Starsailor
All This Life

()

Voto:

Anche gli Starsailor di James Walsh arrivano al primo disco post-reunion di inediti, con questo nuovo “All This Life”.

Registrato negli studi di Richard McNamara (chitarrista degli Embrace, che qui funge anche da produttore) ad Hipperholme, nello West Yorkshire, il nuovo lavoro arriva dopo il best of del 2014 (corredato di due inediti) e segue anche la carriera solista dello stesso Walsh, che ha fruttato due album in studio ed un ep.

Il nuovo lavoro si apre sulle note del primo singolo “Listen To Your Heart”, pezzo molto energico (e molto vicino agli ultimi Placebo) che riporta la band alle atmosfere più rockeggianti del sottovalutato “On The Outside”, seguito dal secondo singolo e titletrack “All This Life”, più rilassato ed arricchito da un inserto di armonica nel delicato finale.

Le cose si fanno più variegate con il nuovo estratto “Take A Little Time”, pezzo nato tre anni fa che fa del suo groove molto funkeggiante il proprio punto di forza (novità assoluta per la band). Idem “Caught In The Middle”, immersa però stavolta nel soul e che ruba nel refrain più di qualcosa a Ed Sheeran. Troviamo atmosfere più canonicamente Starsailor in due lentoni in crescendo come “Sunday Best” (molto bella) e “Blood”, prima di immergerci nell’afflato U2 penultima maniera di “Best Of Me”, anticipata in versione acustica prima dell’uscita del disco.

Dopo un altro numero molto pacato come “Break The Cycle”, sul finale troviamo i due pezzi dove McNamara ha calcato di più la mano: si tratta di “Fallout”, fondamentalmente un pezzo degli Embrace reinterpretato in chiave Starsailor, e la singolare “FIA (Fuck It All)”, più di sei minuti tra folk ed elettronica piuttosto discreta. Chiude “No One Else”, lascito di due minuti (in quanto a stile) dell’esperienza solista del frontman.

Ottimo rientro, questo degli Starsailor, che non tradisce le convinzioni ben radicate della band inglese, pur introducendo un paio di novità che potrebbe essere interessante esplorare in futuro

Traccia migliore: “Listen To Your Heart”

Questa DeRecensione di All This Life è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/starsailor/all-this-life/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti anonimi. Quindi Accedi!


Commenti (Cinque)

madcat
Opera: | Recensione: |
Bravo, e ancora più bravo a portare sostanzialmente sempre e solo novità/roba mai recensita
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

pozzo
Opera: | Recensione: |
Di loro apprezzai molto il debutto in puro stile new acoustic movement ma poi non credo abbiano mai confermato le loro potenzialità. Di questo ho sentito solo il primo estratto, che effettivamente ricorda sin troppo le ultime cose dei Placebo. Rece ok.
BËL ( 00 )
BRÜ ( 00 )

Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Tre stelle voto giusto non potendo usare i mezzi voti. Tre stelle poco quattro troppo. Qualche buona idea che andava sviluppata con un pizzico di coraggio in più. Bella rece.
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

musicanidi
Opera: | Recensione: |
Forse te l'ho già chiesto ma perché recensisci solo brit-pop-rock? A volte il tuo talento mi pare sprecato...
BËL ( 01 )
BRÜ ( 00 )

GrantNicholas
Opera: | Recensione: |
Recensisco principalmente quello, ma non solo quello (la precedente era dei Queens Of The Stone Age per esempio). Ascolto di tutto escluso rnb e jazz ma mi trovo a mio agio nel recensire il brit, essendo il mio genere preferito
BËL ( 00 )
BRÜ ( 01 )

Taurus: Aspetto sempre una recensione di una fresca novità true norvegian black metal!
GrantNicholas: Ci penserò ahahahahahahhah

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: