Premetto che questa non vuole essere una 'critica al manuale', anche se penso che in libri di questo tipo ce ne sia un gran bisogno, ma è una recensione di un libro che mi sto letteralmente godendo. Per me, però, questo non è un semplice libro da leggere, ma è un vero e proprio testo di studio che mi permette, insieme a tantissimi altri, di crescere come pianista classico, e di rinforzarmi come musicista.

Sto parlando di Interpretazione. Ovvero il possibile breviario del musicista al pianoforte, libro scritto dal pianista napoletano Michele Campanella. Si tratta di brevi annotazioni sui diversi aspetti dello studio, delle esibizioni al pianoforte e delle 'norme' che regolano la musica: il legato, gli intervalli, le pause, il bello, e così via. Si tratta di un libro molto bello, scritto davvero molto bene, e adatto a tutti coloro. dilettanti o meno, si dedicano allo studio del pianoforte.

Carico i commenti... con calma