Sto caricando...

Sfera Ebbasta
Famoso

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Looka yonder
Looka yonder
A big black cloud come
Comes to Cinisello Balsamo

Baby dove vivo io la Urus non passa, quartierino, baby soldi middle class Craxi gang, Bettino.

Bitch stavo sentendo Nuove BR dei P38 e pensavo che se neanche le parodie dell'italo-trap fanno più ridere, significa che il genere è all'auto-parodia punto e virgola; che se la limitatezza espressiva non è supportata da un abuso di crack tangibile, allora stai giocando al gioco degli X-Mary quando cantano pippiamo la cocaina e la vita ci sorride sempre lerolallà.
Mentre ai P38 voglio ricordare che gli Stupid Set nel lato B di Rangoon Patrol avevano messo giù funk la telefonata del Morucci alla famiglia Moro, e questa cosa succedeva quarant'anni fa. Voi fate avanguardia e dite i vostri porco dio, io facevo i cori sulla Renault 4 rossa quando voi eravate in vacanza in costa.

Pussy sai che siamo fedali (*). Ho un'immagine di te con quella merda in bocca, i pantaloni skinny in tweed, la flying V e le Lelli Kelly, io giro in Janoski nere e mi son pagato il Precision Mexico coi soldi che hai speso in trottoline giapponesi, soggetto.
Io Biker Mice gang shit mototopo, tu Mirko dei BeeHive baby , mi fotto la tua Licia su una Lada Niva, lei mi implora kiss me, tu pugnetta sulla Miura dell'Elettra.

Hai realizzato il sogno di ogni pussy tossica: farsi intitolare una piazza da una giunta di centrodestra e girare con la gioielleria di tua nonna addosso perché sei diventato famoso abbastanza da pagarti i buffi con le visual.

Hai pianto con la Universal che per farti smettere ha comprato il giocattolino Diplo. Diplo a questa trap folk spaghetti piscia talmente in testa che ti ha fatto una base di merda che è Feel Good Inc. col giro di basso di Lounge Act. E tu te ne bulli.

Baby ho una cugina pure lei mezzo famosa, sai che siete famosi per la stessa cosa.

(*) coetanei.

-------------------------------------------------------------------------------------------------

Sfera Ebbasta mi sta simpatico perché contribuisce, insieme ai nomi grossi del gioco italiano, a smorzare il carrierismo di una leva di fascistelli da case popolari. Gli dice che non saranno mai come lui, che devono stare tranquilli, monogami, lavorare a 800 al mese, non farsi mai in vena, farsi Spotify, non rompere i coglioni, non fare mai la spia con le guardie, volere bene alla mamma.
In un trionfo di trilli di notifiche e pseudo-reggaeton provincialotta, Famoso è il lieto fine di un Trainspotting 3 con protagonista tale Gionata Boschetti da Cinisello Balsamo che a trent'anni si allaccia bene le scarpe per sfuggire dai cops, in tasca la weed, e correndo verso i soldi ti guarda spettatore, e ti dice vai a lavorare barbone. Come guardarsi allo specchio.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiTre)

CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
Boh. Da quel pochissimissimo che, per osmosi, ho ascoltato di lui mi fa veramente cagare (anche se io non faccio testo quando si parla di rap/trap e derivati).
E mi pare gli riesca male anche la parte dello stronzo (anche per quella ci vuole talento).
Sta però facendo il grano e quindi ha vinto lui.
Ma alcune sconfitte sono più significative che alcune vittorie (e qui entra in gioco il decadentismo di cui sono intriso).

La verità è forse molto semplice: ho 40 anni.


MikiNigagi: Credo che la questione anagrafica sia marginale. Anche Gué Pequeno ha quarant'anni, Sfera trenta, e sono convinto che a loro piaccia quello che fanno.
CosmicJocker: Ma secondo te che, da quelll che ho capito, la trap un po' la segui, la fama di Sfera si poggia realmente su qualche merito artistico?
Non è una domanda retorica eh, lo chiedo perché a 'sto disco hai messo 2, ma magari ha sfornato qualcosa di interessante nel genere che propone (io temo che non lo apprezzerò mai visti i miei sbarramenti epidermici, ma questo rimane un problema mio).
MikiNigagi: XDVR era un lavoro degno, puntuale e necessario. Lui è superiore al marasma dell'italotrap vocoderizzata per quel minimo di gusto melodico che ha, e per un timbro riconoscibile che funziona molto bene con l'effetto.
Meriti artistici mi sembra esagerato, ma non è neanche lo zimbello della scena.
ZiorPlus: VOCODERIZZATA > Certi vocoder aggiungono dei clip generati da un noise generator in base al tipo di consonanti. Altri invece, sono tarati per farle passare in "thru" mixandole con la voce vocoderizzata.

Adesso è tutto più chiaro.- Rece 5
Martello
Martello
Opera:
Recensione:
Senza ascoltare. Ti avrei voluto darei 1 per fare la doppietta ma oggi non sto in vena


MikiNigagi: Troppa grazia
Martello: Suvvia. Torno a fumare in riva al mare...a Firenze
MikiNigagi: Goditela, qui tempesta
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Davvero non c'ho capito gnente-di-nulla.
Ma proprio GNENTE (pure capslocato che rende maggiormente l'idea).
As usual.


MikiNigagi: Ne sa una più del diavolo lei, anzichenò
JonatanCoe
JonatanCoe
Opera:
Recensione:
Decisamente lontano dal mio cicchetto d'alcol, ma tu scrivi troppo bene.


snes
snes
Opera:
Recensione:
allora, io capisco che per la bella pagina dovevi pescar roba scarsa, ma di trap buona ne esiste e spiace veder sempre gli stessi nomi quando se ne parla.
Per quanto riguarda i fascistelli: un po' di tempo m'è entrata nel naso la puzza di un video dei bronson. Aveva un milione e mezzo di visualizzazioni... è grave, altro che trap.


MikiNigagi: Di trap sì, di italo-trap meno, e Sfera Ebbasta è un caso emblematico della parabola. Tutto qui
Farnaby: Hai sbagliato voti...
snes: Urco
snes: Ma non posso svotare l'opera adesso...
Farnaby: Pax...poco cambia...
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Il mio “problema” con questa roba è che io non ascolto i testi quindi normalmente il sound non mi prende se non roba rap o hip hop (?!) yankee negra vecchia e ammuffita bella pompata e riffosa ...
Però non bisogna fare i vecchi rincoglioniti ... è comunque “cultura giovane” e sarebbe giusto conoscerla.
Però mi fa cagare, penso...


Farnaby: Testi?
algol
algol
Opera:
Recensione:
Per codesto genere nutro un aprioristico, geriatrico e forse snobistico disprezzo.
La vecchiaia non è una bella cosa ma, ne sono sicuro, neanche sta roba qua.


macmaranza: Oh sì sì.
blues4theredsun
blues4theredsun
Opera:
Recensione:
Sono passato solo per Nick Cave nell incipit.


musicanidi
musicanidi
Opera:
Recensione:
Per me esiste solo Bello Figo. Gli altri sono solo sfigati del cazzo. E credimi, non ho mai ascoltato nulla di questo genere (tranne qualche pezzo qua e là di Bello Figo).


algol: Ahahahahh
JonatanCoe: AHAHAHAH!
macmaranza
macmaranza
Opera:
Recensione:
Arwoor
Arwoor
Opera:
Recensione:
Che ci faccio qui?... Che ci azzecco con questa roba?...come un pastore sardo a un congresso della Lega, un trullo a Manhattan, un jazzista a un concerto neomelodico...boh, ciao...


Onirico
Onirico
Opera:
Recensione:
lector
lector
Opera:
Recensione:
Dove andremo a finire con questi urlatori, capelloni, questi esagitati che strimpellano chitarre "elettriche" e sbattono tutti quei tamburi!
E la melodia? E quelle canzoni che tutto il mondo ci invidia?
GIOVINASTRI!
Ma io ve lo buco quel pallone.....


Kiodo
Kiodo
Opera:
Recensione:
Che imbarazzo


RinaldiACHTUNG
RinaldiACHTUNG
Opera:
Recensione:
L'autoreferenzialità che non comprendo come possa spingere qualcuno ad ascoltare e assimilare dei brani, o farli propri. In questo ci metto tanti, persino nomi blasonati alla Eminem quando parlava della madre. Per me la musica è un'altra cosa; empatia in primis.


MikiNigagi: Capisco cosa intendi, ma non ne farei un assoluto.
RinaldiACHTUNG: Assolutamente, e ti chiedo scusa per il mio essere prolisso perché sono una frana a spiegarmi; faccio un esempio: quando un Lou Reed scriveva canzoni palesemente incentrate sull'uso o sull'acquisto di droghe pesanti scriveva testi che sapevano parlare di (e a) me e altre milioni di persone che avevano la possibilità di fare quel pezzo proprio. Le parole utilizzate, la CLASSE nonostante gli argomenti. Non riuscirei a fare mio un pezzo come bottiglie privè. Te lo scrive uno che prima di gettare giudizi ascolta nel bene e nel male la materia della discussione.
RinaldiACHTUNG: Rinnovo le mie scuse miki mi è partita una logorrea che non mi appartiene ahah
MikiNigagi: Dici bene, per questo sono convinto che il problema non sia nel soggetto, ma nello stile. Per fare un esempio che rispetti le proporzioni: quando Masini cantava Vaffanculo, era non meno autoreferenziale di Sfera Ebbasta. Però Vaffanculo funziona.
RinaldiACHTUNG: AMEN. E in quel pezzo Masini non faceva finta di abbattere il suo ego, lo faceva
snes: Lanscena non parla solo di bottiglie e privè, e pii c'è un'intero popolo che sogna serate nei privè con bottiglie da 120 euro pagate 1200.
Non è empatico con te, ma con un sacco di altra gente sì. Sei tu a non essere il suo pubblico, non lui a non esser musica.
snes: La scena*
E poi*
RinaldiACHTUNG: Questo sicuramente, ma non lo sento autentico
MikiNigagi: Era partito onesto
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
A mio parere la gara non è necessaria miki, non è una figura interessante


MikiNigagi: Però non si può dire che non sia rappresentativo
proggen_ait94: Ok, ci sta, ma passerà come mille altri
MikiNigagi: Appunto, come mille altri. Dopo di lui un altro, non passerà mai
MikiNigagi: Comunque pensavo gara mai, non ce ne sono gare, solo giochi identitari perché non ci sentiamo rappresentati
proggen_ait94: non passerà mai la trap? Dai, bisogna essere ottimisti! Se parlavi in generale allora certo
La questione della rappresentanza è più interessante. Non ci ho mai pensato perché non ho mai cercato rappresentanza nell'hip hop ma effettivamente qual è la nostra rappresentanza? Pufuleti (mi va pure bene eh)? Nell'hip hop italiano le cose in cui mi rivedo di più come visione della vita e approccio alle cose sono, brutto dirlo, ancora quelle di Neffa e co.
proggen_ait94: ahahah UOCHI TOKI REPRESENT
MikiNigagi: Lo stai approcciando come genere, ma secondo me Sfera Ebbasta non è quella cosa, o almeno non più dopo il primo suo e il primo DPG. Infatti è un rischio che volevo scongiurare con la recensione definendo italo-trap il fenomeno, e canzone italiana il genere.
MikiNigagi: Merda Napo è tanto simpatico ma non lo voterei mai
proggen_ait94: quindi da hip hop siamo del tutto passati a un pop rap da classifica? Cioè più in merda di 6ix9ine? Il disco non l'ho sentito
MikiNigagi: Quindi no, non intendo che la trap non passerà mai, ma le icone del momento nella musica italiana. Casomai ci sarebbe forse da dibattere se sia Sfera effettivamente il king del suo, numericamente il più grosso. Credo di sì, a spanne.
proggen_ait94: pure io gli voglio un bene!
MikiNigagi: Sì, già da un pezzo. Le basi qui sono metà trap e metà reggaeton
proggen_ait94: se si considera effettivamente la classifica con questa trap (ma forse ancora prima con i bagna mamme tipo fedez) siamo fuori dalla musica alternativa da tempo, e le major pescano direttamente i pupi dalla "strada" per lanciarli. È ancora hip hop? Chiamiamolo italo trap ma è dare tutto per perso, mentre invece anche nel genere l'underground esiste ancora
proggen_ait94: siamo in asincrono con le risposte. Se è arrivato a farsi mettere il reggaeton dai produttori bella, tra qualche mese arriva a Sanremo e là è finita
MikiNigagi: Boh nell'italo trap non c'è underground, solo gente che non ce la sta facendo
MikiNigagi: Comunque una roba che magari a te può interessare è la spontaneità con cui sfera usa certo gergo da ragazzini di strada misto a inglese. Secondo me è evidente che lui scrive così perché pensa così perché c'è dentro davvero. Ricordo che Sfera ha la mia età. Per questo in quanto a rappresentatività secondo me non gliela batte nessuno. Forse Gué è l'unico che può competere.
proggen_ait94: non me ne intendo però questo è molto carino e fatto bene That's Not a Dream, Son - Album by Kaioh | Spotify non è pop ma direi che si tratta di italo trap lo stesso
MikiNigagi: Merda il ritornello di Tick Tock è video su youtube epic battle dragon ball z
MikiNigagi: (toccata piano, se parliamo di italo-trap è perché c'è stata Panette più o meno)
proggen_ait94: "Merda il ritornello di Tick Tock è video su youtube epic battle dragon ball z" eh già, è caratteristico di quella trap "Metal" da Bones in su
Non so, a me Panette suona pop rap normalissimo, senza nessun sound particolare che giustifichi un sottogenere. È un prodotto che non si scosta per niente da ciò che c'è di più normale e potabile.
Per la questione rappresentanza ok, ha i numeri. Però i contenuti sono gli stessi di Guè eccetera, quindi vecchi, soliti, stantii. Il testo potrebbe essere quello di qualunque altro rapper. Ha i termini inglesi ma come tutti, non ha uno slang suo che dà appartenenza. È una faccia sullo scaffale del supermercato
MikiNigagi: Non sono d'accordo su niente stai dicendo una cazzata dietro l'altra vaffanculo
MikiNigagi: No a parte tutto: Gué è un po' il padrino della roba gangsta perché dogo gang era la via milanese al truce, e nel 2015 se n'è uscito con tuta di felpa quando usciva xdvr. Un anno dopo sarebbe arrivato il dark album. insomma ci ha visto giusto, si è riciclato bene perché è un impresario molto scaltro. Fa sensazione come il sound si sia normalizzato in così poco tempo qui, perché la scalata è stata rapida, ma nel 2014 le prime cose di sfera ebbasta erano aliene non meno di Pufuleti, che alla fine è boom bap e nonsense
MikiNigagi: Cosa volevo dire in breve: che lo senti pop perché è lui, con un manipolo ristretto, che l'ha reso pop. E non è che abbia defraudato l'underground da chissà che, come di solito agisce il pop. Casomai ha importato un business, ha circoscritto il target (enorme) e ha tirato fuori questo.
Sarebbe un'operazione fredda, da musica pop: resta il fatto che nel suo slang, che non è originale né niente, non ci sento giovanilismo o sforzo mimetico.
MikiNigagi: Poi, a parte l'ospitata su crack musica (Cavallini, che segna l'apice) è solo merda. Sceso veloce com'è salito.
MikiNigagi: DARK POLO GANG - CAVALLINI FT SFERA EBBASTA (Prod. Charlie Charles) credo che questo video, che probabilmente hai già visto, dia il giusto senso. Nel 2016 erano ancora ai video lo-fi.
proggen_ait94: Guè è furbo, sì. Ma non sono sicuro che nel 2014 sfera fosse alieno. La trap i ragazzi se la ascoltavano già e molto, semplicemente hanno riempito il buco che si era creato nel mercato. Bastava solo prendere e far fare i video grossi ai trapper che c'erano già in tutta la penisola. Poteva esserci Sfera ma lui non ha nessun merito specifico, il mercato si sarebbe riempito (Meglio? Peggio? Non lo so, ma sarebbe successo) "da solo", perché c'era già il pubblico. L'italia non è nemmeno riuscita a darci un'impronta particolare, ma ha importato paro paro le cose che suonavano in america. Ovviamente non ha defraudato l'underground di nulla, è roba americana col bollino italia sopra e nulla più. Non riesco a dare molti più meriti a questi rapper di, che so, lo stelo d'erba più alto di un prato oppure di un lupo capobranco dell'appennino, se proprio vuoi. Artigiani e operai del mercato, intercambiabili se non per quanto vicino vanno a copiare le mosse degli altri. In questo Sfera è il più bravo, sicuramente.
MikiNigagi: Ma chi erano i trapper grossi nel 2014
proggen_ait94: In Italia dici?
MikiNigagi: eja
proggen_ait94: non so, ma sto dicendo proprio che ci sarebbe stato qualcun altro a fare quel lavoro, perché il pubblico che ascoltava inglese c'era già. Potrei dire che un altro avrebbe fatto peggio (o meglio), ma il risultato sarebbe stato potenzialmente lo stesso. Per questo dico che sono come, che so, gli artisti dubstep italiani durante il periodo di grossa di quel genere: superflui e soprassedibili
proggen_ait94: magari poi esce con un disco che invece è interessante eh, non lo so. Per ora I sleep
kloo: Comunque ridendo bello Figo è antecedente la scena italotrap.
proggen_ait94: ahahah in cavallini la gang è mega divertente "incasso come i cassieri"
kloo: Cognome epico per bello: Yeboah, ti ricordi Tony @[MikiNigagi] ?
proggen_ait94: @[kloo] shhhh
effettivamente sono gli stessi vibe della dpg, solo che Bello Figo ha le basi orrende e fa coscienza di classe. Li ho visti coi miei occhi a bo i nigga che cantano no pago afitto davanti alle guardie
kloo: Già far coscienza di classe può considerarsi rispettoso. Bello figo facendo il coglione è meno coglione di chi fa seriamente.
aleradio
aleradio
Opera:
Recensione:
Sono solo un po' annoiato da questa necessità -inveromillenaria- di creare per polarizzare. Ma non è una critica

E si, hollywood è Gorillaz con novoselic al basso


MikiNigagi: scena unita?
aleradio: intendi cosa ne penso o che devo contribuire?
aleradio: @[macmaranza] sei sempre molto d'accordo con me, ma ora devo dirtela una cosa: io credo che tu sia Massimo Lopez. Per questo motivo avrai sempre il mio affetto
macaco
macaco
Opera:
Recensione:
Ma quanto è famoso?


proggen_ait94: ha le pellicce zì, fai te
Flame
Flame
Opera:
Recensione:
Se è vero quello che ho letto, e cioè che si sarebbe definito il nuovo vascorossi, allora per me il tipo ha una sua coerenza, è consapevole di quale sia il suo valore.


MikiNigagi: Beh gli piacerebbe
Flame: il livello della proposta musicale e quello medio della fauna che lo segue mi pare quello.
Flame: insomma è onesto, non si vende come il nuovo Battisti
MikiNigagi: Sociologicamente sicuro più Vasco che Battisti. Per statura ovviamente nessuno dei due. Potrebbe essere magari il nuovo Grignani o giù di lì
MikiNigagi: A meno che tu non volessi sminuire Vasco, nel caso ti dico già che io non gioco a quel gioco
Flame: "Statura" (in senso artistico presumo) nella stessa frase in cui c'è vasco mi ha fatto venire i brividi lungo la schiena... gusti comunque. Dal mio punto di vista il valore musicale di vasco e sfera è esattamente lo stesso, quello di Grignani decisamente superiore.
Flame: lo scritto non avendo letto il tuo ultimo commento. Comunque per me non è un gioco, peso veramente quello che ho scritto.
Flame: ... peNso
Flame: ... Ho scritto
MikiNigagi: ah ma quindi tu odi, allora non vale. Per me che non ho sentimenti particolari, dire grignani>vasco è la più classica delle fregnacce. Ma è una cosa che capisco, sono vent'anni che Vasco si impegna a demolire quanto di gigantesco aveva fatto nei vent'anni precedenti.
Il mio solito pensiero (non originalissimo, mi rendo conto) è che se fosse morto dopo Stupido Hotel, sarebbe venerato dall'élite musicale non meno che dalla periferia.
MikiNigagi: Invece il paragone con Grignani, dove XDVR=La Fabbrica di plastica, regge molto meglio per proporzioni
Flame: odio più che altro la fauna che lo segue, e un po' anche lui si lo ammetto (per come si "vende" nello showbizz ovviamente, non personalmente non conoscendolo) per varie ragioni che non ti sto a dire per non sfracellarti i maroni. Ma la sua musica non la reggo, tutta, e qui sono onesto non sono un hater.
MikiNigagi: Lì sono scelte, è il tuo gusto sociologico (infatti l'ho buttata in giochino identitario questa pagina su Sfera). Se devo andare a mangiare un panino con qualcuno, lo faccio più volentieri con un ultras di Vasco che non con uno di boh, della PFM. Ma sarei scemo poi a inquinare il discorso musicale a causa di questa mia preferenza per concludere che la PFM è roba da stracciacazzi riccardoni del conservatorio e che dopo un quarto d'ora di ascolto mi viene voglia di spararmi in bocca: non voglio dire che tu lo stia facendo, e d'altronde il gusto per un timbro, un arrangiamento e uno stile di scrittura non è discutibile; ma che il discorso intorno a Vasco non sia inquinato da un certo elitismo, pregiudizi e da una scarsa attitudine a storicizzare, credo sia altrettanto innegabile.
MikiNigagi: Mannaggia alle doppie negazioni mi fottono sempre: è innegabile che sia inquinato, non che non sia
Flame: Allora non andremo mai a mangiare un panino assieme visto che a me la PFM piace e Vasco mi fa pettare. Questioni di èlite non ne faccio, non ho ne la cultura ne lo spirito per poterle fare.
Flame: si si, era chiaro comunque
MikiNigagi: Capito? Anche a me la PFM piace, ma io voglio solo mangiare il mio panino
MikiNigagi: (dove l'apice resta Cavallini)
MikiNigagi: sbagliato, era su
Flame: acci dentiatte, per capire cosa volevi dire mi sono ascoltato il pezzo ...
MikiNigagi: Ahah sensazioni?
Flame: mi sono chiesto cosa rimarrebbe della trap senza le vagonate di atteggio e i soliti 4 argomenti triti e ritriti nei testi. Se ha un valore dovrebbe funzionare anche vedendo uno in giacca e cravatta solo che la canta composto dietro un microfono, parlando di altro rispetto a bitches, droga, armi, rispetto ... boh, non ho una risposta.
MikiNigagi: Credo quello che resterebbe della chanson de geste senza gli eroi
aleradio: "A meno che tu non volessi sminuire Vasco, nel caso ti dico già che io non gioco a quel gioco"
finalmente
Hetzer: @[Flame] "Se ha un valore"... E' proprio quello il punto…
Flame: Non so Hetzer, se c'è un valore non credo che quelli della mia (e mi pare di capire dai tuoi commenti anche della tua) generazione possa trovarlo. Il mio parere è che sia musica non slegabile dal questo contesto giovanile di oggi, e se non lo vivi per ragioni anagrafiche, non credo possa arrivarti. Per tanto che si possa essere aperti mentalmente. L'auto-tune (per esempio) non è assolutamente la mia tazza da te, odiavo già Believe di Cher, e dal mio punto di vista è come dire: bello l'effetto "chamber", bene mettiamolo su tutto come non ci fosse un domani da qui fino al 2040! Discorsi da "anziani". Sarà pane per altri, semplice. Il commento che ha postato lector per provocazione, devo dire che è riuscito nel suo intento e un po' mi sono messo in discussione.
Flame: c'è un "questo" di troppo ... dal contesto giovanile...
Hetzer: Mah, io ho un carattere di merda e tendo ad essere un po' più tranchant, e mi permetto di pensare che di "valore" qua non ci sia nulla.. Mi spiego: l'autotune sul vocione di Cher era un intervento su di un qualcosa di melodico, ro catchy, qualcosa che deve presupporre un minimo di talento produttivo e di scrittura.. Qua sento che non c'è nemmeno quello.. Anche l'atteggio lirico pivota su sesso a pagamento e botte di barella, ovvero sul vuoto cazzone e sul niente conclamato, davanti al quale pure il testo di Oops I Did It Again assurge a livelli sublimi.. Sotto tutto tranne che un luddista bilioso nemico del nuovo, ma qua veramente oltre al prodotto preconfezionato uguale a sé stesso e aprioristicamente consumato non ci trovo nulla di niente.. Ma sono musicalmente un inguaribile pessimista..
snes: flame lo chiedo a te perchè lo hai appena detto, ma è una cosa che ritorna spesso quando si parla di vasco. ma quando parli di "fauna che lo segue" a cosa ti riferisci? perchè, ripeto, 'sta cosa che il pubblico di vasco sia uno dei motivi per cui odiare vasco la sento da sempre, però credo anche che vasco sia il cantante (quanto meno italiano) con il pubblico più eterogeneo che conosco. dagli operai agli avvocato, dai gay agli omofobi, dai fascisti ai comunisti, dai ragazzini di 14 agli ultra sessantenni, dai discotecari ai metallari, dai bidelli ai presidi... sul serio: quando si parla del "pubblico di vasco" di cosa si sta parlando?
snes: sempre @[Flame]: per quanto riguarda il discorso sulla trap: vi prego, non parlatene. sentirvi è come sentire qualcuno che si lamenta del rock perché è tutto solo sesso e droga cantato da capelloni. Sì, certo, è ANCHE così, e la roba che ti arriva più facilmente nelle orecchie è ovviamente quella, ma il fatto che sia ANCHE così, non significa sia tutta così. la maggior parte ovviamente è così. come la maggior parte del rock…
snes: poi leggo il commento che hai lasciato subito dopo e mi rendo conto che non c'era alcun bisogno di scriverti tutta 'sta pappardella, ma è stato divertente comunque. bella lì.
Flame: l'avevo detto sabato o domenica scorsa, è vecchia come discussione. In ogni caso anche in base alla mia esperienza è un pubblico eterogeno: operai avvocati, ...etc, nella maggior parte dei casi accumunati da una cosa, avere una cultura musicale sotto zero, qualche pezzo tunz tunz e poco altro, altra roba rock neache a parlarne. Dall'altra parte, tutti quelli con cui ho avuto a che fare che suonano rock, tutti! Vasco non lo possono vedere neanche in cartolina. Questa è la mia esperienza. La mia avversione nei suoi confronti (verso quello che musicalmente rappresenta, intendo) deriva da altro ma la cosa si farebbe lunga.
@[Hetzer] anche a me fanno cagare la trap. Ma anche il punk faceva cagare a tanti rocker che a me piacciono e a me piace anche il punk, bisogna accettare che se alcuni generi non ti arrivano non è detto facciano schifo oggettivamente. Solo il tempo stabilirà che valore ha effettivamente la Trap.
Hetzer: Non sono molto convinto, soprattutto perché si tratta di modi di comunicazione completamente diversi.. Secondo me qui davvero il "fenomeno musicale" è davvero marginale.. Ma hai ragione, la realtà la vedremo col tempo..
Flame: Si ammetto senza problemi che sulla trap ho una cultura a zero, tipo Gali (o come cazz si scrive) sfera e poco altro ascoltato per curiosità sul tubo. Ascolterò cmuqeu i link.
aleradio: Hetzer pregoti non mi fare quello che parla di autotune citando do you beLIEeEEve in love after love. A parte che son passati 30 anni e fate ancora una confusione tra autotune vocoder talkbox che non ci si capisce più un cazzo.

Anzitutto lautotune è un plugin nato per non essere sgamato, ma per correggere, senza che le nostre orecchie relativamente assolute potessero riconoscerlo. Estremizzandolo come effect viene fuori quello che tu senti nella trap è usi per dire "almeno un tempo non serviva a nascondere che non sapevi cantare!", e ti dirò: nemmeno ora. Cosi come la distorsione per la chitarra non serve a coprire le magagne, nè nasce per quello. Lautotune nasce per dare una patina di perfezione alla quale il tuo (si anche il tuo) orecchio si è ormai abituato. Motivo per il quale d'OBBLiGO pure nelle colonne sonore dei cartoni per bimbi o nei dischi dei metallica, dappertutto. Quindi o fai degli effetti (qualsiasi) sulla chitarra un criterio per giudicare dei generi, o non lo fai nemmeno qui. S'è mai sentito "eh, ma knopfler non aveva mica bisogno dell'octaver per far vedere che era bravo"

Poi giudicate quello che volete per carità chi se ne fotte però il discorso sullautotune porcodio NO
snes: Flame i link son li a dimostrazione che la trap è anche altro rispetto a quanto divevi tu prima, e basta. Non ho alcuna intenzione di convertirti al genere. Insomma: se vuoi sentirli sentili, ma non credo uscirai dall'ascolto preso bene con la trap. Oh, poi magari sì, ma la vedo difficile
MikiNigagi: @[aleradio] oh, meno male.
Flame: ok
@[aleradio] Believe l'ho tirata in ballo io e non hetzer, e l0ho fatto perchè sentendo un servizio in rai sull'inventore dell'autotune si diceva che quel pezzo era il primo esempio di "abuso" dell'autotune (utilizzo ancora il temine ma temendo per la tua bile, lo confesso). Non si tratta di quello? bene, il pezzo mi faceva schifo prima e continua a farmelo adesso, così come mi fa schifo l'"estremizzazione" autotune nella trap e nel pop oggi.
snes: Si ma credo che il concetto che ale volesse esprimere è che lamentarsi dell'autotune e' come lamentarsi dei fuzz. Ti fan schifo le chitarre con troppi fuzz? Ci sta tutto, ma è un tuo "problema", e i fuzz non inficiano certo il valore della musica eapressa. Magari puoi dire che se senti uno che suona troppo distorto ti viene il dubbio che possa essere un chitarrista dalle doti tecniche dubbie. Ma, suvvia, quando si parla di trap nessuno si è mai sognato di dire che si tratta di ugole d'oro. Quindi siamo sempre lì: sono gusti soggettivi. Cercare di oggettivizzarli sarebbe ed è un errore grossolano.
Perché oggi è l'autotune che non è musica, ieri era l'elettronica, l'altro ieri la musica elettrica... E, NB: è sempre la musica giovane a "non esser musica". Quando sappiamo tutti benissimo che è proprio la misica giovane ad essere la musica meglio contestualizzata e più rappresentativa del proprio periodo storico.
Credo.
snes: Adesso, diomadonna, nessuno si sogni di uscirsene con la battutina "eh si infatti, noi stiamo vivendo il peggior periodo storico di sempre" perché lo spedisco a calci in culo nel 42 a Stalingrado o nel 74 alla stazione di Bologna.
MikiNigagi: Furthermore, at a time when there is much fretting and poohpoohing about the overuse of vocal treatments, Daft Punk make unabashed use of the vocoder. They don’t use it, like others, as a form of vocal make-up to conceal blemishes, but rather they revel in its artificiality. Indeed, there is a far more emotional tug to Daft Punk’s vocoderisation than that achieved by common-or-garden pop Auto-Tuners. They achieve a sense of vulnerability, of alienation, a sense of longing to be fully human.
MikiNigagi: Non serviva perché hanno già detto bene Ale e Nes, comunque mi è venuto in mente questo passaggio da un libro di David Stubbs che si chiama Mars By 1980
MikiNigagi: Tutto il resto è Joe Bonamassa che si arrabbia con le pedaliere
aleradio: ah ok non avevo visto che inizialmente l'aevvi tirata in ballo tu.
La parentesi su vocoder autotune talkbox era, appunto, una parentesi sulla confusione che c'è su questi strumenti, non sul pezzo di cher.
Nonostante nintendo ti abbia in parte già risposto, io volevo spingermi un poco oltre. Il problema di chi "AUTOTUNE FIGLIO DI PUTTANA MALE DEL MONDO" è che lo critica per il motivo sbagliato: l'autotune diventa uno STRONZO quanto viene usato con creatività (come effetto, come succede nella trap) e tollerabile per il suo scopo principale: quello di limare la perfezione eliminare l'eccedente e il calante. Per intenderci quando sali sul palco dell'ariston per sanremo puoi scegliere se essere o no filtrato dall'autotune, ciò significa che tecnicamente l'orecchio del pubblico non s'accorge se stoni, perché c'è una sorta di guardrail delle note che ti rimette sempre in pista.

Anche se poi, come capita a Ghali, riesci ad andare fuori scala pure con l'autotune. Quindi non preoccuparti, chi è cane, resta cane.

Poi ripeto, venga schifato tutto, chissene. Però l'autotune non c'entra un cazzo, non è un criterio, il vero abuso di autotune è quanto se ne parla, e quanto venga criticato per i motivi sbagliati. Chi ce l'ha davvero con l'autotune, usasse questi esempi per scagliarcisi contro: Rock On Mom & Dad

tu lo senti? MI CAPISCI? Io lo sento e MUOIO DENTRO.

aleradio: Ah ok come sempre mortificato da chi ha commentato prima con alta classe.
Flame: Non ho mica capito tutto questo specificare mille robe. Ho solo fatto presente perché ho tirato in ballo il pezzo merda di Cher e ho poi specificato dei mie gusti, che effettivamente sticazzi. Mica ho detto che é il male del mondo, ho solo detto che a me fa schifo, che siano problemi miei é ovvio, é un problema insito nell'avere gusti musicali.
snes: boh flame, perchè esprimi delle idee abbastanza in voga con le quali non mi trovo d'accordo. il mio commento vuole solo essere una cosiderazione all'atteggiamento nei confronti della musica di oggi (che nel mainstream trovo sia la musica migliore che abbiamo avuto da che sono in vita- mi sa che non è chiaro quel che sto dicendo e darà adito a incomprensioni e stupore massimo, colpa mia, ci dovrei scrivere un editoriale su 'sto punto per esser chiaro... che poi quando mai mi capita di esserlo?- e mi spiace un sacco non potermela godere come dovrei (cioè da giovane. quando ero giovane io il mainstream erano britney spears e i back street boys... già solo che la musica mainstream di oggi in italia sia italiana vince dieci a uno sugli anni 90 per quanto mi riguarda), e mi fa male vedere gente appassionata di musica che non riesce a capirlo. poi magari c'ha ragione la gente appassionata di musica a non capire, ma boh: mi sa di no.
snes: ah che bello son riuscito come al solito ad aprire due parentesi e chiuderne solo una... auguri. e scusa.
Flame: è perchè sto diventando un "anziano" dimmmerda, devo farmene una ragione.
MoodyFrazier
MoodyFrazier
Opera:
Recensione:
A.D. 2020: l'evoluzione umana si fermò.


MikiNigagi: Ma che cazzo ne vuoi sapere tu dell'evoluzione umana, vai a studiare
Arwoor: Dopo la ...hem..."canzone" di Angela Mondello avrei seri dubbi anch'io sull'evoluzione umana...
MoodyFrazier: @[MikiNigagi] grazie, ho già dato.
Hetzer
Hetzer
Opera:
Recensione:
Per far finta di avere qualcosa da dire la cosa peggiore è ricorre a mix voluttuosi tra slangottini d'accatto e atteggio da strapaese.. Non fai ridere, riflettere e nemmeno schifo.. A che serve allora?


MikiNigagi: Che sia utile per la collettività, in effetti, dubito. Posso dirti al limite che cosa mi sia risultato tanto urgente da spingermi a impiegare un quarto d'ora in uno scritto formalmente odioso. Rileggendomi, mi pare che le urgenze fossero tre: citare Heart Of State, per conoscenza e perché l'esercizio identitario è vecchio, e non mi piace tanto come certe nuove leve lo stanno approcciando.
MikiNigagi: Citare gli X Mary, meno noti di quanto meriterebbero, come esempio virtuoso di musica demenziale in Italia, in luogo dei soliti nomi che con la demenza della trap avrebbero poco a che fare
MikiNigagi: Dire a qualcuno che il singolo con Diplo è praticamente un mashup tra feel good Inc e lounge act. Questo perché un nome come Diplo acchiappa click anche fuori dal bacino d'utenza di Sferaebbasta (ragazzine ormonali e bulletti prolet di destra), e insomma, è il solito contributo alla causa della demistificazione.
La forma è poco curata per mancanza di tempo. Trovo ridicolo come in certi casi la critica si spenda, con tutto un repertorio lessicale e un periodare fine, per parlare a se stessa di quanto il suo canone sia più figo delle cose che ascolta il popolino.
I commenti negativi a questi dischi devono essere veloci. Altrimenti come copywriter avrei una tariffa.
Hetzer
Hetzer
Opera:
Recensione:
Andiamo con ordine; questo io manco lo definirei un "disco", per me è vuoto sporco di rap & atteggio.. Dici però bene quando ricordi che certa, diciamo merda, va liquidata in due battute.. Tu invece sei particolarmente inefficace perché sbrodoli a manetta per qualche motivo ignoto.. Per me Sfera Ebbasta si può inquadrare usando gli stessi termini che userei per un menù del McDonald's (d'altronde il prodotto in questione è più assimilabile al junk food che alla musica), ovvero: colorato, confusionario, concepito da mestieranti del marketing per fare colpo sui bambini, popolare, di pessima qualità, irrilevante..


MikiNigagi: «sbrodoli a manetta per qualche motivo ignoto»: non ci sono sbrodolamenti. Ti ho già risposto in merito a quello che mi premeva scrivere, e perché l'ho scritto così.
A te non interessa quel poco che penso in merito, a me non interessa se tu non trovi che ci sia da pensare alcunché, né come faresti tu a esprimere il niente che ne pensi.
Il resto è solo una presunzione di autorità. Ne hai quanta ne ho io.
Hetzer: Non esiste nessuna presunzione, figurati se esiste qualche autorità.. Hai compreso ciò che ho scritto probabilmente ancora meno di ciò che hai scritto tu stesso; poco male, almeno ti ho spinto a usare la lingua italiana senza orpellarla con pagliaccismi.. Bravo!
MikiNigagi: L'unica cosa che fingo di non capire è che le tue critiche risultano poco centrate perché sono pretestuose, e che la componente che davvero ti punge (ti "triggera", direbbero i giovani) è quella politica. Una questione identitaria.
Ci sono altri utenti di destra (tale Anfox, credo, insomma quello con l'avatar di Peppino Prisco) che gestiscono meglio la cosa: passano, piazzano la stellina d'ordinanza, e se ne vanno via zitti e senza scuse. Trovo che questo sia un modo di vergognarsi (giustamente) della propria fede politica molto più dignitoso.
MikiNigagi: Ma fai conto che io non abbia scritto niente e che penso ti abbia davvero turbato l'uso del giovanilese, restiamo così.
Hetzer: Perché, parli di politica? Perché io sarei di destra? Perché, avresti "triggerato" qualcuno?
Hai capito meno di quanto credi di aver capito (male)..
Ti spiego succintamente: sono un decano del DeBaser, ne ho lette di ogni, e quando si parla di certi "artisti", il recensore per come la vedo io può fare essenzialmente due cose: o ridere, e ci divertiamo, o schifo, e lì si sfiora il sublime.. Tu non fai né l'una né l'altra cosa.. Fai a malapena confusione ed io, come De Utente rompicazzo, te lo faccio notare.. Ti concedo che sei molto più spassoso nel ribattere ai commenti; questo colpo di coda sulla politica è un tocco di ignoranza che ha la sua classe.. Fai conto che ti abbia semplicemente detto che non hai capito nulla, restiamo così..
MikiNigagi: Non si tratta di comprensione, si tratta di me che provo a portarti sul piano della realtà, per non trattarti con l'accondiscendenza che meriteresti.
Se ti trattassi con accondiscendenza, dovrei credere che il tuo giudizio negativo derivi davvero da un tuo parametro ridere/schifo.
Proviamo ad abbracciare quest'assurdità: un giorno mi sveglio e decido che le recensioni che trattano di progressive devono commuovermi o eccitarmi sessualmente. Se non rispondono a questi miei parametri arbitrari, allora le casso. Sarebbe attendibile il mio giudizio, o sembrerei solo uno scemo?
MikiNigagi: Ti vengo ancora più incontro, perché mi pare che fatichi un po' nella comprensione del testo. In pratica puoi scegliere: o sei solo scemo, oppure sei scemo e pure di destra.
La terza via sarebbe ammettere di avere scherzato, e che il tuo goffo tentativo di cercare appigli formali era pretestuoso. Resteresti di destra eh (ricordo altre tue uscite affini), però col sorriso.
MikiNigagi: «Perché, parli di politica?» mah così, en passant, non ti pare?
Hetzer: Mi hai inquadrato talmente male che ti stai praticamente raccontando una storia che non esiste.. Notevole.. Sì, su DeBaser, con Sfera e Basta, o fai ridere o fai cagare.. Oppure, terza via, non servi a un cazzo, come in questo caso.. Lascia stare il progressive, lì si parla di musica.. Ti riesce così difficile capire questa situazione? È perché manchi di immaginazione ed è perché forse comincio a pensare che il votaccio alla recensione ti roda un po' troppo.. Poco male, la lezione è finita..
Disegnami pure come vuoi, scemo, di destra e via bambinando, resteresti semplicemente lontano, molto lontano.. Citare Aldo Moro e un cazzo di leghista che dà soldi al management di un buffone da strapaese per mettere il suo nome in un buco di culo del milanese sarebbe parlare di politica? O lo scemo sei tu, o ti mancano le basi.. E parecchio..
MikiNigagi: Parli di cose che non conosci, fai discorsi sulla dignità di un genere musicale rispetto a un altro, dimostri di avere scarsa capacità di comprensione del testo puranche ti si faccia notare quale fosse effettivamente il fuoco, cerchi di motivare le tue sfuriate secondo improbabili e arbitrari criteri di valutazione, hai un uso incerto dei punti di sospensione (che sono sempre tre).
A chi mancherebbero le basi? A me? Chi dà lezioni a chi?
MikiNigagi: Sai cosa mi rode? Mentre tu sei qui a farmi le pulci perché non ti piace vedere associato tale fenomeno pop alla sfera culturale di una certa parte politica, hai in homepage due recensioni che pretendono di rileggere i classici secondo un'ottica complottista fascista QAnon. La più tipica delle operazioni di appropriazione culturale (su Pasolini poi è stato compiuto ogni genere di scempio, in questo senso). Queste operazioni sono diventate tanto frequenti quanto impunite da queste parti. Frequento qui da più di dieci anni, e mi dispiace constatare che covo di topi di fogna sia diventato questo posto.
Capisci perché ti trovo inappropriato e perché questa cosa mi fa scomodare al punto da provare a spiegarti?
Hetzer: Qua non si fanno discorsi sulla dignità; sei tu che tiri in mezzo recensioni progressive paragonandole a recensioni di un Big Mac musicale, non ti stupire se poi qualcuno ti dice "che minchia ci azzecca?".. Io giudico un prodotto, la tua recensione, e a questo punto il suo produttore, il recensore.. Nient'altro; le sfuriate caso mai le fai tu, che non riesci nemmeno a trattenerti dal doppiare i tuoi stessi commenti e che a ogni passaggio butti dentro elementi che non c'entrano una sega, dall'interpunzione ad altre recensioni in home di cui me ne sbatto seraficamente i coglioni .. Tu puoi associare questa roba a chi ti pare, alla politica o anche alla transustanziazione: sarà sempre e comunque una forzatura, un gioco, una supercazzola che ci si può divertire a fare su DeBaser e null'altro .. Se, com'è evidente, hai problemi coi "fascisti", questi sono sacrosanti cazzi tuoi, ma posso consigliarti di leggere un buon libro di storia italiana o semplicemente la nostra Costituzione: potrai imparare che è come avere problemi con degli zombie neurolesi.. Non pretenderai davvero di poter associare "la politica", (di qualsiasi colore sia) a una collezione multimediale firmata da un ditta chiamata "Sfera Ebbasta" senza che nessuno ti prenda per il culo o ti faccia notare che è inutile, vero? Qualsiasi decano medio del DeBaser dovrebbe averlo già imparato..
In ogni caso non saranno le prossime, approssimative e immaginifiche interpretazioni del pensiero di HETZER che cambieranno la realtà della tua operetta..
MikiNigagi: A volte condivido le tue considerazioni, ma continuo a pensare che qui hai sparato a salve, e che nel provare a giustificare non hai fatto una bella figura. Scrivi tanto, ma leggi male, e d'altronde cose come l'antifascismo in assenza di fascismo (il classico rossobruno) e lo "sbattersene i coglioni" bastano a sintetizzarti.
Questa continuerà a essere meno che una "operetta", pensare che l'iconicità pop non abbia una carica politica e una capacità di descrizione del contesto continuerà a essere di un'ingenuità abissale, le tre cose che volevo dire resteranno dette a prescindere, e sono a posto così. Alla prossima, giustiziere della notte.
Hetzer: Tu guardi il dito, l'unghia al massimo, ma non la Luna… Ascrivere Sfera Ebbasta un'iconicità pop, pensare che il suo prodotto abbia un contesto che sia diverso dal guadagno, quella è ingenuità.. E sarà il tempo a dimostrarlo come lo ha già dimostrato in passato..
Forse mi sono spiegato male, e quindi ci sta che tu abbia per l'ennesima volta sbagliato a inquadrarmi, ma non credo nell'antifascismo come valore attuale e spendibile, proprio perché il fascismo non esiste più.. Il valore storico è l'unico che conta, ma definirsi "antifascista" nel 2020 vuol dire avere intimamente "bisogno" del fascismo, il che equivale a una condizione mentale ben più grave di quella di qualche imbecille che ogni Ottobre rievoca la carnevalata su Roma; ma questo è un discorso moooolto più lungo e complesso..
De resto "rossobruno" è una di quelle etichette come "icona pop", ovvero categorie preconfezionate di cui alcuni hanno bisogno per spiegare e rassicurarsi di fronte a una realtà più complessa in alcuni casi, o semplicemente priva di complessità in altri..
In questo caso hai scritto male ciò che hai pensato peggio, e hai spiegato malissimo ciò che hai creduto di riuscire a scrivere; non c'entra la giustizia, c'entrano una produzione (la recensione), un feedback (la stella singola + il commento) & la reazione del recensore.. Poi libero di vederci\metterci qualsiasi cosa d'altro; io mi fermo qua.. Grazie per lo scambio, e meno pesantezza e serietà quando si parla di trap: del resto, non possiamo scambiare una flatulenza con un vasetto di lenticchie, giusto? Ciao!
MikiNigagi: Avevo già provato a chiuderla, ma fai ancora una gran confusione.
Ingenuo è pensare che le ingerenze economiche nell'arte non producano una bolla di generi di successo in continuo aggiornamento e riciclo. Iconico non è solo chi abbraccia la logica del mercato e si ricicla per aderire via via a quello che è pop, ma anche chi ne sintetizza i caratteri di un determinato luogo e tempo. Questo non per forza dice qualcosa del valore, o della sua mancanza: se dici che il pop italiano negli ultimi cinque anni è Sfera Ebbasta, stai semplicemente facendo una considerazione quantitativa, che poi puoi approfondire in vari modi. Puoi anche disinteressartene, ma non è che perché te ne disinteressi allora sei meglio tu.
MikiNigagi: Equiparare i nostalgici che vanno a Predappio ogni anno per il complex del dux a chi fonda i suoi valori sull'antifascismo è un errore di lettura grossolano, ma comune. Potrai credere che le etichette piovano dal cielo, ma a me non sembra scandaloso ricondurre certe idee alla loro zona di pertinenza. In questo caso è il rossobrunismo. Contento per te che non ti piaccia, è già qualcosa, ma rossobrunismo rimane.
MikiNigagi: «In questo caso hai scritto male ciò che hai pensato peggio, e hai spiegato malissimo ciò che hai creduto di riuscire a scrivere; non c'entra la giustizia, c'entrano una produzione (la recensione), un feedback (la stella singola + il commento) & la reazione del recensore»: ok, devo ammettere che se volevi buttarla in gara a chi ne capisce di più, allora forse hai vinto perché non ho capito un cazzo.
snes: "Lascia stare il progressive, lì si parla di musica.. "
Beirut, l'enorme esplosione ripresa da diverse angolazioni: il videoracconto

scusa, è stato più forte di me.
Hetzer: E chi nega che le ingerenze economiche non producano successo o icone? Io sono sicuro che anche TU sai migliore di SferaEbbasta, lo dico senza ironia.. Abbiamo semplicemente un management molto meno bravo del suo..
Io non equiparo i pagliacci di Predappio agli antifascismi, quindi o hai fatto finta di non capire, o non hai davvero capito un cazzo.. Tranquillo, le etichette in realtà mi piacciono perché mi fanno molto sorridere..
Del resto mi son sentito dare del:
- comunista schifoso
- rossobruno
- liberale
- gappista (giuro)
- fascistello
- zecca di merda
e forse anche del democristiano.. Capita quando le sfumature confondono e bisogna ricorrere alle comodità intellettuali delle etichette e delle ingiurie degli aggettivi politici, per cui ti capisco senza difficoltà.. Take care!
masturbatio
masturbatio
Opera:
Recensione:
Sono ancora fermo alla fase in cui mi fa ridere sportswear. Pensa te. Ho solo il timore che troppi ragazzi(ni) facciano fatica con l’astrazione e si sentano dei bad boys con la trap. Un po’ come mi sento io quando premo arresta il sistema sul pc.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Famoso è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link