Sto caricando...

Sarcofagus
Envoy of Death

()

Voto:

Stanchi dei soliti trend musicali e di ciò che oggigiorno viene spacciato per innovativo? Nessun problema, il passato è sempre lì a regalarci perle dimenticate.

Parliamo, in questo caso, di una band finlandese, poco conosciuta e piuttosto sfigata.

I Sarcofagus si formano verso la fine degli anni '70 ed elaborano a dovere la lezione di maestri quali Black Sabbath e Led Zeppelin. Al tutto va aggiunta una carica invidiabile , derivante dall'allora nascente New Wave Of British Heavy Metal. A voler essere onesti, c'è anche qualche influenza che chiama in causa i Pentagram del buon Bobby Liebling.

Insomma: Hard-Heavy a un passo dal Doom.

Qualcosa di simile a quanto proposto dagli albionici Witchfinder General, ma con una differenza sostanziale: qui non si toccano certe tematiche con spirito goliardico. Qui si parla di morte e di come essa veniva intesa ai tempi degli antichi egizi.

Un suono energico e genuino ma anche cupo e sinistro. Soprattutto nella finale "Black Contract", un allucinante viaggio nei meandri dell'oscurità della durata di ben 9 minuti.

"Envoy Of Death" , pubblicato nel 1980, non sarà il massimo dell'originalità (bisognerà aspettare Vitus e Trouble per ascoltare del vero metallo spettrale e alla moviola) ma ci mette di fronte a una band di tutto rispetto.

Sconsigliato a chi cerca gli '80 pop ma consigliato, per contro, a coloro i quali con l'Hard e l'Heavy ci sono cresciuti.

Preciso che questo non è il debutto del combo finlandese ma il secondo parto discografico. A parte questa trascurabile nota, valutate voi stessi se un simile lavoro può risultare gradito oppure no. Io, sicuramente, lo ascolto spesso e volentieri. Pollice in su per i nostri finnici eroi!

Commenti (Cinque)

lector
lector
Opera:
Recensione:
.

BËL 01
BRÜ 00

Marco Orsi: Grazie caro!
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
Me li segno; ci butto un ascolto nel fine settimana.

BËL 01
BRÜ 00

Marco Orsi: Grazie anche a te. Forse li troverai un po' leggeri...ma, fidati, questo disco merita!
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
bravo!

BËL 01
BRÜ 00

Marco Orsi: Grazie
ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:
Ad essere sincero, sono uno di quelli che non disdegna il pop degli 80's (non tutto, ovviamente). Bella recensione, forse un po' stringata ma efficace.

BËL 01
BRÜ 00

Marco Orsi: Beh io ascolto anche i New Order :-)
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
È qvesto il Sarcofago givsto!!!

Classica del Marchino. Essenziale e precisa, senza menate.
Adoro un po’ di personale in mezzo ma Mi piace anche così (piuttosto che puttanate, alla grande).

Dovrebbero piacermi… fa te…

BËL 01
BRÜ 00

Marco Orsi: Vedrai, non ti deluderà :-)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera