The Young Gods
Data Mirage Tangram

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


- Se il tuo livello di scàzzo è su livelli di guardia e non hai voglia di sorbirti un mare di idiozie, sappi che il gruppo è fiko e ha fatto un gran disco. Adieu!

- Se invece il tuo livello di scazzo è sempre su livelli di guardia ma non hai proprio gnente-di-nulla di meglio da fare e ti ho sorpreso con le dita nel naso alla ricerca di nuovi anfratti inesplorati, allora beccati sto' inverecondo spataffione.

************************************************************************************************************************************************************************************************************

Quando a un gruppo non si riesce a dare una collocazione precisa e si fatica a incasellarlo in un genere predefinito è già qualcosa di estremamente positivo per quel che mi riguarda.

Ora, pur non avendo mai messo il naso aldilà del recinto di filo spinato che delimita il cimitero di auto accartocciate grazie al quale sopravvivo, nel tanto (troppo) tempo a disposizione
solo con me stesso ho elaborato una personale classifica di gradimento dei posti più attraenti, per non dire voluttuosi, del globo acquaterreo.

In vetta si staglia l'Azerbaidjan: con quel nome lì non potrebbe essere altrimenti.
Segue a ruota la rigogliosa Nuovazelanda: terramadre dei Kiwi, tanto ricchi di vitamina C e portatori sani di tanta sana pupù.

Sul terzo gradino, per tutta una serie di motivi neanche troppo chiari neppure a mè, c'è la neutralissima Sfizzera: patria (tra le tante e belle cose) delle Giovani Divinità in oggetto.

Nel merito del nuovo monolite forgiato dal Trio mittleeuropeo non saprei dire con esattezza quale sia la causa scatenante di cotanta attratività sonora: forse la presenza d'elevati tassi d'aria salubre o la singolare assenza di approdi marittimi o magari solamente il rigido rigore intellettuale para-teutoniko che ne determina il disordine operativo in modo meticoloso e sistematico, ma le loro stratificate architetture soniche hanno sempre avuto quel quid in più rispetto a tantissimi loro coevi sia europofili che non.

Per alcuni con l'andare del tempo si sono progressivamente imborghesiti, per altri sono sistematicamente progrediti mutando continuamente forma.

Chiaramente la verità assoluta, perlomeno all'interno della mia DeRecensione, la stabilisco io: per cui propenderei nettamente per la seconda tesi.
I contrari verranno DeBannati entro fine lettura.

Più si va a fondo con l'ecoscandaglio in qvesto nuovo moloch discografico, più si consolida (in mé) la convinzione che dagli esordi a oggi abbiamo (sempre) avuto a che fare con un ensemble dotato di riconoscibilissime peculiarità espressive.

Intendiamoci: non tutti i dischi propugnati all'interno della loro lunga carriera possono dirsi totalmente centrati e vincenti, ciò nonostante l'elevata personalità che li ha tratteggiati è sempre stato elemento insindacabile.

Agli albori dell'anno in corso dopo svariati anni di silenzio, perlomeno discografico, i tré si ripresentano con la abituale dose di idee & suoni estremamente chiare: mutare per l'ennesima volta pelle restando se stessi.

Qua si tende a lavorare la bruta materia più di sbalzo e cesello: si agisce in maniera più minuziosa, giudiziosa e sotterranea, se capite ciò che intendo.
Ma la sostanza primigenia resta quella.
La brumosa traccia di apetura "Entre en matière" e la chiusura "Everythem" sono ben più che esplicative a riguardo.

Alcuni echi dai semi-sepolti, clangorici e massimalisti esordi continuano a percepirsi sottotraccia: oggi risultano innestati in un arredo e corredo sonoro sostanzialmente inedito.
Sembra di capire che la loro attuale necessità non sia più quella di scagliarci addosso un pentolone ribollente di magma proto-industriale come è gioiosamente avvenuto nel millennio scorso.
D'altronde quando hai vent'anni o poco più può avere un senso ed è giusto che sia così: continuare all'infinito a rimestare i soliti lapilli e forgiare le medesime saette può diventare molto meno divertente.
Soprattutto per chi a i mezzi per evitarlo.

Ci troviamo al cospetto di un disco moderno (non modernista) per concezione, suoni e struttura intrinseca.
Eppure potrebbe apparire un disco vecchio in virtute del fatto che è l'ennesimo tassello evolutivo di un suono netto e riconoscibile.

Un'elettronica organica, viva, pulsante e mutaforma caratterizzata dalla commistione con strumentazione più convenzionale: il tutto suonato in modo non esattamente convenzionale.
I brani si sviluppano come pervicaci mantra concentrici che tendono progressivamente ad inspessirsi elevandoci oltre la cronosfera:
in questo senso mi garba sottolineare le bordate esplosive all'interno del totem tribaloide "All My Skin Standing" che riporta alla mente i loro episodi più urticanti e lontani nel tempo.
Ma non si tratta di mero auto-citazionismo o sterile riciclo di atmosfere già utilizzate: semplicemente un affermare per l'ennesima volta "siamo sempre noi, e (lo siamo) come ci pare noi".

Come sempre è stato e sempre sarà.
Nei secoli dei secoli, amen.

Questa DeRecensione di Data Mirage Tangram è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/the-young-gods/data-mirage-tangram/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentiDue)

ALFAMA
Opera: | Recensione: |
io sono dell'idea che dopo L'Eau Rouge si sono adeguati, conformati . Quando parte il cd di l'eau Rouge" pensi "ma che cavolo" anche se non ti piace.
I successivi lavori non alzi la testa e ascolti ma "...………." non ce ne sono.
BËL (02)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Non sono d'accordo.
Adesso, come promesso, vado a DeBannarLa.
UH!
ALFAMA
Opera: | Recensione: |
per capire la differenza

BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: La differenza non esiste.
Se avessero fatto 12 capitoli tutti uguali de L'Eau Rrouge (che adoro, a scanso di equivoci e che ho in vinile) li avremo dimenticati molto tempo fa.
Siamo noi che la interpretiamo in un mod o nell'altro.
Ora, comunque, vado a DeBannarLa per sul serio.
ALFAMA: bel solo per non bannarmi.
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Come avrai ben notato da alcuni miei recentissimi ascolti, mi sono immerso ancora una volta nel suono dei primi dischi degli Svizzeri. Ed è stato un sicuro piacere leggere la tua paginella che mi conferma tutto il buono che già sapevo della band. Riconoscibilissimi dopo pochissimi secondi, dici altrettanto bene. Mi sono ascoltato un qualcosa del nuovo lavoro in rete e la loro classe, innata, è rimasta inalterata. E sai anche che abitando a pochi chilometri dalla Svizzera, ho una sorta di sentita riverenza per la nazione. Bel ritorno Sfascia, sia il loro che il tuo!!!
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Prima o poi andrò in pellegrinaggio al Santuario di Basilea in segno di devozione dell'unica divinità realmente esistita ed esistente.
Sua Maestà Ruggero Federere I° di Helvetiae.
Ecco.
Falloppio
Opera: | Recensione: |
Collocazione del gruppo?
Io la so.
Va messo nell'umido che viene ritirato il martedì.
BËL (02)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Il Lunedì, cribbio!
Il Lunedì!
hellraiser: Lo Zio è già un po' anziano, fa confusione
sfascia carrozze: Emmica è così anziano.
Avrà, si è no, 94 anni.
Diciamo che è perfettamente in media DeBaserica.
Falloppio: Scusate mi sono assentato un attimo per togliere il catetere....
sfascia carrozze: Poi si ricordi di rimetterlo.
Altrimenti ci diventa un seguace dei #pissedjeans

Pissed Jeans - Bathroom Laughter
hellraiser: ...e non scordare il Pappagallo pieno in giro Zione...
algol
Opera: | Recensione: |
Leviamoci le dita dal naso e mettiamoci all'ascolto. Che poi non è che ho i timpani nel naso. Quindi continuo a cercare e ascolto lo stesso.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: E' una delle poche cose belle della vitae: perché privarcene, dico io.
Marco Orsi
Opera: | Recensione: |
Ottima recensione, non c'è dubbio. Però trovo questo disco un po' scialbo. Dal vivo rendono sempre!
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Secondo mè cresce (molto) di ascolto in ascolto.
O almeno a me ha dato qvesta impressione.
Ma io non faccio testo: oltrechè mezzosardo (cm. 140) son pure mezzosordo.
imasoulman
Opera: | Recensione: |
non li ascolto da eoni (direi da TV Sky...) ma mi fa piacere che ci siano ancora in giro.
Del resto anche per loro è caduto il segreto bancario e il Re Rogerio è dunque nudo (può bannarmi, adesso, Messere, su su...)

BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Nudo?
Ommondieu!
odradek
Opera: | Recensione: |
Monsignore, qui The Young Gods
trova anche il recente "November 2nd", il secondo album di NOVEMBER, moniker di Bernard Trontin, il batterista dei giovini dei. Ed altre cosucce loro. Vedo che l'amor suo non muore, per questi gaglioffi. Affettuosi saluti.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: I Gaglioffi, quando sono e restano autentici, è impossibile disistimarli.
Mersì bocù, mon cler.
gaston
Opera: | Recensione: |
Ho appena comperato un Cd dei ragazzi che si chiama "Tv Sky", che andrò presto a decellophanare ed ascoltare. La bella recensione mi invoglia ulteriormente a farlo. Tolgo le dita dal naso e le porgo per stringerle virtualmente la mano.
BËL (02)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Accidempoli!
Tv Sky: che disco spakkaossa.
La copertina della mia copia in vinile roteante (credo colorata) è lì intonsa che mi scruta silente.
Mi chiede di esser messa sul piatto e suonata.
#forse
gaston: Quando fanno così, io faccio finta di nulla, ma poi...
Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Sto ascoltando l'Acqua Rossa, che, leggendo i commenti, mi è parso di capire essere il loro Reign in Blood. Musicalmente straordinari (che bei suoni!), mi hanno fatto scoprire di odiare il francese (che peraltro parlo correttamente da una ventina d'anni) con tutto me stesso e che il prossimo che incrocio che mi dice anche solo "ullàlààà" gli faccio bruttissimo proprio. Reverendo, preferivo se mi segnalava un gruppo che cantava in azerbaifagiano...
BËL (02)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Ullàlààà
Pinhead
Opera: | Recensione: |
Ho svoperto che l'Azerbaigian esiste davvero e ci abita pure gente che fa dischi

BËL (01)
BRÜ (00)

hellraiser
Opera: | Recensione: |
La Svizzera è dove ci son le marmotte che impacchettano la cioccolata?
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: No, quella è la Guardia Svizzera.
Che la impacchetta.
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Ah, gente di mare, queste guardie svizzere, scaricatori di porto! Il loro garbato diniego al marasma industriale e', ahimè, disdicevole. Insisto, disdicevole.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Qvesto è marasma agricolo.
Molto più al passo coi tempi.
Onirico
Opera: | Recensione: |
Mi sono tolto il dito dal naso e ho premuto plei, il problema?E' da ore che ascolto il disco, ora vorrei anche andare al cesso e mettere su magari un cafolavoro come l'ultimo dei Bei (chi?) strip boys, ma il mio dito è rimasto incollato al tasto plei, e il cd re-inizia ogni volta. Inutile dire che, con l'altra mano ho preso il telefono, ho chiamato un mio amico sciamano della Lapponia e le ho fatto scagliare un simpatico malocchio sami. Ogni volta che qualcuno la manderà a quel paese si ritroverà in (Va)Fennoscandia nudo, a -47°, senza riuscire a togliersi il dito dal naso, con questo cd in sottofondo. Eppoi non si dica che non sono misericordioso. Il punto non è offrire l'altra guancia, ma colpire l'altra chiappa.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Apprezzo la Sua generosa Misericordia!
In effetti io digito sulla testiera coi gomiti o a volte con le ditine pedestri: mi piace troppo frugarmi il naso a piene falangi.
Onirico: "Solo gli uomini sprovvisti di curiosità per la vita non sondano i propri anfratti alla ricerca della verità"
sfascia carrozze: Interessante questo testo dei Bei Strip Boys.
Non li facevo così profondi.
lector
Opera: | Recensione: |
Si è scordato della Kamchatka, Monsignore! Altro che l'Azerbaidjan....
Il disco l'ascolterò (forse) quando l'ASL mi pagherà l'apparecchio acustico :-((
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Per le Trombe di Eustachio!
puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Opera: | Recensione: |
Tutto molto bello.

Ma il Kiwi è cinese.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Accidempoli!
Le così mi smonta un mito.



Addirittura l'Itaglia sarebbe più producente della stessa Nuovazelanda!
Adesso al mio pusher di fiducia gliene dico quattro.
puntiniCAZpuntini: Addirittura gli Italiani coltivano il Kiwi in Cina per venderlo ai Cinesi ricchi, perchè i Cinesi sanno che i Cinesi ci mettono merda (cinese).

Comunque il mito della Nuova Zelanda nasce dal fatto che il nome Kiwi l'hanno inventato loro, in Cina probabilmente si chiama "frutto peloso coglioni di smeraldo" o simili.
Falloppio: A me piace "Coglioni di smeraldo". Domani al Bennet provo a chiamarli così e vediamo cosa mi danno...
puntiniCAZpuntini: Chiedi anche un Oloturia , meglio conosciuta come Cazzo di Mare. Ora diventato Cetriolo di Mare, ma sotto sotto, tutti sappiamo l'amara e turgida verità.
hjhhjij: Ma infatti è l'uccello (non l'Oloturia, l'uccello quello col becco, vabbè) ad essere Neo Zelandese è lui che ha dato il nome al frutto :D Tutto parte dal sosia animale del frutto.
puntiniCAZpuntini: Ho sempre pensato fossi esperto di Uccelli.
hjhhjij: E dire che non ho mai parlato a nessuno di questa mia passione per l'ornitologia.
puntiniCAZpuntini: Ornitologia, come diceva Boy George.
hjhhjij: Uh, ma non era Elton John ?
odradek: Anche partendo da un kiwi sempre lì approdate, vecchie zoccole. Saluti & baci.
puntiniCAZpuntini: Tranquillo, per il tuo compleanno è pronto il solito paccone di Pillole Blu e Olio Johnson's Baby
odradek: @[puntiniCAZpuntini] Eh, si, e io aspetto te e il regalino fino a settembre. Ma vedi d'annattene
puntiniCAZpuntini: Fai sempre lo scontroso, ma poi mi chiami tutte le volte che sei ubriaco per dirmi le cosette.
CosmicJocker
Opera: | Recensione: |
Li ho sempre biasimati per la poca lungimiranza nella scelta del nome della band..
Gli anni passano per tutti e quindi (prima o poi) dovranno cambiarlo, persino il Jovanotti ora si fa chiamare Lorenzo..
Lei tende sempre a convincermi, anche quando non lo fa..
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Certo che citare Lorenzo Giovanotti in una DeRecenza circa le Giovani Divinità è qualcosa che fa accapponare la pelle.
Sè ne renda (seppur moderatamente) conto.
odradek: Gli Dei son sempre giovani e belli.
odradek: Si, lo so, quelli erano gli eroi. Ma se vale per loro, non sarà valido per gli Dei? Essù, cribbio!
CosmicJocker: Non so che dire..che direbbe Baricco? ..lui sì che saprebbe sbrogliare la matassa...
sfascia carrozze: Al Baricco preferisco il Rococò.
Lo seppia.
Raskolnikov1789
Opera: | Recensione: |
Non conoscevo, ad un primo ascolto ho molto apprezzato.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: E' qvesto lo apprezzamento givsto!
puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Opera: | Recensione: |
Il singolo era molto Radio Oriented con un riffettino_tenerino_clementoni che mi aveva fatto mollare, il resto lo sto sentendone adesso ed è più figo. Ho il sentore che quel riffettino ce l'hanno zakkato pensando "laggente vo er riff e glielo dovemo da dà", anche se non avevano nessunissima intenzione di prendere le chitarre.

A cinquantanni le chitarre le devi da regarà ar fijo der vicino de casa. Soprattutto se vivi a Sginevra e pisci tutte le mattine nel lago accarezzando la tua capra.
BËL (00)
BRÜ (00)

puntiniCAZpuntini: Che poi, 50 un paro de cojoni, questi sono più 60 oriented se me faccio li conti dell'infame.
odradek: Si, credo anche più di 60. Oriented to the end.
luludia
Opera: | Recensione: |
son stato in svizzera una volta, ma son tornato subito indietro perché non trovavo parcheggio...i giovani dei li ho ascoltati qualche volta e mi son pure piaciuti, solo che non mi ricordo più perché...come mai non mi ha citato il federer?...
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Lei mi legge nel DePensiero.
E qvesto non è bello per Lei, lì.
In effetti le svelo ché la prima versione della DeRecenza prevedeva un passaggio proprio sul Santuario di Basilea e sulla visita cattecumenale all'altare di Sua Santità Ruggero I°.
Poi (stranamente) mi pareva come di esagerare e l'ho eradicato.
Ho esagerato a non esagerare, dice?
luludia: può l'incontenibile contenersi? può l'irredimibile redimersi? esageri, esageri, lo faccia anche per noi...
sfascia carrozze: Lei, Lululì, mi pone dei quesiti quesitanti ai quali non sarei né in grado (pur facendovi talvolta Scalo A) di controreplicare degnamente, né tantomeno tantopiù.
E sé il prossimo DeMeeting definitivissimo del (sempre più) imminente 2026 lo organizzassimo proprio a Basilea?
Lei si adoperi per portare le mitopoietiche piadine (e, volendo, i tortellini in brodo), mi braccobaldo.
luludia: la piadina andrebbe mangiata in loco, preferibilmente nella bassa romagnola...conosco un casolare abbandonato in una strada di campagna chiamata via prati cupi, ecco li sarebbe perfetto...però mi accontento anche della svizzera, anche se, rispetto a basilea, preferirei il cucuzzolo della montagna...
sfascia carrozze: "non avendo mai messo il naso aldilà del recinto di filo spinato che delimita il cimitero di auto accartocciate" (autocit.)
A me va bene tutto.
Lo seppia.
Ma che Lei seppia, nella piadina la seppia ci può stare?
luludia: lo chieda alla seppia puo darsi che lo seppia...
sfascia carrozze: Ora gli parlo à quella che ho in aquario.
Ci ho già parlato diverse volte e non ho dubbi sul fatto che capisca l'harduae situazione venutasi accreare.
E' che, in genere, risponde solo con cenni di capo.
UH!
luludia: poi mi aggiorni, mi raccomando...
sfascia carrozze: Usti!
Brutte notizie.
E' affogata!
In un mare d'olio con del pane grattuggiato tutta intorno.
luludia: ecco, l'ennesima occasione perduta...
sfascia carrozze: Però almeno la papilla gustativa nè ha giuovato.
luludia: si vergogni, anteporre il palato alla conoscenza...
sfascia carrozze: Ma non sono stato io!
Lo giuro.
Non avrei mai avuto il coraggio di sopprimere un mio consanguineo.
O quasi.
luludia: ah, ok...come non detto allora...
sfascia carrozze: Io ho solo portato l'oglio e il pane grattuggiato.
A cose fatte.
luludia: quindi in qualche misura ha partecipato...ok la declasso a idolo di seconda classe..
sfascia carrozze: Mannò!
Come può pensare una cosa simile.
Ho anche tentato con la respirazione forzosa bocca-a-bocca.
E che poi, a furia di insufflare, mi è scivolata dentro.
luludia: ma guardi che tra gli idoli di seconda classe c'è gente tipo il mago Otelma o Bernardo, il servo muto di zorro...in fondo è in ottima compagnia..poi, ok tra quelli di prima c'è il JohnBonGiovi Cheil, ma ormai è andata così...
sfascia carrozze: Ehm.. non possiamo fare direttamente terza classe?
luludia: guardi che c'è anche napo orso capo...
sfascia carrozze: Ho quasi paura a chiederLe chi c'è in quarta.
luludia: lupo de lupis, il lupo tanto buonino è il primo che mi viene in mente...ma non si preoccupi, l'ho già perdonata...è di nuovo alla destra di JohnBonGioviCheil...
sfascia carrozze: Ehm.. non mi declassi, La prego, ma preferirei (eventualmente) stare assinistra.
Così, per abitudine, più che per convenzione.
gabbox
Opera: | Recensione: |
Bella Sfascia che hai aperto le "porte" ai Giovani Dei. Il discorso alla lunga regge più sui suoni che sulla voce di Franz Treichler che sembra sempre più la reincarnazione di Jim Morrison. O sbaglio?
Ps: per l'imminente DeMeeting propongo un torneo di tennis over 50 con doppio misto


BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Ci stò!
Da che parte si imbraccia la rete della racchetta?
Johnny b.
Opera: | Recensione: |
Li ricordavo diversi anche se quel poco ascoltato non mi dispiace affatto.
BËL (01)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Li ricordava diversi, perché, effettivamente ora sono diversi.
Ma uguali.
Ma diversi.
Come solo i grandi(issim)i, direi,

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: