Sto caricando...

Napalm Death
Throes of Joy in the Jaws of Defeatism

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Cinque anni di attesa...un'eternità per me.

Da poche ore ho nelle mani il nuovo parto discografico dei Napalm Death; un unico ascolto, nemmeno giunto alla fine. Ma sono già pronto.

Butto giù due pensieri su questa autentica istituzione dell'estremismo in Musica.

Basta ascoltare il violentissimo brano iniziale; 147 secondi di UltraGrindcore suonatI con una cattiveria esecutiva veemente, tracimante, maligna, subdola. Passano gli anni ma restano al di sopra di tutto e tutti; spazzano via la vecchia concorrenza e le giovani leve del Metallo pesante che hanno provato ad avvicinarsi al loro nero trono...inutilmente...

Sono rimasti in tre: Mark, Shane e Danny. Mitch è uscito dal gruppo dopo il tour del 2015 e non ho capito se ha partecipato alle registrazioni con la sua straziante sei corde. Ma conta poco questo particolare perchè fanno come sempre PAURA.

Assalti crudi, di inumana ferocia; rallentamenti IndustrialNoise che sporcano e insanguinano la drammatica scena.

Musica accreditata in massima parte a Shane; liriche affidate alla blasfemia canora di Mark. Un connubio che esiste e resiste da più di trent'anni.

Spietati, annichilenti, feroci.

Dodici sassate tremende, che non danno tregua nello scorrere del magma uditivo messo in atto.

Produzione piena, pressante; suoni che ti spaccano in quattro.

Ne sono uscito frastornato...ed era quello che volevo in questo buio pomeriggio, in questa merda di vita attuale...CONTAGION...

Grazie ragazzi; spero di rivedervi presto in concerto. Mi scannerò sotto il palco; proverò godimento e dolore.

Ad Maiora.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiTre)

TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Anche corredato di amabilissima copertina della pace 🕊️


Ermes
Ermes
Opera:
Recensione:
Troppa viulenza sonora per le mie fragili orecchie!
Lo scritto evoca ottimamente i suoni, sembra proprio di sentire il calare del maglio.
P.S. mi era scappato erroneamente un 2.


algol
algol
Opera:
Recensione:
Diciamo che il disco è appesantito da sonorità leggermente "tirate".
Veramente spesso, preso originale settimane fa, impossibile da ascoltare tutto di un fiato.
Come una bicchierata di cemento armato.


sfascia carrozze: Provi con la diluizione con la AqvaVelva
Migliora.
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Per me i Napalm più belli, vivi, sani ed entusiasmanti restano quelli della (prima) mitologica Peel Session.
Sono un vecchio nostalgico, incartapecorito lo so.
Qvesto nuovo ce l'ho da più di un mese ma non l'ho ancora ascoltato tutto.
Anzi mi sa che mi sono arenato alla terza/quarta traccia, dove mi pare di aver notato che fin lì abbiano il solito ottimo e contundente tiro.
Però in questa fase il pensiero di sciropparmelo tutto ho paura che mi rompa le scatole.
Magari più avanti: non c'è fretta e (oltretutto) non ho gnente-di-nvlla da fare.
UH!


Martello
Martello
Opera:
Recensione:
La copertina già mi garba: un piccione morto. PERFEZIUN


JonatanCoe
JonatanCoe
Opera:
Recensione:
Così ti voglio 🤛👊


IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:


IlConte: Comunque, Amico, le sassate fanno malissimo
Madoooooooooooo
IlConte: Scritto che ti prende a sassate, savansadir
MikiNigagi
MikiNigagi
Opera:
Recensione:
Ah ma mi ero dimenticato che dovesse uscire grazie


MikiNigagi
MikiNigagi
Opera:
Recensione:
primo pezzo, 39 secondi e sento "gerry scotti"


algol: Solo se lo suoni al contrario
MikiNigagi: Dai dice palesemente Gerry Scotti
algol: Mo me lo risento. Trentanove secondi dovrebbero essere sopportabili per moglie und prole.
algol: Figa
algol: Lo dice!
algol: Io e algol jr stiamo piegati.
Non potremo mai più pronunciare Gerry Scotti con una timbrica non catacombale.
algol: Abbiamo fatto una ricerca. Sarebbe "temperature is scalding" ma esce un fragoroso GERYSCHODIH !!!
MikiNigagi: Non sono più riuscito a andare avanti
lector: Gerry Scotti è l'emissario del Male
nangaparbat
nangaparbat
Opera:
Recensione:
Marga sempre al top!


Falloppio
Falloppio
Opera:
Recensione:
La valigia sul letto quella di un lungo viaggio..... è più violenta!!!


lector
lector
Opera:
Recensione:
Bello sapere che pestano ancora!


JURIX
JURIX Divèrs
Opera:
Recensione:
Bel bel bel! Che non l'ho gnancemica auZcultato eh... però come dire... prewegggo il tutto. 'Na roba: io non le ho tuttissime presenti le copertine dei Napalmi... ma non mi sembravano ste celeberrime artisticità... staquà invezhe le dawwero bea eh!


sfascia carrozze: Più gnancemica per tvtti!
JURIX: Messere DESTROY-CARROZHS ve piasea anca a vù la gnancemica?? Cotta o cruda?
sfascia carrozze: Le dirò.
Avvolte la preferisco crutta
Talaltre coruda
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
"Spasmi di gioia nelle fauci del disfattismo"? No. Spasmi di gioia nel sacro fuoco del DeMa.


snes
snes
Opera:
Recensione:
sto sentendo, sobri come sempre...


Arwoor
Arwoor
Opera:
Recensione:
Confesso la mia totale ignoranza al genere, forse anche dovuta alla mia anagrafe vintage. Il brano proposto ricorda moltissimo i misconosciuti Samhain dei primi anni '80. Se a parte la pulizia... hem...del suono superiore, vedo che il genere non ha avuto molto da dire...


sfascia carrozze: Ma i Samhain di Glenn Danzig, dice?
Arwoor: Proprio loro,sto riascoltando "macabre"...molte analogie... :)
Arwoor
Arwoor
Opera:
Recensione:
Hem, tre stelle alla recensione è ingeneroso però... almeno 4.


Carlos
Carlos
Opera:
Recensione:
Per come è scritta sta recensione e per il disco preso in esame potrebbe essere una pagina di una decina di anni fa e la cosa mi gusta.


De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
Ola bella gente!! Paginella buttata giù sabato pomeriggio in dieci minuti, forse anche meno. Periodo nerissimo per me, come credo per molti visto l'andazzo generale. Sono di nuovo in cassa integrazione e trovo sostegno soltanto nelle mie sacre escursioni che continuo a fare cercando, non sempre, di restare nel mio comune. Poca voglia del resto, anche della Musica ultimamente cosa più unica che rara negli ultimi miei 40 anni. Però quando mi capita tra le mani opere come il nuovo lavoro dei Napalm, non c'è paranoia che tenga: mi faccio prendere dal sacro furore, entro letteralmente in trance, e ne consegue recensioni così crude e dirette, Del resto nessuno conosce meglio di me la band inglese, visto che ho scritto una ventina di recensioni su di loro sul Deb. Grazie a tutti per aver letto e commentato; vi voglio bene e resistete, come sto cercando di fare io medesimo. Un abbraccio carissimi!!


Caspasian: Combattiamo, grazie.
Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
E se la copertina nun se po' vede', il video di Amoral è fantastico!
NAPALM DEATH - Amoral (OFFICIAL VIDEO)


sfascia carrozze: E se il video di Amoral è fantastico, il brano nun se po' sentì.
Caspasian: Urge consiglio da intenditore, se volessi prendere una cosa sola di questa band, cosa?
sfascia carrozze: Con la prima "Peel Session" del 1989 si va sul sicuro.
Napalm Death - The Peel Sessions [Full Album]
Un po' come con José Feliciano in "Fargo".
Caspasian: 👍👍👍🙏🙏🙏
sfascia carrozze: Sono un vecchio nostalgico incartapecorito dal quore tenero.
E dalle orecchie tumefatte.
Caspasian: Lo sto ascoltando, è talmente compatto e dilatato che rasenta rarefazione ambient...
sfascia carrozze: E' esattamente qvesta la rarefazione givsta!
Solo una DeDomanda spero non eccessivamente imprtuna:
come mai, Lei, lì, non DeAma nessun_?
Non ché sia obbligatoreo, però sè (e qvando) ci si ama (anche nel DeB) è ancora più bello.
Caspasian: Me lo dice sempre mia moglie: sei bravo, disponibile ma fondamentalmente sei uno stronzo... Non me ne vogliate, sempre servo vostro.
sfascia carrozze: Ma io non ho detto qvesto!
Non mi permetterei mai.
Detto ciò sono (sostanzialmente) d'accordo con la cortese Signora Caspasiana.
Caspasian: Te la raccomando quella cortese signora, è spietata come piace a me.
CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
"Adoro l'odore del napalm al mattino"...


dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
Elfo Cattivone
Elfo Cattivone
Opera:
Recensione:
Alla fine della fiera c'è mai stata evoluzione nel grindcore? Mi pare che tra Napalm Death prima e Nasum poi si possa avere il quadro completo, non so se mi sbaglio.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Throes of Joy in the Jaws of Defeatism è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link