Sto caricando...

Yasujiro Ozu
Tokyo monogatari [東京物語]

()

Voto:

Versioni: v1 > v2 > v3

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Uno sguardo dimesso, che sa attendere il sedimentarsi della vita.

Uno sguardo immobile, che vive nei silenzi: nello scricchiolare impercettibile delle assi di faggio, nel borbottare del bollitore di stagno sopra la stufa.

Uno sguardo quieto, ad altezza pavimento. Come a voler significare di non esser indifferente rispetto a ciò che osserva.

La storia è semplice e modesta, come in ogni pellicola di Ozu. Proprio per questo, forse, riesce a farsi veramente universale.

In apparenza ovattata, essa è invece amara, come la vita.

Amara eppure tenue, piena di candore.

Quell’amaro candore che la patina del tempo e l’alterità del contesto (soltanto apparente) non riescono, nonostante tutto, a renderci indifferente.

Quella di Ozu è un’(est)etica del narrare in punta di piedi, senza strattonare il fruitore; lasciando che sia la storia stessa a parlare.

E la storia, come sempre, parla soltanto dell’imprevedibilità della vita, del nostro umile (e spesso vano) reagire ad essa e del vuoto che la morte lascia dietro di sé.

Di null’altro che di questo.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentUno)

123asterisco
123asterisco
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «...». Vedi la vecchia versione Tokyo monogatari [東京物語] - Yasujiro Ozu - recensione Versione 1


123asterisco
123asterisco
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «...». Vedi la vecchia versione Tokyo monogatari [東京物語] - Yasujiro Ozu - recensione Versione 2


Martello
Martello
Opera:
Recensione:
Sti giapponesi, il popolo più particolare e perverso nel globo


Imirth
Imirth
Opera:
Recensione:
Visto per la prima volta giusto due mesi, capolavoro assoluto.


Imirth: due mesi fa
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
ok....


luludia: anche se de lsignor ozu non ho mai visto niente....
123asterisco: Non ci credo
123asterisco: Davvero. Guardateli!
odradek: Lulù, lasciatelo dire anche da un cretino: almeno questo trova il modo di vederlo.
Meglio sarebbe in un cinema (magari organizzi una rassegna apposta, t'inventi un pretesto) ma, se non è possibile, almeno in condizioni degne.
Vedi che asterisco t'ha fatto un favore
luludia: lo vedrò senz'altro...
MrDaveBoy73: Anche io passo per l'ignorante di turno comunque la tu recensione è scritta benissimo, rimedierò ....bye
Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
Non posso dare un giudizio sull'intera opera di Ozu perché l'unico suo lavoro che conosco è proprio questo.
"Viaggio a Tokyo", considerato da tutti il suo capolavoro, è un film bellissimo e struggente nella sua semplicità.
Pagina da applausi.


123asterisco: Grazie! Guardane altri, fidati che ne vale la pena.
odradek
odradek
Opera:
Recensione:
Ma sai che nella fotina Ozu è quasi identico a mio padre, negli anni '50?
M'ha lasciato di sasso scorrere la pagina...
Non avevo mai visto foto del regista.
Ho visto alcuni suoi film, al cinema, taaaaanti anni fa, ed è come se una parte di me (quella che mi piace, che incontro raramente) sia rimasta ancora seduta nella penombra della sala, contemplando il silenzio.
Hai fatto ancora una volta bene a ricordarci che esistono cose sublimi, troppa monnezza ci pappiamo.


Narcosmicoma: Bella, questa della parte piu' bella di te rimasta seduta. Me la riciclo, non so dove non so come, ma la riciclo.
odradek: Temo l'abbia già fatto Francuzzu, anticipandomi, ora che ci penso:

"l'ombra della mia identità
mentre sedevo
al cinema oppure in un bar"

La cosa buffa è che m'è venuta in mente dopo aver postato il commento.
snes: Come narcosmicoma
Narcosmicoma: Ah Battiato, okay. Comunque rivisitato in una maniera splendida.
Carunchio
Carunchio
Opera:
Recensione:
Film immenso e bellissima recensione.


IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Stavolta DECIDO IO, savansadir
Lo scritto è nello stesso tempo muito Bon e comprensibile al Nobile.
Devo dire, da solito ignorantone, che dei cinema asiatici in genere mi piacciono le storie ma trovo abbastanza goffa la prova dei vari attori.
Aggiungo che non me ne intendo un cazzo e che ho visto soprattutto roba recente.
Questo mi sembra di capire che meriti... certo che se lo ha visto @[odradek] e pure molti anni fa sarà degli anni settanta...


IlConte: Ho espresso pure il mio amore...
Occhio che il mio amore vale triplo... minimo
Farnaby: Ciao Nobile se non sbaglio è della metà degli anni 50...non sono un cultore ma questo è molto bello.
IlConte: Madoooooooooooooo, era per prendere per il culo il Grande Odra !!!
Farnaby: E infatti lui lo ha visto appena uscito!
IlConte: Ahahahahahahah, avrei voluto fosse così...
Ma è troppo vecchio, il film
odradek: E' del '53, quando mio padre portava stessi baffi e a volte cappello della fotina di Ozu.
Avrei voluto vivere quegli anni, dovevo fare il cambio con mio padre...
Io li ho visti seconda metà anni '70, mi pare, al Movie Club.
Ogni tanto Rai 3 li programma, la notte
odradek: @[IlConte] Parliamo di un altro mondo, un altro tempo: gli attori sono altra cosa rispetto all'idea che ne abbiamo.
E sono perfetti.

Sarei curioso di osservare le tue reazioni dopo una decina di minuti di visione...
Non so perché, ma ti immagino, in breve tempo, intollerante a "Uno sguardo immobile, che vive nei silenzi: nello scricchiolare impercettibile delle assi di faggio, nel borbottare del bollitore di stagno sopra la stufa."(Definizione peraltro perfettamente calzante)
Farnaby: Attento Odra...il Nobile è persona sensibile nonostante la scorza...potrebbe stupire e stupirsi...
IlConte: Ahahahahahahah grande Odra. Potrei dirti che, di solito, amo i film “lenti” - mi hanno già detto che non si dice così e pure come ma non ricordo e chissene. Interessandomi molto le storie i film asiatici di solito mi piacciono proprio perché le loro sono notevolmente crude, spesso proprio reali.
Tieni sempre presente che la mia memoria in musica e film è pari a -10 e la conoscenza in generale inqualificabile a dir poco ... ”tecnicamente” poi non saprei nemmeno da dove cominciare per giudicare - esinceramente non me ne importa una beneamata mazza perché mi interessano le emozioni che mi trasmettono e basta.
Film vecchi non ne ricordo però negli ultimi anni chiuso in casa ne ho visti abbastanza. Ad esempio dell’ultimo “Parasite” o qualcosa del genere di quel regista in gamba mi è piaciuta la storia ma ho trovato veramente pessima quella che dovrebbe essere l’espressività degli attori. Ma io ripeto non capisco nulla.

Basta pochissimo poi per farmi venire il magone e piangere dentro e un pochino anche fuori.
odradek: Ma dai...
123asterisco: Grazie Conte, il suo apprezzamento è sincero e impagabile (però non deve aver cliccato bene il deamore, perché si è perso nel nulla).
123asterisco: pardon, ho sbagliato. Grazie ancora.
ALFAMA
ALFAMA
Opera:
Recensione:
il mio sogno proibito è una ragazza giapponese


ALFAMA: orientale.
ALFAMA: una ragazza ah ah
odradek: E chi te l'ha proibito?
ALFAMA: la mia ragazza non giapponese
odradek: Secondo me potresti non farglielo sapere, distrarla...
ALFAMA: e certo che dovrei non farglielo sapere, ma non posso avere segreti perché come mi ubriaco divento una bocca di fogna
odradek: Eh cazzo, allora la vedo dura...
Peccato, perchè varrebbe la pena astenersi da ogni alcolico, almeno per il tempo necessario.
Eneathedevil
Eneathedevil Divèrs
Opera:
Recensione:
Eh, ammetto che l'Ozu non sono mai riuscito a guardarlo, tra i giapponesi. Dico la verità: nella mia to-watch list non figura certo tra le priorità, giacché nelle poche esperienze nipponiche mai fui colto da incantamento. Però il buon 123* ha dipinto un bell'acquerello, per cui spenderò volentieri la curiosità di dare una chance a questo celebratissima pellicola.


proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
voglio proporlo alla tipa stasera. Quanto è peso da 1 a Bergman?


123asterisco: Bergman meno 2
proggen_ait94: grazie. Se lo trovo in strimin me lo sparo
proggen_ait94: duretto da trovare eh? mi toccherà andare in biblio
snes
snes
Opera:
Recensione:
Chainsaw
Chainsaw
Opera:
Recensione:
Un grande film, di cui ancora adesso non so cosa dire quando devo parlarne. Lo vidi al cinema qualche anno fa, peraltro invitato da una tizia con cui NON ci dovevo provare, ma da allora è rimasto l'unico film di Ozu che ho visto perché da solo guardo solo roba con gente che si spara dietro.


algol
algol
Opera:
Recensione:
Ammetto di non conoscere l'opera, ma il contesto minimal è noto.
Minimal ma colmo di significati, come questa ottima pagina.


Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Il mago di Oz(u)! Bella la tua recensione!


sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Io conosco solo i Tokyo Hotel

E ne vado (seppur moderatamente) orgoglione.


Geenooofficial
Geenooofficial
Opera:
Recensione:
Preferisco gli spaghetti western


123asterisco: E io i ramen eastern. Come la mettiamo?
Geenooofficial: Tu mi vuoi inciufolare dialetticamente parlando!
zaireeka
zaireeka
Opera:
Recensione:
Un appunto. Sembra la conclusione di una recensione... ma come conclusione è bellissima. Sono sicuro che anche la parte iniziale sarebbe stata altrettanto bella, per cui massimo dei voti 🙂. Di lui mai visto niente ma potrei in futuro, chissà


lector
lector
Opera:
Recensione:
Sublime tediosità


Mr. Money87
Mr. Money87
Opera:
Recensione:
Semplicemente il film più bello che abbia mai visto. Enorme nella sua semplicità, dolce e al tempo stesso pungente.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Tokyo monogatari [東京物語] è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link