Steve Wynn
Sweetness and Light

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Dopo il rumorismo ed il suono minaccioso di "Melting in the Dark" la luce ed i colori ritornano ad essere protagonisti nel successivo album di Steve Wynn. E' passato poco più di un anno e New York è diventata la sua nuova casa.

La copertina, così luccicante e solare, ci racconta come il ragazzo di Los Angeles ha ritrovato nella Grande Mela quella necessaria tranquillità per lasciarsi andare, per comporre un disco lieve e soffuso. Un lavoro che profuma di energia positiva in ogni singolo brano.

Ci sono alcune interessanti novità a cominciare da John Agnello (chiedere lumi a J Mascis dei Dinosaur Jr. sulla sua valenza) che si occupa della produzione ed in particolare del suono delle chitarre; un suono che lascia da parte per una volta la distorsione che aveva accompagnato Steve soprattutto nei Dream Syndicate (e qui scatta il mio solito inchino reverenziale nei confronti del Sindacato).

Ma la novità più importante di "Sweetness and Light" è la presenza di Linda Pitmon incredibile metronoma alla batteria che diventa anche compagna di Steve; è lei la luce e la dolcezza che si ricava dal titolo dell'opera.

Il Rock Psichedelico dell'opener "Silver Lining", la leggerezza Pop con tanto di ritornello contagioso della successiva "Black Magic", la sublime title track che è debitrice del miglior Tom Petty. Non può mancare la ballata brividosa nella conclusiva e biografica "If My Life Was an Open Book"; ci sono anche due magnifiche cover che a questo punto da soli vorrete di certo scoprire.

Album per me di un niente al di sotto delle cinque stelle; preferisco Steve nella versione dove spinge sul lato più fragoroso e Rock del suo inestimabile repertorio.

Ad Maiora.

Questa DeRecensione di Sweetness and Light è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/steve-wynn/sweetness-and-light/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Undici)

Almotasim
Opera: | Recensione: |
Bella recensione, professionale, coincisa e allusiva. Un Wynn cosi' mi incuriosisce, visto il passato nei Dream e qualcosina da solista che conosco.
BËL (01)
BRÜ (00)

RinaldiACHTUNG
Opera: | Recensione: |
Ma come niente sangue? :) A parte gli scherzi bell'album e bella recensione come sempre
BËL (01)
BRÜ (00)

Cialtronius
Opera: | Recensione: |
Questa mi piace, una rece pulita educata che sa di bucato fresco steso al sole
BËL (01)
BRÜ (00)

Pinhead
Opera: | Recensione: |
Ce l'avessi, non mi piacerebbe.
BËL (00)
BRÜ (00)

TheJargonKing
Opera: | Recensione: |
mi girava in macchina anni fa, forse però non era questo disco, ma una selezioni di brani di Wynn, non sono sicurissimo.
BËL (00)
BRÜ (00)

IlConte
Opera: | Recensione: |
Il Sindacato e' stata una delle mie più belle scoperte tramite DeBaser. Grande!!! @[Pinhead] (5)
BËL (00)
BRÜ (00)

Pinhead: Ma come si fa a mettere 5 a questa recensione??? Ma l'hai letta?????
IlConte: Certo Maestro! E ho paura che il buon @[lector] gli dica che se ammosciato di brutto ahahah!!!
Taurus
Opera: | Recensione: |
Recensione pulita e scorrevole bene. Noto che stavolta hai messo da parte le parole in maiuscolo :D
BËL (00)
BRÜ (00)

De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Grazie a tutti voi per le consuete belle parole (a parte il "bastian cuntrari" recante il nome di Pinhead); mi sono accorto, con colpevolissimo ritardo, che Steve Wynn solista è molto poco considerato sul sito. Mancano infatti molti suoi lavori in sede recensoria e cercherò di colmare questa lacuna. Perchè Steve rimane uno dei miei massimi amori in Musica da decenni; ed ho letto sul suo sito che ha finito da poche settimane di registrare il nuovo disco dei Dream Syndicate atteso per il prossimo autunno. Di solito i ritorni discografici dopo tanti anni non mi entusiasmano. Ma Il Sindacato resta il Sindacato, per la miseria...BOSTON...
BËL (01)
BRÜ (00)

Pinhead: Grandeeeee!
E vedrai chi esce domani!!!
lector
Opera: | Recensione: |
A "ballata brividosa" ho dovuto smettere di leggere.......
La prossima recensione sarà sui coniglini morbidini.
BËL (01)
BRÜ (00)

lector
Opera: | Recensione: |

BËL (02)
BRÜ (00)

Pinhead: Pensavo fossero tipo gli amici cucciolotti, invece cosa è, una band brutal-death-thrash-metal animalista?
lector: Infatti non è roba per quel mollaccione di DeMa. #aridatecegenitalgrinder
De...Marga...: Allora vuolete la guerra totale........
lector: Si, a cuscinate. #gnagnagna
MORBIDONE......
Pinhead: Non ti riconosco più DeMa, non sei più neanche capace di pogare coi gomiti alti.
hjhhjij
Opera: | Recensione: |
DeMa non dar retta, sei più bello così, tenero e coccoloso. E parli di un disco di Wynn che per me potrebbe essere tra i più interessanti.
BËL (01)
BRÜ (00)

De...Marga...: Hai ragione hj; questo è uno di quei dischi del Wynn solista che dovrebbe entusiasmarti. Ne sono certissimo.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: