector: E' un momento un po' complicato. Passerà.
Pinhead: Allora in bocca al lupo.
lector: :-)
Almotasim : Con l'organetto texas instruments ha fatto chicche come Casper, the friendly ghost e True Love will find you at the end. Bella la collaborazione via telefonica con gli Yo La Tengo per speeding mototcycle immortalata su Genius+Love=YLT. Altra scelta azzeccatissima. Un beatiful looser fragilissimo, ma affabile come pochi con la sua musica impazzita di innocente malinconia.
lector: Questo pezzo è bellissimo
tia: e bravo! bravissimo
lector: Grazie Tia.
Lauretta: Sono andata subito a informarmi, personaggio davvero fuori dagli schemi.
hjhhjij: Lui un grandissimo autore e hai ragione forse nemmeno sa di esserlo. Sono uno di quelli a cui piace.
Bubi: L'ho conosciuto un paio d'anni fa, per caso. Meravigliato dalla bellezza di: True love will find you... Una canzone breve e intensa che potrebbe stare tranquillamente nella discografia di Bob Dylan. Ho ascoltato praticamente tutta la sua discografia, per lo più cose registrate alla buona in casa sua. Personalmente ritengo che di tutto quel materiale rimangano tre o quattro belle canzoni. Ne ho parlato sull'isola un paio di mesi fa, ma non se né accorto…
Almotasim : Concordo. Tutto sommato la produzione casalinga, lo-fi, è più genuinamente aderente al personaggio e alla sua meravigliosa "debolezza" che è tutt'uno con le sue canzoni, che credo si amino proprio per questo. Oppure si ignorino (ma non si può odiarle). La produzione "pulita" perde l'aura e l'innocenza, pur con collaborazioni fantastiche (es. Sparklehorse, ma entrambi danno il meglio nei loro mondi). Tra le songs of innocence e le songs of experience preferisco le prime. Decisamente.…
Bubi: Ho ascoltato anche il disco di cover, è c'ho pure il documentario che hanno fatto su lui. Di tre love will... Ci sono molte cover, ma la versione più bella è la sua.
imasoulman: no bet la sua presenza (ne parlammo altrove, mi pare in argomento Bobb Trimble, e chi se no?). E sia dunque sempre lodata la Shimmy Disc di Astolfo-Kramer che diede al mondo la possibilità di conoscere (letteralmente, neanche le riviste europee più specializzate fino al '90 recensirono mai i suoi dischi...) il suo genio, la cui ampolla sta sulla Luna insieme a quelle di pochi altri (in quel Mare dell'Eccentricità dove, per capirci, si trovano…
imasoulman: Thompson non è Richard, sia chiaro
lector: Sempre sia lodata la Shimmy Disc!
imasoulman: ci sono due-nomi-due che però voglio trovare, in questa lista. Per non spoilerare, attendo...al varco...
lector: In effetti 10 sono troppo pochi, troppi ne resteranno fuori....
Lauretta: L'ho riletta, davvero scritta bene. Perché non fanno qualcosa che salvi questi commenti particolarmente belli o interessanti? Così si perdono nel mare degli ascolti, verranno presto dimenticate.
lector: Grazie Lauretta. Se con questi ascolti ti ho fatto conoscere qualcosa di nuovo ho, comunque, ottenuto un gradito risultato.
Lauretta: Me l'ha fatto venire in mente questo scritto, ma tra gli ascolti ci sono spesso dei commenti che si dovrebbe poter recuperare con un solo clic. Ad es dargli la menzione "commento super" che è la prima che mi viene in mente. Sono sicura che man mano che sta lista prendeva quota, ti sei impegnato sempre più a scrivere la storia di questi perdenti. Ovvio che non mi riferisco solo a te ma ci sono…
imasoulman: Lo Zibaldone!!! (ma non mi ci tirate dentro, io sono della juve)
G: Ciao Lauretta! Prima di tutto una precisazione terminologica: ascolto=quello che lector ha scritto qui sopra (la pagina che tu hai commentato ("10 Magnifici Perdenti....")) commento=quello che tu hai hai scritto ("L'ho riletta, davvero scritta bene...") sottocommento=quello che sto scrivendo io... Stai proponendo di aggiungere la possibilità di assegnare "menzioni" ai commenti e ai sottocommenti?
Lauretta: Menzioni ai commenti che automaticamente vanno a finire in un gruppo che si può chiamare zibaldone di debaser oppure semplicemente zibaldone come ha scritto imasoulman. Una decina di persone (di tua fiducia, che non vadano per simpatia o antipatia) che possono cliccare su un commento che considerano da zibaldone (appunto). Poi, l'ultima parola deve spettare a te che sicuramente non vai per simpatie ma per il bene del sito. Insomma, creare un nuovo gruppo tipo…
Lauretta: Già che ci sono, propongo lector e Battlegods anche se non sono editors, secondo me non devono per forza essere editors.
Lauretta: Per quello che riguarda la terminologia, se lo scritto è legato all'ascolto allora ascolto e scritto, ma lo intendo più che altro come una raccolta di pensieri, considerazioni, etc.
G: OK capito! Bene. La menzione fatta per questo scopo è la menzione " Scelta degli editor" che adesso è stata assegnata (vedi sopra... se la clicchi puoi vedere altri contenuti di questo tipo) Il problema è che fino a poco fa gli utenti "editor" attivi erano pochi e a volte un buon contenuto, come questo, poteva sfuggire. Adesso ho aggiunto sia @[imasoulman] che @[lector] a Il gruppo 'Editor' su debaser quindi loro ( storici e…
IlConte: E poi daranno i voti a tutti e sono stra cazzi ahahah!
Lauretta: Inizia a preoccuparti conte!! :-)
imasoulman: ma io non ho firmato niente !!!! Devo accettare l'eredità o mi trovo poimagari i debiti del de cuius tra capo e collo e l'Agenzie delle Entrate in buca lettere un giorno sì e l'altro pure? ;))))
Lauretta: In fin dei conti è una recensione anche questa, peccato.
fuggitivo: Non lo conosco, ma un po' alla cieca ho ordinato un istante fa Hi How Are You + Continued Story. @[lector] tu cosa consigli di suo?
lector: La sua produzione è eccessiva, come tutto nella sua vita. Ma la qualità è costante, nel senso che, se ti piace, allora può piacerti tutto. Se non ti convince, allora è meglio lasciar perdere. Io comincerei con "1990" e "Fun", ma è solo una indicazione.
fuggitivo: Eh, il prossimo che compro allora è 1990. Per ora non lo amo alla follia ma è solo questione di tempo. :-)
lector: Si: è solo questione di tempo.
fuggitivo: Ho preso anche Songs of Pain.
IlConte

IlConte : The Doors - Blue Sunday

| DeRango™: 7.70 Scelta degli editor

The Doors - Blue Sunday
"Jim Morrison & i Doors on the road" (44)
"E' lei il mondo, e' lei la mia ragazza".
La relazione tra Jim e Pam fu sempre tumultuosa, incasinata, costellata di tradimenti... ma rimasero insieme dall'inizio alla fine per davvero. Quella che sembra una storia folle e strana, e' in realtà una vera e grande storia d'amore. I "casini" erano inevitabili tra successo, droghe, alcol e lo spirito puro di Morrison. Proprio per questo, a mio parere, ancora più bella e profonda. Dopo le quattro cavalcate ad inizio album, un attimo di quiete per dedicarle due parole...

BËL (04)
BRÜ (00)

De...Marga...: Ciao mmitico!! Faccio ascoltare l'inizio del brano a mia moglie e le chiedo "Chi è?" lei mi risponde "Nick Cave".....Senza ulteriore commento. Ahahahahahaha
IlConte: Ahahahah! Comunque l'altro giorno dicevo con @[hjhhjij] che proprio il primo Cave, con le dovute differenze di periodo, in tante cose mi ricorda Morrison. Quindi la Signora ha naso fino ahahah!
De...Marga...: "Grazzzie Signor Conte" Le testuali parole della mia Signora!!
IlConte: Classe innata la Signora Dema, d'altronde non dubitavo...
heartshapedbox: ADORO ADORO ADORO questa canzone ♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥ E che grande storia d'amore quella di Jim e Pam. Forse un po' malata e distruttiva, ma molto molto passionale e vera. Si sono amati sino alla morte, e se non è amore questo...!!!!
IlConte: Proprio cosi fanciulla, e' anche il mio pensiero dal primo sguardo al Whisky a a Go Go fino all'ultimo minuto...
G

G : Questa sera ancora una volta

| DeRango™: 19.44 Scelta degli editor   JukeBox

Questa sera ancora una volta su Radio Tandem 98.400 – il velocipede con l'antenna alle 21:00 a parlare di come DeBaser #debaserstamorendo
BËL (10)
BRÜ (00)

hjhhjij: Noooooooooo puntata epica. Stasera non ci sono, recupero poi se mettete la registrazione #debaserstamorendo puntata epica.
De...Marga...: Ti prego sommo e grande G fai leggere ai conduttori la mia poesia introduttiva alla recensione di questa mattina dei Napalm Death - S.O.B. Vi pagherò profumatamente: qualche decina di buoni acquisti musicali solo ed esclusivamente di genere Grindcore!! DEBASER VIVE.
algol: Quindi una bella playlist di death metal ?
De...Marga...: Sìììììììì!!! Allora consigliati questi cinque brani: Death "Lack of Comprehension", Carcass "Incarnated Solvent Abuse", Morbid Angel "Pain Divine", Napalm Death "Siege of Power", Entombed "Left Hand Path". Vai G puoi farcela...AZZ...
Galensorg: Questa volta non mi perdo la diretta radio per niente al mondo!
tia: Per me avete delle azioni della radio.. ;))) evvaiiiiiiiiiiiiiiiiii con il collegamento Io consiglio Arvo Pärt - Tabula Rasa, I
algol: Oggi mi piacciono anche le scelte dello staff di radio tandem
algol: Dibbeiser
tia: dibbeiser non si può sentire. DEBASER si scrive e si legge accussì!
G: cazzo mi stanno traviando anche a me D E B A S E R
algol: Ahhhahhh
tia: sondaggio un caz. D E B A S E R.
algol: Appoggio l'integralismo di Tia
Alfredo: Come "TEMO sia una signora"?? ahahah
G: #molestatore
Galensorg: E i R.E.M. niente?! :-D Ahahah scherzi a parte, per ora proposte musicali eccellenti. Buongustai!
algol: Meeedaaallll. Siiiiii. Grazie, capisco il sacrificio
heartshapedbox: Si può ascoltare da qualche parte la registrazione della puntata??? Me la sono persa :(
G: Presto mando il link!
algol: Stasera è venuta fuori una gran bella scaletta. Tanti generi, grande arco temporale. E tanta tanta qualità
tia: Grazie per il termine saggio.
Alfredo: Grazie per il termine molestatore
lector: Come al solito me la sono persa. Postatela, mi raccomando.
CosmicJocker: Debaser è già morto e noi siamo tutti zombie
G: Alla fine non abbiamo parlato del main topic! E' dimostrato, siamo morti!
heartshapedbox: Morti???ci sono morti per me???💀❤
CosmicJocker: Ahaha!
G: Eccolo qui: l'ascolto di G: Eccolo! L'avete ...
IlConte

IlConte : The Doors - Yes, The

| DeRango™: 11.55 Scelta degli editor

The Doors - Yes, The River Knows (with the lyrics on the screen)
"Jim Morrison & i Doors on the road" (29)
Krieger: "Non ho mai visto nessun altro della nostra generazione riuscire a mettere insieme parole come riusciva a farlo Jim" ( a "Creem" 1981). Di sicuro e' il testo più simile a quelli di Morrison scritto da Robby e probabilmente dedicato al frontman "ho promesso che sarei annegato nel vino mistico". I sentimenti di questo probabile strano suicida del testo sono accompagnati da uno sfondo meraviglioso di Manzarek, dalle spazzole di Densmore e da una delicata chitarra. "C'erano persone che dicevano a Jim di bere meno e lui, semplicemente, le portava a sbronzarsi con lui"... comprendo...

BËL (05)
BRÜ (00)

heartshapedbox: amo amo amo questa canzone!!!!!!!!♥♥♥
IlConte: Ehhhhhhh dolce fanciulla ti capisco...
heartshapedbox: e adoro questi tuoi ascolti sui Doors in cui ci racconti affascinanti retroscena.. grande conte ♥
IlConte: Ahah grande fanciulla, faccio scorrere l'anima e un'altra occasione per riascoltarle tutte in fila!!!
heartshapedbox: li seguo sempre tutti con interesse e curiosità! Bravo bravo bravo!
IlConte: Siamo con i Doors in tour c'è l'hai quella Bibbia ormai introvabile?!
heartshapedbox: il London Fog?
IlConte: Fasen - Libri - Shaw - Jim Morrison & i Doors on the road
heartshapedbox: no, questo mi manca
IlConte: Amazon.it: Jim Morrison & i Doors. On the road - Greg Shaw - Libri
IlConte: E' il dettaglio di ogni singolo live, una roba mostruosa pure i tre sono rimasti allucinati
IlConte: Veniva aggiornato man mano poi Shaw e' morto secondo me non lo stampano piu
heartshapedbox: madooo!!! non è disponibile :(((( Lo cercherò comunque!!! scommetto che tu ce l'hai! ahahahha quando lo recensisci? :D
IlConte: Quando ne trovo uno ad un prezzo decente lo prendo e lo regalo... per te c'è l'ho già ovvio... capiterà ahahah!
IlConte: Non e' recensibile! E' allucinante!
heartshapedbox: minchia mo sono curiosissima!
IlConte: @[Pinhead] conosceva Shaw ... di persona ahahah! Vero Pin?!
IlConte: Eddai sta minchia in bocca così non sta bene azz!!! Ahahah!
heartshapedbox: cooooosa?????
Pinhead: Non te lo avessi presentato io, tu manco sapevi chi era Greg Shaw.
IlConte: Infatti per me era uno Shaw qualunque ahahah!
heartshapedbox: scusa papà @[IlConte] -.- non dirò più le parolacce, va bene?
Pinhead: Adesso spiegalo pure a heart chi era Greg Shaw, diffondi il Verbo :-)
IlConte: Ahahah non ho memoria! Aveva fondato insieme ad altri una famosa rivista musicale inizio 70 (?!?) direi che cominciava per B...
Pinhead: Facciamo una recensione insieme??? Io scrivo un poema su Greg e tu parli del libro!!!
heartshapedbox: spiegame mpò pinè
Pinhead: Storie di garage-punk, che ne puoi sapere tu giovane grunge.
IlConte: Impossibile Pin e' un libro assurdo... ci si può provare pero' tu fai e mi dai un mese però... così lo rileggo!
IlConte: Ahahahahahahah!!!!
Pinhead: Tutto il tempo che vuoi Conte, se ci fai un pensiero fammi un fischio :-)
IlConte: Si farà tanto tu Maestro fai presto per me ogni "recensione" e' un parto più emorroidi più coliche renali!!!
heartshapedbox: pinèèèèè sto preparando una serie di ascolti punk che manco te immagini!
Pinhead: Me l'immagino altro che e già tremo: Green Day, Offspring, NOFX, Sum 41 e, per andare sul difficile. Rancid :-)
heartshapedbox: non posso dire parolacce se no papà conte mi sgrida... vedrai vedrai.. ehehehhe
Pinhead: Ah, mancavano i Blink 182.
Pinhead: Sai che c'ho paura a metterti brutto e te ne approfitti, vigliacca.
heartshapedbox: ahahahhahahaha te possino!
IlConte: No sparolaccia pure figliuola!!!
Pinhead: Seriamente, che bello ritrovarvi tutti e due insieme dopo un bel po' di tempo, sono quasi commosso fino alle alcrime, sniff sniff.
heartshapedbox: pinèèèè che so ste lacrime???? ndo stà l'attitudine punk??!!!!!
Pinhead: Ahahahahahahah un botto di tempo fa ti feci una battuta sull'attitudine punk e mi rispondesti con una raffica di insulti, me lo ricordo ancora. Bentornata heart!
heartshapedbox: ricordo pure io, risposi come una vera punk!!!!! ahahhahahah grazie piè!
CosmicJocker: Che poi erano grandi anche nella successione dei pezzi negli album..dopo questa ballata trasognata c'è la dinamitarda Five to one..! anzi posto quella del live di miami The Doors - Five To One Live in Miami(Dinner Key Auditorium)
IlConte: Eh zio porkino c'è domani!!!
IlConte: Ahahahahah!!!!
IlConte: Doppio Five to one una delle mie preferite!
CosmicJocker: ah, ho una notizia in anteprima allora....
IlConte: Ahahahahah! Ma quanto sei Cosmico!!!
CosmicJocker: AhAhAh!!!
heartshapedbox

heartshapedbox : Nirvana - Lithium (Live at

| DeRango™: 22.28 Scelta degli editor   Grunged


BËL (12)
BRÜ (00)

De...Marga...: Uno dei miei live preferiti...IN BLOOM...
CosmicJocker: Lo sai che non impazzisco per loro, ma questa è bella bella..
IlConte: Fanciulla ti stupirò ma ho pure il dvd! Probabilmente ero ubriaco o qualche donnina mi convinse all'acquisto ahah! Gran bel live!
heartshapedbox: ahahahah tu mi stupisci sempre!
luludia: Anche se oramai fai parte della schiera dei cattivi...
luludia: tu che eri così dolce...
heartshapedbox: Ma cosa vogliono gli uomini? La donna dolce o la stronza? Un cuoricino a te ♥
luludia: Un cuoricino all'improvviso...
heartshapedbox: ♥♥
luludia: E la capanna?
heartshapedbox: a quella ci pensi tu
luludia: Fatica sprecata, tanto non verresti...
turkish

turkish : link rotto

| DeRango™: 24.56 Scelta degli editor   Suono meglio   Colonna sonora   ScieMenZia   Novità   Consigliata   JukeBox

link rotto
BËL (12)
BRÜ (00)

turkish: Ma no che non è rotto! È La Musica Dentro, trasmissione radiofonica conquistata da DeBaser!
Stanlio: Ricambio il saluto, sì sì stavo ascoltando e mi ha turbato non poco piacevolmente ciò che si dice a 30:12 sulla puntata che meriterebbe lo ehm, straordinario Stanlio... se e quando, fatemelo sapere in anticipo ok perchè anch'io ne so poco su di lui e non mi dispiacerebbe conoscerlo meglio attraverso le impressioni altrui, ma chi era al radiomicrofono in quel momento? Andrea o Stefano?
De...Marga...: Con calma in serata ci darò un ascolto; nel frattempo grazie turkish. E grazzzie anche al (punto) G! DeBaser vive!!!!!!
hjhhjij: No. DeBaser sta morendo. Con fierezza da oltre 15 anni.
Galensorg: Mi avete messo i Popol Vuh!!! Onore a voi, ragazzi!
lector: Grazie Turko!
imasoulman: "ha l'icona di un giocatore di pallacanestro"....potrei querelarti G, per aver confuso nel mare magnum generalista ed indistinto dei "giocatori di pallacanestro" il genio di Spokane (che comunque si chiama John Stockton) ;))) schersssso, neh? grazie di un (rinnovato) quasi-quarto d'ora di celebrità warholiano concesso a questa vecchia cariatide....anche se...i miei Third World War,,,che gioia sarebbe stata...