Sto caricando...

Sandro Giacobbe
La leggenda di Ramsey

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ho spesso difficoltà a guardare le partite su sky con mio nipote.

Chi conosce la mia storia sa che la mia carriera discografica è stata da sempre accompagnata da una forte passione calcistica, testimoniata da numerose presenze nella Nazionale Cantanti, della quale sono stato ottimo calciatore ma sopratutto un preparato allenatore. Era il 1981 quando Mogol, su consiglio di noi colleghi, decise di istituire una controparte calcistica a scopo benefico, composta dai più grandi artisti italiani allora in circolazione. Quando ebbi la chiamata che mi avvertì della cosa, ero entusiasta. Ma non solo per la mia voglia di calpestare un campo di calcio, ma per la gioia di avvalermi di grandi colleghi nonchè amici del calibro di Umberto Tozzi, Pupo, Gianni Bella e Pino D'Angiò, della quale conservo un ottimo rapporto di amicizia e professionalità.

Oggi che l'età non me lo consente, il calcio preferisco guardarlo che giocarlo. E capita sovente che mio nipote, grande appassionato di sport ma sopratutto di Premier League, mi inviti a guardare con lui le partite, e magari a ricevere un'analisi tecnica da grande allenatore quale sono stato.

'Dai zio, ce lo vediamo l'Arsenal?', mi chiede con aria compiaciuta, poichè è la sua preferita del calcio anglosassone. Inizio a tremare e una goccia di sudore mi cade dalla fronte, mentre sussurro a bassa voce balbettando 's-s-si, c-c-erto...'. Ed è in quell'istante che mi passano davanti agli occhi persone del calibro di Whitney Houston, Steve Jobs, Paul Walker e Robin Williams.

'E questi sarebbero più famosi di me?', mi domando mentre lo speaker annuncia la formazione. Ed è quando pronuncia quel nome tanto amato da mio nipote che il mio cuore batte a mille: Aaron Ramsey... 'Dai zio, ma credi davvero a queste sciocchezze?', mi chiede con aria innocente. 'Chi io?' gli rispondo mentre stringo forte il bracciolo del divano inzuppandomi di sudore quel capello che tante fece innamorare negli anni belli. 'Ma non scherziamo...'

A quel punto l'istinto di sopravvivenza ha il sopravvento. Inizio a seguire la partita attentamente, tanto da diventare un fan del West Bromwich, destando numerosi dubbi riguardanti la mia fede calcistica, da sempre Genoana, a mia moglie, che non essendo appassionata di calcio, non conosce certi retroscena.

'Fermate quel maledetto Gallese', urlo agli improbabili difensori mentre quel diavolo con la maglia rossa si avvicina prepotentemente all'area di rigore, dopo circa 50 minuti di nullafacenza. Tira una bordata impressionante, e il tempo si ferma... 'Fa che sia Baglioni, fa che sia Baglioni', sussurro tra me e me, mentre la palla si stampa sul palo e va in calcio d'angolo. A quel punto l'emozione prende il sopravvento, quasi casco dal divano, e mi scivola la parrucca da testa, che prontamente riposiziono al suo posto con uno scatto fulmineo che lascia mio nipote ignaro di tutto.

'La mia credibilità capelluta è salva', penso tra me e me a fine partita tirando un sospiro di sollievo... 'Vabè, anche la mia vita'. Chi è in difetto è in sospetto, diceva Manzoni nei Promessi Sposi, ed io mi domando se ne sia valsa la pena essere stato un grande cantante del periodo d'oro, appassionato di mamme di tante donne che hanno avuto la fortuna di attraversare i miei giorni, se ogni maledetta domenica devo perdere un anno di vita per lo spavento. Ma è quando ripenso a tutte le donne che all'epoca persero la testa per me, e che con gli anni non hanno mai cambiato idea, al punto da chiamare Sandro il proprio figlio, che mi rendo conto che forse vale la pena correre il rischio.

'Neanche stavolta si è infortunato', mi dico mentre guardo davanti a me aprirsi un'intera settimana con me protagonista, vivo e vegeto. La commozione prende il sopravvento, almeno finchè mio nipote non smorza l'entusiasmo: 'Zio, non essere dispiaciuto per la fine della partita, che dopodomani c'è il turno infrasettimanale!'... 'Ma vaffanculo!'

Fa che almeno sia Baglioni...

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Venti)

hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
Sei un genio. Ma hai dimenticato Bowie, tra le sue vittime è forse la più illustre.


hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
Hai fatto 'sta recensione e è morta Anna Marchesini. A Sandro, ma vaffanculo.


hjhhjij: E vaffanculo pure a Ramsey.
SandroGiacobbe: Dai che la resuscitiamo con le sfere del drago
hjhhjij: Ma lascia stare non scherzare 'sta cosa m'ha messo tristezza.
tonysoprano
tonysoprano
Opera:
Recensione:
Tu hai vinto. Genio


silenzioinsala
silenzioinsala
Opera:
Recensione:
BANNATELO.


tonysoprano: Bannare dei mostri sacri come Sandro e @[RIBALDO] è come privare debaser della sua essenza
silenzioinsala: ma se lo dico io magari @[G] mi auscolta...
tonysoprano: Ma figurati se ci sono i presupposti per un ban
silenzioinsala: o magari banna me.
SandroGiacobbe: che sarebbe l'ideale
silenzioinsala: colpa tua che mi blocchi
SandroGiacobbe: mannaggia
iside: sì grandissimo @[G] bannalo
G: ci manca davvero poco
iside: ma Silenzioinsala si intende, vero?
Insect_Reject
Insect_Reject
Opera:
Recensione:
Ha segnato agli Europei ---> Brexit


Pinhead
Pinhead
Opera:
Recensione:
All'inizio pensavo fosse il cuoco, mica la conoscevo 'sta leggenda ... Grande.


andisceppard
andisceppard
Opera:
Recensione:
Grande mandrino, che finalmente recensisci Samuel Ramey!

Sì, ho capito, sono un po' confuso, ma l'avere visto il video di @[adrmb] ?


adrmb: Il video di Anna è il mejo hands down.
imasoulman: qualsiasi occasione è buona per parlare di Samuel Ramey
llawyer
llawyer
Opera:
Recensione:

these fucking potatoes!


SandroGiacobbe: Questo è il frwtello
Buzzin' Fly
Buzzin' Fly
Opera:
Recensione:
ma come sta Pino D' Angiò ?


Loconweed
Loconweed
Opera:
Recensione:
Ramsey box-to-box


teenagelobotomy
teenagelobotomy Divèrs
Opera:
Recensione:
la doppietta Bowie-Rickman è stata la più allucinante. quest'uomo è il vero serial killer dei nostri tempi.


hjhhjij: Pure Rickman! Ammazza che cecchino.
Galensorg
Galensorg
Opera:
Recensione:
Hai vinto di nuovo!


bluesboy94
bluesboy94
Opera:
Recensione:
"Tira una bordata impressionante, e il tempo si ferma... 'Fa che sia Baglioni, fa che sia Baglioni', sussurro tra me e me, mentre la palla si stampa sul palo e va in calcio d'angolo" XD


luludia: scusa, oggi è il secondo brut che mi parte per sbaglio...non dovrei usare i cellulari, sono anziano...
lector
lector
Opera:
Recensione:
O tu o Baglioni: mi hai dato un buon motivo per tifare Arsenal


RIBALDO
RIBALDO
Opera:
Recensione:
diavolo di un mandrino...


NickDrake
NickDrake
Opera:
Recensione:
recensione incredibile e spassosissima, il 5 viene da sè


SandroGiacobbe
SandroGiacobbe
Opera:
Recensione:
Alemisso
Alemisso
Opera:
Recensione:
DaniloDara
DaniloDara
Opera:
Recensione:
Non ci ho capito nulla.
Ma ho capito che anche Syd Barrett non aveva capito nulla.
La via naturale all'esser visionario.


heartshapedbox
heartshapedbox
Opera:
Recensione:
Vola e sticazzi.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di La leggenda di Ramsey è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link