7 Year Bitch
Gato Negro

()

Voto:

Dici Seattle e subito vengono in mente uno dopo l'altro il grunge, i Nirvana, i Mudhoney, i Soundgarden.

Ma a pochi viene spontaneo accostare questa città al movimento foxcore, la cui culla fu l'Olympia di Bikini Kill e Bratmobile. In realtà a inizi anni ‘90 esisteva già una nutrita scena punk femminile a Seattle, dove la facevano da padrone The Gits e 7 Year Bitch. Entrambi i gruppi vennero arruolati dall'etichetta locale C/Z Records (per la quale uscì "Deep Six", una compilation che segnò ufficialmente la nascita del grunge e raccoglieva brani di Soundgarden, Melvins, Green River, solo per citare i più famosi). Le prime ebbero vita breve: la cantante e songwriter Mia Zapata venne stuprata e brutalmente assassinata nel '93, evento che segnò profondamente la vita e la produzione artistica delle fellow-musicians 7 Year Bitch, che le dedicarono un album intero, "¡Viva Zapata!", in sua memoria.

"Gato Negro", successore diretto di "¡Viva Zapata!", risente ancora del dolore provato per la tragica scomparsa di Mia, ma è come se le ragazze diventassero improvvisamente determinate a risollevarsi e a farsi portavoce di una sorta di campagna contro simili avvenimenti assai frequenti tuttora in America: circa duemila ragazze violentate quotidianamente. Musicalmente, le Bitches (come amavano farsi chiamare) si sono evolute parecchio, sia come tecnica strumentale che a livello compositivo, rispetto ai precedenti lavori, decisamente più grezzi e violenti. Ad ogni modo "Gato Negro" è un disco rabbioso, ostico e dalle liriche male-bashing interamente ad opera di Selene Vigil, voce del gruppo. Nonostante i temi affrontati e il sound siano quelli tipici delle riot grrrls, le 7 Year Bitch rifiutavano tale appellativo; a questo proposito la chitarrista Roisin Dunne dichiarò esplicitamente in un'intervista che lei e il suo gruppo non avevano nulla a che fare con le riot grrrls e con la loro visione radicalmente femminista (prendendo dunque volutamente le distanze da Olympia e ancor più dall'operato delle Bikini Kill).

Per il loro debutto su major le 7 Year Bitch scelsero l'Atlantic e Billy Anderson in quanto rispettivamente casa discografica e produttore di un'altra band di Seattle che ammiravano molto: i Melvins. Difatti "Gato Negro" offre sonorità più grunge e quasi affini al metal: l'opener "The History Of My Future" ne è un ottimo esempio. Parte con un velocissimo e ansioso riff eseguito all'unisono da chitarra e basso, la batteria è secca, ha un andamento martellante e si perde talora in tribalismi. Nell'intermezzo strumentale che segue il bridge si fanno notare il basso di Elizabeth Davis, convulso, rapido, claustrofobico, e una chitarra rumorosa che quasi mette panico. Con voce distorta Selene canta della fiducia che una donna che ha subito violenze sessuali perde inevitabilmente nei confronti dell'uomo: « If you're gonna lie on top of me, don't lie to me ». Nella successiva "Crying Shame", ancora sul tema dello stupro e della vergogna provata conseguentemente ad esso, coinvolgono la splendida batteria di Valerie Agnew (una delle rare batteriste che abusano del ride), un giro di basso increspato e suggestivo, gli effetti di chitarra di Roisin Dunne. "Disillusion" parte bene con una sfuriata chitarristica e una batteria concitata, poi entra la voce, tagliente come le parole che pronuncia, della Vigil. Elizabeth ci regala dal canto suo un riff di basso azzeccatissimo, potente e ben costruito. Dopo "Disillusion" è la volta di "Deep In The Heart", un blues che riprende quello di "Middle Man" delle Babes In Toyland, soprattutto per il modo di suonare della Davis, che affina un tenebroso giro di basso iniziale. Roisin Dunne crea delle frasi di chitarra ad effetto che s'incastrano alla perfezione con la sezione ritmica. La melodia vocale è accorata, angosciata, ed è resa in maniera ottimale da Selene Vigil. Degna di menzione la batteria della Agnew, davvero efficace e ben inquadrata. Il fatto che tutte le melodie siano ad opera della Davis fa sì che le canzoni delle 7 Year Bitch siano piuttosto incentrate sul basso, come dimostra l'ottima "The Midst", che esordisce per l'appunto con una linea di basso assai trascinante e abile. Il pezzo è sostanzialmente un blues con aperture foxcore; l'interpretazione vocale della Vigil è molto versatile nel passare da una strofa quasi jazz ad un ritornello grunge urlato all'inverosimile per poi culminare nella disperazione finale.

Uno degli episodi più validi, a livello musicale nonché lirico, è "24,900 Miles Per Hour". L'enigmatico titolo si riferisce alla velocità necessaria per uscire dall'orbita terrestre. La melodia e il cantato sono particolarmente in tensione e l'ansia che essi trasmettono viene ricalcata dalle sfuriate di chitarra e batteria. Il culmine del brano è raggiunto nel biascicare finale di Selene:« Oh how do I hear/ In this little afterthought/ And my little aftershock/ Behind the cheerful stare/ I wake up from the nightmare/ And I just grew aware/ A little too late ». "Whoopie Cat" è strabiliante, con i suoi riff di chitarra vagamente metal e una strofa quanto mai tesa. Il lavoro di batteria di Valerie Agnew è notevole: stupisce per l'utilizzo della campana del ride, piuttosto insolito nell'ambito foxcore, e diventa decisiva nei tribalismi del bridge. Iniziano a farsi sentire echi dei Melvins, la cui influenza si palesa nel brano seguente, "Miss Understood", soprattutto nel cantato distorto, quasi growl della Vigil. La riffmeister del gruppo, Elizabeth, inventa uno dei migliori riff di chitarra dell'intero foxcore e ci delizia con le convulsioni del suo basso; pregevole, come sempre, l'apporto di Valerie alla batteria. "Sore Subject" è una ballata grunge abbastanza tranquilla (si fa per dire), cantata con voce molto roca e sofferta: uno dei tratti salienti del disco. Seguono poi due saggi metal: "Rest My Head", un po' scontata, ma dal bridge accattivante, e la stupenda "2nd Hand", dai rapidissimi assoli di basso. L'unica nota negativa dell'album è la traccia conclusiva, "Jack", che ruba il riff di chitarra a "Return Of The Rat" dei Wipers e lo rallenta, offrendo di suo melodie vocali ed una base strumentale banali, alla lunga tediosi. Decisamente non all'altezza del resto del lavoro.

"Gato Negro" non suona come un album da major (lo affermavano le stesse Bitches, che odiavano l'idea di sentirsi artisticamente oppresse da una casa discografica), infatti ha un sentore di lo-fi persistente per tutta la sua durata. Il voto in realtà sarebbe cinque stelle, perché è uno dei primi dischi di foxcore che acquistai e che mi ha influenzato tantissimo, ma cerco di essere il più oggettiva possibile e effettivamente questo disco è sensibilmente inferiore all'esordio delle Bikini Kill, ad un "Fontanelle", o anche ad uno "Spanking Machine".

Questa DeRecensione di Gato Negro è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/7-year-bitch/gato-negro/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (QuarantOtto)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Bella rece, ma ormai non è una novità :D
BËL (00)
BRÜ (00)

Flinstone
Opera: | Recensione: |
Questa volta hai indugiato un po' troppo, secondo me, nella descrizione dei brani, ma la rece e' interessante e piacevole ugualmente, e comunque ottima dal punto di vista descrittivo-informativo. Sono costretto purtroppo a ripetere che questa musica non fa per me (anche se magari un giorno mi verra' voglia di ascoltare qualcosa, chissa'...). ps. ma non e' che sei RegularJoan? (se non dovesssi essere lei, ti chiedo scusa, e come non detto...). A rileggerti:-)
BËL (00)
BRÜ (00)

pretazzo
Opera: | Recensione: |
bellissima copertina, rece lunga ma per nulla pallosa...possiamo tranquillamente proclamare maryg miglior acquisto recente del deb (almeno in campo fox :-D)
BËL (00)
BRÜ (00)

maryg
Opera: | Recensione: |
no, non sono regular joan.
BËL (00)
BRÜ (00)

alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
dici melvins e io rispondo...non le conosco, ma me le cerco e su emule non ci sono.
BËL (00)
BRÜ (00)

maryg
Opera: | Recensione: |
flinstone, se un giorno ti verrà voglia di ascoltare qualcosa di foxcore, inizia dalle babes in toyland, che vai sul sicuro. ma pure questo "houdiniano" lavoro delle 7 year bitch secondo me è in grado di farti rivalutare "questa musica".
BËL (00)
BRÜ (00)

Flinstone
Opera: | Recensione: |
ok grazie maryg, terro' presente. Comunque vedo che nella tua rece evochi la parolina magica "lo-fi", e infatti negli ultimi giorni sto esplorando proprio l'ambito lo-fi. Non che c'entri molto con 7 Year Bitch, comunque, me ne rendo conto, ma a me piacciono molto queste sollecitazioni e divagazioni sul filo della pura associazione mentale.
BËL (00)
BRÜ (00)

sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Personalmente (a parte l'aspetto [diciamo così] musiqo-folkloristico) queste entità femmineo-rock'n'rollistiche non m'hanno giammai fornito (tranne rarissime eccezioni) grande piacere origliatoreo. Questo discobolo (in toda franchetzia) non lo know-osco.. però aggio auscultato (all'epoca della Loro uscita) diversi lavori delle Bande citate senza trarne (ahimè) grandissime satisfactioni. Chèccepossofà ? Nel dubbio un'ossequioso ossequio.
BËL (00)
BRÜ (00)

alessioIRIDE
Opera: | Recensione: |
indù
Opera: | Recensione: |
A me Seattle fa venire in mente Hendrix, Bruce Lee e la pista cittadina di Granturismo4 ( alla guida di una Ford gt40 con Hot Rod Honeymoon di Jeff Beck nello stereo ).
BËL (00)
BRÜ (00)

mien_mo_man
Opera: | Recensione: |
ma come sei bravissima! di queste girls qua me ne ricordo così poco che... ma non rischio di andare in owerflown? ho così tanta carne al fuoco che mi sento un piromane che abbia incendiato il mattatoio comunale!
BËL (00)
BRÜ (00)

embryo
Opera: | Recensione: |
Bella quasta recensione, nonostante la lunghezza: 4,5. Le conosco solo di nome queste ragazze, peccato che ho una connessione merdosa se no le scaricherei. @sfascia carrozze: la tua lingua mi affascina sempre di più :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

embryo
Opera: | Recensione: |
Per fare media:
BËL (00)
BRÜ (00)

embryo
Opera: | Recensione: |
embryo
Opera: | Recensione: |
E poi ancora se no la media non è esatta :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

maryg
Opera: | Recensione: |
bruttino il sito sulle riot grrrrls... alquanto approssimativo. le schede sulle band, poi, sono un copia e incolla dalle pagine di scaruffi (quelle su frightwig e red aunts in particolare), che non viene nemmeno citato come fonte. interessanti invece i downloads.
BËL (00)
BRÜ (00)

^_^
^_^
Opera: | Recensione: |
Recensione descrittivo-spastica, ma con tanti siti che ne parlano se ne sentiva il bisogno ? Prendi una cagna, che vorrebbe evirare qualsiasi uomo che le capiti a tiro (certo o è un camionista-cesso con i brufoli perfino nell' ano o è una stronza gay), testi femministi ... cioè aspetta ogni uomo è uno stronzo maschilista ma cantare dell' esatto opposto come uno stronzo braveheart con le ovaie è una figata da sbandierare. Musica: due accordini sfigati, voce roca, influenze punk e hardcore: Fox-Core. Merda Merda Merda. Io mi ascolto i Renaldo and The Loaf, alla faccia delle tue stronzate da donna indipendente. Yu yu yu yu yu yu yu - bu bub ub ub ub ub ub - gogogogogogogo -hihiihihih
BËL (00)
BRÜ (00)

maryg
Opera: | Recensione: |
sanjuro, te lo ripeto per l'ultima volta: non venire a rompere il cazzo sulle mie recensioni. sparisci tu e quel tuo penosissimo fake.
BËL (00)
BRÜ (00)

MinorThreat
Opera: | Recensione: |
Ottima rece. Non conosco questo album ma di certo lo andró a recuperare.
BËL (00)
BRÜ (00)

Sanjuro
Opera: | Recensione: |
Ahah ci sono da due anni su questo sito, e devo ancora sentire queste stronze reclute con merdate tipo "Non venire sulle mie recensioni". ahah, cos' è cocca ti ho rovinato la tua media su cui ti gingillavi la notte ? Questa pagina è un aborto e tu sei una scemetta alternativa in tutte le possibili e lassative sfumature
BËL (00)
BRÜ (00)

maryg
Opera: | Recensione: |
della media non me ne fotte un beneamato cazzo. semplicemente non m'interessa ricevere commenti insulsi e privi di fondamento come quelli che lasci tu. un aborto ci saranno le tue recensioni sui nirvana, semmai...
BËL (00)
BRÜ (00)

Sanjuro
Opera: | Recensione: |
Se te ne fotti della media mettiti uno, codarda
BËL (00)
BRÜ (00)

maryg
Opera: | Recensione: |
figurati.. non sono una vigliacca come te, che ti nascondi dietro quell'orrido fake.. sei una carta conosciuta ormai.
BËL (00)
BRÜ (00)

Sanjuro
Opera: | Recensione: |
Riot @_@ Massimo rispetto
BËL (00)
BRÜ (00)

NickGhostDrake
Opera: | Recensione: |
sanjuro secondo me dovresti innamorarti... sei un bravo ragazzo, hai solo bisogno di dare un po' d'amore. sulla musica la penso bene o male come il fratello reverendo sfasciacarrozze...
BËL (00)
BRÜ (00)

Sanjuro
Opera: | Recensione: |
Piu innamorato di me si muore
BËL (00)
BRÜ (00)

S4doll
Opera: | Recensione: |
quanto amore su queste pagine... probabilmente non la mia tazza di thè, ma rece minuziosa e curata; un paio di samples potrebbero aiutarti nella tua causa.
BËL (00)
BRÜ (00)

vortex
Opera: | Recensione: |
Sulla Weltanshauung delle riot grrrl avrei anche io qualcosa da obiettare, ad ogni modo il disco è positivo. Tre ma meriterebbe anche quattro. Anche la recensione è positiva, 4.
Sulle raiot grl ha scritto cose intelligenti Stewart Home nel solito suo libercolo, ma dubito che certi personaggi che girano qui dentro (ancora) a piede libero possano capirci qualcosa, quindi astenetevi (vediamo chi si sente piccato). Saluti
BËL (00)
BRÜ (00)

emofiliaco
Opera: | Recensione: |
Io son gia' morto d'Amore...
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Lo sapevo che sarebbe arrivato.....
BËL (00)
BRÜ (00)

bjorky
Opera: | Recensione: |
io sono innamorata dell'Amore. maryg, ricordati, più fake e rompicazzo vengono nelle tue recensioni più sei interessante. il massimo è quando si fanno apposta fake nuovi per te...lì puoi dire tranquillamente di essere una vera star di debaser.
BËL (00)
BRÜ (00)

emofiliaco
Opera: | Recensione: |
e comunque non pensarci troopo e mettiti con me.
BËL (00)
BRÜ (00)

bjorky
Opera: | Recensione: |
emofiliaco è un ragazzo dolcissimo e simpaticissimo,garantisco per lui :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

vortex
Opera: | Recensione: |
Sui fake, quoto bjorky (non sull'amore). Ma mi fa davvero impressione quell'altro ceffo che tira fuori "Renaldo and The Loaf" pensando di fare colpo. Ma daiii! Erano un simpatico diversivo, una bislacca trovata. Ma sai com'è, non li conosce nessuno e quindi.... La prossima volta puoi citare "Otto e Barnelli", vedrai che figurone!! Come chi sono Otto e Barnelli??.
BËL (00)
BRÜ (00)

Sanjuro
Opera: | Recensione: |
@ Vortex: ceffo sarà tua madre. Ma che straminchia vuoi ? ma chi stracazzo parla con te ? i Renaldo compongono in maniera avanguardistica, certo non sono i Residents, ma è certamente musica piu stimolante di questa palla sovraumana di Fox Core. Ne conosco a iosa di gruppi sperimentali, i Ptose, i Residents, i Negativland, gli Stock Hausen & Walkman, i Mr Bungle, i Tape Beatles i Renaldo and the loaf i Noodles Institute Of Techonlogy etc etc etc etc etc. Suono musica avanguardistica da 20anni, ora ne ho 38. E' una vita che mi dedico alla ricerca sonora e salti fuori tu a rompere le palle e a dirmi cosa è una trovata bislacca o no. Ma impiccati va, e pensa prima di offendere che non sai un cazzo di niente su chi hai davanti. Interessati di chi hai dietro piuttosto, ah ahahahha
BËL (00)
BRÜ (00)

vortex
Opera: | Recensione: |
Insisto: Otto & Barnelli.
BËL (00)
BRÜ (00)

vortex
Opera: | Recensione: |
...mmhh, non resisto. Perché citi dei nomi a caso, che saranno anche d'avanguardia (???) ma che non hanno niente a che fare fra di loro, un'accozzaglia di gruppuscoli e grupponi che in comune hanno solo una cosa: Fanno tanto radical-chic. Allora a questo punto butto là i "Warning Rock!" Bravi, vero? Gruppo di culto, adatto solo a pochissimi eletti. Se scopri chi sono attaccherò la tua foto nella mia cameretta. Giuro che sono esistiti!
BËL (00)
BRÜ (00)

vortex
Opera: | Recensione: |
google non è d'aiuto, lascia stare.
BËL (00)
BRÜ (00)

GiudiceWoodcock
Opera: | Recensione: |
il p.m. ha già inviato un avviso di garanzia al Sig. Sanjuro per falsa testimonianza.
Dagli atti in possesso della procura, infatti, si dà per certo he il pischello Sanjuro abbia poco più di 20 anni e non 38, come falsamente vuol far credere.
BËL (00)
BRÜ (00)

vortex
Opera: | Recensione: |
Esimio Sig. Giudice, proporrei anche un provvedimento di "ricovero coattto" in ospedale psichiatrico. Un 40enne che vorrebbe mostrarnee 20 è routine (com'è bella giovinezza che si fugge tuttavia...), ma un 20enne che si finge di 40 è un caso clinico.
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Mah, se ne ha veramente 38 e si esprime in questo modo, è un caso ancora più grave... Vabeh...
BËL (00)
BRÜ (00)

Sanjuro
Opera: | Recensione: |
A me il novantanovepercento dellla musica annoia, sono cresciuto come chitarrista da conservatorio. Questi due accordini e la solita solfa mi annoiano, sono per le architetture barocche e sontuose, nonchè per un vero progresso nella musica. Le band sopra citate hanno tutte una struttura zigzagata e un qualcosa di free jazz che le accomuna, ma poi "ma che non hanno niente a che fare fra di loro, un'accozzaglia di gruppuscoli e grupponi che in comune hanno solo una cosa: Fanno tanto radical-chic" ma cosa stracazzo ne sai di cosa rappresentano per me e le considerazioni che traggo ascoltandoli ? Se ad uno piacciono i fiori trai la conclusione univoca che sia frocio ? "La realtà è l' interazione tra le caratteristiche del soggetto osservante e le caratteristiche dell' oggetto osservato", conosci le mie caratteristiche, il mio background musicale, la mia concezione di musica ? Ma allora che straminchia vuoi, con le tue cazzatine campate in aria su uno di cui hai letto un commento su internet. Ma chi cazzo ti credi ? Ritirati Freud mangia merda della domenica
BËL (00)
BRÜ (00)

emofiliaco
Opera: | Recensione: |
@Sanjuro. mi sei molto simpatico e trovo che servi molto a DeB ,ma se il 99% della musica ti annoia il problema e' tuo non nostro, percio' non tentare di imporre assolutismi e non esser troppo severo con recensori che esprimono concetti diversi e/o in contraddizione con i tuoi.
BËL (00)
BRÜ (00)

vortex
Opera: | Recensione: |
Sanjuro in alcuni post di 15 - 20 giorni fa cita fra le sue band preferite Fugazi, Bad Brains, Fear, Big Black e dice che ascolta hardcore da 10 anni. Qui sopra ci informa che è cresciuto al conservatorio (Sanjuro Segovia), che apprezza "le architetture barocche e sontuose", suona musica avanguardistica da 20 anni e si dedica alla ricerca sonora. Puoi ovviamente ascoltare le cose più disparate (fra i miei dischi convivono allegramente Sonics e Throbbing Gristle), ma almeno abbi un pò di memoria per quello che scrivi. Poi si butta su citazioni fra la fenomenologia e l'esistenzialismo ("La realtà è l' interazione tra le caratteristiche del soggetto osservante e le caratteristiche dell' oggetto osservato") salvo poi accusarmi due righe sotto di fare psicologia a buon mercato (lui lo scrive in modo meno garbato, ma il senso è quello).

Infine, ciliegina sulla torta, torna al relativismo più sempliciotto (scrive: cosa stra****o ne sai di cosa rappresentano per me e le considerazioni che traggo ascoltandoli), ovvero mi piace/non mi piace. Il ché andrebbe benissimo se Sanjuro stesso non si ergesse a fine conoscitore di ogni genere, sottogenere e derivazione musicale.

Conclusioni?
BËL (00)
BRÜ (00)

Sanjuro
Opera: | Recensione: |
"La realtà è l' interazione tra le caratteristiche del soggetto osservante e le caratteristiche dell' oggetto osservato" questa è la psicologia della gestalt, non è nessun esistenzialismo. VOrtex ma ancora mi prendi sul serio ? In tutto questo tempo ho detto di avere tra le età piu disparate, dai 18 ai 40 anni, di aver suonato al conservatorio e di odiare il conservatorio e di non esserci mai andato, di avere una band chiamata Cancelli Dada e di avere pure un gruppo grunge. Di amare i Nirvana e di odiarli, di aver suonato cover di L7 e 7 year bitch e poi di ritenerle delle handicappate, di essere genovese, bolognese, veneto e romano. Dove è la verità ? La verità è che nessuno sa la mia età e cosa penso realmente e dopo due anni di questo sito la cosa mi diverte assai. Giustamente dirai tu: chi se ne fotte :)
BËL (00)
BRÜ (00)

vortex
Opera: | Recensione: |
Così va già meglio, mi piace. E ad ogni modo, chi se ne fotte! Fine della trasmissioni :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

Sanjuro
Opera: | Recensione: |
eheheh :)
BËL (00)
BRÜ (00)

OleEinar
Opera: | Recensione: |
Ah va beh, ora capisco :-)
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: