Sto caricando...

Stevie Wonder
Conversation Peace

()

Voto:

È il 1995 quando esce 'Conversation Peace'. Già da diversi anni Stevie ha parecchio rallentato la sua produzione, questo cd esce infatti dopo un silenzio di 4 anni, seguito al precedente lavoro 'Jungle Fever' colonna sonora dell'omonimo film di Spike Lee. Questo album lo definirei come il capolavoro dell'era moderna di Stevie Wonder, è sicuramente il miglior disco dell'artista da 'Hotter Than July' 1980 a questa parte.

Energica e coinvolgente vocalità soul, accompagnata spesso dai ricchi e possenti fiati tanto cari al 'Nostro', il tutto racchiuso in una fascinosa e moderna atmosfera pop. Di pezzi ce ne sono parecchi (13) quasi tutti splendidi. Sono passati quasi venti anni dal capolavoro di 'Songs In The Key Of Life', molte cose sono cambiate, la forma è estremamente diversa, il succo, la polpa, l'anima soul rimane la stessa, la si riconosce, la si respira fin dalle prime note. È interessantissimo ascoltare questi due album uno dopo l'altro. Stessa essenza racchiusa in due gusci diversi.

L'album si apre con un tuono e poi inizia a piovere il magico ritmo di "Rain Your Love Down", bellissima love song, fra le tante presenti nel disco. Si chiude invece con le voci di tante persone che chiedono pace fra le ultime note della politic-song, meravigliosa e maestosa "Conversation Peace" che da il titolo all'album. Fra il rombo del tuono e le voci che reclamano pace, una marea di splendidi pezzi, da ricordare: "Edge Of Eternity" ritmatissima e trascinante, "Taboo To Love" delicata e soffice (una nuova "If It's Magic" tanto per tornare al paragone col capolavoro del '76), splendidi ritornelli che esplodono energeticamente di "Take The Time Out" e "My Love Is With You", ancora la ballata primo singolo dell'album "For Your Love", la scherzosa "tomorrow Robin's Will Sing" e il ritmo potente e ghiacciato di "Cold Chill".

Monumentale lavoro della metà degli anni novanta. Per un nuovo album vero di studio si dovrà aspettare dieci anni, per trovare uno stile quasi immutato, nel però meno brillante lavoro "A Time To Love" 2005. Ma il meglio di Stevie moderno, del post "Hotter Than July" è racchiuso in questo album. 'Me For You, You For Me There's no chance of World salvations Less the Conversation's Peace...'

Commenti (Quattro)

Anonimo
Anonimo
Opera:
Recensione:
PAOLE' CONTINUA COSI' CHE TRA UN PO' SI REALIZZERA' IL TUO SOGNO DIVENTARE UN EDITORS.........MA PER PIACERE HAI FATTO 4000 RECENSIONI NEL GIRO DI 3 GIORNI...MA CHE DEDICHI LA VITA A DEB?...VA BE' CMQ BRAVO!!!!BELLAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA AAAAAAAA

BËL 00
BRÜ 00

Paolos
Paolos
Opera:
Recensione:
Ciao Ragazzi sto aggiungendo un pò di samples alle mie recensioni, chi volesse qualche samples su qualche album particolare che ho recensito me lo chieda pure...

BËL 00
BRÜ 00

Paolos
Paolos
Opera:
Recensione:
..Si su the secret life of plants... grazie

BËL 00
BRÜ 00

SandRock
SandRock
Opera:
Recensione:
Non lo ascoltavo da anni e oggi dopo Characters l ho messo su. Beh non lo ricordavo. Bello! Davvero un buon disco con un basso in evidenza, i fiati e un cuore ispirato. Fatelo vostro!

BËL 00
BRÜ 00

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera