Tori Amos
Abnormally Attracted to Sin

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Recensione di Alia76

Direi che sarebbe il caso di chiedere spiegazioni.

Penso per un attimo di essere un professore, uno di quella serie: chi non ha talento insegna, al quale una brillantissima allieva presenta un'altra prova su richiesta. Immagino che direi: "Signorina (ehm signora) Amos, cosa le succede? Ha iniziato ad uscire con le amiche? C'è qualche fidanzatino? Questo non è certo il livello che mi aspetto da una ragazza talentuosa come Lei. Mi ricordo ancora come stupì l'intero istituto con quella relazione sui "piccoli terremoti". Fino a qualche anno fa su di Lei avrei scommesso ad occhi chiusi. Ma ora? Questo lavoro è assolutamente incolore, impersonale, insomma non degno di Lei! E per favore non cominci con le solite giustificazioni, le spiegazioni sul perchè e per come di questo e di quello. la collega di filosofia mi ha più volte detto che Lei si impegna, certo, però mi ha detto che a quell'età le conoscenze rimangono pur sempre infarinatura. Ammetto di aver sempre prestato poca attenzione al cosa scrivesse, tuttavia mi lasci dire che nei primi anni di corso, nel come Lei era insuperabile! Non so cosa Le stia succedendo ma questa prova è scialba, senza intenzione, nè passione. Le devo dare un due, con molto dispiacere. Vada pure al posto".

 

I professori a volte esagerano. Soprattutto quelli grassi e puzzolenti che parlano da scranni incrostati di caccole secolari. ma è la verità "Abnormally Attracted to Sin" non dice nulla, meglio: dice veramente poco. A volte persino ripete il già detto ("Strong Black Vine" è troppo simile a "Little Amsterdam" così come Ophelia è uno sbiaditissimo tentativo di tornare ai fasti di "Marianne").

Diventa così ancor più indigesta un'aria fritta spessa 17 brani.

Qualche barlume di ciò che Tori è capace di fare, lo si scorge in "That Guy" e "500 miles", ma è veramente poca roba. Tori Amos la comprendo. L'arte è una compagna troppo esigente. Se ne inciucia di pargoli al seguito e compagni superdotati. Non ti ripaga se non le concedi il cento-per-cento del tuo cuore e della tua anima, se non le permetti di vivere una vita stra-ordinaria, anni luce dalla normalissima quotidianità.

La capisco. Ed anche se questo disco scomparirà presto assieme agli ultimi prodotti (badate bene: PRODOTTI) della Rossa continuerò ad amarla perchè so che c'è un luogo dove Tori Amos è inarrivabile: il palco.

 

Voto: **/*****

 

Recensione di cptgaio

Se c'è qualcosa che bisogna assolutamente riconoscere alla Amos è l'assoluta tenacia nel seguire sentieri e strade che ormai tutti (dai fan alla critica specialistica: quella generalista no a dire il vero ma probabilmente, in questo caso, non fa testo) le hanno consigliato in tutti i modi di abbandonare: il primo fra tutti la scelta di autoprodursi che negli ultimi 6 anni l'ha portata a concepire (compreso questo)  4 concept album (nel bene e anche nel male) di dimensioni oceaniche: sempre in bilico tra generosità e prolissità (a cui proprio lei, sola soletta, non riesce a tener a bada).

D'altronde la Rossa son anni che continua a ripetercelo: lei nei suoi dischi mette tutto quello che ha prodotto nell'intervallo trascorso dal lavoro precedente e "Abnormally Attracted to Sin" (il tema dominante del concept stavolta è la "definizione del successo nei rapporti interpersonali") non fa eccezione.

17 canzoni (più una bonus track) per quasi 80 minuti di musica (nella versione DeLuxe ogni canzone è accompagnata da una "visualette") che ancora una volta presentano una disomogeneità stilistica che incorre nel rischio di finir per disorientare l'ascoltatore (almeno quello distratto).

Forse è proprio questo il problema principale della Amos: rifiutare di ricominciare da se stessa e dalle cose che lei ha costruito per abbracciare fin troppo attorno a lei (e non dentro lei): così si parte dalle evoluzioni in stile elettro-british di inizi '90 di "Give" e si prosegue per un bazaar di stili che toccano il Pop classico di "Welcome to England", le reminiscenze pianistiche da "Under the Pink" di "Curtain Call", il divertissement dei ritmi solari di "Fire to your Plain", il folk di "Fast Horse" (la mia preferita) , il jazz di "Lady in Blue" e così via in una moltitudine di travestimenti sonori cui dovremmo ormai esser abituati.

Canzoni di buon livello (anche alto come le citate "Curtain Call" e "Fast Horse") ci sono ma forse quello che mi manca è la Tori piano-voce accompagnata da arrangiamenti minimali che cambiò la vita mia e di molte persone di questo povero globo: un ritorno alla semplicità ci vorrebbe. Mi accontenterà prima o poi?

Certo rimane la sua capacità (ancora ad alti livelli) di interprete che salva molte canzoni presenti ma non tutte e qualche taglio non sarebbe stato così "doloroso" ma tant'è che questo disco una sua dimensione (come si dice ora) "catchy" ce l'ha: se dovessi considerare la sua carriera "Abnormally Attracted to Sin" sarebbe da due stelle e mezzo, se dovessi considerare lo stato del Pop attuale la media salirebbe: scelgo la via buddhista...

Mo.

Voto:***/*****

Questa DeRecensione di Abnormally Attracted to Sin è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/tori-amos/abnormally-attracted-to-sin/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (QuarantUno)

spurgopozzineri
Opera: | Recensione: |
la Amos è sempre stata una artista bravina, ma non eccellente. Questo disco non credo di averlo sentito nè penso che mai lo sentirò. però mi raccomando se non vi piace non buttatelo nel cesso che son già oberato da lavoro.
BËL (00)
BRÜ (00)

MAH!
Opera: | Recensione: |
'azz ! due rece due, per stà sgallettata, scusassero la mia spontaneità ma oserei chiedere: "ma cu minkia è"?
BËL (00)
BRÜ (00)

emofiliaco
Opera: | Recensione: |
Ringrazio di cuore gli Editor per aver alla fine pubblicato questa/e recensione/i @Pozzineri (era necessario farti un nuovo fake?): eccellente lo e' stata eccome. Aloha. @Mah: Una cantautrice americana, ora anglo americana. Strumento di elezione il pianoforte. 10 album solisti piu' 1 con un gruppo (Y Kant Tori Read) negli anni '80. La sua carriera solista (circa 12 milioni di dischi venduti e piu' di 1000 esibizioni dal vivo) inizia nel '91 e prosegue tutt'oggi. Altre informazioni nel sito linkato nel sommario di questa recensione. Aloha.
BËL (00)
BRÜ (00)

spurgopozzineri
Opera: | Recensione: |
Emofiliaco attento a non tagliarti. un nuovo fake??? io son stato chiamato qua perché mi han detto che c'è tanto lavoro. si tratta di business.
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
Guarda sul lavoro che dovresti fare la battuta mi verrebbe fin troppo facile ma siccome la recensione non e' solo mia non mi va di innescare nulla. Solamente ribadisco la frase tra parentesi nella prima frase del post 3. Aloha|
BËL (00)
BRÜ (00)

giustiziere
Opera: | Recensione: |
non ho capito il senso di questa rece "prendi due, paghi uno"...anche perchè alla fine il giudizio è pressochè lo stesso. Tori Amos non la conosco ma mi pare di capire che tra le sue qualità non c'è quella della concisione, il che non fa scemare la mia curiosità. recensioni cmq ottime.
BËL (00)
BRÜ (00)

giustiziere
Opera: | Recensione: |
errata corrige: il che Fà scemare la mia curiosità....
BËL (00)
BRÜ (00)

spurgopozzineri
Opera: | Recensione: |
com'è che interagisco con un Emofiliaco e finisco con un Capitano gay(o)? sì c'è tanto lavoro qua ora mi attivo, "vai Mario attacca l'autoclave, tiriamo su tanta m."
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
@Giustiziere: beh, il giudizio non e' prorio lo stesso, comunque si pensava fosse cosa carina mettere accanto due opinioni in modo diretto e facile da consultare (e risparmiare un pochino di spazio nel DeDataBase). Tutto qui.
BËL (00)
BRÜ (00)

alia76
Opera: | Recensione: |
@GIUSTIZIERE. a dir la verità spiace un po' anche a me che il parere sull'album sia identico. Il fatto è che non sapevamo l'un l'altro di cosa avremmo detto del disco. io, a dir la verità mi aspettavo un bello scontro fra un sostenitore ( gaio) ed un Tdetrattore(io). sarebbe stato divertente. alla fine però mi fa piacere che anche CPT condivida il mio parere sull'album. Detto questo. il disco per me passa nel dimenticatoio e aspetto tori live
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
Ma pero' dissento su questa cosa: io non dico affatto che e' un album inutile, sostengo che mi piacerebbe tornasse all'impostazione di qualche anno fa (anche a quella di "Scarlet's Walk" per dire). E' ovvio che se devo essere obiettivo il disco non mi entusiasma ma e' di un livello comunque superiore alla media del genere attuale: ma pezzi validi (quelli che cito per esempio) ce ne sono e non li butterei certo via (e secondo me non verranno nemmeno dimenticati). E' ovvio che pero' il giudizo di fondo deve esser dato tenendo conto della sua carriera percio' un po' di delusione c'e' e non si puo' non citarla ma sul discorso "piattume" dissento assolutamente ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

psychopatha
psychopatha Divèrs
Opera: | Recensione: |
recensione graziosa! il disco non mi piace, è troppo anonimo. fosse stata una raccolta di b-sides e non un album sarei stato felice.
anyway, dov'è la ghost track? nel mio cd non c'è...
BËL (00)
BRÜ (00)

UhuhPanicoUhuh
Opera: | Recensione: |
Tra le due preferisco quella di Camel! :D
BËL (00)
BRÜ (00)

UhuhPanicoUhuh
Opera: | Recensione: |
e cmq (Y)(Y)(Y)(Y)
BËL (00)
BRÜ (00)

zzot
Opera: | Recensione: |
Posso dire la mia? Ma che bella è Tori Amos? Passano gli anni ed è sempre più bella! Che donna...
Per quanto riguarda le interessanti recensioni accoppiate ha avuto fasi creative diverse ma si è sempre distinta sia come musicista (dal vivo) come giustamente ricordato e come autrice (fantastica). Per me ha sempre una marcia in più ma non cerca necessariamente di stupire l'ascoltatore, è una donna camaleontica. Scusate: che donna....altro che "vallettopoli"...datemi un'altra vita e mi sposo Tori Amos
BËL (00)
BRÜ (00)

alia76
Opera: | Recensione: |
@CPTGAIO. superiore alla media attuale: non saprei..dipende cosa intendi per media. TORI sta vivendo di rendita, perché i lavori dei 90's ottundono la mente e qualsiasi tentativo di voler parlare male di lei. La verità è che se questo disco fosse uscito ai tempi di Little Earthquackes non avrebbe mosso proprio nulla, influenzato nè una morrissette, né una Apple. Paradossalmente un disco come Strange little girls lo ricordo come un disco brutto, però lo ricordo. questo disco lo sto già dimenticando. così come American doll posse e beekeeper è anonimo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Alex84
Opera: | Recensione: |
Ascoltandolo meglio non è per niente male quest'album, anche se c'è un pizzico troppa patina. Sono contento del fatto che avendo a disposizione anche solo il pianoforte, come in "Ophelia", Tori si senta ancora perfettamente a casa. Carina l'idea delle visualettes. Mi piace sempre associare immagini alla musica.

BËL (00)
BRÜ (00)

Oo° Terry °oO
Opera: | Recensione: |
Fragmentation of the points of view----> modernism! Woah!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

azzo
Opera: | Recensione: |
Uh! Che belle le recensioni doppie! Mi ricordano qualcosa (Capitano, maledetto traditore, venerdì cazzio anche Te:-)). Le ho lette proprio con piacere, anche se il disco non lo ascolterò mai, neanche sotto tortura.
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
@Psychopatha: la bonus track l'ho trovata nella versione I-Tunes e ci sara' anche in quella DeLuxe, si chiama "Oscar's Theme". @Zzot: perche' aspettare un'altra vita? ;-) @Alia: paragonando lo stato del cantautorato femminile attuale, a te viene in mente qualcuna uscita recentemente paragonabile ai nomi che fai? @Alex: forse troppa patina a dir il vero. @Terry: sempre dolcissima, grazie!
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
oopps, nel frattempo e' arrivato pure l'Avvocato ;-) Guarda che quando vuoi un'altra recensione doppia con te la faccio immediatamente! :-D
BËL (00)
BRÜ (00)

drunkedQueen
Opera: | Recensione: |
Mai ceduto al suo fascino,non m' ha preso nei 90,figurati adesso che è l'ombra di se stessa e campa di gloriapatria.Il disco non l'ascolterò mai....bravo Alia
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
Mah, avrebbe milioni di modi per vivere di gloriapatria anche senza muovere un dito se e' per quello, invece alla fin fine e' ancora attiva, oltre al disco di quest'anno,sta scrivendo le musiche per un musical che uscira' probabilmente l'anno prossimo, senza dimenticare il tour di quasi 50 date in tre mesi ed in due continenti (e mancan ancora le date giapponesi). Parliamo di una che ha piu' di mille concerti alle spalle oramai quando potrebbe benissimo star tranquilla e vivere dei diritti che la sola "Cornflake Girl" le "regala": evidentemente ci son anche altre motivazioni oltre la carriera e probabilmente lei crede in quello che sta facendo e come ho gia' detto bisogna darle atto di esser coerente nonostante tutte le critiche che le piovono addosso: bisogna dire che a fronte di un (comunque fisiologico, e non cosi' drammatico, comunque come molti imprudentemenet scrivono, visto che a parte 4-5 mostri sacri tutti stanno vendendo meno dischi, in qualsiasi formato parliamo) calo dei dischi venduti le sue date registrano quasi sempre il tutto esaurito (e sappiamo benissimo che i veri guadagni per un musicista ormai vengono in questa sede) quindi si puo' dire che la tattica di fare un disco omnicomprensivo e "fluviale" ogni due anni (che comunque a mio modo di vedere son tutti dignitosi) accompagnato da relativo tour (alternando a cicli di 4 anni quelli da sola e quelli in cui e' accompagnata dalla band: in questo dovrebbe esser da sola) tutto sommato lungo e in cui ogni sera la scaletta cambia (cosi' puo' capitare benissimo di veder due-tre e talvolta pure quattro concerti con la quasi sicurezza di non veder eseguito due volte lo stesso pezzo) e con performance sempre come minimo di due ore (ma spesso pure di piu') paga. Magari tra qualche tempo anche i piu' scettici se ne renderanno conto o magari no: "conoscendola" un pochino credo che a lei importi abbastanza poco di quello che le accade attorno (mai sentita una volta parlare di qualche critica musicale ricevuta) e tiri comunque dritta per la sua strada. Poi una considerazione personale da uno che l'ha vista suonare un sacco di volte (la prima nel '92): l'intensita' emotiva e pure quella artistico-tecnica dei suoi concerti non e' affatto diminuita: e' aumentata la scelta nel decidere la scaletta (e puo' capitare in un determinato concerto che non esegua nemmeno uno dei suoi "classici") ma non da l'impressione di essere una che tira a campare, tutt'altro. Ti ringrazio per esser passato. Ciao.
BËL (00)
BRÜ (00)

Taurus
Opera: | Recensione: |
Ma è il primo caso di recensione doppia e intramezzata a sandwich in una su deb? Bella idea cmq!
BËL (00)
BRÜ (00)

drunkedQueen
Opera: | Recensione: |
Mio dio cosa ho scatenato!Volevo solo dire che vive di rendita per i dischi dei 90 ..sai anche quante volte al giorno va in bagno?;-)
BËL (01)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
@Taurus: no, non e' la prima. @Drunked: di fatto io ho argomentato che non vive di rendita solo su quelli (il passaggio sulle scalette dei concerti era una delle argomentazioni, ma ce ne eran altre). Su quante volte va in bagno non saprei dirti solo non dovresti "spaventarti" per un post cosi', posso far di peggio ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

alia76
Opera: | Recensione: |
@CPT: a dirti la verità. no non mi viene in mente nessuna paragonabile alla qualità di quegli anni. non mi viene in mente nessuna perché non esiste più una scena, un clamore sostenuto del cantautorato femminile. io a dir la verità non mi sbatto più di tanto a cercare altre muse, (che sicuramente ci sono). 10/15 anni fa ti proponevano talenti a non finire in copertina, c'era il lilith fair festival, c'erano i grammy della morrissette e l' acrobazie di bjork. insomma erano altri tempi. mi considero fortunato perché me ne sono passate sotto le orecchie un bel po' ed ora ho i miei fari. spero che qualcuno ricrei una scena e tolga dall'anonimato i talenti più nascosti che hanno già realizzato opere migliori di questa. certo è che oggi come oggi aspetto con più eccitazione un disco di una Patrizia Laquidara che uno di Tori o Bjork.
inoltre mi viene da dire che oggi giorno la "media visibile" dei talenti al femminile non credo sia bassissima. ci sono sicuramente altre chiavi di lettura. LilY allen per esempio, non è trascendentale, ma scrive in maniera molto intelligente ed arguta su basi molto easy. per me è già una sorpresa.
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
Sicuramenente ce ne saranno ma ti diro' che non e' che non segua la scena e faccio fatica a trovare talenti, le ultime che son state in grado di emozionarmi son state Lou Rhodes e Amanda Palmer ma entrambe provengono da due band (Lamb la prima e Dresden Dolls la seconda) il resto lo trovo abbastanza scialbo:forse anche il dischetto delle Bat for Lashes (che alal fin fine e' un progetto solista) di un paio d'anni fa mi vien da ricordare ma poi? Comunque magari saro' anch'io che son diventato vecchio e gommoso ;-)
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
Ah, e dimenticavo Soap & Skin quest'anno.
BËL (00)
BRÜ (00)

spurgopozzineri
Opera: | Recensione: |
dato che si vocifera che i miei commenti su questa rece sono "astiosi"(???), faccio notare che sono solo dei commenti ludici.comm. 1: un po' serio tranne che nella parte finale. comm. 4 scherzo col nickname dell'utente al comm. 3 [emofiliaco, cptgaio,capitanhowly, girlanhacronism (che mi ama) son sempre uno], comm.8 faccio il finto tonto fingendo di non sapere cosa sò. ciao CPT, hasta siempre!!!
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
Ti assicuro che le voci non son partite da me (indaga pure ;-) ): non mi sono lamentato, o parlato a riguardo, con nessuno riguardo a cose avvenute in questa recensione, tanto meno di post lasciati da te anche perche' mi e' capitato anche di peggio su DeB quindi nessun problema. Ti ringrazio comunque del chiarimento. Ciao.
BËL (00)
BRÜ (00)

Saputello
Opera: | Recensione: |
Non so neanche perchè l'ho ascoltato, è anni che Tori Amos naviga nella mediocrità, si è trasformata da un piccolo terremoto ad un leggero rumore gastrointestinale.
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
Non sarei così drastico, anyway. Ciao.
BËL (00)
BRÜ (00)

Saputello
Opera: | Recensione: |
Che gusto c'è a vivere senza drasticità?
BËL (00)
BRÜ (00)

spurgopozzineri
Opera: | Recensione: |
no,emo/CPT le voci non erano tue, ma di qualche altro de-utenti. che io sia un fake è lampante, no?
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
@Saputello: diciamo che io son "drastico" su altri argomenti (preferibilmente non musicali ma sulla Rossa, nello specifico, secondo me le si potrebbe perdonare un pò di stanchezza) tutto qui ;-) @Pozzineri: beh te l'ho detto nel commento numero 3 che lo eri no :-D
BËL (00)
BRÜ (00)

clauderouges
Opera: | Recensione: |
...YAWN!!...
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio
cptgaio Divèrs
Opera: | Recensione: |
Buonanotte!
BËL (00)
BRÜ (00)

teenagelobotomy
teenagelobotomy Divèrs
Opera: | Recensione: |
Non eccezionale, molti pezzi sono abbastanza anonimi e anche un pò deboli (il singolo "Welcome to England", "Police Me"...), ma non mancano anche delle piccole perle ("Give", "Maybe California", "Curtain Call" e le ultime in particolare "Starling", "Fast Horse", "Ophelia") che alzano il livello di un disco che è comunque molto dignitoso. Insomma alla fine tutto sommato un buon lavoro, pur ovviamente lontano dall'essere paragonato ai suoi album più immortali, ma queste sono altre storie...
BËL (00)
BRÜ (00)

Schadenfroh
Opera: | Recensione: |
Io trovo che questo disco sia un passo in avanti. Ma l'attuale Tori é troppo contradditoria, patinata e inconsistente. I suoi album fiume non mi piacciono, soprattutto perché maschera tutto con dei concept che non hanno né capo né coda. E ve lo dice uno che pensa che fino a Scarlet's Walk (compreso) la rossa abbia sfornato solo capolavori. Un calo é fisiologico e normale (Joni Mitchell e David Bowie ne sono l'esempio lampante), ma il problema di Tori imho é che, oltre alla perdita graduale della voce, sta cercando di rimanere a galla in maniera poco dignitosa con della musica che sa di plastica e sfornando cd da 20 pezzi (di cui se ne riesci a salvare 6/7 ti va già bene) ogni 2 anni (o anche meno). Insomma, io vedo poca verità e molto "dovere" in questi album. Come detto, il fondo lo ha toccato con American Doll Posse che é lungo, tedioso, pieno di pacchianate e idee sviluppate male. Questo ha qualche pezzo che si salva, ma la sua voce é davvero peggiorata e dovrebbe riguardarsi, invece di fare 2000 concerti per incassare. Perché é questo il problema, sembra che Tori abbia bisogno d'incassare (d'altronde è l'unica della sua famiglia che lavora... e deve mantenere un sacco di gente che vive solo grazie ai suoi dischi...).
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: