Robert Anson Heinlein
The Moon is a Harsch Mistress (La Luna è una Severa Maestra)

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


"The Moon is a Harsch Mistress", Robert Anson Heinlein (U.S.A.) prima versione  pubblicata a puntate sulla rivista "If"  tra il Dicembre '65 e l'Aprile '66. In Italiano "La Luna è una Severa Maestra", edito nella collana "Urania"(Mondadori) una prima volta nel  '66 (traduzione di Antonangelo Pinna) e successivamente nel 2006 (traduzione di Hilja Brinis).

In un ipotetico Pantheon della fantascienza americana, insieme a nomi come Dick e Asimov, uno spazio molto importante deve essere riservato a Robert A. Heinlein (1907-1988). Tra i primi protagonisti dell'ascesa del genere a fenomeno di massa viene ricordato soprattutto per la capacità di introdurre temi fortemente politici e sociali, in trame solide e particolarmente articolate, usando metafore spesso fortemente inusuali e quindi innovative. Senza mai ricorrere ad una scrittura particolarmente complicata la sua peculiarità principale, in molti lavori, era una forte connotazione didascalica e pedagogica. I substrati narrativi vertevano tutti attorno alla sua propensione, decisamente, libertaria di vedere sia la vita privata che quella pubblica. Temi sociali come Politica e Religione ma anche intimi come Amore e Sesso passavano tutti attraverso questa lente dalla prospettiva radicale. Tutto ciò gli fece "meritare" il soprannome di "sociologo della fantascienza". Qualsiasi suo romanzo è pieno di rimandi sia filosofici, soprattutto della Filosofia della Scienza con le eterne domande sul senso della Metafisica, che storici: dalla Guerra d'Indipendenza fino alla questione della segregazione razziale negli States. Questo suo modo di intendere la narrativa lo portò, addirittura, a subire accuse diametralmente opposte nel corso della carriera: da quelle di neo-fascismo dopo "Starship Troopers" ('59) a quelle di Marxismo dopo il libro oggetto della recensione (comunque premiato nel '66 con l'Hugo Award e nominato per il Nebula nello stesso anno). Oltre le due citate altra opera fondamentale, nella sua vastissima produzione, rimane "Stranger in a Strage Land" ('61).

"La Luna è una Severa Maestra" è generalmente considerato il suo capolavoro non che l'opera in cui sono presenti quasi tutti i temi cari: la responsabilità civica e politica del singolo, la costruzione di una società nuova e alternativa a quella dei suoi tempi, la rivoluzione, la guerra, l'antropizzazione delle macchine etc.

Siamo nel 2075. Da vari decenni la Luna è stata colonizzata dagli uomini: usata inizialmente come confino penale dopo varie generazioni la popolazione si è organizzata in una società sviluppata su varie comunità sotterranee che hanno come regola fondamentale il principio della responsabilità individuale. Il rapporto con la "madrepatria" è contrastato. Anzi la Terra, impoverita di risorse da uno sfruttamento miope, impone condizioni vessatorie alle Colonie perché queste, nonostante l'asprezza delle condizioni e il fatto che le stesse portino a irrimediabili mutazioni della fisiologia umana, sono riuscite a svilupparsi in modo piuttosto florido. Il protagonista è un riparatore di computer addetto anche a quello principale dell'organismo di controllo dei terrestri sui lunari: quest'ultimo ha sviluppato una vera e propria personalità. L'amicizia che nascerà tra i due sarà perno della rivoluzione che sta per accadere...

Rivisitazione in chiave fantascientifica della Guerra d'Indipendenza Americana oltre ad essere un affascinante affresco "metastorico" ricco di azione, sorprese e colpi ad effetto questo voluminoso (circa 500 pagine) romanzo è un vero trattato sullo stantio mondo politico che l'autore percepiva attorno a se. Diplomazia, intrighi e dissimulazione arricchiscono il già interessante contesto e contribuisco a renderlo un piccolo capolavoro di pensiero "laterale". Nonostante i quasi 50 anni stupisce ancora per modernità di visione e capacità di intuire le cose oltre l'aspetto esteriore.

Mo.

Questa DeRecensione di The Moon is a Harsch Mistress (La Luna è una Severa Maestra) è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/robert-anson-heinlein/the-moon-is-a-harsch-mistress-la-luna-e-una-severa/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Uno)

iside
iside Divèrs
Opera: | Recensione: |
forse, ho letto la versione del 1966, però se l'ho letta era prima del 1975. quindi, non ricordo nulla.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: