Shellac
Live @ Bloom di Mezzago 22.05.11

()

Voto:

Trovarsi a pochi centimetri da uno dei propri idoli di sempre. Steve Albini. Un monumento del rock. Uno che spacca il culo e non sembra invecchiato di un giorno. Gli Shellac. Una macchina da guerra. Una ghigliottinata sul cazzo che ti fa godere. Una band da vedere in prima fila, da vivere, da sudare, da avere nel petto.

C'è un caldo infernale al Bloom di Mezzago. Mentre suona la violoncellista noise di spalla agli Shellac me ne sto fuori. Un paio di birre, qualche sigaretta, cazzate con gli amici, sguardi indiscreti ai vip nostrani (Giorgio Prette-Afterhours, Alberto e Roberta-Verdena) e finalmente i nostri salgono sul palco. Sembra gente tranquilla. Sono tutto tranne che rockstar. Per un attimo mi immagino le mani di Steve ancora sporche di vernice per le miniature di Warhammer. Ha l'aria da nerd. Un nerd pacato. Gente tranquilla... la quiete prima della tempesta (sono in seconda fila, sudato come l'ano di Busi dopo un rapporto "in the backdoor").

1, 2, 3, quat...esplosione. My Black Ass, cazzo! La chitarra è una motosega. Il basso un muro di materiali ancora da inventare. La batteria secca, schietta, storta. Parte un pogo devastante che mi fa trovare di botto tre file più indietro. Ma chi cazzo se ne frega?! Le lame sonore ti raggiungono ovunque, non hai scampo.

Dopo il primo pezzo sono fradici. Grondano passione. Le gocce sul viso di Albini sembrano lacrime. E' drammatica la sua espressione. Bellissimo. Rimpiango di non essere un buon fotografo, perché lo immortalerei così. In uno scatto. Uno scatto che racchiuda l'essenza del rock, priva dei suoi inutili orpelli. Questi 3 old boys potrebbero suonare in pigiama e ciabatte. In mutande. Nudi. Vestiti da Gabibbo, o da cane Pufolente. Sono dinamite e non puoi far altro che metterti a novanta e ringraziare.

Il concerto va avanti con un ritmo impressionante per circa un'ora e mezza. Un periodo di tempo abbastanza lungo per non pensare a nulla che sia fuori da quelle quattro mura. Perché sei lì. Sei lì e non vorresti essere altrove.

Mentre stanno finendo l'ultima canzone, Steve e Bob appoggiano gli strumenti e smantellano, pezzo dopo pezzo, tutta la batteria di Todd, mentre questi è ancora intento a suonarla. Bastardi!

L'esibizione si può riassumere nelle poche parole dette in italiano dal frontman:"porco d**, porca m*****a"(vi assicuro che di asterischi ce ne erano molti meno quella sera).

Urgo di una birra. Esco a fumare con il mio compagno di avventura, al quale dico:" sai bene anche tu che non possiamo andarcene senza una foto con Steve,  vero?". Torniamo dentro e facciamo la stramaledetta  foto. Ed è proprio in quel momento che capisco cosa voglia dire parlare col proprio dio, nel momento esatto in cui lo guardo e gli dico:"you are...". Niente. You are, niente. La frase finisce con quel sorriso del cazzo a 40 denti che vedete nella foto.

Questa DeRecensione di Live @ Bloom di Mezzago 22.05.11 è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/shellac/live-at-bloom-di-mezzago-220511/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiQuattro)

Rorix
Opera: | Recensione: |
Ottimo report, loro sono nella mia lista di band che DEVO vedere...non sono un grande fan, ma cazzo, dal vivo devono essere un'esperienza che rimane
BËL (00)
BRÜ (00)

PabloEscodalbar
Opera: | Recensione: |
CAZZO! Avrei voluto essereci ma ho dovuto fare una scelta!Invidia, invidia e ancora invidia!
Il sorriso a trecentomila denti è assai più giustificato! Ancora Invidia cazzo!

BËL (00)
BRÜ (00)

PabloEscodalbar
Opera: | Recensione: |
...che...
BËL (00)
BRÜ (00)

Stinger
Opera: | Recensione: |
E perchè dovresti invidiare Darkeve? Brutto com'è...
BËL (01)
BRÜ (00)

Kurtd
Opera: | Recensione: |
Bella recensione, gruppo esagerato, albini è geniale, anche se come produttore non lo amo particolarmente.
BËL (00)
BRÜ (00)

JURIX
JURIX Divèrs
Opera: | Recensione: |
Grandioso. Mai visti live, dev' essere stato proprio un bel concerto. Bella la foto, tu sei quello in mezzo giusto?
BËL (01)
BRÜ (00)

Darkeve
Opera: | Recensione: |
devo dire che con quello dei Jesus Lizard questo è stato uno dei più trascinanti che abbia visto...in più poi ho parlato con Alberto dei verdena e ci ho provicchiato con Roberta...gran serata...
BËL (00)
BRÜ (00)

madcat
Opera: | Recensione: |
con la ghigliottina mi hai fatto venire in mente questo :))

BËL (01)
BRÜ (00)

macaco
Opera: | Recensione: |
Rece schietta e passionale per un gruppo che ancora non conosco. Non mi sento di condividere ghigliottinate e neppure i novanta gradi, invece mi prenderei la motosega e il muro di materiali.
BËL (00)
BRÜ (00)

macaco
Opera: | Recensione: |
Con quale album inizio? Voglio quello piú difficile.
BËL (00)
BRÜ (00)

Nickname
Opera: | Recensione: |
Torno adesso dal concerto di Livorno. Incredibili. Todd è una macchina da guerra, è uno spettacolo nello spettacolo. E Albini...bè, Albini è Dio. Sale sul palco e sembra un impiegato uscito dal lavoro che va a farsi la suonatina con gli amici...poi parte "My Black Ass"...un'esperienza che rimane.
BËL (01)
BRÜ (00)

Darkeve
Opera: | Recensione: |
Macaco:non so se sia il più difficile, ma "at action park" è un capolavoro indiscusso degli anni 90...Mad:scena epica! :)
BËL (00)
BRÜ (00)

pretazzo
Opera: | Recensione: |
ahah "You are..." Vedo che tu eri messo peggio di me con le parole, tanto eri emozionato! ;-) No, davvero, se lo sapevo che era così disponibile, gli preparavo una trentina di domande: "Allora, Steve, cominciamo con il primo Ep dei Big Black, del 1983: mi può parlare di come è nato quel disco? E' vero che lo registrò una settimana dopo aver comprato la sua prima chitarra?" :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

Darkeve
Opera: | Recensione: |
davvero! trovarseli lì a fine concerto a firmare autografi,fare foto e parlare con una disponibilità infinita è stato spiazzante...rispetto infinito!
BËL (00)
BRÜ (00)

popoloitaliano
Opera: | Recensione: |
Nella foto i due a lato sembrano di un gruppo stoner-hard-psych e quello in mezzo un impiegato del catasto in libera uscita...bestiale!
BËL (03)
BRÜ (00)

Felo
Opera: | Recensione: |
La filosofia di comprare la batteria senza tom. Grandi Shellac.
BËL (00)
BRÜ (00)

Darkeve
Opera: | Recensione: |
popoloitaliano:confermato come l'apparenza inganni...quello in mezzo ha una ventina e passa di anni in più dei due scemi ai lati...e se li mangia a colazione!
BËL (00)
BRÜ (00)

PabloEscodalbar
Opera: | Recensione: |
..e poi che cazzo ci fanno due Guccini e un Impiegato al concerto degli Shellac?
BËL (00)
BRÜ (00)

Darkeve
Opera: | Recensione: |
che tra l'altro il Guccino a sinistra c'ha pure la erre come Guccini...
BËL (00)
BRÜ (00)

kosmogabri
kosmogabri Divèrs
Opera: | Recensione: |
"Una ghigliottinata sul cazzo che ti fa godere". Senti, ma noi ci deamiamo già?
BËL (00)
BRÜ (00)

Darkeve
Opera: | Recensione: |
Kosmo ti deamo subito,guarda...
BËL (00)
BRÜ (00)

ProgRock
Opera: | Recensione: |
E' proprio vero, Albini sembra un fan sfigato qualunque in mezzo a due presunti componenti di una fantomatica band nella foto.Immensi Big Black, Rapeman e Shellac e tutti i suoi lavori da produttore.
BËL (00)
BRÜ (00)

Makemodisono?
Opera: | Recensione: |
l'ho visto anchio ! concerto da 5 ! " un monumento del rock " e' vero e' sincero il recensoreo " un nerd pacato " mmmmm non so era un po kattivello quel nerd li' " la chitarra e' motosega " vero . quello e' vero l'ho vista anch'io " il basso un muro di materiali ancora da inventare " ecco darkeve ha meso ha fuoco perfettamente quello che era . e non era poco . " sono dinamite e non puo far altro che metterti a novanta e ringraziare " e' vero era li che era un piacere !!! ( che rimanga tra noi pero', la prox volta coprilo almeno un attimo sto culo malmesso tan visto in 5000) makemodisono ?
BËL (00)
BRÜ (00)

Darkeve: mavvà prenderlo nel culo da Steve è stato un onore...tutti dovevano ammirare la scena!
Makemodisono?: non lo metto in dubbio pero' almeno non sculettare nel mentre , guarda che veramente c'era un vociferare di voci " ma almeno si copra ! " altri " ma fateli in camerino ste cose "
Darkeve: non si ripeterà più
Makemodisono?: guarda che non devi fregarte delle lingue , quelle sono sono parole i tuoi sono fatti tu vedi guardare le concretezze la prox volta devi fare peggio
Makemodisono?: le parole lasciano il tempo che hanno trovato
Makemodisono?
Opera: | Recensione: |
a ( senhakka )
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: