Roy Orbison
Mystery Girl

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Veloce, ché se devi farti spiegare chi è stato Roy Orbison forse è già tardi.
Veloce se ne viene su dal Texas un cantante country che diventerà un divo, ma a guardarlo non ci si crede perché sembra un assicuratore, un commesso viaggiatore, un venditore di auto usate (anche il suo amico Buddy Holly, a dire il vero). Nel 1958 passa al rock and roll e come Little Richard si scrive da solo i brani, suona la chitarra con un certo profumo twang che non perderà mai e come Johnny Cash ha un fondo dark e tragico molto percepibile, sia nei brani veloci che nelle inconfondibili ballads. Gli occhiali scuri appiccicati a vita per l'errore di un concerto fanno il resto, la leggenda corre sul vinile e "Pretty Woman" diventa un classico, nel 1964. Nel frattempo Elvis Presley (non uno qualunque) ha dichiarato in giro che il miglior cantante del mondo è Roy Orbison, e insomma, son cose che fanno piacere.
Passano veloci gli anni, e come tutti i protagonisti del rock delle origini Roy viene messo un po' in disparte, gli muore l'amata moglie Claudette mentre viaggiano per l'America in moto e due figli perdono la vita nell'incendio della casa. Roy Orbison si fa muto e cupo, giusto un concerto ogni tanto, poi alla fine degli anni ottanta una serie di incontri casuali lo mette nuovamente in studio con gli amici George Harrison, Bob Dylan e Jeff Lynne : è tirato in volto e ha cinquant'anni, ma si rimette in gioco e l'America riscopre la sua voce leggendaria di tre ottave in tutta la sua grazia stellare.
La fama ritrovata si porta dietro la celebrazione: Roy entra nel Walk of Fame e nel dicembre del 1987 è sul palco con la band di Elvis Presley (strepitoso James Burton) più Springsteen e Costello alle chitarre ritmiche, T-Bone Burnett alla solista, Tom Waits al piano e Jackson Browne ai cori (e sono soddisfazioni). Subito dopo Jeff Lynne lo convince a rimettersi in sala di registrazione, gli arrangia una manciata di ottimi brani e questo "Mystery Girl" è pronto per uscire a gennaio 1989. Un meraviglioso singolo apripista, "You Got It", annuncia al mondo il comeback e tutto sembra pronto per la festa.

Il vinile esce effettivamente a gennaio e spacca di brutto, i dischi di platino si sprecano, Lynne ha fatto un lavoro eccezionale e la musica old-fashioned di Orbison si veste di sonorità moderne e convincenti, la voce è intatta e il fascino dark c'è tutto. Peccato che il cantante non possa godersi il successo: il 7 dicembre un infarto ha fermato il cuore di un uomo fiaccato dai troppi lutti, e mezzo mondo scopre, o riscopre, Roy Orbison troppo tardi per applaudirlo ancora una volta come merita.
"Mystery Girl" è il bellissimo regalo che Roy ha fatto appena in tempo a lasciarci e vale la pena di averlo nella propria discoteca, in bilico tra la nostalgia e la musica vera, quella che con pochi accordi faceva volare il cuore.
Oggi nessun ragazzo sa chi sia stato Roy Orbison.

Questa DeRecensione di Mystery Girl è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/roy-orbison/mystery-girl/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Tredici)

Onirico
Opera: | Recensione: |
Io lo so. Gran bella pagina. Lui, conosco poco... ma quanto basta per definirlo grande. Rimedierò quanto prima, per il momento sto ascoltando "She's a mistery to me" che è molto bella. Doppio 5 sulla fiducia.
BËL (00)
BRÜ (00)

masturbatio
Opera: | Recensione: |
Conosco 3 canzoni in croce boiadè
BËL (00)
BRÜ (00)

hellraiser
Opera: | Recensione: |
Una leggenda, un uomo sfortunato nella vita ma che ci ha lasciato un'eredità musicale fondamentale. Bella rece, sempre bello vedere Roy in pagina.
BËL (00)
BRÜ (00)

IlConte
Opera: | Recensione: |
Leggendo le tue da uomo dotto e super tecnico con un bagaglio di sapere da paura mi sono accorto.... che le storie le racconto mooooolto meglio io... ed è la prima volta che mi autospompino, grazie mille.

E poi quello “spacca di brutto” non è da te dai ...
Cosa direbbero su Discogs?! Ahahah

Comunque Roy sempre il benvenuto e anche tu, nonostante la spocchia ridicola.
BËL (01)
BRÜ (01)

Carlos
Opera: | Recensione: |
Quoto IlConte. Cioè "Veloce, ché se devi farti spiegare chi è stato Roy Orbison forse è già tardi." e invece a conti fatti è quello che fai. Non trovo informazioni diverse su Wiki, alla faccia della tua discoteca. 3 giusto perché è Orbison...e al Roy non si comanda. Artista immortale.
BËL (01)
BRÜ (00)

imasoulman
Opera: | Recensione: |
a me questa è piaciuta. C’è più calore, più anima. E Orbison va comunque riassunto, raccontato. Insomma, decisamente bene. Il disco di un piccolo miracolo retro
BËL (00)
BRÜ (00)

imasoulman: boh da telefono non riesco più a votare...misteri della mela. È un doppio 5
imasoulman: *il disco FU un piccolo miracolo...
IlConte: Se lo conosci così bene trova qualcosa che non sappiamo tutti.... io mi faccio un culo così per cercare qualcosa che tanti non possono conoscere... altrimenti fai un copia e incolla da wiki è uguale...
IlConte: eh poi con la sua cultura musicale che ci ha spianato in faccia con ridicola arroganza
su su su il ragazzo deve far molto di più....
Hank Monk
Opera: | Recensione: |
bella...di lui non ho nulla. non conoscevo la storia del disco. Prima o poi...
BËL (00)
BRÜ (00)

Alfredo
Opera: | Recensione: |
Grandissimo Roy
BËL (00)
BRÜ (00)

lector
Opera: | Recensione: |
Con quella faccia un po' così, quell'espressione un po' così...... Grande Roy
BËL (01)
BRÜ (00)

Falloppio
Opera: | Recensione: |
Roy. Bello rivederlo.
Stanotte lo riascolto.
BËL (00)
BRÜ (00)

nix
nix
Opera: | Recensione: |
bellissima recensione, sintetica ma completa, di uno splendido disco.
BËL (00)
BRÜ (00)

aries
Opera: | Recensione: |
Conosco solo "California blue", un brano davvero piacevole, e dispiace che la carriera - e la vita - di Orbison siano state troncate quando avevano ancora tanto da dare. Il disco dev'essere notevole, anche per il livello dei collaboratori.
BËL (00)
BRÜ (00)

Giandagnino
Opera: | Recensione: |
"Oggi nessun ragazzo sa chi sia stato Roy Orbison" ma tanti ragazzi e ragazza conoscono "Pretty Woman"
Grazie Roy
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: