Prefab Sprout
Swoon

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


No, Swoon non fu un ingenuo debutto e non può essere classificato come tale.

È vero che in Steve McQueen finirono quelli che ad oggi sono riconosciuti -giustamente- come i brani più incisivi della band, ma se si considera il fatto che i Prefab Sprout iniziarono a farsi conoscere in giro per i locali come un gruppo punk che dalle etichette discografiche inglesi riceveva i due di picche, Swoon fu un eclatante virata.

Con i soldi ricavati grazie ai lavoretti dei fratelli McAloon, fu possibile stampare le copie dei primi singoli autoprodotti. Grazie alla determinazione del quartetto (nel frattempo la loro estimatrice Wendy Smith entrò a far parte del gruppo) i nuovi brani arrivarono alle orecchie di Keith Armstrong, che li mise sotto contratto. La Kitchenware Records, infatti, è sin dagli albori legata indissolubilmente alla storia dei Prefab Sprout e viceversa.

Paddy McAloon e la sua dedizione incessante per il cantautorato e per la composizione; una macchina sforna brani (esistono interi album che per un motivo o per un altro non sono mai stati pubblicati ufficialmente). Elogiato dai più seppur un outsider di indole.

L'anima del gruppo non si è mai piegata troppo ai fini commerciali, e non ha mai tradito i propri intenti. Basti dare un'occhiata (anche se io consiglierei di immergersi come si deve) agli interessanti titoli scelti per le tracce, ai termini utilizzati, ai testi. Storie e turbamenti esaminati con fare letterario; non v'è spazio per la vacuità e per i riempitivi nelle tracklist di questi dischi. Swoon non fa eccezione.

Tra i cori angelici di Wendy Smith e i curiosi giri di basso di Martin McAloon, non posso far a meno che elogiare quella che ritengo la migliore traccia del disco, ovvero Couldn't Bear To Be Special.

L'alone di quest'ultima è inquieto, intimo e particolarmente malinconico. Anche la prova vocale del leader trasmette le medesime sensazioni.

Don't expect so much of me, I'm just an also-ran. There's a mile between the way you see me and the way I am.

Non aspettarti troppo da me, sono uno dei tanti partecipanti a questa corsa. C'è un miglio di distanza tra come mi vedi e come sono.

Questo debutto potrebbe contenere le melodie più ostiche da assimilare dell'intero catalogo dei Prefab Sprout, ma proprio per questo motivo risulta invitante.

Questa DeRecensione di Swoon è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/prefab-sprout/swoon/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dodici)

imasoulman
Opera: | Recensione: |
ma basta anche la sola ‘technique’ a conquistare chiunque abbia un po’ di orecchie e di cuore
BËL (02)
BRÜ (00)

imasoulman: il voto della ragione è 4,5, perché quello del cuore va in tripla cifra...
RinaldiACHTUNG: ho messo quattro ma solamente perché sono più legato a Steve McQueen
Battlegods: E perchè "Green isaac"? :P
nix
nix
Opera: | Recensione: |
Mi ricordo un disco negli anni '80, Steve McQueen. Un paio di pezzi belli.
Per me è stato il gruppo pop più noioso della storia della musica occidentale dal 1492 ad oggi.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: secondo me c'era moooolto di peggio, loro erano grandi
lector
Opera: | Recensione: |
Grandi incompiuti....
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: purtroppo anche ignorati, sotto alcuni aspetti
Stanlio
Opera: | Recensione: |
Uno dei miei gruppi preferiti per sempre!
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: io e te sempre sulla stessa lunghezza d'onda ;)
Battlegods
Opera: | Recensione: |
"Elegance", "Cue fanfare", "Cruel" e "Don't sing" non avrebbero sfigurato per nulla su "Steve McQueen", altrochè! ;)
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: neanche quella che ho citato secondo me, paddy è un grande comunque !
Battlegods: Decisamente! L'hai citata già ;)
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Una dei gruppi che ha gareggiato con gli Smiths, per contendersi la palma del migliore, nei miei ormai remotissimi trascorsi liceali.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: effettivamente hanno qualcosa in comune moz e paddy per quanto riguarda la scrittura
Tucidide
Opera: | Recensione: |
Ho beccato Steve McQueen nel momento giusto per scavarci i solchi fino a perforare il vinile. Questo mi mancava.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: quel disco lo consumai anche io
Abraham
Opera: | Recensione: |
Se messo a confronto, per dire, con "Andromeda" o con il redivivo "Let's Change The World With Music", si fa fatica a riconoscere lo stesso artista (uso il singolare perché i PS sono fondamentalmente Paddy ndr). "Swoon" è un pugno nello stomaco. Ha episodi oscuri, inquietanti, irraggiungibili. Ti ammiro: personalmente non mi sono mai sentito all'altezza di recensire un lavoro così complesso.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: ma grazie abraham; comunque proprio per quello che hai scritto non sono d'accordo con alcune recensioni lette in giro che lo definivano persino ingenuo; alla faccia dell'ingenuità.
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
Dopo aver consumato "Steve McQueen" allora i mie compagni mi prendevano in giro, sono del 74 quindi era ascolto per la nostra età ardito, poi fece successo un singolo, tutti lo canticchiavano e lo registrai a tanti, ma per lo sfortuna gli piaceva solo il singolo che canticchiavano ululando come cagnetti in calore. Bei tempi.
Mio fratello, che poi era quello che comprava i dischi e li collezionava. Buon'anima, io in seguito mi vendetti quasi tutto, giusto i ricordi mi rimasero, ma " Swoon fu una grossa delusione, mi aspettavo un lavoro dai singoli fulminanti ,invece nulla. Lo ripresi in mano anni dopo e il resto della storia penso sia inutile raccontarla. Lui è uno dei grandi, possono passare tutte le mode, ma le sue canzoni( quello che conosco, poco) mi rimangono nel cuore quasi, tanto quasi come guando le ascoltai le prime volte. forse Solo gli Smiths mi lasciarono una bella cicatrice nel cuore come lui e pochi altri ( Che poi sono tanti, molto tanti ! ). Povero cuore
BËL (01)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: bel commento davvero; sono proprio quelli che fanno male a restare per sempre dentro
gaston
Opera: | Recensione: |
Non mi hanno mai preso più di tanto.
Ma evidentemente non ho mai ascoltato con la dovuta attenzione.
Cosa che ora mi riprometto di fare, vista le recensione e i commenti.
Recensione paradigmatica. Complimenti.
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: grazie !
imasoulman
Opera: | Recensione: |
comunque consiglio caldamente i primi singoli antecedenti a ‘Swoon’, in particolar modo ‘Lions in my own garden (exit someone)’. Le costruzioni di pop-ardito che sono tanta parte di ‘Swoon’ in quegli e.p. sono già presenti integralmente
BËL (01)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: verissimo
proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
Nell'inverno del 2017 avrò ascoltato Steve McQueen decine e decine di volte. È tempo di espandermi
BËL (00)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG: te li consiglio tutti, anche se ovviamente steve McQueen è il migliore

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: