Wes Anderson
Moonrise Kingdom

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Immaginate una storia d’amore preadolescenziale.

Mettetela nelle mani di un regista stralunato ma dal tocco visivo stilisticamente impeccabile ed esteticamente perfetto, anzi, lasciate che lo stesso doni momenti di controllata follia allegorica.

Ponete il caso che lo stesso sia pure lo sceneggiatore e, come già ha abituato altre volte, non si accontenti di creare situazioni surreali in contesti che in mani altrui potrebbero semplicemente sfociare o in dramma o in commedia…  No, tutto in un suo film è funzionale al messaggio (che in questo caso riguarda la costruzione e la decostruzione dei sentimenti attraverso le fasi della vita) persino la colonna sonora (da urlo).

Metteteci un manipolo di attori formidabili che per una volta si accontentano di fare “da spalla” a due giovanissimi esordienti.

Ecco: se poi aggiungete che si tratta di un film da “vivere” profondamente dal primo fotogramma fino alla fine dei titoli di coda (pena perdersi parti importanti del sottotesto) forse vi avvicinerete a realizzare cos’è “Moonrise Kingdom”.

Mo.
 

Ps. Siamo nel ’65 in un’isola della costa orientale degli States e due ragazzini, entrambi con problemi familiari (anche se di diverso peso) organizzano una romantica e “avventurosa”  fuga…

Questa DeRecensione di Moonrise Kingdom è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/wes-anderson/moonrise-kingdom/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dodici)

Darkeve
Darkeve Divèrs
Opera: | Recensione: |
Vado a vederlo in settimana, se riesco...
BËL (00)
BRÜ (00)

Hellring
Opera: | Recensione: |
Ne ho sentito parlare benissimo. Gli preferirò "Lo Hobbit" al cinema, ma questo mi sono ripromesso di vederlo.
BËL (00)
BRÜ (00)

Valium
Opera: | Recensione: |
Proprio Wes Anderson non lo reggo,lui i suoi colori accesi e i suoi personaggetti del cazzo...ogni scena è come un quadro,ogni dettaglio reso in modo maniacale nasconde una totale mancanza di contenuti...maniera di se stesso dal suo secondo film,non mi aspetto niente di chè comunque lo vedrò!
BËL (00)
BRÜ (00)

axel
Opera: | Recensione: |
me ne hanno parlato descrivendomelo come "il film dell'anno".....la curiosità c'é
BËL (00)
BRÜ (00)

Hakosss
Opera: | Recensione: |
Visto al cinema la scorsa domenica. Forse addirittura migliore dei suoi epici Tenenbaum, che già mi erano piaciuti un sacco.
BËL (00)
BRÜ (00)

S4doll
Opera: | Recensione: |
volevo vederlo oggi ma è sfumata, a breve cmq
BËL (00)
BRÜ (00)

nes
nes
Opera: | Recensione: |
Visto ieri sera. Non mi è piaciuto. Bellissima fotografia, confezionato e impacchettato in maniera impeccabile e tutto quello che volete, ma totalmente scialbo e privo di appeal. Manierismo puro, peggio di Burton. Poi, per carità, il film non ha nulla che apertamente stoni (salvo forse la trama che ho trovato particolarmente insulsa, ma chi se ne frega) Però wes è uno che dopo i tenenbaum si è seduto sugli allori e da li non ha più mosso il culo. Ad ogni sua uscita io mi aspetto sempre qualcosina di più rispetto al precedente. Wes, immancabilmente, mi da qualche cosina di meno. PS: non ho capito l'utilità di spendere soldi per gli attori, da murray a willis, da tilda alla mc dormand passando per norton e qualcun'altro che non ricordo, c'è una carrellata di volti noti e costosi che è lì giusto per dire: "vieni a vedere il film che ci sono io" (poi son tutti attoroni in personaggi appena abbozzati con 10 battute a testa o poco più... Uh, sono anche personaggi stravaganti! Poi la telecamera è praticamente sempre in compagnia dei due baby protagonisti totalmente anonimi. Che magari sarà una scelta registica, però a me sembra proprio scelta del cazzo.
BËL (01)
BRÜ (01)

MorenoBottesin: Ti rispondo nel commento 9 (quello di Darkeve)
teenagelobotomy: anche i tuoi commenti sono abbastanza insulsi. e soprattutto la prova più netta di quanto la democrazia sia sopravvalutata.
nes: sì, però ogni tanto prova (prova) ad argomentare...
solveetcoagula
Opera: | Recensione: |
Anche se non ci sono delle didascalie il film è scandito in capitoli. Ve ne accorgete prestando attenzione ai temi musicali. Andate a vederlo!
BËL (01)
BRÜ (00)

Darkeve
Darkeve Divèrs
Opera: | Recensione: |
Dopo averlo visto ho riletto la rece e devo dire che son d'accordo quasi su tutto (visivamente è un film perfetto, ogni inquadratura è un quadro a sè, che potrebbe aver senso anche fuori dal film)però son rimasto un po' deluso. Mi ha ricordato molto Steve Zissou per atmosfere e nei suoi "sentimenti atarassici" (passami il quasi ossimoro, l'apoteosi di ciò è Bill Murray, una sorta di comico svogliato senza sentimenti che diverte controvoglia), però l'ho trovato abbastanza inconcludente. Anderson poteva divertirsi e divertire di più (anche se 2-3 scene mi han fatto ridere di gusto, il dialogo in cui si baciano per la prima volta su tutti), ho apprezato molto il cameo di Keitel (miiiii, com'è invecchiato), ma il film mi ha lasciato davvero poco. Arrivo alla sufficienza perchè il finale è pura poesia. Come dice nes manca di appeal... è un film che non guarderei una seconda volta, ecco.
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij: Eh Dark, Keitel i 70 li ha passati, anzi non se l porta nemmeno tanto male.
MorenoBottesin: Rispondo anche a Nes: Non so, capisco i vostri dubbi perchè è film che corre sempre sul filo del rasoio dove da una parte c'è la forzatura "alternativa" a tutti i costi e dall'altra invece il luogo comune e la banalità (anzi in un certo senso Anderson continua a "giocare" su questa cosa creando situazioni che a seconda delle varie sensibilità potrebbero essere lette in un senso o nell'altro) quello che so è che man mano che scorreva coglievo talmente tanti strati di sottotesto che ha un certo punto ho smesso di badarci (fino all'"esplosione" metaforica dei titoli di coda). Un film che è destinato a rimanere nel cuore e nelle menti di molti e destinato sicurmente a "culto". Poi, sarò noioso sicuramente, ripeto che per me la storia conta fino ad un certo punto (se no non adorerei Lynch). Statemi bene entrambi.
Hesmovedon
Opera: | Recensione: |
Aaah che filmone! Proprio quello che io definirei un "feel-good-movie" che evita di cadere nello stucchevole.
BËL (00)
BRÜ (00)

Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera: | Recensione: |
Visto ieri. Dal punto di vista tecnico-visivo, mi sembra si sia già detto tutto. Su trama, contenuto e lazzi vari... A me non è dispiaciuto. Non è e non sarà il mio preferito di Anderson, ma ho goduto lo stesso e per la maggior parte della visione ho avuto un bel sorriso sulla faccia. Che poi è la cosa più importante. Peccato per qualche banalità (es: come viene gestito il rapporto dei genitori di Susie) e qualche altro spunto rimane un po' "buttato lì" (i tre fratellini), ma ci sono altrettanti momenti riusciti (es: la sequenza sulla spiaggia). E tanto basta.
BËL (00)
BRÜ (00)

MorenoBottesin: La verità spesso è banale. Anderson è meraviglioso per moltissimi motivi ma anche perchè, nonostante sia un visionario, non ha paura di mostrare la vita cosi com'è e non cede alla tentazione dello "strano" a tutti i costi (che poi dal mio punto di vista è il "vero" banale oltre che uno dei tre mali dei nostri tempi insieme all'insoluto di pagamento e al relativismo) ma riesca a camminare su di un sottile filo senza cadere nè in un baratro nè nell'altro. Grazie per esser passato.
MorenoBottesin: "ma riesce" non "ma riesca", ovviamente
extro91
extro91 Divèrs
Opera: | Recensione: |
A me è piaciuto davvero molto.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: