Sto caricando...

Sonic Youth
Sonic Death

()

Voto:

È chiaro che un Bad Moon Rising non si discute nella sua efferatezza, ma un pensierino ai prodromi di un noise proposto senza premeditazione, come questo "early sonic" disinvoglia, si deve mancare. E qui si manca tutto l'aspettato, ma anche l'inaspettato underground.

Non c'è assuefazione nel ricercare lidi dirompenti che disintegrano anche il più estremo tentativo di esplorare situazioni che per la loro forza aliena rimuoviamo dalla nostra psiche. C'è una consapevolezza di un abduction che ci getta in un punto di non ritorno dove poi, mi ripeto, cose come Confusion Is Sex, Bad Moon Rising, Sister, Evol risultano chaos ordinati rispetto a questo.

La possessione noise è totale e impersonale, ci è dato il momento di non pensiero in un nichilismo immediato, rafforzato dal live act, in una immersione inanellante precipitazioni irreversibili di magma psichico primordiale. E lo stupro non poteva che generare due gemelli untitled su musicassetta. Un bastardo Giano bifronte si dà una volta per sempre.

E la profondità, l'oscurità della performance è cristallina, non ci sono ombre né mentali, né fisiche, il muro sonoro non rimbalza nulla, oltrepassa. E proviamo il qui pro quo del Nosferatu, dove appurato il salto dovuto alla non organizzazione del rumore, constatiamo che la non morte ti porta alla disorganizzazione dell'eternità, c'è un flusso travolto e travolgente.

Si gioca con le possessioni, si tira fuori il "meglio" di noi stessi, l'ausilio delle grida che circumnavigano orrori sepolti corrobora una pulizia delle nostre miserie. Liberatrice e linda è la pece nera che inesorabilmente scorre e ci ricopre. L'impatto è devastante perché ti costringe a "ricordare il rapimento", la sveglia cruenta dopo un po' si desidera sempre più ma non dà dipendenza, non induce in tentazione.

E di questa prova di santità possiamo essere solo grati e devoti perché squarcia una breccia nel muro di inconsapevolezza che ci circonda. "All'inizio fu il Verbo", e il Verbo era un'esplosione di rumore...

Commenti (Diciassette)

IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Un esplosione di rumore, appunto
Avevo provato ad ascoltare un paio di album che non ho finito, savansadir
Due palle infinite, rumore e distorsioni senza senno e senso
Per me savansadir
Tanto sono l’unico, piacciono a tutti ste cagate
(Sta a vedere che adesso arriva quello “come ti permetti di dire che sono cagate”)
Ahahahahahahah
Belisim

Oggettivamente se piacciono a tanti di voi che ne sanno saranno sicuramente bravi, ovvio
Io passo


De...Marga...: Prova ad ascoltare Dirty del 1992. Diciamo con un suono meno abrasivo.
IlConte: Ahahahahahahah
Ahahahahahahah
Ahahahahahahah
IlConte: Quando ricomincio con la droga ci provo
Me lo segno !!!
sfascia carrozze: Ciarraggione @[IlConte] !
E' ora di dire ebbasta à tutto questo clangore senza senso e costrutto!
Crogioliamoci con del sano Pop d'annata
Defecation - Life On Planet Earth Is Fuckin' Cancerous
De...Marga...: Sei adorabile @[sfascia carrozze] come i cherubini Defecation!!
Caspasian: Piace a tutti "Daydream Nation", un disco pop. Questo non credo che piaccia per dare sfoggio di eccentricità, uno ci fa brutta figura. Molto intimo rimane per me. Grazie.
Caspasian: @[De...Marga...] consiglia bene con Dirty.
IlConte: Ahahahahahahah
Ahahahahahahah
Ahahahahahahah
I defecatori!!!!
Belisim!!!
Madoooooo oo che tiro!!!
Caspasian: La "defecazione" è una delle poche gioie che rimane nella vita.
Farnaby: Come ti permetti di dire che sono cagate?
IlConte: In effetti ... chiedo umilmente scusa
Ahahahahahahah
sfascia carrozze: Signore, come osano qvesti buzzurri contraddirVi?
DeBanniamoLi tutti!
IlConte: INAMiSSIBOLO!!!
IlConte: Non lo faccia ... poi non ci si diverte più ...
sfascia carrozze: E' vero.
DeBasio in fondo ha bisogno di questi stolti.
TataOgg: Nobile, ti consiglio a thousand leaves. A parte la copertina che tu troverai divertente potrai sentire alcuni pezzi che possono aiutarti a capirli gradualmente, secondo me. Salta magari la Gordon, almeno nelle prime fasi...
Caspasian: Copertina fatta da Marnie Weber, bassista dei Party Boys poi diversi dischi solistici moooolto underground, oltre ad essere un'artista di collage inquietanti.
Marnie Weber - Western Song - West Coast Video Art - MOCAtv
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
PRIMO!!!! Doppio cinque ovvio. Storia, rumore al quadrato, anzi al cubo. Che bello essere riuscito a vederli dal vivo nei primi anni novanta.


IlConte: Immagino
Ahahahahahahah
IlConte: Ora che ho visto il doppio cinque del Fratello Montanaro sono sicurissimo di non ascoltarli di nuovo
Ahahahahahahah
De...Marga...: Ahahahahahahahahahha
Caspasian: Li conosco tutti, con loro vado bene fino a Sister e il disco dei Ciccone Youth. Grazie.
Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Qua l' "accozzaglia":


Falloppio: Pazzi. Siete pazzi si. Pazzi per Gesù 🤣🤣🤣
Caspasian: "La pazzia è uno stato mentale" 🤪
Caspasian: @[macmaranza] ⭐ grazie.
RinaldiACHTUNG: Grazie a te
Caspasian: @[Conteverde] ⭐ grazie.
dado
dado
Opera:
Recensione:
Ho ascoltato da ventenne più o meno tutti i primi dischi dei Sonic. Di questo però non mi ricordo (quasi) nulla. Tuttavia, saprei ancora canticchiare Sugar Kane o Teen Age Riot.

La recensione è ben scritta, m per me è un po' troppo sofisticata.


Caspasian: Qui siamo proprio agli inizi, una primizia... Problema mio essere barocco "inconcludente". Grazie.
madcat
madcat
Opera:
Recensione:
Daydream Nation è uno dei miei dischi preferiti e ce ne sono almeno un altro paio agli stessi livelli, però anche a me le prime loro cose non piacciono, con loro parto da Bad Moon Rising


Caspasian: Bad Moon Rising il mio preferito, dopo Sister non sento più tanta "giovinezza". Grazie.
madcat: Pensa che per me tutto il loro meglio l'hanno dato dopo! Curiosa spesso la diversa percezione che le persone hanno su uno stesso gruppo!
Caspasian: Son tutti bei lavori ma da Daydream Nation li sento un po' piu pop e la mia natura violenta tende ai loro primi chaos.
madcat: Eh sì, d'altronde infatti per me riuscire a essere anche pop è sempre stato un valore aggiunto. Adoro il pop, in questo senso.
lector
lector
Opera:
Recensione:
Bel ripescaggio


Caspasian: Che poi in certi passaggi sono pure "ambient", angoscioso... Grazie.
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
La gioventù sonica si oppone alla vecchiaia subsonica?


Caspasian: No, se non si è avuto una "adolescenza inquieta". Grazie.
Marcorock
Marcorock
Opera:
Recensione:
A me piacevano, un brano ogni tanto e mai più di 2 brani di seguito. Li vidi a Francoforte e fu un concerto noioso. Riconosco l'innovazione introdotta ma... non ne sono mai rimasto esaltato. Parlando di rumore "melodico" i Savage Republic li annientano 5:0


Caspasian: Facciamo 6:0, set partita incontro. Mi piace molto il disco dei Ciccone Youth.
Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
Bel ripescaggio (cit.) anche se 5 stelline mi paiono un po' troppe...per completisti e fan incalliti...


Caspasian: Mai come su questo li sento direttamente nell'atto, senza la premeditazione dell'azione. Non sono cerebrali come dopo, sono "selvaggi". Grazie.
Farnaby: Vero...grazie a te
CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
Tendo a considerare poco i live (questo non lo conosco e sì che io amo i Sonic Youth)... Eppure, eppure.. Quando dici "C'è una consapevolezza di un abduction che ci getta in un punto di non ritorno dove poi, mi ripeto, cose come Confusion Is Sex, Bad Moon Rising, Sister, Evol risultano chaos ordinati rispetto a questo": ecco, mi vien da pensare al live Dreamweapon degli Spacemen 3 e di quanto sia, forse, la più esaustiva summa della loro psichedelia..


Caspasian: C'è molto immediato in questi primi rumori dei Sonic Youth, l'infanzia dell'eternità. Grazie.
Mojoman
Mojoman
Opera:
Recensione:
Sicuramente e' tra le cose piu' difficili da ascoltare dei sonic. Quando lo ascoltai la prima volta , ne restai affascinato e confuso allo stesso tempo. Mi chiedevo se anche questa fosse musica . per uno che veniva dai deep purple e i doors era un bel cambiamento. La cosa piu' simile che avevo ascoltato erano i velvet underground in banana. Da li poi sono passato al resto della discografia...bad moon rising in primis . quando ascoltai "dirty" ormai ne ero totalmente innamorato. Per chi ancora non li apprezza ... Consiglio proprio " dirty" per iniziare. E' sicuramente il piu' facile. Bella la recensione.


Caspasian: Ci sta l' "ammorbidimento" dei newyorchesi. Grazie.
Marcorock: I velvet erano rumorosi solo in sister ray e black angel death song. Per il resto erano scorrevoli (ed immensi alle mie orecchie e cellule cerebrali)
Mojoman: Si certo...ma i sonic devono molto hai velvet. Si sono ispirati alla stessa roba. I sonic sono arrivati all' estremo , i velvet hanno piantato il seme proprio con quei pezzi.
Mojoman: *ai
Mojoman: La Monte Young - Trio for Strings (1958 US) tutto parte da questo signore qui !! Guru dei primi velvet e dei sonic youth
Marcorock: ma no, dai. Di Lamonte Young i Velvet amavano l'esagerazione e la distorsione, e se vuoi per l'approccio alla musica ma non trovo alcuno similitudine musicale se non l’intenzione di fare musica. Non conosco cosi' bene i sonic youth per arrivare a definire le influenze. Del resto, dalla fine 60 in poi tutti ebbero modo di ascoltare Lou Reed ed ampliare il proprio bagaglio musicale. Ed oltre alle influenze nei '70 e' facile ritorvarlo negli '80 ma con i Sonic Youth io di lou reed ci vedo davvero poco
Mojoman: I velvet iniziali facevano molte cose ispirate a lui , prima dell' ingresso di nico. Ho letto molto su di loro , e il fatto che la monte li abbia ispirati lo dicono proprio loro. Naturalmente non fanno le stesse cose. E nel disco compate solo qualche accenno ai suoni che sperimentavano nei primi live. Hanno fatto dei live dove avevano delle chitarre in feedback continuo...alla la monte. Nel disco pero' si sono concentrati solo sulle canzoni . ma Cale adorava la monte.
Mojoman: Mi pare che si t. Moore che disse che lou reed per lui era Dio.( musicalmente parlando )
Mojoman: Essere ispirati da qualcuno non vul necessariamente dire riprodurlo o imitarlo...vuol dire prendere spunto e svilluppare quel concetto in un altro modo. Altrimenti sarebbe plagio.
Caspasian: I padri putativi di tutti i gruppi e di tutti i generi sono i CAN! Prima e dopo... 😉
Can - Spoon (Sonic Youth mix)
lester69
lester69
Opera:
Recensione:
Il rumore per il rumore per me è sempre stato solo rumore. Immagino si sia trattato del tentativo di rendere concettuale la musica considerandola materia di arte moderna. Vado spesso a Venezia alla Biennale dell'arte ma ne esco spesso sbadigliando. Sarà che il concetto di concetto continua ad annoiarmi. Stesso discorso per i primi Sonic. Le cose per me cambiano con daydream nation.


Caspasian: Li ho preferiti sempre "assenti" con i loro primi lavori che presenti dopo. Questo per me è un disco ambient "rumoroso" in cui colgo la loro pura essenza.
Mojoman: Vederli in live potrebbe. Stupirti. Nel senso che tutto quello che nei dischi pare solo rumore fine a se stesso , nel live viene riprodotto esattamente IDENTICO. La cosa e' veramente complicata da fare , esattamente. E se non piu' , di riprodurre una melodia complicata. Hanno un padronanza degli strumenti e della materia suono , semplicemente immensa. Ogni rumore e' messo li in maniera studiata. Puo' non piacere sicuramente , ma non se ne discute l' originalita' ( per l' epoca ) la complessita' e il coraggio pionieristico che hanno avuto.
lester69: Sarà che nei live che ho visto io erano preceduti in un caso dai blonde Red Head nell'altro dai Pavement. Tanto di cappello alla loro capacità di scegliere chi portarsi dietro ...
madcat
madcat
Opera:
Recensione:
Il discorso è fornire una precisa direzione artistica al rumore, e loro in questo sono ovviamente maestri indiscussi che hanno influenzato una marea di roba nei 90. "Thurston Moore è il più grande chitarrista di sempre" Graham Coxon


IlConte: E certo... e io ho scopato più di Rocco
Caro madcat capisco i gusti personali tuoi e di Coxon ma mi pare un tantino esagerato, tantino eh... e mi fermo che è meglio.
Neanche dire “il mio preferito” che sarebbe perfetto ...
Mah
madcat: Beh, io ho riportato una citazione, con cui nemmeno concordo tra l'altro Conte!
IlConte: Qui non si tratta di concordare o no, Madcat ...
Si tratta che non ha senso, proprio nullo
E preciso che a me delle classifiche frega un cazzo e mi fanno ridere però insomma dai... sembra una barzelletta (che non toglie nulla alla sua bravura, non so)
Ma proprio “il più grande” (che è molto diverso dal “più bravo) non ha letteralmente senso
madcat: Vaglielo a dire a Coxon Conte 😁ognuno ha i suoi più grandi in ogni caso no? Poi se il punto è "doveva dire per me è il più grande" va beh, l'ha detto lui, ovvio che è un'opinione, sennò ogni volta che uno condivide un parere tocca che dica "per me" saiccheppalle, è talmente ovvio
IlConte: Vabbè non ci siamo capiti ma fa nulla...
Ognuno non ha i suoi più grandi, ognuno ha i suoi preferiti. “Più grande” è oggettivo per ciò che uno ha fatto a 360 gradi... ma anche qui la pensiamo diverso
IlConte: Altrimenti si rischia di dire cazzate
“Per me Zidane è il più grande giocatore di sempre”
No, oggettivamente no
Bravissimo ma ne ha cento davanti (ho cercato di spiegarmi)
IlConte: Ma poi chissene, era tanto per
Ciao Madcat
madcat: Ma si ho capito Conte! Ma Led Zeppelin e Doors per te sono i più grandi di fatto no? L'hai detto tante volte mi pare, magari sbaglio eh
madcat: E infatti "Per me" toglie ogni oggettività alla frase
madcat: "I R.E.M. sono i migliori" Kurt Cobain tanto per farti ancora più contento 😁
IlConte: Beh i Led Zeppelin sono oggettivamente il meglio del Rockblueshardfolk per tutto ciò che hanno fatto e per influenza (poi uno può metterci i Rolling, Who, Hendrix Sabbath, Purple ma siamo sempre lì in quel lotto). I Doors non possono oggettivamente essere tra i più grandi - anche se nei loro 5 anni per qualità e quantità stanno in altissimo -
I Doors sono sicuramente Unici.
Però faccio fatica a farmi capire ...
IlConte: E certo, pure i Rem
Ahahahahahahah
Dai lasciamo perdere va...
madcat: Ripeto Conte, e' naturale che ognuno abbia i propri "più grandi" o "migliori" che siano 🤩
IlConte: E ripeto che per me non è così
Puoi avere ciò che ti piace ma non puoi dire che è il più grande se oggettivamente non lo è
Ultimo esempio tanto non ci saltiamo fuori : a me piace molto ma molto di più Waits di Dylan... Waits è un grande cantautore così come Cohen ma è oggettivamente ovvio che il più grande influente cantautore sia Dylan punto.
madcat: Ma lo sai che fatico a seguire il ragionamento? (Sarà stanchezza eh) da una parte dici (giustamente) che i più grandi migliori non esistono oggettivamente, dall'altra però si (e lì non concordo). Quindi sono d'accordo e in disaccordo con te contemporaneamente. Solo su deb può accadere ciò 😁
IlConte: No, i più grandi “migliori” esistono oggettivamente !!!
Per oggettivamente si prendono ovviamente sia dati appunto oggettivi (vendite, presenze ai tour, soprattutto influenze sulle generazioni future) e situazioni uniche, particolari e specifiche (ciò che la band incorpora attorno a se e ai suoi musicisti - quell’aura che solo i più grandi hanno, appunto).

Scusa me l’esempio di Dylan è cosi difficile da capire??!!
Ahahahahahahah

È tutto molto bello.
IlConte: Quell’aura la decide la Storia, savansadir
macmaranza: In effetti, oggettivamente, non è che il lardo debba oggettivamente lasciarci lo zampino, oggettivando la gatta.
madcat: Oggettivamente direi proprio che, dal punto di vista oggettivo, tutto può essere oggettivizzato, oggettivamente #forse
IlConte: Ahahahahahahah non ci salti più fuori eh
Talmente semplice, non ci credo che non capisci...
So che capisci, lo so
macmaranza: Nobile Conte; non c'entra gniente, ma sono in loop con i Kaleo. Colpa Vostra, acciderba!
IlConte: ahahahahahah, bel dischetto eh??!!
macmaranza: Gira da solo anche quando spengo. Medianico!
Vinst
Vinst
Opera:
Recensione:
Questi hanno fatto sia buoni dischi che dischi emorroidali. Spero che questo non faccia parte della seconda categoria.


Caspasian: È la terza di categoria questo, quella a piacere...
Vinst: Quindi è metà buono e metà emorroidale?
Caspasian: La terza è fuorigioco, non c'è più dualità.
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
sembrerà incredibile ma conosco solo Into the groove...


Caspasian: You've got to...
Devi

Get into the groove
Lasciati travolgere dal ritmo

Boy you've got to prove
Ragazzo, devi provare

Grazie.
Caspasian: Per ricordarlo quella sta nell'album dei Ciccone Youth:
Into the Groovey
dsalva
dsalva
Opera:
Recensione:
Non riesco ad essere masochista finora questo punto.
Degustibus


Caspasian: Io che con le melodie e ritornelli ci litigo un po', mi calzano bene. Grazie.
simonebalducci
simonebalducci
Opera:
Recensione:
secondo me è molto semplice se il suono ti dice qualcosa fa per te altrimenti no .......se il suono dice qualcosa per tutti arriva l'aura che diceva IlConte ........queste cmq sono le sperimentazioni iniziali .....a me mi piacciono .....non al sunday morning però


Caspasian: Una colazione da campioni con 'sta roba...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Sonic Death è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link