Sto caricando...

Sonic Youth
Sonic Nurse

()

Voto:

Quest'anno sto rimettendo in ordine i cassetti. Tante le cose che sto gettando via. Inutile tenerle, hanno fatto il loro tempo, si sono ossidate, deteriorate, trasformate in polvere. Bisogna avere il coraggio di fare pulizia, ogni tanto, eliminare il superfluo, ridimensionare lo spazio vitale, riesumare ciò che è davvero necessario. Fase dolorosa per me, io che tendenzialmente costruisco pericolanti babilonie di ricordi, scarti, scampoli e resti di vita con la speranza di riutilizzarli in un futuro. Ma quest'anno sento questo impellente bisogno di ridurre all'essenziale il bagaglio che mi porterò appresso negli anni a venire. Ho voglia di viaggiare leggera. Finalmente leggera. E, fanculo, dietro di me, il diluvio!

C’è un disco appena uscito che ben riflette questo mio momento: Sonic Nurse dei Sonic Youth. Mi sta accompagnando da settimane in sottofondo durante i miei attimi di smaltimento, sia mentale, sia materiale. Mi dona l'energia giusta: dinamica, scioltezza, irritazione, reazione, consolazione, indipendenza.
È più o meno il diciannovesimo lavoro della Gioventù Sonica, senza calcolare le collaborazioni collaterali ed amenità simili. I Sonic Youth: li ho sempre stimati, anche nei loro momenti più bassi e noiosi. Ancora oggi non saprei quale tra i loro dischi porterei sull'isola deserta. Daydream Nation oppure Dirty? O forse porterei Goo, o ancora Evol, e perché non Confusion Is Sex… Che indecisa. Li amo, quanto adoro i Fugazi ed i Pixies. La mia Santa Trinità dei Novanta.
C'è chi dice che non sanno suonare, che tecnicamente con le chitarre sono dei cani, che sono ripetitivi nel loro noise ormai datato, inflazionato, ammuffito. Lo dicono pure qui su debaser. Ma in questo caso particolare non me ne frega proprio un cazzo dei bla bla bla di musico-matematici esperti ed onanisti. Io li amo perché sanno suonare le mie "corde", facendomi vibrare e soffrire sulla loro stessa lunghezza d'onda. Scusate se è poco.
Sonic Nurse conclude la triologia sulla “way of life” di New York iniziata con NYC Ghost & Flowers e con Murray Street. Come NYC Ghost, questo nuovo album è stato concepito da Thurston come lavoro solista ed acustico, ma in sala prove gli altri del gruppo se ne sono impossessati voraci, rivoltando il progetto, con il conseguente risultato che ora sento vibrare nell'organo piazzato tra le mie orecchie. In questo nuovo lavoro c'è il ritorno al microfono di Kim Gordon, seducente ed obliqua come non mai, ivi presente in quattro brani: la contrastante e sbieca "Pattern Recognition", l'avvolgente, ipnotica "I Love You Golden Blue", la dolcissima "Dude Ranch Nurse" che tra le spoglie sensuali è una sottilissima critica sul governo americano: i Dude Ranch sono dei luoghi di villeggiatura dove i ricchi americani vanno a farsi i weekend travestiti da “cowboy”. I SY nel loro Dude Ranch ci ficcherebbero tutto il Texas, compresa la famiglia Bush ed i loro compari della Casa Bianca, in compagnia di procaci e crudeli infermierine fornite di siringhe drogate per sopirne i “bollori ormonali”…

Sempre tra le righe, critiche contro il governo Usa anche in "Peace Attack", dove i Nostri puntualizzano sul deterioramento del termine “peace”, divenuto la parola d’ordine masticata come un chewing gum dai potenti del mondo durante gli attacchi in Medio Oriente.
Nel resto del disco, che evito di descrivere per non ammorbarvi troppo, Thurston Moore è in forma smagliante nella sua irriducibile e spontanea vocalità, in equilibrio fra inquietudine adulta ed adolescente impertinenza. Ranaldo e Shelley, non da meno, sono in uno stato di grazia trasversale, acidulo ma maturo, e in fase di rifinitura al mixer c'è il magistrale Jim O'Rourke, ormai a tutti gli effetti membro ufficiale della band.

Questa è una famiglia che esiste da ventitré anni, che è riuscita, nonostante l'implacabilità del tempo, a restare indissolubile ed a produrre dischi senza tregua, ed indipendentemente, senza screzi e senza pause. Rarissimo che una band resista così a lungo, e che resti allo stesso tempo così determinante per la musica alternativa. È dal 1981 che i Sonic Youth manipolano new&no wave, attitudine punk, arte contemporanea, influenze free-jazz, passione per il roots americano, ed incrollabile amore per ciò che fa rumore, tutto questo con grande personalità e classe.
Che dire d'altro? Che io sono una masochista, e che godendo sto qui, ad ascoltare ancora, e ancora, e ancora i crudeli feeedback, le affilate melodie, i ritmi biascicati nel buio, gli stop&go spaccacuori di questi deliziosi torturatori. Li amo, ma credo di avervelo già detto.

Gente che sta invecchiando maledettamente bene. E questo è un disco incantevole, speciale e brillante. Un disco che, in questo mio momento di spurgo globale, mi rassicura.

Youth against time!

Ultimi Trenta commenti su CentoCinquantaTre

kosmogabri
kosmogabri Divèrs
Opera:
Recensione:
RETTIFICARE CHE? ma tu sei affetto da un'egocentrite compulsiva cronica che t'acceca, caro il mio Giusti! Leggi quello che ha scritto la Fedeee, e dimmi chi fa la figüra! A me ride il culo che m'hai portato qua altri lettori, altro che figurina! Pollo!


Larrok
Larrok
Opera:
Recensione:
Giustiziere, guarda che il ministro Carfagna (illustrerrimo) ha introdotto il reato di "stalking", smettila di importunare kosmo


giustiziere
giustiziere
Opera:
Recensione:
ride o rode??? che proprio IO te li ho portati. "grazie Lewis, Alì e Mucchiodossa, che non l'ho fatto a tempo debito" questo è rettificare: prima provi a rispondere al mio primo commento poi però, inaspettatamente, si presenta gente "gradita", e tu sei costretta a ringraziarli proprio perchè ti portano voti, media e commenti lodevoli e ovviamente, poi, devi fare lo stesso con chi li precedeva. se non era per questo egocentrico, tu qui non ci passavi più, neanche per ringraziare.


kosmogabri
kosmogabri Divèrs
Opera:
Recensione:
cretino, non è la mia prima rece che commenti, e mai nessuno è venuto a commentare dopo di te, qui c'è stata la curiosità di vedere perché la kosmo risponde al giustizirere, che cosa ha combinato questa volta... Sai cosa, ed ora sono seria, mando una lettera di reclamo a Claaudio, mo' mi sono rotta il cazzo, i maroni e le ovaie. Se nei prossimi giorni senti fischiare le orecchie sai perché. Aloha.


UhuhPanicoUhuh
UhuhPanicoUhuh
Opera:
Recensione:
Dovrebbe lasciarla in pace a prescindere dallo stalking e dalla Carfagna, Giusty io ne esco arricchito da questa pagina e lo stesso il mio cuore, e tu? Dovresti tatuartelo sulla schiena il commento n. 65.


giustiziere
giustiziere
Opera:
Recensione:
mandi una lettera a claudio? cioè te la auto-spedisci? fai pure. intanto rispondo a larrok: non c'è nessuno stalking perchè quello è un reato che riguarda la sfera privata. qui siamo su debaser cazzarola! io non mando lettere minatorie alla signora, ne ho messo una microspia nel suo telefono. e no, non la seguo quando va al supermercato a fare la spesa.


Franci!
Franci!
Opera:
Recensione:
Ma perchè non bannargli l'IP? Oltre a queste punzecchiature innocue ma fastidiose, non fa e dice un cazzo. Ah no, tenetelo. Ci serve una mascotte.


giustiziere
giustiziere
Opera:
Recensione:
"innocue ma fastidiose" direi che ci può stare. innocue di sicuro, fastidiose lo sono quando c'è un fondo di verità, quando senti la puntura della zanzara. io non ho mai chiesto il bann di nessuno qua sopra, ne ho mandato mail di protesta per cazzi e mazzi vari a differenza di certa gente oserei dire "raccomandata"; e dire che ne avete detto di cosette nei miei riguardi. commento 65 buonista e ipocrita.comemnto 127 dimostra quanto la signora si senta adagiata su un piedistallo di oro massiccio.


fedeee
fedeee
Opera:
Recensione:
nooo dai bannare di nuovo giusty no!a me sta simpatico, solo che infastidisce sempre kosmo...mette sempre "biasimo" un commento eccecc... non ho capito cosa non va tra di loro e non entro nella questione, ma se giustiziere prendesse una bella strada parallela a quella di kosmo magari non ci sarebbero problemi :) ... il mio è un consiglio disinteressato!


Erminio Ottone
Erminio Ottone
Opera:
Recensione:
Scusate se intervengo ma sono nuovo del sito. Sinceramente non mi sembra corretto che si dicano "cosette" riguardo ai moderatori del sito. In ogni caso non mi sarei mai aspettato un linguaggio così volgare dal moderatore. Capisco che lui debba passare tutto il giorno sul sito per dare consigli e rispondere ad utenti nuovi come me, ma dovrebbe essere anche un modello di comportamento. Soprattutto per gli utenti nuovi del sito.


geenoo
geenoo
Opera:
Recensione:
Salve, sono qui per puro caso. Mi piace questa allegria che pervade il sito! Sig. Erminio vuole essere mio amico di ventura?


giustiziere
giustiziere
Opera:
Recensione:
fedee, la vedo male :( a quest'ora se la sarà già auto-spedita IL mail, e dubito che si auto-ignorerà.


kosmogabri
kosmogabri Divèrs
Opera:
Recensione:
Esimio Erminio dovrebbe vedere gli altri moderatori, loro inseriscono pure degli emoticon porno! :-D


Cornell
Cornell Divèrs
Opera:
Recensione:
Giusti, ma uscire un po' all'aria aperta e magari andare a fighe no?


Erzacchiu
Erzacchiu
Opera:
Recensione:
Ma io volevo dirgli che ERMINIO OTTONE è nuovo del sito ma è molto più bravo di me e conosce anche tanti che scrivono le frasi. Io conosco ancora pochi, uno è CORNEL che ha la motoretta troppo bella, e anche il JUSTIZIERE DELLA NOTTE. Ma qua tutti che si parlano di basnare, ma a casa mia basnare vuol dire spestare e maciullare le pannocchie, cosa volete intendere? Non capisco...


giustiziere
giustiziere
Opera:
Recensione:
sbalorditivo, stordente e straniante -->http://www.debaser.it/ego/simili.aspx?idUser=13564224


giustiziere
giustiziere
Opera:
Recensione:
ovviamente sarebbe più straniante se si togliesse lo spazio tra "s" e "imili".


Franci!
Franci!
Opera:
Recensione:
Ma vuoi rispondere alla domanda di Cornell o vuoi fare come il BerlusKa con Repubblica?


GennaMaia
GennaMaia
Opera:
Recensione:
I Sonic Youth come due dita di Talisker dopo cena, invecchiano benissimo, e come scendono giù nell'animo...


Core-a-core
Core-a-core
Opera:
Recensione:
Core-a-core
Core-a-core
Opera:
Recensione:
e ancora, con tendenza all'infinito.


josi_
josi_ Divèrs
Opera:
Recensione:
Ehi ho visto da poco il quadro da cui è tratta la copertina, ad Amburgo, a gennaio. Bello.


alexx
alexx
Opera:
Recensione:
madcat
madcat
Opera:
Recensione:
L'avevo già letta ma colgo l'occasione per votarla, il disco mi piace, ovviamente non raggiunge i livelli di Daydream Nation che considero il loro capolavoro, bello anche Goo e Murray Street, dirty non mi piace invece


blechtrommel
blechtrommel Divèrs
Opera:
Recensione:
Io non sono ancora passato di qua? Eppure ricordo di averla letta minimo tre volte, in questi anni. Ormai ci sono affezionato.


santalessio
santalessio Divèrs
Opera:
Recensione:
Mmm.. quasi quasi ti amo.


DELETERIORIVOLI
DELETERIORIVOLI
Opera:
Recensione:
come passa il tempo


MaTaCà
MaTaCà
Opera:
Recensione:
Bello l' "A Volte Ritornano"... si possono scoprire ottime pagine nascoste tra 26000 recensioni. Bella, molto sentita. Mi piace anche l'opera.


gigantic
gigantic
Opera:
Recensione:
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Che bella pagina! Omaggi alla triade solare: Pixies, Gioventù Sonica e Fugazi.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Sonic Nurse è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link