Sto caricando...

Suffocation
Pierced From Within

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Nell'estate tra la terza media e la prima superiore, in un carrugio di Varazze entrai in un negozio di dischi.
Avevo visto esposto un poster del film "Il Corvo". Era alto due metri e largo uno e mezzo. Volevo sapere se lo vendevano.
Sì, lo vendevano. Ok, é mio.
Guardo incuriosito gli scaffali delle audiocassette e, ormai rocker duro e convinto,conoscitore di tutti i testi di Pelù e degli assoli di Ghigo, dall'alto dei miei 14 anni mi parve fosse giunta l'ora di scoprire chi cavolo fossero 'sti benedetti Iron Maiden.
Così in cassa alla gigantografia di Brandon Lee aggiunsi "a real live one". Il negoziante mi disse, "ma se tipiacciono gli Iron Maiden dovrebbe piacerti molto anche questo" e da sotto il bancone tirò fuori una copia di King for A Day. "E io che cazzo ne so se mi piacciono gli Iron Maiden, mi piacciono le magliette..." Ma non me la sentii di fare il poppante e finsi interesse da navigato esploratore musicale. Aggiudicati anche 'sti Faith No More.
I miei primi due dischi metal. Poteva andare decisamente peggio. Anche se King For A day non lo apprezzai MAI.

Con i primi due anni di liceo approfonddii grazie ad un compagno di classe la discografia della Vergine e, a latere, sviluppai un amore imbarazzante verso il Liga nazionale, che all'epoca si affacciava senza troppa timidezza al balcone del grande successo con le sue notti di elvisiana memoria. A questo affiancavo tutto quello che mtv passava di "violento" (il che si traduceva in "Prodigy","Prodigy", e "Prodigy".)
Poi successe che mi stufai di studiare e preferii scoprire le gioie della bocciatura.

Avevo 16 anni, gusti musicali parecchio confusi, autostima parecchio in bilico e vivevo un onanismo parecchio presente. Mi ripeto: avevo parecchio 16 anni.
Quell'estate di crisi adolescenziale feci presente ai miei che volenti o nolenti stavo crescendo, che ero stufo di ammazzarmi di seghe, che volevo diventare grande anche io e chese anche mi avevano bocciato, una settimana di vacanza da solo con un amico me la sarei anche "meritata". Così, anche solo tanto per provare a crescere.
A discapito di ogni possibile aspettativa, i miei, accettarono. Immagino che il motivo sia stato che non sapevano più cosa fare per smuovere la mia personalità dallo stato catalettico nel quale galleggiava da troppo tempo. (Sì, è la storia di uno sfigato. Nel metal si parte sempre così: sfigati ed emarginati. I metallari che lo negano sono quelli che sono ancora fermi a questo primo step).
Raggiunsi questo traguardo che era tipo il 10 di agosto, e non mi rimaneva molto tempo per organizzarmi. E, soprattutto, tutti i miei pochi amici avevano ormai altro da fare fino a settembre.
Mi venne in mente di Davide.
Davide lo conosco da quando sono nato. abitavamo nello stesso palazzo, siamo nati lo stesso anno, e le nostre madri trovarono naturale farci giocare insieme in giardino. E poi io e Davide trovammo fosse naturale vederci anche a casa. e poi fare le elementari insieme.
Alle medie ci siamo divisi, e ricordo ci vedemmo una volta all'anno. In prima liceo non ci siamo mai visti. In seconda liceo, ci siamo visti una volta sola.
In quell'occasione dovevo recuperare dei documenti per mia madre, documenti che aveva sua madre. immagino fossero documenti relativi alla casa, negli anni la mia famiglia veva traslocato, e io e Davide non vivevamo più nello stesso palazzo da parecchi anni.
Quando ci vedemmo ci salutammo un pò' imbarazzati: cazzo dici a uno che è stato tuo fratello (nessuno di noi due ha memoria di come ci si sia conosciuti) per una vita e che adesso a stento riconosci? Lui aveva i capelli lunghi e sembrava parecchio più maturo ed inserito nella
vita di quanto non lo fossi io, ai miei occhi. Ai suoi chissà che cazzo gli ha raccontato la mia immagine. L'unica cosa che ricordo di quell'incontro è che mi disse che aveva appena scoperto che sarebbe stato bocciato. Cosa che mi rinquorò: non ero l'unico!
Comunque, mentre i miei accondiscendevano alle mie richieste di emancipazione, nel panico più totale sul come riuscire ad ottenerle data la scarsa disponibilità di amici a disposizione in quel frangente, mi venne in mente di quel'incontro di pochi mesi prima. E lo chiamai.

"Hei ciao, come stai? ma alla fine ti han bocciato? ah, a me invece sì, ma va beh, volevo sapere, ti andrebbe di venire in montagna da me tra una settimana?"

Tutto sommato, nonostante non sapessimo che dirci quando ci vedemmo pochi mesi prima, ci mettemmo niente a essere d'accordo sul fatto che una settimana senza genitori sarebbe stata una buona cosa.
Nei giorni successivi le nostre madri si sentirono credo 20 volte al giorno, io e lui unpaio.
In una di queste chiamate mi chiese:

"Senti, ma se porto un po' di dischi è un problema, cioè a te piace ascoltar musica? "

"hai voglia cazzo!!!" (lo vedi, mi dico, il tempo e le distanze ci hanno comunque tenuti vicini).

"Ok, però io ascolto heavy metal magari a te non piace"

"!!! No lo adoro, sono un metallaro, anche: il mio gruppo preferito sono Gli Iron maiden e i mi son fatto regalare il cd dei Prodigy!"

Alla parola "Prodigy" ho sentito il suo face palm attraverso la cornetta.

"Va bene dai, allora porto qualche cosa."

Arrivò a Macugnaga (dove i miei tenevano la casa) armato di valigia, capello fluente, doppio orecchino e un sorriso che un po' tradiva il senso di imbarazzo del "ok, ma che cazzo abbiamo dadirci al giorno d'oggio io e 'sto qua?"
I miei salirono in macchina ci lasciarono le chiavi, si persero in un miliardo di raccomandazioni che prontamente cestinammo nell'angolo cerebrale del "non mi ricordo tu lo abbia detto, eppure ero attento" e la nostra vacanza iniziò.

Nota a margine: sei giorni dopo i carabinieri di Macugnaga patugliavano per la prima volta dai tempi del... boh, di sempre credo, il paese. Cercavano "il capellone e quello rasato": avevano lanciato sassi nel campo da calcio (i problemi della legge nei paesini di 600 abitanti... Cazzo, ci avrebbe trovato un cieco, i carabinieri no... Oddio: QUEI carabinieri, no. E oggi mi viene il dubbio che forse nel cercarci non ci han messo neanche troppa convinzione, visto il reato, visti gli indiziati, posso capirli).

Ci stiamo perdendo, e credo ai Suffocation non arrivemo mai di questo passo, torno sul sentiero principale.


In una settimana Davide mi inizia ai Metallica, ai Pantera, agli Slayer ai Megadeth, ma, soprattutto, cazzo, ai ManowaR!!! (ascoltavo ligabue, tra manowar e pantera chi avrei dovuto scegliere per coerenza intelletuale secondo voi, scusate? Lammerda, no?)

I manowar furono un fulmine a ciel sereno, EPIC. cazzo che botta di adrenalina mi davano quei cori che sembravano usciti da una scatola di dungeons and dragon. Porca miseria: nelle orecchie echeggiavano memorie di armature e spadoni mentre guardavo fuori dalla finestra le
conifere arrampicarsi tra una nube e l'altra su quel palazzo di roccia che è il Rosa. Abbiate pietà e cercate di capire. In quel momento, i manowar erano LA musica.

Tornammo a casa e vivemmo in simbiosi fino a che la vita, il mio carattere di merda, e una persona che neanche meriterebbe di esser ricordata, decisero di mettersi in mezzo di prepotenza.
Una delle prime cose che fece tornati alla vita di tutti i giorni fu quella di portarmi da Mariposa Duomo, storico negozio rokke&medal di Milano.Ha chiuso pochi giorni fa, immaginno a causa della pandemia che stiamo vivendo (Peccato, son vent'anni che non lo frequentavo, ma: peccato).

Entro e, WOW!
Un'eternità di dischi con copertine che dicono chiaramente che li dentro ci stanno le avventure più belle che la tua immaginazione potrà mai concepire.
Passo un'ora prima di decidermi e accaparrarmi Legendary Tales dei Rapsodhy (non so se ho ficcato la acca al posto giusto). Davide me li sponsorizza come gruppo Italiano che sta avendo molto successo sulle riviste del settore, a me basta il cavaliere sul dirupo e soprattutto: IL DRAGO!

Primo cd metal acquistato in vita mia: L'esordio dei Rapsodhy. Potrà solo andar meglio, chi se la mena perchè ha sempre e solo sentito roba buona non sa cosa si è perso e ci sono molte probabilità sia una persona di una noia bestiale.

Usciamo e facciamo cose in zona Duomo, il primo di una serie di pomeriggi che ci accompagnerà tutte le settimane fino alla scoperta della droga e dell'alcol tre anni dopo.
Al rientro dal giro (non credo fossimo andati al cinema, ma può anche darsi) ripassiamo nel negozio e decido di finire tutti i soldi che avevo risparmiato acquistando un secondo cd. Qui niente drago ma gnocca semi desnuda in mezzo a un bosco (le seghe, ricordatevele sempre le seghe quando si parla di metal) : Edge of thorns dei Savatage, ve l'ho detto che poteva solo andar meglio.

A casa ascolto e chiamo Davide subito: "Ooooh, ma che figata di qui, che figata di la".
Abbiamo passato per anni i week end a comperar dischi e recensirceli a vicenda al telefono. Ma non furono questi primi due acquisti l'origine del tutto.
L'origine di tutto è stato il terzo disco metal che ho comperato in vita mia.
Davide non poteva uscire la settimana dopo i fatti riportati qui sopra (influenza? boh, sicuramente non doveva studiare)così uscii da solo e mi diressi verso quella mecca di epicità che mi aveva fatto da poco scoprire.
Mi persi per un paio di ore tra le copertine, e alla fine decisi che i cavalieri e l'epicità già erano presenti nella mia discografia in casa per quel momento, mi ricordai dei dischi violenti e delle copertine violente dei Pantera che quell'estate avevo visto e ascoltato distrattamente a discapito dei Manowar. cercando una reale coesione tra immagine e musica. E guardando la copertina e il carattere con cui era scritto Suffocation, davanti a " Pierced From Within" mi son chiesto quello che qualunque persona sana di mente si sarebbe chiesta avendo a disposizione il bagaglio culturale che mi ritrovavo in quel momento: ma qui dentro, che cavolo di musica potrà mai esserci?

Lo comporo. Torno a casa. lo metto su. e alla terza canzone chiamo Davide per raccontargli del mio acquisto.

"ah, io non li ho mai sentiti, sono belli? dovrebbero fare brutal death, io di quel genere ho solo gli Obituary, non pensavo ti potessero piacere"

"No, dai, non sono male"

BOOM!
Cristiddio, lo so che dall'altra parte della cornetta l'ha apito al volo che mi aveva fatto cagare. non posso raccontargli palle come lui non può
raccontanre a me. Lo sappiamo entrambi, ma ce le raccontiamo lo stesso sapendo che dall'altra parte nessuno esprimerà dissenso.

E niente. io di 'sto disco ne ho ascoltate tre canzoni, mi ha fatto cagare, ho raccontato in giro che mi è piaciuto, e poi sono andato a rivenderlo. lo diedi al tizio dell'usato che con l'aggiunta dio cinque mila lire mi diede in cambio Forgotten Tales dei Blind Guardian.

E' il disco più importante della mia formazione musicale. Non "Forgotten Tales", quello dei Suffocation.
E' quello il disco con cui ho che mi interessava la roba che non conosco, che "chissà cosa c'è dentro?" mi interessa più di "è uscito il novo disco del tuo gruppo preferito". Le ricerche, spulciare tra nomi e copertina, musica nuova, suoni nuovi, tutte cose che mi arrivanoda quell'esperienza. Avevo trovato un disco "orrendo" (è ben lontano dall'essere orrendo, ma così mi suonava, se volete sapere come suona sul serio andate altrove da gente più ferrata in brutalismo musicale) che mi aveva fatto scoprire un nuovo suono, un nuovo modo di cantare, una realtà intera mai neanche immaginata. brutta, ok, ma vera. E darlo via mi aveva fatto scoprire i Blind Guardian, che mi portarono via il cuore per i due anni successivi. Compra, prova, ascolta, vendi, ricompra, suggerisci, fatti suggerire, cestina, riascolta...

Non fossi stato metallaro, le uniche cose buone che avrei ascoltato in vita mia le dovrei tutte a suggerimenti avuti da terzi. E c'è un preciso momento in cui il metal mi ha fatto scoprire quanto bella fosse la musica tutta: quando mi ha fatto schifo. quel momento è questo disco, che in questo momento, non
mi sta suonando neanche così male riascoltandolo.


NOTA a margine due: esiste una recensione di questo disco su questo sito, ma se sei arrivato a leggere fino a qui, no era quello che ti serviva oggi.
​comunque la trovi qui: https://www.debaser.it/suffocation/pierced-from-within/recensione

NOTA a margine tre:
Oggi Davide vive con la sua compagna e le sue piccole bimbe. la seconda neanche l'ho vista, è nata che stava scoppiando la paura covid, e io sono un fumatore, in inverno ho la tosse cronica, e non mi sembrava il caso di entrare in un ospedale pediatrico tossendo in quel momento storico.
Non l'ho ancora vista, ancora non era nata, ma già sapevo le conseguenze più divertenti della sua venuta. Quando davide mi diede la notizia e ironizzai sul fatto che a breve sarebbe stato circondato solo donniciole, schiamazzi e altalenanti umori femminili mi ha risposto con rammarico: "Jacopo, lo dico a te e perfavore non dirlo a nessuno: ho cominciato a pisciare da seduto..."

NOTE a margine quattro:
1)Davide, non si chiama Davide, non ho tradito nessun segreto.
2)I sassi nel campo da calcio pubblico e comunale di Macugnaga li abbiamo lanciati dopo che per cinque giorni il custode ci ha impedito di entrare (PUBBLICO E COMUNALE!!!) accusando di lancargli i sassi dentro. Poi quando è successo sul serio si son mobilitati i carabinieri...
E comunque era il 1997, è tutto prescritto, figli di puttana!
3)Davide ad un anno dei fatti raccontati in questa pagina divenne il cantante del gruppo di Rez. E così mi fece conoscere pure Rez. Che a voi fregherà un cazzo, ma per me vuol dire tanto.
4)Non so se anche voi avete amici di cui non potete aver memoria del primo incontro, vi auguro di sì. Se non li avete voi, regalateli ai vostri figli.
5)Dei Manowar, dei Rapsodhy e di Ligabue ad oggi non me ne frega un cazzo, piantatela di ridere o vi spacco li corni.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ultimi Trenta commenti su TrentaDue

TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Ok, é un poema che Omero spostati proprio...
Ma Nes così dolce non é roba da tutti i giorni! Eh no!
🖤


snes: mi riusciva difficile in due righe raccontar perchè un disco che mi ha fatto schifo è il disco più "importante" che abbia mai acquistato.
Poi non ho ancora visto la nuova bimba di "Davide" e mi sento tanto in colpa.
fuori da qui sono zuccherosissimo, ma non dirlo in giro e dimenticatelo subito.
TataOgg: Guarda che Tata é una strega e sapeva già tutto grazie alla sfera magica! Ma giuro che manterró il segreto...un bacio alla bimbetta ;)
TataOgg: 💖
snes: e va beh, i cuoricini... con la "strega mi "'hai fatto un assist impossibile da non trasformare in goal.
TataOgg: Tata Ogg é il nome di una Strega.
Bia lo guardavo... impossibile sbagliare il rigore.
snes: ma quindi Wiccan, Efemeridi, Castaneda ecc? no eh...
TataOgg: Non sono una ricercatrice dell'occulto se è questo che pensi.
Ma Castaneda son arrivata a "Il potere del silenzio", mi mancano le ultime 20 pagine da più di un anno. Ho anche i libri successivi ma mi sono fermata perchè per andare "oltre" avrei avuto bisogno di un Don Juan Matus coi fiocchi, e quello non lo si trova dietro l'angolo... Mi stava facendo impazzire, in pratica.
Tata Ogg invece è semplicemente perfetta.
snes: Io non so nulla. Mi hanno triturato le palle con 'sti argomenti per anni, visto come son finite le cose, grazie a dio, non son riusciti a passarmi niente.
... Va beh, a dir la verità mi spiace non aver mai prestato l'attenzione dovuta, almeno ci avrei guadagnato qualche cosa dal trituramento. Ricordo giusto gli esercizi per visualizzarsi le mani ad occhi chiusi (ricordo l'argomento, non che ci abbia mai provato, Castaneda se non erro si è esercitato un anno prima di riuscirci e io all'epoca mi esercitavo solo a rollar canne).
Tata Ogg invece, duole ammettere che non so chi sia.
TataOgg: Ma guarda, in verità credo siano tutte stronzate, ma stronzate che in un certo senso ti fanno riflettere... Il primo libro è il viaggio iniziatico di Castaneda attraverso le droghe per una prima comprensione del mondo di Don Juan, è anche divertente, a tratti molto divertente... ma dopo un tot di libri ti fa uscire fuori di testa, prova a immaginare di leggere la descrizione minuziosa del trip di un altro che ti dice che quello non è un trip... ecco, quello.
Tata Ogg è una strega ed è un personaggio del Mondo Disco di Tarry Pratchett (scrittore inglese super prolifico, pluri-insignito in patria, praticamente sconosciuto in Italia, morto qualche anno fa), una saga "fantasy" che in verità è fantasy perchè solo perchè è molto satirica. Scrittore per ragazzi quanto possono essere per ragazzi tanti anime che vedevamo da bambini, per intenderci. Hai capito.. sembra talco ma non è .. etc etc etc
TataOgg: togli un primo "perchè"
snes: sì credo di aver capito, il mio libro preferito continua ad essere "Locchio del lupo" di Pennac.
se non conosci sai cosa comperare in libreria appena esci di casa (quelle hanno riaperto!) si legge in un pomeriggio, In prima media ci misi una giornata intera, ok, ma in prima media leggevo solo Topolino.
per quanto riguarda la magia adoro l'interpretazione che ne da alan moore in questa intervista: THE MINDSCAPE OF ALAN MOORE - SUB ITA (integrale) (che però se non conosci alan moore sconsiglierei perchè potrebbe risultare un tantinello pesante).
TataOgg: Leggerò volentieri questo libretto di Pennac (quello che ho letto di suo mi è sempre piaciuto) e vedrò anche l'intervista, forse dopo... non preoccuparti se è pensante! grazie del consiglio :)
snes: è probabile che parli di un mare di cose di cui non ti frega nulla (fumetti) comunque prova se sei in vena, scoprire Moore fa solo bene (su di lui ho detto e scritto parecchie vaccate in passato, ad oggi lo reputo uno dei "letterati" migliori in vita).
TataOgg: non sono mai stata una lettrice di fumetti, questo è vero. Qualche anno fa ho letto dei fumetti di fantascienza bellissimi ma non ricordo più ne titoli ne disegnatori, figurati. Però.. dico, perchè no?!
Cosa hai scritto? Qualche recensione di quelle distruttive? dai mandami il riferimento, così lo leggo prima di vederlo! dai dai! :D
snes: Eeee, stiamo qui fino a dopo domani. "V per vendetta" e "watchmen" grazie al cinema sono i più chiacchierati. inutile dire che i fumetti siano quintalate di volte meglio dei film (inevitabilmente essendo le opere concepite per essere un fumetto e non un film). "From Hell" anche da questo han tratto un film che però non c'entra niente con l'opera a fumetti. il film è un giallo, il fumetto quasi un lavoro di ricerca storica…
TataOgg: Chiedevo se tu avessi scritto qualcosa su lui in maniera negativa e leggibile qua su Debaser. Io ovviamente l'avevo già cercato su wikipedia, per chi mi hai preso?? Per una che non consulta wikipedia al volo ??? AH!
Ho appena finito di vedere il docu-intervista che mi hai consigliato e, a parte che mi piace questo genere di prodotto in generale, trovo sia fatto bene ed è scorrevolissimo se ti appassionano le cose di cui parla. Non l'ho trovato per niente pesante.
Credo sia davvero il Guru che proclama essere per il semplice fatto di esser riuscito a condensare in 1.71 h dei pensieri molto complessi e praticamente alla portata di tutti. Del resto è un fumettista, se non ci riesce lui...
Condivido a livello sociologico e antropologico quasi tutto quello che ha detto, un osservatore attento e acuto. Certo a livello scientifico ci sono cose contestabili ma non è questo il punto, questa è l'impressione che mi ha fatto. Perciò la domanda è: perchè ti stava sul cazzo? Perchè hai cambiato opinione su di lui? Ovviamente io non lo conoscevo per cui il mio giudizio è limitato a quello che ho appreso dal documentario quindi non attendibile/razionale/obiettivo, scegli l'aggettivo che più ti garba. Il mio apprezzamento per lui ha molto a che fare col fatto che mi piacciono alcuni de-editoriali e i contestuali propinatori. Sai benissimo a chi mi riferisco.
Se ti sembro "interrotta" perdonami, festeggio il mio spero-ultimo sabato di isolamento forzato che mi auguro lascerà a tempo indeterminato il posto, di nuovo, al libero arbitrio.
TataOgg: 1.17h
snes: E' un megalomane, ha rilasciato fiumi di interviste in cui si scaglia contro i film tratti dalle sue opere con argomentazioni risibili (in v per vendetta si incazza perchè nelle prime scene passa un furgone della fed ex e commenta: "come se l'inghilterra fosse una repubblica federale... ho smesso di guardarlo" è untrattamento che riserva a tutti i film tratti dalle sue opere, e nel frattempo continua a far si che le sue opere vengano trasposte cinematograficamente.
poi lo conosci meglio come autore e capisci che quel "fed ex" in un film tratto da una sua opera, è un errore gigantesco, scopri che i diritti su quelle opere in realtà non li ha lui ecc... ma soprattutto scopri che è abbastanza pazzo e talmente geniale da potersi comunque permettere di dire quel che gli pare, anche perchè lo dice benissimo.
Su di lui ho scritto due cose, ma sono entrambe parecchio lusinghiere

La luce del tuo volto - Alan Moore

V per vendetta - Alan Moore / David Lloyd - recensione
snes: tu vivi in un posto semi isolato e poco colpitoto capisco la tua voglia di uscire. qui mio libero arbitrio mi suggerisce di lasciare che siano altri a fare da cavie.
Col mio gruppo di amici siamo tutti d'accordo che fino a metà giugno continueremo a sentirci con videoconferenze nelle quali elencare cosa cucinare al primo ritrovo. siamo la battaglia è tra punta di petto e maiale sfilacciato. entrambi rigorosamente affumicati.
cazzo, mangio solo pasta da due mesi.
snes: madonna, ne serve di fantasia per decifrarlo 'sto messaggio... scusa.
TataOgg: Leggerò le tue rece, ma "ora" davvero è meglio che continui a cazzeggiare e basta. Comunque se conosci un artista che non vive della propria luce, davvero, avvisami.
Il mio comune è piccolino ma è uno di quelli colpiti... inspiegabilmente... gente che viveva dalle tue parti ma è rientrata dai genitori ?! Ebbene: si.
Ma non solo... purtroppo.
Per quanto riguarda la tua città capisco l'apprensione e forse farei lo stesso, personalmente anche io ora temo i contatti umani... E ho inaugurato il ricettario del single che non ha voglia di cucinare! E' stato Un Successone! Pieno Così di gente con spirito di emulazione che mi ha reso fiera :D

Quindi la ricetta della prima cena quale sarà, per voi?
snes: ti ho mollata che parlavo di cibi cotti nell'affumicatoio, un altro commento mi ha portato a ricordare le gioie del cibo ammerighano. se non mangio svengo, ti leggo più tardi.
TataOgg: che scarso.... peggio delle mie "pizzette-sfoglia" casalinghe.. che voi continentali non sapete neppure cosa siano... scarsissimi!
snes: non capisco la domanda. mi stai chiedendo di indovinare quale sarà la ricetta della tua rima cena post pandemia, o la ricetta della cena che farò io con gli amici?
snes: "Prima cena post pandemia"* ma se avevi il capito il commento di prima hai capito pure questo...
TataOgg: Wolfango - Ozio
non mi confondere, ti rispondo così.. ma giusto perchè è esattamente quello che sto ascoltando
TataOgg: scusa mi correggo: Wolfango - Non importa
TataOgg: Cmq ricetta della cena ttanto-libberatoria! No.. non dirmelo.. la conosco già! >UH<
è a base di m0rtadella
proggen_ait94: mmm... in realtà sarei ancora alla ricerca della dragata definitiva in fatto di fumetti rubati... ma soulseek credo che se hai culo ti trova pure le analisi del sangue del bisnonno
TataOgg: Ma non parlo inglese come l'italiano...
snes: Progghen, allora vevo capito male, scusa, non volevo chiamarti in causa a sproposito.
Tata: allora, quello drogato, e quello che quando scrive non si capisce una fungia di minchia sono io... non cercare di fottermi il personaggio che tanto non ci riesci.
Allora... se (SE) mi stavi chiedendo cosa me sono mangiato ieri sera (ma non vedo perche' dovrebbe essere una cena "liberatoria": mi son fatto dei tortellini rana presi in sconto due settimane fa (compro solo roba in sconto o quasi, e mi auguro lo facciate tutti) duetto rana gorgonzola e noci. Cosi' senza un cazzo, manco un filo d'olio. Era mezzanotte...
Il fatto e' che mi sorge spontanea una domanda: ma che te frega?
Se invece mimstai chiedendo cosa mangero' a fine pandemi: ti ho gia' risosto: non sappiamo se punta di petto o maiale sfilacciato.
La mortadella??? se parlavi di ieri sera: non compero affettati da due mesi:mi piacciono da matti, la mortadella non in particolare ma capita che la prenda) solo che van mangiati col pane, e uscendo di casa a far la spesa una volta ogni 15/20 giorni, avere del pane commestibile in casa e' alquanto difficile.
Se invece quel mortadella era ironicamente riferito al primo ritrovo con amici: ragazza mia, non hai capito dove abitano questi amici, non hai capito quanto spazio hanno a disposizione, non hai capito quanto la bandiera della trinacria che batte all'ingresso della loro officina batta anche nel loro cuore, e non hai capito quanto siano megalomani. E che dio li abbia in gloria, tra i vari strumenti culinari presenti nel cortile dell'officina, troneggia un cazzo di forno da pizzeria.
Panino e mortadella? Boh, magari anche si': alle otto di sera come ammazza cafe'. Ma poco e in freta, che poi arrivano le otto e mezza e si deve preparare l'aperitivo della cena.
Se mai saro' ispirato scrivero' dei pranzi/cene in officina.
TataOgg: mortazza riferito a ttanto-Libberatorio...(Guzzanti/Fun ari.. era infelice come battuta, lo so)
Non voglio rubarti il primato di svampito. Io sono solo Scema.
In verità anche altro ma.. tanto per citarti: kettefrega?? ahaha
Bella storia comunque.... non lo so che tipo da raduno organizzeremo noi. Se facessimo le cose in stragrande meglio un prato per il falò e per attrezzarci di tende, che potremmo essere troppi e troppo molesti per essere contenuti da una casa sola. Ora è impensabile e chissà per quanto lo sarà.... E poi dipende dalla cricca... perchè ho più di un giro di amici da ri-incontrare.
Comunque se può consolarti son di quelli che non mangiano pur di non uscire a fare la spesa, se cucino per me e basta al solo pensiero mi passa la voglia e forse non mangio. Però sui tortellini almeno un filo d'olio.. dai!
Attendo perciò il resoconto della mangiata finale all'officina, con te addetto al forno, ovvio!
snes: Al forno, come all'affumicatoio o al barbecue, ci sta il meccanico. L'uncio strumento a cui abbiamo accesso sono le spine, ma, son stufo di ricordarlo: non bevo piu' dal primo di dicembre del 2014. Quindi tutto quel che faccio io e' apparecchiare, chiacchierare e mangiare. Non bevendo, il piu' delle volte manco mi fa pagare (poi io i soldi nel mucchio li butto lo stesso quando e' girato, ma le volte che se ne e' accorto si e' pure offeso).
I tortellini al naturale sono ottimi. Non so cosa ci mettano dentro, ma non necessitano veramente di niente. Basta che uno si apra e il ripieno fa da sugo per tutto il piatto. Con olio o burro son meglio, ma ripeto: vanno benissimo anche al naturale (del resto ho mangiato scatolette per un anno e mezzo a causa di un lavoro passato. E quando mi abituo a far qualche cosa che anche se scomodo mi fa risparmiar tempo o soldi, finisce che quel qualche cosa diventa la regola.
L'anno scorso, ad esempio, a maggio mi si e' rotta la caldaia. a giugno (Trenta giorni dopo) quelli dell'A2A son passati, mi han fatto un preventivo da 3700€ e mi han detto: puo' pagare tutto subito se vuole (avevo fatto presente che odio la rateizzazione) pero' se vuolmfare cosi' e' necessario che il versamento sia fatto entro massimo sette giorni dalla firma del contratto. Ok, dico io. E i lavori quando inizieranna? Eh, purtroppo e' un brutto momento, tutti i tecnici stanno montando condizionatori, se ne riparla a SETTEMBRE. gli ho detto che non c'erano problemi e che ci saremmo sentiti a settembre. Mi passa il contratto. Lo guardo dritto negli occhi e stupito chiarisco:Non ci siamo capiti: lei non mi lascia senza acqua calda per tre mesi e va in vacanza con i miei soldi: a settembre ci risentiamo e firmero' il contratto...
A settembre ci sentiamo. Firmo. Mi montano la caldaia a novembre.
Da maggio a novembre mi son lavato a pezzi con l'acqua fredda e una volta alla settimana o in officina (appunto) o dai miei mi facevo una doccia.
Di buono c'e' che le bollette che mi sono arrivate non superavano i 25 euro.

Ora, dopo che mi sono abituato a lavarmi a pezzi con l'acqua fredda,msecondo te, ho ricominciato a usare l'acqua calda quando mi e' arrivata la caldaia?si': una volta alla settimana, per il resto continuo a lavarmi a pezzi con l'acqua fredda e risparmio.
Stupiti dal calo di consumi quelli dell'A2A i han contattato a febbraio, chiedendomi se avessi problemi. Gli ho raccontato questa storia. La tizia del call center mi ha risposto: guardi, io faccio solo la centralinista qui dentro, se cosi' non fosse non sa quanto mi vergognrei. Non ce ne e' bisogno, le ho risposto: mi farete risparmiar soldi per tutta la vita. Gli stronzi dei suoi superiori dovrei solo ringraziarli.
TataOgg: Cosa ti è successo il primo dicembre del 2014? Si può dire?
Ci si può lavare con l'acqua fredda... lo scopro ogni volta che finisce la bombola del mio scaldino, succede rigorosamente di sabato sera, dieci minuti dopo la chiusura del bombolaio.
Ma non solo: in grotta, quando faccio campo, mi son lavata nei fiumi sotterranei e non è calda, anzi, sarà sui 10°-15°massimo.. le prime volte - timidissima - solo a pezzi, l'ultima volta ci ho fatto il bagno come in vasca. E dopo, quando riesci in superficie e sei letteralmente coperto di fango e la civiltà dista ore di auto da dove sei, anche bagno al fiume! Successo a marzo, pazienza per il freddo. Vuoi lavarti ed è l'unico imperativo.. e lì scopri quanto può essere piacevole l'acqua ghiacciata. Della serie: basta volerlo!
Mai ammalata, nulla di nulla.

Comunque mi fai troppo ridere (simpaticamente parlando) :D
snes: No non si puo' dire, e considerato quanti pezzi di vita personale ho messo a nudo sul deb credo che questo argomento potremmo lasciarcelo alle spalle.
Ma tu il bagno nelle grotte che cavolo lo fai a fare? Sei una speleologa o sei solo masochista?
TataOgg: Quando vuoi esplorare una grotta in profondità devi per forza starci più di un giorno, così si organizzano dei campi interni. Mi son capitati campi di due notti consecutive, per più tempo è troppo complicato per il cibo. Si perde totalmente la cognizione del tempo non avendo il riferimento del sole, è un'esperienza unica. Gli astronauti fanno questo tipo di esperienza per prepararsi allo spazio, ma quelli hanno gli sherpa... così stanno dentro anche 15/20 giorni.
Non lo so cosa siamo... però ci laviamo anche noi!
ziobestia: Alan Moore + Lovecraft = Providence.....che spettacolo!
snes: Quello,come neonomicon ce l'ho, ma non l'ho ancora letto. Ne sono molto spaventato: lovecraft non ce l'ho mai fatta a reggerlo. L'ultima volta (a dicembre) ho addirittura provato con il metodo per i diversamente abili: audiolibro delle montage della follia (con lui ci ho provato tante di quelle volte che neanche mi vergogno a raccontarlo che ho provato pure un audiolibro). Niente: dopo due ore di ascolto volevo cavarmi timpani e soprattutto coglioni.
Prima o poi verra' l'ora di providence, spero di reggerlo meglio, perché come dicevo sopra: l'ho pagato profumatamente.
(L'audiolibro delle montagne della follia, grazie a dio, l'ho recuperato su youtube).
Mojoman
Mojoman
Opera:
Recensione:
Un po ' lungo da leggere ! Ma ci puo' stare ! Comunque i monowar non li ho mai digeriti e King for a day e' un capolavoro.


snes: all'epoca King for a day era troppo strano. oggi come oggi se devo metter su i faith no mere, metto su angel dust. ma non rientrano tra i miei ascolti preferiti (non so quanti anni sono che non li ascolto) da quando patton ha fatto uscire il progetto mondo cane, se ho voglia di patton faccio partire sul tubo il live con roy paci registrato ad amsterdam.
Mojoman: Cazzo..mi dici nulla!! Roy paci l' ho conosciuto...un giorno vi raccontero' come gli ho risokto un problema. Ahah...ti lascio immaginare quale
Mojoman: *risolto...risokti non ne faccio.
snes: E noi attendiamo il racconto!
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
Ma il campo sportivo di Macugnaga è quello posizionato tra le frazioni si Borca e Staffa? Ma dove avevi casa a Pecetto? Manowar gruppo tra i peggiori mai sentiti...invece Dei Suffocation solo lodi, in particolare a Pierced From Within!!!!


snes: sono stato: a pestarena, in una casa sulla strada principalea. a staffa in via horlovono (all'epoca ero li) a pecetto in una casa dietro l'attuale basaletti, nella casa del melo (poco più avanti di basaletti) e in due case sulla strada principale che da staffa portano a pecetto.
L'unica di proprietà era quella di pestarena, le alltre tutte affittate.
Il campo è quello.
De...Marga...: Ci sono salito ieri a Macugnaga per quattro consegne: due a Staffa e due a Pecetto. Tristissimo passare davanti a Basaletti e vedere ancora tutto sigillato...Però mi sono come al solito rifatto gli occhi con la vista sulla Parete Est che toglie il eispiro. Io ti aspetto sempre ricordati!!!
snes: a chi le hai fatte le consegne?

De...Marga...: A Staffa alimentari Ruppen dietro il ristorante Flizzi nei pressi del Comune ed il tea room Backerei vicino alla Chiesa nuova. A Pecetto Hotel Cristallo appena prima della partenza della seggiovia per il Belvedere ed infine il negozio artigianale, ci trovi ogni cosa fatta magistralmente con il legno, del venerabile Mauro Marone che se ben ricordo è anche una delle guide più famose di Macugnaga.
snes: Roberto Ruppen lo conosco benissimo, suo padre era il padrone della casa di via horlovono (se mi stai parlando del padre del roby... cazzo: quanti anni ha adesso? Se invece parli di Andrea (ma non fa ruppen di cognome) nipote di Roberto, era uno dei ragazzi che con me venivano rimbalzati quando cercavano di entrare al campo. Un fenomeno dello sci da giovane a quanto mi dicevano i ragazzi del paese. Un fenomeno del calcio invece te lo posso invece sottoscrivere io, ma non ci ha mai giocato seriamente.
Mauro Marone non so se sia il nonno o il padre di Mattia. Anche con lui (Mattia) ci giocavo parecchio, non quanto con il nipote del Roby, ma ci giocavo.
Da Flizzi mi sono massacrato di videogiochi negli anni 80, un tempo lo gestiva la Beba, donna fantastica, istruttrice di sci di mio padre.
La tea room backerei non la conosco. dieci a uno la aperta uno dei miei compagni di giochi dell'epoca.
adesso piango...
snes: comunque la notizia più bella che mi stai dando è che hai di nuovo un lavoro. sono sinceramente contento.
snes: (sto cercando di capire qualche cosa della Backerei ma proprio non mi dice nulla quel che trovo, del resto manco da quasi dieci anni ormai)
fedezan76
fedezan76
Opera:
Recensione:
La rece è spassosa. Anche piena di luoghi comuni. Magari sono pure quelli che la rendono divertente. Io però ho avuto esperienze diverse. Ho approcciato il metal quando conoscevo già parecchia musica rock. E il metallaro in classe mia, oltre a girare con parecchia figa e avere un sacco di amici, era pure dannatamente bravo a scuola. Ma non posso lamentarmi, perché anche a me girava bene in quel periodo. È successo molto tempo dopo che ho iniziato ad estraniarmi dal mondo... Però devo dire che la musica nel bene e nel male ha segnato la mia vita. Io per esempio ero molto bravo a giocare a calcio, con un potenziale da serie maggiori. Poi mi sono intestardito nel voler suonare uno strumento con tanto di anni di lezioni private e pure molto impegno, lasciando il calcio. Purtroppo non avevo le stesse doti naturali. Ma la passione è passione.


algol: La risposta è dentro di te, ma è sbagliata!
fedezan76: Ah ah, vero. Però il divertimento e il casino degli anni con i vari gruppetti non me lo toglie nessuno. Nel calcio già a 15 anni ti volevano allenare ogni giorno della settimana ...
fedezan76: Sai che... palle!
snes: "piena di luoghi comuni." questo perchè sono una persona comune con una storia comune. credo.
fedezan76: Non credo @[snes] , da quel poco che si riesce a capire qui dentro non sembri una persona "comune". Hai le tue fissazioni, sul metal o il prog, ma di quelle ne abbiamo tutti (io per esempio con il punk).
snes: qui dentro siamo tutti personaggi. se no dovete farvi curare.
fedezan76: vorrei aspettare un po' prima di passare al litio...
Elfo Cattivone
Elfo Cattivone
Opera:
Recensione:
Il muro di suono di quest'album è insuperabile. Per il resto bella lì, al giorno d'oggi la gente invece è sempre più spinta verso la pappina pronta e il pensiero unico preconfezionato, speriamo che nonostante tutto ci sia ancora che cerca, prova, sbaglia e decide per conto suo, altrimenti si rischia che i film distopici di fantascienza diventino realtà.


snes: la fantascienza, da 1984 in poi ha sempre avuto pretese poco fanta e parecchio profetiche. e, sopratutto, era attuale e poco futuro anche in quello che per noi è passato, e per i suoi autori presente.
non so se sia chiaro, non credo... ma mi si fa giustamente notare che leggere 'sta roba è impresa lunga e pesante, figurati a scriverla. e di scrivere al moemtno non ne ho ttroppa voglia. peccato perchèè un argomento che mi interessa molto, che ho già affrontato e, in un altro momento, affronterei volentieri. grazie d'esser passato e scusa se taglio corto e contorto.
JonatanCoe
JonatanCoe
Opera:
Recensione:
Cazzo, che storia. In fin dei conti, anche se in modo personale, calca alcune tappe di tutti noi: i primi amori musicali, i primi scheletri e le prime cazzate, anche se quella di tirare pietre in un campo di calcio è davvero singolare. Bella storia veramente, Jacopo!


snes: ok, ma secondo me è più singolare mobilitare i carabinieri...
JonatanCoe: Ahahahahahahahah, effettivamente da che lato la veda, la vicenda è tutta grottesca!
kloo
kloo
Opera:
Recensione:
Wow molto bello, mi hai fatto pensare al mio fanboyismo dei queen e quel giorno che a casa di un mio compagno di classe della prima superiore, mi fece ascoltare i Nirvana e li bollai come: "questi manco sanno suonare e canta di merda" e forse é pure vero ma tant é che sarebbero serviti per rincuorare il mio primo cuore spezzato. Poi pure la storia dell'amico d'infanzia, avevo un caro amico dalle elementari che pian piano un figlio di puttana, spacciatore, ladro e adesso pure evasore (manco si mette la mascherina nel suo negozio) me l'ha portato via, appunto, per l'alcool, la droga e la figa, e magari ha pure fatto bene visto che io ero un disadattato alla vita e pure sfiato. Quel giorno che fecero saltare una cassetta delle poste nel nostro paesino all'Halloween del 2003 ha fatto esplodere la nostra amicizia. Ora non c'è più quell'amaro l'avrò visto 4-5 volte in 15 anni, ci si saluta sì ma non é come prima. Io per fortuna fui un metaller molto a margine, non ho mai esplorato oltre la crosta e me ne compiaccio, ho preferito l'alternativa e l'indie, ma nella campagna dalle mie parti era difficile farsi una cultura musicale.
Il metallaro della mia classe affermava che i Kiss non fossero commerciali, questo era il livello.


snes: queste cose devi dircele nelle recensioni, sono più lette di un commento, ed è un peccato restino qui.
Se c'è una cosa su cui dissentirei è che Cobain cantasse di merda. Poi bisogna sempre vedere cosa si intende per cantar bene, me ne rendo conto.
Comunque pensavo a 14 anni e penso ancora che Bob Dylan canti di merda, quindi insomma: ognuno ha i suoi "problemi".
fedezan76: Perché Bob Dylan canta?
kloo: Mica ho spoilerato tutto.
kloo: Il punto é che cosa recensisco? Nevermind? Non mi sembra il caso
snes: Un live a caso dei Kiss.
snes: (è giusto un'idea)
kloo: Dei kiss credo di non aver mai ascoltato nulla di completo
snes: io di questo disco l'ho ascoltato per intero per la prima volta mentre scrivevo questa pagina. ... ok, non è vero: non l'ho MAI ascoltato per intero.
proggen_ait94: kloo le avrebbe le storie spakkaossa ahah
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
Non di sole seghe vive l'uomo.

(dal Vangelo secondo Jacopo)

il metallaro (con relativo giubbino jeans) nella mia classe si chiamava Cislaghi ma di cognome che il nome non me lo ricordo più e nonostante fossimo vicini di banco non mi ha mai contagiato, all'epoca già mi piaceva troppo il Neil Young ed i CSN&Y, i Pink Floyd, i Beatles, Jimi Hendrix ma non mi dispiacevano nemmeno i Deep Purple o i Led Zeppelin poi dopo i 15/16 anni son venuti tutto il resto ovvero Genesis, King Crimson, Doors e via discorrendo erano gli anni '75/'76... una vita fa!


snes: "Non di sole seghe vive l'uomo." però aiutano eh...
Stanlio: Come recitavamo alle superiori:
"La voglia c'è, la figa manca...
sul cazzo scivola la mano stanca!"
snes: mi ricorda qualche cosa,
Farnaby: Battiato?
snes: Non mi piace battiato. ma credo che anche lui conosca e abbia fatto sua la filastrocca qui sopra.
Farnaby: Ecco dove l'avevo sentita?
Stanlio: "Il morbo infuria, il pan ci manca,
sul ponte sventola bandiera bianca!"

da Ode a Venezia di Arnaldo Fusinato
Farnaby: Battiato plagiatore...
snes: Oh, Cristo!

Passa una gondela della città. Hei della gondola, qual novità? il morbo infuria, il pan ci manca, sul ponte sventola bandiera bianca". Mi hai aperto una finestra temporale che da sul 1991 credo. Ora che ho recuperato 'sto ricordo chissà quale informazione si è levata dal cervello par fargli spazio. Spero di ricordarmi ancora come ci si pulisce il culo...
Stanlio: se sei leghista devi farlo con la bandiera patria...

"No, no, non splendere su tanti guai,
sole d'Italia, non splender mai"

sempre da Ode a Venezia di Arnaldo Fusinato (a scuola ci toccò d'impararla a memoria sta poesia risorgimentale, un incubo... non finiva mai)
Farnaby: Fortuna non sono leghista (e non solo per la bandiera).
Spiace per i tuoi trascorsi scolastici.
snes: " se sei leghista "Grazie, è da che sono iscritto che voglio condividere questa cosa qui sopra, finalmente ne ho l'occasione. è il 2007, sono inscritto a scienze infermieristiche. é il secondo anno di corso, i miei compagni sono al 90% o napoletani o siciliani (i primi 2 mesi non capivo niente di quel che si dicevano tra una lezione e l'altra, poi, col tempo, mi sono inserito) durante una lezione mi giro e un…
snes: sulla poesia: a noi ne fecero imparare alcune strofe e basta (mi semrba due a testa) poi la recitammo insieme come se fossimo un "complesso" alla recita di fine anno della scuola. l'altra strofa, non la ricordo e non voglio ricordarla.
Facemmo la stessa cosa con il cinque maggio, probabilmente Stanlio anche quella la sa per intero.
Stanlio: ehm, per intero intero che mi ricordi io avevo imparato a fatica "La spigolatrice di Sapri" di Luigi Mercantini (altro testo risorgimentale, ovvero quella dal famoso incipit: Eran trecento, eran giovani e forti, e sono morti! ) e la strafamosissimerrima "San Martino" di Giosuè Carducci (quella che conoscono anche i sassi) dall'incipit indimenticabile che fa:
“La nebbia a gl’irti colli
piovigginando sale,
e sotto il maestrale
urla e biancheggia il mar"

invece mi spiace deludere il ns Jacopo ma l'ode a Napoleone "5 Maggio" dedicata dal Manzoni e che ha come incipit
"Ei fu. Siccome immobile,
dato il mortal sospiro..."

beh, non l'ho mai letta tutta nemmeno una volta in vita mia (e non ne sento il minimo rammarico, giuro)
snes: "non ne sento il minimo rammarico, giuro" ci credo!
woodstock
woodstock
Opera:
Recensione:
Grandissimo, niente di più.
Io l'amico con cui son cresciuto ce l'ho, e non ricordo come ci siamo incontrati, e nella descrizione che hai fatto mi ci trovo al 1000%.
Cmq sia, sottoscrivo ogni singola parola che hai detto.


snes: grazie, sono felice per voi. e per me.
Bubi
Bubi
Opera:
Recensione:
Una storia scritta con sincerità e senza badare a eventuali giudizi. L'ho letta volentieri e come è scritto anche più su è comune a molti ragazzi, penso molti di più di quanto non si creda. La musica non è la mia, ma non è molto importante. Comunque gli Iron Meiden piacevano a diversi miei amici, io sono sempre andato da altre parti...


Bubi: Va bene! Ci provo ma non prometto niente. Il video lo guardo più tardi...
snes: Infedele...
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
bella bella...


snes: grazie grazie!!!
aleradio
aleradio
Opera:
Recensione:
Il primo step l'ho superato, ma forse solo il primo. Per il resto quoto woodstock. Rez mi ricordo che ti aveva accompagnato forse al concerto dei karma to vurn o forse non erano loro, o forse son tremila concerti, comunque mi sta simpatico


snes: in realtà i Karma To Burn non li ho mai visti. Comunque Rez mi ha accompagnato a tanti concerti che ho condiviso sul deb.
Anche di Davide avevo già parlato. qui: SXSW Strange Glue (Live - SXSW Studio-2007) - A Place To Bury Strangers - recensione
Stanlio: simpatica rece in slang, non l'avevo cagata nel 2013
Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
Che dire...lo dico...ma che bella pagina!
Anche io ho vissuto il mio quarto d'ora da metallaro. Anch'io a 16 anni ma mooolto prima di te (e non mi sto vantando).
Mio compagno in questa avventura si chiamava Andrea (nome vero tanto chi lo vede più). Eravamo metallari atipici (capello corto e no chiodo) e seguivamo uno sparuto gruppetto di veri metal-kids più che altro per carpirne gli ascolti. Compravamo (io e l'Andrea) i dischi a metà. Dischi che poi viaggiavano da una casa all'altra (fortuna che abitavamo vicini) per poi condividere (come voi) le sensazioni. Ricordo tra gli acquisti : "Powerslave" degli Iron Maiden e da lì a ritroso; il primo di Malmsteen e da lì basta così. Il primo del gruppo di Paul Di Anno (purtroppo è rimasto a lui) ; "The Warning" dei Queensryche (fortuna è rimasto a me) ; uno dei Judas Priest che non ricordo ma che ci fece abbastanza cagare e diversi altri in circa un anno e mezzo. Quella (breve) stagione portò le mie orecchie, il mio cervello e la mia anima in lidi per me nuovi ed inaspettati. Ed è così che Penguin Cafe Orchestra e Unsane vivono sui miei scaffali senza litigare.
Quindi grazie per la tua condivisione (mi sono anche commosso).
P.S.1 - Il disco non lo ascolterò mai. Forse.
P.S. 2 - Rhapsody si scrive così.


snes: Grazie a te per i tuoi di ricordi.
Farnaby: Beh...leggendo i commenti è chiaro che la tua pagina, oltre ad essere veramente bella, ha resuscitato i ricordi di tanti. Il che è solo uno splendido valore aggiunto.
snes: Basta lusinghe, mandami affanculo se no non siamo più su debaser.
Farnaby: Stasera è così...avremo modo di mandarci affanculo in altre occasioni...e sarà bello lo stesso...
Marin
Marin
Opera:
Recensione:
C'è anche chi inizia e finisce con i neomelodici


snes: anche li ci son perle, dai: Rosario Miraggio-La Macchina 50
snes: Idolo.
Stanlio: cett! c'la Ventura teniva proprio na bella zizz'...
NeKro
NeKro
Opera:
Recensione:
Il disco è una pietra miliare.
Io ero il metallaro della classe e pure il metallaro della compa.
Ero stronzo alle superiori e sono stronzo anche adesso.
Vorrei invecchiare e diventare cattivo come Clint Eastwood in gran Torino. La donna mi dice che ce la faccio di sicuro.


snes: io sono buono, la sera gioco con la play. l'altro giorno ho platinato Hitman Go.
Farnaby: Così cattivo che quando morirai l'epitaffio sulla tua lapide sarà : "Cazzo guardi?" (Cit. non mi ricordo chi)
snes: Mi basta che mi seppelliscano a Macugnaga e non a Milano. poi possono anche scriverci "cinquanta la bocca cento l'amore"
snes: ah no scusate, pensavo fossimo sotto un altro commento...
Farnaby: Va ben uguale...
gaston
gaston
Opera:
Recensione:
Io vado dai Black Sabbath agli Iron Maiden. Oltre faccio un po’ fatica.
In quanto a metallo io arrivo sì e no all’alluminio. Qui si parla di piombo.
Comunque le storie di dischi e di musica ascoltata sono sempre belle.


snes: l'importante è che ci sia il medallo! Come poi si chiami poco importa. va bene pure il mercurio.
Boris - Quicksilver
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Nes sfigato... un capolavoro inestimabile.
Tanti abbiamo avuto il periodo metal. Io e Marco eravamo gli unici di una compagnia bella grande è strepitosa. L’età andava dai 14 ai 19. Ci si trovava ad ogni ora al bar - di uno della compagnia - oppure in un mini boschetto di fianco al municipio. Tutti in motorino o vespa, altro che My Generation. Qualche amabile rissa con compagnie di altri paesi - poca roba però - tanta musica e tanta figa già... non in compagnia però, in compagnia erano poche ... non so il perché ma ne facevamo entrare pochissime. Forse perché sapevamo che erano più sveglie. Tutti musicalmente Rocker anni sessanta/settanta, ma io mi avvicinai a Marco che era l’unico ad ascoltare Saxon, Riot, Judas e compagnia bella dei primissimi ottanta. Ero tra i pochissimi a fare le superiori e per andare in disco la sera dicevo ai miei separati che dormivo dall’altro poi andavo dalla mia adorata nonna che mi copriva... dissi tutto loro tanti anni dopo. Periodo stupendo, cantavo anche nel gruppo più giovane di Reggio, ebbi i miei primi inconsapevoli attacchi di panico, ero freak cannato e bevuto ma avevo una bella faccia e non ci si credeva. Quante storie, quanta strada, quanta vita vissuta davvero... perché dai sedici poi c’è stata una escalation notevole. Però, però... io a 15 anni mi facevo la supplente di matematica di 25 - anzi Lei di faceva sto ragazzino - gran figa e forse mi ha attaccato la primordiale fissa per i piedi femminili; erano perfetti, sensualissimi. Poi a 16 mini storia con la mamma di un amico. Queste mi hanno segnato... ma mai come la mia infanzia con i miei che si separavano con situazioni tragicomiche di cui ho accennato.
Si, io vivo di ricordi perché penso che ogni età abbia un suo ruolo anche se provo a “mantenermi”. Poi non ricordo di un solo giorno “felice”, non un solo giorno senza ansie, fobie o dolori... ma fa nulla.
Tempo fa sotto una mia recensione dicesti “erano anni che non preferivo una recensione” e ne fui orgoglioso perché ti stimo, perché so che sei sempre vero. Io non ne ho mai preferite ma ti basti che è l’unica che ho letto negli ultimi tempi perché è tua e perché iniziando mi ha coinvolto.
Ciao nes.


snes: "anzi Lei di faceva sto ragazzino"bravissimo: detta cosi' suona decisamente piu' credibile. Non e' da tutti.
Per quanto riguarda la conquisa dell'anno dopo spero il tuo amico non l'abbia mai scoperto.... beh, se sei qui a raccontarmelo mi sa di no in effetti.
Non c'e' bisogno tu mi riempia di complimenti, sembra tu debba far la pace con qualcuno: non prendete sul personale ogni cazzata che vi scrivo:lo ripeto da sempre "vo glio bene ad ognuno di voi, nessuno si senta escluso" vale per gli utenti con cui mi scambio solo pompini come vale per teenagelobotomy, nix o caspasian.
Uno si incazza, si sfoga, ma figa, siamo dentro ad un videogioco, se non ve ne siete ancora resi conto (che questo e' un videogioco) come suggerito piu' in alto "fatevi curare". Io dal canto mio so che senza di voi non potrei giocare.
IlConte: Ma io non ti riempio di complimenti e manco mi devo scusare con te...
Semplicemente ho detto quel che penso. La mia stima per te rimane anche quando si “litiga” o non si è d’accordo o ti mando a cagare era questo il senso.
IlConte: È un gioco ma anche nei giochi c’è un fondo di verità e di nobiltà d’animo ... anzi, soprattutto nel gioco.
snes: Allora benissimo cosi'.
snes: Mi sono appena reso conto di essermi belato da solo un commento. Shame on me.
Caspasian: 🌹🌹. Una a testa per voi due...
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
Chi è metallaro sa che la rece è verità... io poi prog+metallo, veramente un coglione. Poi son riuscito a rimorchiare quando ho capito che bisognava ascoltare hc :D Non troppo eh, non sono mai riuscito a imparare a skateare.
Ma anche se lo esterno solo sul debio la mia passione per i riffoni scorre ancora potente (su deb ho scoperto stoner e sludge). Oh ma cos'è sto periodo che pure a me è tornata la voglia di death metal?! Il miglior metal. Perfetto per annullare la realtà familiare ormai sull'orlo del collasso. Tra le mie scoperte della settimana: Autopsy, i dischi viking dei Bathory, Dissection, Atheist, Celtic Frost, Dismember ecc... ora sono le otto di mattina, c'ho na sbornia così ma prima cosa ho fatto partire il mio primo disco degli Emperor porcamadonna ahahah


proggen_ait94: @[sfascia carrozze] insegnami a scrivere UH in grassettoooo
proggen_ait94: (ah, ovviamente in lista c'era proprio QUESTO disco dei Suffocation :D)
sfascia carrozze: Qvale grassetto ?
sfascia carrozze: E comunque, sbornia o non sbornia, i dischi Vaiching dei Bathory nun sè pozzeno sentì.
proggen_ait94: purtroppo è vero
sfascia carrozze: Volevo anche dire che in macchina c'ho solo un CD nel lettore negli ultimi mesi:
"Into The Pandemonium"
Macchevvelodicoaffare!
proggen_ait94: yeahhh
con loro sto procedendo in ordine cronologico, e quello è il prossimo!!
sfascia carrozze: |_||-|!
Elfo Cattivone: No!!!! One Rode to Asa Bay bellissima...
Elfo Cattivone: Poi il video trash-vichingo, con i paesani obbligati a costruire chiese e Quorthon che starnazza epicamente, è proprio UH!
snes: I bathory li stavo scoprendo anche io un po' di mesi fa. Poi li ho ricoperti ma non ricordo bene perche', forse e' stato quando ho scoperto i batushka. Per quelli mi son preso una bella botta. In realta' non so cosa tu intenda per dischi "viking" io ero quasi partito di testa per quello che inizia con i suoni di battaglia (che se lo fanno i manowar e' pacchianeria, se lo fanno i bathori storia, e la cosa inspiegabile e' che in effetti e' vero) era uno dei primi, li stavo ascoltando perche' sapevo essere tra i gruppi che piu' avevano influenzato il primo osceno black norvegese. E quel genere terrificante devo riconoscere che per quanto continui a farmi cagare e' anche quello la cui cultura nutro piu' interesse al momento (ma un discorso lunghissimo complicato e a scriverlo in poche righe viene sicuramente frainteso. Quindi mi fermo)
Se ho capito bene vivi coi tuoi e sei in doposbornia. Frate':io ho smesso di bere cinque anni e cinque mesi fa. Nun far cazzate che bere e' una delle cose piu' belle che ci sia, non te lo rovinare e rovinati a merda responsabilmente. Se lo fai con mamma e papa' nella stanza di fianco stai cominciando a farlo male. Capisco che vivere rinchiusi 24 ore su 24 in casa per mesi con i propri genitori alla tua eta' debba essere atroce (mio fratello ha 30 anni, sta vivendo la tua situazione e mi si spacca il cuore ogni volta cbe ci penso), ma come dicevo ai miei "porcodio tirate fuori i coglioni, state in casa e non rompete il cazzo" dico a te di tirar fuori i coglioni e tener duro ancora un po". Ripiglia hollow knight piuttosto, la sofferenza che provoca ti fara' sembrare la costrizione forzata un paradiso.
No, beh, aspetta.... mi sa che hollow knight in questo momento potrebbe portarti verso l'eroina, pero' ci siam capiti: nun far cazzate di cui poi ti pentirai di sicuro.
(Lo so per me e' facile parlare dato che vivo una situazione diversa dalla tua, ma sono uscito di casa a ventinove anni, e ci sono ritornato dai trentadue ai trentasei. Ti giuro che so cosa significa sentirsi in prigione. E si: anche io mi distruggevo di alcol. E son qui a dirti che non lo faccio piu'. E che mi manca. Ma non lo faro' mai piu' perche' so che non posso. E mi manchera' tutta la vita. Non fare come me, sii piu' sveglio.
Un abbiraccio.
proggen_ait94: grazie brother ma per grazia di dio non posso lamentarmi, chiagno un po' ma alla fine abito in una casa grande con giardino. Chi se la passa male sono quelli in appartamento, io ho sempre potuto pure passeggiare. Sono fortunato.
Ieri sera però di fronte all'ennesimo sabato sera in famiglia ho ceduto e sono scampato alla lidl a prendere birre (non bevevo da marzo) e mi sono messo ad ascoltare trap guardando il fiume. Serata bel insomma :) in sti mesi solo qualche personal
(oh, sono arrivate nuove latte alla lidl niente male. Steam brew na roba così. Quelle con la grafica steampunk)

Comunque si, l'alcol bisogna starci accorti, hai ragionissima. Ho un amico caro che è astemio "forzato" anche lui, e ogni tanto mi dice che avrebbe voglia di bersi boh una birra ma non può perché rischierebbe di cedere. mo svapa a gusto bourbon. E pure la storia convivenza è vero che logora, spero entro l'anno di essere decollato e farmi la mia traiettoria. Pure io voglio continuare a bere in salute e senza fottermi il cervello: qua in veneto vedo già coetanei che ci danno più di me perdere qi -non sto scherzando- a forza di bere bere bere. Una tristezza a vedersi. È importantissimo drogarsi non troppo e soprattutto bene, non per rabbia o desiderio di rincoglionirsi... pure io l'ho imparato sulla mia pelle
Litourgiya | Batushka questi? carucci

questione video gay: in quarantena ci siamo fatti final fantasy 6, stecca, ora dobbiam finire hollow knight. Domani ci assembreremo.
Comunque te devi ancora provare Rain World!! ahah
Chainsaw: A questo punto confesso anch'io di avere avuto un periodo death metal (grazie ai Bolt Thrower)... Genere poi abbandonato in maniera definitiva a causa della tardiva scoperta del black metal (a me piace la roba putrida: pure Emperor e Dissection non riesco assolutamente a farmeli piacere) nel periodo in cui esageravo con la foglia a cinque punte ma avevo già abusato di stonerone e compagnia. Bevo solo in compagnia e quindi in quei frangenti scopro solo il meglio (peggio) dell'italodance anni Novanta.
Chainsaw: Detto questo: l'ultima volta che ho fumato e bevuto assieme ho scoperto i Batyushka. Per il resto i fattoni che conosco si sono dati una calmata e, pur avendo tanti amici trinconi (sono pur sempre in Veneto) ne ho uno solo che mi preoccupa. Uno che passa le notti al bar a bere birre artigianali e si giustifica dicendo che sta facendo cultura. Per dire.
snes: La vendono ancora la fink brau al lidl?
Ma soprattutto: i "finti" magnum e solero? Cavolo, qelli costano un quarto degli originali e sono cosi' uguali che viene il dubbio cambi solo la scatola rispetto a quelli algida, e che il prodotto interno esca in realta' dalla stessa fabbrica (i solero tra l'altro hanno una maggior varieta' dimscelta per quanto riguarda il gusto del sorbetto).
C'enrtra niente: tre anni fa ho realizzato che "lidl" che pensavo fosse un cazzo di acronimo crucco, e' la pronuncia di "little".e niente mi e' esploso il cervello.
snes: I batyushka sono ANCHE quelli. C'e' una vecchiamrecensione di quel disco sulmdeb. La ricordo anche validissima, ma son successe cose e andrebbe aggiornato il punto sulla loro situazione. E' un bel po' che vorrei scriverne ma vorrei fosse una recensione "divulgativa" e per quella non mi basta l' "ispirazione" dovrei anche informarmi bene e costruirmi bene in testa un sacco di cose.
Rainworld da quando ti ho detto "tanto e' in sconto una settimana si' e l'altra pure" non e' mai piu' andato in sconto. E acquistare giochi in sconto sulla play e' una delle mie nuove dipendenze da un paio di anni. ogni volta che vengono aggiornati glimsconti io controllo. Il che si traduce in: controllo ogni due settimane. ... ok, sto barando, e' una dpendenza seria: basterebbe controllare ogni due settimane, io controllo ogni 3 giorni, perche' magari esce qualche "sconto lampo", non si sa mai. Da quando e' cominciata la pandemia mi sto imponendo a forza di non controllare tutti i giorni. E no: non e' mmai piu' andato in sconto.
Adesso scrivo una cosa perche' essere smentiti a volte e' invece divertente, e si viene quasi sempre smentiti quando si pronunciano frasi assulotistiche e quindi: non e' mai piu' andato in scontl, e a questo puntomsono abbastanza sicuro che non ci tornera' piu'. Non riusciro' mai a giocarci temo.
E adesso aspetto...
snes: Chainsow: vah che son sette, non cinque. Vacci piano che di gente che ci vedeva doppio pe la trobba botta ne ho sentito parlare, di gente che invece e' diventata cieca no, non farmi preoccupare.
snes: E quelli che simstan facendo una cultura sulla birra li picchierei quasi tutti. Le nostre birre artigianali non sono male, e' vero. Ma se vuoi "farti una cultura" su una sostanza stupefacente italiana, abbiamo il vino.
Non fraintendermi, adoravo alcune nostre birre. Ma "mi faccio una cultura" su una cosa che una cultura vera e propria non ce l'ha e' veramente da poppante dei miei coglioni.
Vai in irlanda o in inghilterra a parlar di "degustazione" di birra e ti picchiano male mentre si steccano una oyster alla goccia. E fanno benissimo (a menarti, la oyster effettivamente potrebbero degustarsela in effetti).
Chainsaw: Va' tranquillo che io sono tipo da vino rosso, lo dico anche nella mia descrizione, di birre sono un orgoglioso ignorantone e per me già l'Ichnusa è una birra sofisticata. Adesso scusatemi ma ho un Final Fantasy VI da fare. (sì, erano i Batyusha di Litourgiya, ovviamente. Per il resto adesso sono una persona sana.) PS: penso che resisteresti dieci minuti con questo mio amico prima di prenderlo a sanpietrini, è un tipo diciamo molto impegnativo da gestire.
proggen_ait94: ao @[Chainsaw] , pure te col VI! ndo stai?
@[snes] si, la vendono. L'avevano tolta ma le proteste dei fattoni sono state tali che è tornata
Chainsaw: Iniziato ieri ahah, ho appena preso Edgar. Ho ricominciato un tre settimane fa a giocare dopo non so quanti anni, mi sono fatto un ffviii in pieno relax e adesso ho iniziato il VI che non ci avevo mai giocato. Dovrei decidere anche a farmi una partita seria al VII prima o dopo.
snes: Chain: quell "ovviamente" mi fa pensare che tu sia a conoscenza delle diatriba batyushka vs fake batyushka, e secondo me la pensiamo diversamente di brutto. Ma servirebbero troppo righe per chiuderla in una discussione sotto ad un commento. Scriverò, prima o poi mi farò venir la voglia.
proggen_ait94: il VI non scherza, non lesinare livellamenti, dosa bene gli esper, allena tutti i pg! È molto più old school di quello che dovrebbe.
L'VIII, figo ma mai finito. Tempi di caricamento troppo eterni, alla fine del terzo cd ero in burnout
proggen_ait94: e bombati la colonna sonora che è un capolavoro :D il miglior ff imo
Chainsaw: @[snes] conosco la diatriba, ma non ho mai ascoltato niente oltre a Litourgiya per semplice pigrizia, non so proprio come suonino gli altri!
Chainsaw: @[proggen_ait94] il tema di Terra è subito balzato in testa ai miei preferiti. L'VIII è praticamente finito alla fine del terzo CD, poi io ho giocato la remaster che GRAZIE A DIO ha l'acceleratore perché i dialoghi me li ricordavo già a memoria e rileggermeli tutti mi avrebbe causato un esaurimento nervoso
snes: Quello "fake" e' un po' diverso ma me piace quanto lytirgia. Il secondo "vero" e' piu' simile a lyturgia ma mi piace un po' meno degli altri due. (Ma è comunque molto figo) Secondo me che si siano divisi è la cosa migliore che poteva capitare all'ascoltatore.
E da un lato spero fortissimo che siano tutte palle e che in realtà tutti e tre i dischi siano composti dalla stessa persona, sarebbe bellissimo. Ecco ho detto tutto adesso. Posso risparmiarmi e risparmiarvi la rece.
proggen_ait94: il 7 e l'8 sono lenti come colossi, l'8 tra dialoghi, menu e caricamenti giochi un'ora e sette otto min stai guardando uno schermo nero gesùccristo. Poi non sopporto più gli incontri cauali, e lì dovevi farne a chili per ciulare le magie ai nemici... woah non so nemmeno come ho fatto ad arrivare così avanti :D
ma prima o poi lo finirò ehehe
Chainsaw: In verità ti dico: fuggi da tutti i combattimenti casuali, elabora le magie dagli oggetti, non livellare mai. Quando hai l'aeronave livella de botto tutti i personaggi coi bonus alle stats.
Chainsaw: @snes se la fai la leggo
snes: Se tollerate (e mi par di capire che vi piaccia adirittura) il sistema di combattimento dei jrpg, e se vi piace south park (questo lo ignoro ma mi auguro di si') DOVETE giocare a "south park the stick of truth".
La rece mi sa che salta chain, ma grazie per la fiducia!
kloo: io mai periodo death, ma posso dire mai periodo metal.
Avevo una cover band dei Metallica ma li ascoltavo solo per imparare le canzoni.
[b]UH![/]
kloo: [b]UH![/b]
kloo: no cazz non funzia!
proggen_ait94: dev'essere un segreto degli antichi nani
kloo: Mammalisardi
Chainsaw: Altro che altarini, qui si scoprono gli altars of madness
sfascia carrozze: @[kloo]
Ma non è ché Lei, lì, voleva (per caso) dire UH! ?
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Qvesto LP mi sa che non l'ho ascoltato.
Però c'ho qvello d'esordio on vinyl: che ricordo all'epoca, nonostante amassi alla follia il DeGenere, non mi aveva sconvolto più del necessareo.
In effetti la loro traccia più migliorissima à oggi resta qvesta dell'EP:

Che per il primo Lp venne riregistrata ma, purtroppo, resa leggermente meno Brvtal.
Macchèvvelodicoaffare!
UH!


fedezan76: Non ci giri attorno, non siamo qui per parlare di musica. Piuttosto lei dove o a chi tirava i sassi da giuovine, nel lontano Mesozoico?
sfascia carrozze: Ah!
Scusate!

Direi di passare alle cose serie, allora:
Il cavolfiore soffocato alla sarda è un piatto semplice e genuino con tutto il profumo dei prodotti di Sardegna.

Ingredienti:
Cavolfiore - 1 kg
Pancetta - 100 g
Cipolle - 1
Olive - in salamoia
Pomodori - secchi, 2
Olio extravergine di oliva
Sale

Preparazione
Lavate il cavolfiore e dividetelo in cimette. Lavate anche alcune delle foglie del cavolfiore e tagliatele a pezzi non troppo grossi. Imbiondite la cipolla tagliata finemente, aggiungete la pancetta e il pomodoro secco. Aggiungete ora il cavolfiore e le olive e fate cuocere coperto per circa 30 minuti a fiamma molto bassa. Aggiungete se necessario in cottura un po' di acqua tiepida. Dieci minuti prima della fine della cottura aggiustate di sale. Servite caldo.

fedezan76: Tirava i cavolfiori? Quindi sotto quel metallo un po' arrugginito c'è un motore tenero.
snes: L'ultima volta che ci siam sentiti dovevo entrare in doccia. Per ora neanche tla eggo, se no non mi lavo neanche oggi. Non si offenda. E se si sta sentendo offeso stia tranquillo ad offenderla e' il mio olezzo, ma adesso pongo rimedio.
snes: Beh ma se lei si diletta nella cucina del cavolfiore (ed essendo lei cosi' brvtal immagino lo faccia a finestre rigorosamente sprangate et saldate, a elettrodo) forse potevo non lavarmi neanche oggi.

snes: Vorrei dirle qualche cosa del disco in questione ma ne so meno di lei.
sfascia carrozze: Tvtto qvesto è molto Brvtal!
Lo seppia!
Chainsaw
Chainsaw
Opera:
Recensione:
Disco che ho ascoltato una volta sola a quattordici anni a casa del tizio che mi face scoprire gli Iron Maiden e i Manowar (mai piaciuti questi ultimi) perché ascoltavo i Korn e avevo bisogno di essere rieducato.


Elfo Cattivone: Magari i virolog, quelli da 2000 euro ogni dieci minuti in prima serata, scopriranno che i Suffocation ammazzano i virus, come il folk con gli alieni in Mars Attack, e uscirà un dpcm per rieducare tutta la nazione al brutal ahahahahahhahaha
Chainsaw: Se il powerviolence va bene lo stesso per me è fatta
Chainsaw: Ho appena scoperto che il disco non era questo ma quello col robot gigante assassino in copertina
G
G Alto Papàvero
Opera:
Recensione:
Piacere da seduti fa male perché non svuoti bene la vescica! Fallo(!) presente al neo papà!


G: Piacere ahhh correttori incorreggibili!
snes: Ok, ma spero tu stia parlando dell'uretra e non della vescica, se no le donne sono rovinate.
Oppure dici che è il motivo per il quale la vita media degli uomini e' superiore a quella delle donne?
Erano queste le cose che mi dovevano insegnare in università! ...E sto pensando che forse ci hanno anche provato, chissà.
G: Io dico che l'omo la deve da fa' in piedi e deve anche da schizzettà un pochino. Questo è.
algol: Il territorio va marcato!
snes: Mi rendo conto sia un discorso che lascia il tempo che trova e di interesse pari a zero qui sopra, anche perché il fatto che gli uomini in piedi sinscarichino meglio è vero, ma per due minuti tolgo il vestito della cazzoneria e indosso quello serioso (quasi).

A giudicare da come è scritto l'articolo (a prova di mamma pancina) resto molto dubbioso riguardo al termine "vescica".
E anche il fatto che la vescica si debba svuotare "completamente" è impreciso: qualche goccia di urina deve fisiologicamente restare nella vescica, quando questo non succede le pareti della stessa collabiscono e la vescica non si riempie piu' creando serissimi problemi.
Di questo son certo al 200% (non sono medico ma un mese di tirocinio da infermiere in un reparto di urologia lo ho fatto).
L'articolo è stravalido, ma la storia che a pisciare in piedi sia la vescica a svuotarsi meglio continua a non convincermi. Che sia l'uretra a non farlo è invece vero.
Ripeto: è vero che gli uomini dovrebbero pisciare in piedi, non lo negavo neanche prima. Ma da quanto mi par di ricordare dagli scarsi studi il problema da un punto di vista anatomico non risiede nella vescica.
Perché non c'è scritto allora "uretra"? Secondo me perché chi l'ha scritto era più interessato a passare il messaggio generale piuttosto che la motivazione medica. Visto chi usa internet, l'articolo è perfetto.
Non sto dicendo che sei una mamma pancina, sia chiaro, sto dicendo che esistono, e i loro figli vanno protetti.
E non ho la verità in tasca, ma a ma han sempre detto che il problema di pisciar seduti per gli uomini fosse legato all'uretra.
Credo di aver ripetuto le stesse cose tre volte, se ho torto sto facendo una bella figura di merda.
G: L'importante è che non ci costringano a sedere. Si alzino loro!
zaireeka
zaireeka
Opera:
Recensione:
È pazzesco pensare che in questo posto convivano le tue recensioni e quelle di lector, ed entrambe siano accolte con commenti entusiastici.


zaireeka: Pazzesco per me chiaramente ha in accezione estremamente positiva, nel senso che va letto come fantastico
snes: Dici che dovrei rileggerle prima di pubblicarle? Lo dico anche io da una decade. Poi mi ricordo che son qui per giocare e spammo "vai al prossimo step" " pubblica" "invia" ecc.
Poi appena e' pubblicata la rileggo. E mi vergogno come un ladro (perché si': a legger cose scritte cosi' si butta via tempo. Almeno quello necessario per decifrarle). Ma vedo che siete pazzi e apprezzate lo stesso, quindi chi me lo fa fare di rileggerle. Quella e' la parte piu' noiosa del processo di scrittura!
sfascia carrozze: E' DeBaser, bellezza!
zaireeka: @[snes] ma no, va bene così, rischierebbero di perdere in naturalezza, rischierebbero di sembrare recensioni scritte dal sottoscritto 😂
devale
devale
Opera:
Recensione:
Io a quell'età ero talmente sfigato che non stavo nemmeno con gli altri medallari.

Comunque, anche se continuo a non sapere un cacchio del disco, le pagine come questa mi piacciono sempre.


snes: Meno male, leggere 'sta roba costa fatica, se pure ti faceva cagare mi toccava ridarti tempo e diottrie. E sa dio come avrei fatto.
devale: Ma se mi faceva cagare ci mollavo prima.
Per il tempo passi, ma, visto che ci vedo poco, le diottrie sono sempre ben accette.
zaireeka
zaireeka
Opera:
Recensione:
Ora la ho letta tutta, fino all’ultima frase, bellissima, per cui voto 😂😂😂😂😂


snes: Ti ringrazio per lo sforzo.
JOHNDOE
JOHNDOE
Opera:
Recensione:
mai stato un metallaro e sì che in classe ne avevo due o tre convintissimi
mi fecero ascoltare diverse cose ma i deep purple erano meglio
mai piaciuto il metal


snes: Non è così strano che non piaccia.
JOHNDOE: infatti
ce n'erano parecchi all'epoca (ti parlo del periodo 85-95) ma i commerciali erano di più, come oggi del resto
poi c'erano quelli come me che ascoltavano rock cantautori italiani e un po' di jazz ma non sono mai stato un "fanatico" musicale e anzi mai stato "niente" ...un metallaro un tozzo un paninaro un discotecaro o quello che è
snes: parecchi all'epoca (ti parlo del periodo 85-95) Minchia! Io ci ho messo in po' a fare il liceo, ma tu mi batti con punteggi tennistici!
I tozzi non li avevo mai sentiti nominare. Non si smette mai di imparare.
snes: Mancano le vitgolette e non si capisce niente... Va beh: era una battuta idiota.
JOHNDOE: no vabbè ho preso un arco temporale significativo perchè in quei 10 anni il metal andava forte
ci ho messo "solo" sei anni bocciato una volta e sempre rimandato (ci tengo a precisare)
ho una decina di anni in più e i tozzi a roma erano il contraltare dei paninari, il paninaro vestiva griffato, il tozzo bene o male pure ma era più sdrucito e soprattutto più volgare e manesco era in sintesi il paninaro di borgata
snes: Io sette, ma gli ultimi tre li ho passati pagando.
JOHNDOE: non ci piaceva studiare perchè stupidi non siamo
peccato però mi ricordo la secchiona della classe stupida persa che studiava 10ore al giorno... ogni tanto facevo la performance e lei era ammirata/stranita sentendomi parlare all'interrogazione... sapeva in cuor suo che se volevo la fregavo ma non c'era pericolo studiavo da marzo-aprile in poi per non essere bocciato...
aleradio: Ho sbagliato a mettere brut volevo solo andare giù con la pagina
snes: Sissi', guardalo li' il secchione della classe...
tia
tia Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
ahahah ottimo, tutto bello! hai fatto venire a galla tanti ricordi ormai passati e "simpatiche" coversazioni con i caramba ai tempi dei 18 anni in una caserma alle 4 di notte. Puttana che pirla!


fedezan76: Io ne avrei una da raccontare sui caramba ... chissà, forse in una recensione ...
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
comunque il disco è carino, bello oscuro e melmoso. Non bello come il primo, ma sempre selvaggio e incazzato


HOPELESS
HOPELESS
Opera:
Recensione:
*The Freewheelin' Hope Zildjian on Stand By Nes (in four micro-movements memorandom)*

a) Incredibile mi dicevano... la gente non ci credeva quando stavo all'università, ma alle superiori sono stato bocciato tre volte. Assenze (anche quando ero presente), poca voglia di studiare le loro cose (studiavo le mie privatamente e quando facevo i compiti d'italiano in classe i professori non ci credevano che conoscessi certe cose), problemi disciplinari, scazzi vari. Trattavo malissimo alcuni professori, rifiutavo di farmi interrogare, li mandavo a fare in culo e tutte belle cosette così. Una volta sola, piccato da un'insinuazione di una professoressa di economia aziendale, in "poco spazio" le dissi in due minuti tutto quello che voleva sapere dei Bilanci Comparati, mi guardò sbalordita e mi chiese "Ma allora perché non vuoi venire alle interrogazioni?" ed io con la faccia torva "Perché mi state tutti sul cazzo!". Poi però venne un diluvio emozionale che ancora oggi mi fa stare un po' male: una delle professoresse che trattai peggio, in un modo talmente vile che me ne vergogno, e che vorrei rincontrare per abbracciarla, fu una delle poche che mi difese in sede di consiglio didattico dove si discuteva della mia bocciatura. Mi fu riferito dalla mia professoressa preferita (quella di lettere) che tale professoressa di geografia (di cui non riesco a ricordare il nome, e continua la mia vergogna) si era opposta fortemente alla mia bocciatura dimostrandosi affettuosa nei miei confronti in modi che non sarei riuscito a capire neanche dopo, visto come l'avevo stritolata, dicendo cose tipo "Questo già è abbastanza sbandato di suo, però è abbastanza intelligente da meritare di più di gente che va avanti senza nemmeno aver capito cosa ha studiato. In questo caso forse sarebbe meglio portarcelo dietro, evitare un eventuale abbandono scolastico, cercare di capirlo e magari vedere che succede, potrebbe riappacificarsi con noi e con sé stesso". Mi respinsero lo stesso, ma non fu questo il problema (non rinnego niente, tutte le cazzate che ho fatto mi rendono la persona in divenire che sono oggi e dopotutto sono abbastanza umano, anche se è dura. But i think i was right). Non riesco ad esprimere come mi fece stare male sapere tutto ciò, mi sentivo un verme. Quella professoressa andò in pensione anticipata perché soffriva di depressione e dal Settembre successivo non l'ho mai più rivista. Stava male e io che mi vantavo di essere "sensibile" non ci feci umanamente caso, ancora oggi se ci ripenso mi prende una tristezza infinita. La volontà c'è quando c'è interesse e lì io ero disinteressato, testa di cazzo, stronzo. Kappler degli ODP qualche anno dopo mi fece ripensare a tutto ciò e a tutta la merda che mi portavo dentro e che spargevo in giro in quel periodo.

Però a scuola c'era pure la gioia per occhi, neuroni e feromoni: le compagne, l'ambiente nei cessi, alcuni professori da cui ho imparato abbastanza, come quello di Diritto le cui lezioni mi sono tornate utilissime all'università (diritto privato, diritto d'autore, editoria, utilità marginale). Diciamo che dall'istituzione scuola ho imparato poco, ma da certi professori ho imparato qualcosa. Poi c'era la mia professoressa di francese che mi provocava dei turbamenti sinusoidali: sempre con pantaloni di pelle stretti, caschetto nero con frangetta, camicette Paisley strategicamente sbottonate che lasciavano intravedere generosi seni spagnoleschi con amuleti che ci fluttuavano in mezzo ogni giorno, insomma una Anita Blonde di un metro e sessantacinque bona e affascinante da farmi stare male. Anche con lei ci litigavo sempre, forse proprio perché mi arrapava maledettamente (una volta mi appoggiò le tette sulle spalle mentre mi controllava un esercizio ed ebbi una Throbbing Gristle che stava per ammazzarmi di desiderio, sussurrai al mio compagno di banco il fenomeno in corso, la professoressa aveva carpito e mi disse "Guarda che ti ho sentito" con sul volto un certo compiacimento...). "La maestra non r


HOPELESS
HOPELESS
Opera:
Recensione:
(parte da sopra) "La maestra non ritenne di fare altre domande".

b) Non ricordo assolutamente quale fu il primo album comprato (in musicassetta di sicuro), però ricordo i primi cd a 16-17 anni (One Hot Minute e BloodSugarSexMagik dei RHCP). OHM, con Navarro, mi aveva flashato talmente tanto che corsi alla Ricordi a comprare Ritual De Lo Habitual dei Jane's Addiction e lì mi deviai definitivamente: mi aprirono alla new wave e da lì in poi non ci capii più un cazzo. All'epoca ascoltavo soprattutto alternative USA, nella mia cerchia di amici c'era già una buona conoscenza musicale che però soffriva di un limite che travalicavamo solo in tre quattro di noi, il limite era che veniva considerato valido solo ciò che andava dal '65 al '79, quindi psichedelia, progressive, folk, rock etc etc etc (vecchia storia che conosci già). Ci sono cresciuto con quella roba, siamo stati ai concerti di Jethro Tull, Osanna, PFM, Orme, Banco del Mutuo Soccorso etc etc, era la nostra musica comunitaria e in fondo mi piace ancora oggi, ho i cd (i Genesis li regalai e dissi al tizio "Tieniteli pure") ma nel mio lettore ad oggi capitano solamente Area, forse il Banco di Darwin e i King Crimson (quelli sempre, erano e sono intelligenti e non si sono mai fossilizzati). La prima volta che feci ascoltare Joy Division, The Jesus & Mary Chain, Primal Scream e Television a questa cerchia reazionaria avevo 18-20 anni, non ci capirono un cazzo (eeh ma la batteria fa sempre la stessa cosa... eeh ma dove sono gli assoli?). Una volta con un amico ci stavamo scambiando dischi degli Einstürzende Neubauten davanti a loro, con la faccia schifata mi chiesero cosa fosse quella musica ed io, esasperato, per tagliar corto con qualcosa a loro incomprensibile risposi "Musica Concreta. Ciao!". Oggi che sono passato ad altro mi rincorrono per dirmi "Oh grandi band!" (pure gli EN), ed io, che un po' stronzo sono rimasto li snobbo (non umanamente eh, solo musicalmente, anche se il discorso è mooolto ampliabile) e gli dico "Era ora, ma io li ascoltavo 20 anni fa, li ho metabolizzati e stanno nel mio cuore, ora sono passato a questi qui: Richter, Basinski, Frost, Hecker, Harmonic 313 ma sono ritornato pure su cose tipo Bach, Vivaldi, Ives.... (Silenzio - Dissolvenza)".
Pazienza... magari tra 13 anni ci arriveranno ugualmente, anche se uno di loro ultimamente mi ha riferito che ha apprezzato i Boards Of Canada che gli avevo passato un annetto fa e con 4/5 di loro l'anno scorso siamo stati insieme a vedere i Kraftwerk, sensazionale.

c) Ognuno ha i suoi scheletri evidentemente (ma che poi in realtà che cazzo ce ne frega), un mio amico Ras Tafari all'università (che si vantava di ascoltare solo musica colta tipo The Velvet Underground, Cave, Suicide... -tutta roba che gli avevo fatto conoscere io - loro in quella cosa ascoltavano solo cose da centro sociale-, scoprendo in futuro a casa sua a Caserta che da adolescente ascoltava Articolo 31 e si faceva fare le torte di compleanno con Marilyn Manson sopra) corse in camera mia e mi esclamò: "Oh! Ligabue ha ripubblicato Piccola Stella Senza Cielo!" ed io "E quindi?", rimase muto e il reggae lo ascoltava in modo residuale solo in mia assenza. Mai ascoltati Ligabue o 883, però nel 1997 (e ancora oggi) uno dei miei dischi preferiti dei '90 è Older di George Michael e posseggo (attenzione, attenzione...) La Fabbrica Di Plastica di Grignani (che secondo me è un album ingenuo -l'alternative era già finito- ma molto molto grazioso -per dirla alla Collini-), e tante canzonette pop che non mi vergognerei di confessare, ma adesso non me ne viene in mente nessuna. Pop Is Love - Pop Is Life.

d) Ora, tutto questo tomo che ho scritto è perfettamente inutile. Non parlo quasi mai dei cazzi miei qui sopra (una volta l'ho fatto e mi sono beccato pure una critica imbecille da un imbecille, ma non ce ne frega un cazzo - lo feci friggere nel suo olio, sapevo che le sue carni si sarebbero aperte). La pagina, con la tua firma autoriale sgrammaticata di getto


HOPELESS
HOPELESS
Opera:
Recensione:
[finale] ...(o meglio di vomito), mi ha ricordato di queste cose, un rinQulo! Disco questo di cui accenni, per me brutto e puerile. Maroccolo, di quei Litfiba lì, fa ancora cose interessanti oggi, gli altri non so e non mi interessano. Metterò qualche disco ancora per il momento, mi prende già la depressione estiva, mi sa che questo potrebbe essere una delle mie ultime sessioni commento per adesso se non installo un condizionatore, in caso contrario ci rivediamo a Settembre. 4 - 3 - 2 - • ...Hula boy scout.

"Stella. Fiore. Notte. Tienimi stretta la mano, figliolo, mi sento le gambe molli..." (PAZ)
This was my hat, this was my heart, fill it with anything but please don't be bad. (HOPE)


snes: Quella striscia di Paz, è una delle poesie piu' belle degli ultimi 30anni del 900.
HOPELESS: Su Paz sono d'accordo, mi sviene ogni volta che ci penso...
IlConte: Ahahahahahahah
Ma io tante di queste tue cose già le sapevo...
Un abbraccio e grazie
HOPELESS: Quali cose Count?
HOPELESS: Scusami Conte, avevo letto male.
IlConte: Già “sapevo”, immaginavo
Sono ignorante ma molto sveglio
Ahahahahahahah
kloo: Sei senza speranza.
HOPELESS: Beh Kurt, questo lo sapevo già, tell me something new ;-)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Pierced From Within è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link