Aadae
Agape EP

()

Voto:

Un'onda nuova di highlife è auspicabile, sarebbe unanimamente ben accetta, come da qualche tempo il ritorno dei pantaloni a vita alta nei guardaroba femminili.

Le premesse, in forma di movimenti culturali sotterranei, non mancano: la serata afrobeat resta d'ordinanza addirittura quaggiù, in provincia di tutto (TT), e resiste nonostante l'affacciarsi prepotente della cumbia sulla scena (*). Affermazione empirica, ma che immagino riscontrabile. Non sono peraltro mancate esperienze programmatiche se non dichiaratamente teoriche, come le Meditations On Afrocentrism del solito ottimo producer Ninjatune Romare.
Eppure la popolarità dell'highlife non riesce a estendersi, semanticamente, dal roots al pop (**); pop che alla frenesie ritmiche e melodiche dell'afro, preferisce onde lente e bassi lunghi, mentre depreda le voci nere delle loro ricche sfumature per farne arzigogoli tecnologicamente calibrati, quando non per appiattirle e farne tappeti, come prendere fraseggianti trombe be-bop e fonderle insieme per forgiare un trombone che suoni soltanto le toniche e le quinte. Insomma, vorrei si leggesse senza accezioni che roots e pop, per quanto popolari, stanno viaggiando in simmetria parallela sul nero asse.

*Nonostante (e non in virtù de) l'endorsement di un personaggio dal dubbio gusto come Davide Toffolo, scuffiato male per la cumbia e promotore di iniziative sotto la dicitura Istituto Italiano di Cumbia.
**Sticazzi.

Se stessero invece viaggiando in rotta di collisione, se questi neri opposti potessero fondersi in un unico potentissimo nero, allora forse si aprirebbe un corso di produzioni che suonerebbero - per dirlo in coro al mio amico Sbem!, così soprannominato per il suo modo tipico di sottolineare manifesta bellezza ed esprimere eclatanza in generale - sbem!.

L'EP di Aadae sembrerebbe, sulla carta, rispondere a tali requisiti.
Cantautrice londinese, roots nigeria; cantato black contemporaneo, armoniche soul assai radiofoniche; due ritornelli memorabili su cinque canzoni, e all'esordio; decori elettronici e strutture suonate, e viceversa. L'intento, dichiarato, di unire la passione per le interpreti pop soul e la musica delle sue radici.
A tratti, le intenzioni pagano: il pattern ascendente di fiati su Flatline e l'accattivante linea vocale di River Of Tears in un fitto contrappuntato di percussioni, clic e chitarrine stoppate, solleticherebbero qualsiasi palato, sopra quei classici rullanti in marcetta sincopata highlife. Con il timbro ontanoso di un Jazz che quando finalmente arriva a corda liscia, in Die Happy, è una manna.

Che qualcosa, e non da poco, manchi, si percepisce tuttavia. Manca un talento vocale cristallino, per quanto Aadae sia sul pezzo e molto educata. Ma di un talento vocale cristallino si può fare a meno, quando si hanno felici ispirazioni compositive, qui assenti, e si osa in interpretazione, cosa che Aadae non fa.
L'highlife è retto dalla coralità, da un caloroso senso di comunione dei musicisti (un agape), che non riesco a sentire su questo disco; o dalla classe, dall'estro del singolo interprete: non pervengono.

Resta, tirando le fila, un progetto interessante, una buona intenzione che necessita migliori sviluppi. Valido, ma non tanto più in là dell'essere giusto meno peggio del neo soul irregimentato, mentre Sbem! finge che gli piaccia il tè di yerba mate e tutti noi aspettiamo.

Questa DeRecensione di Agape EP è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/aadae/agape-ep/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (VentUno)

Hank Monk
Opera: | Recensione: |
il mio sogno è di mettere su una band di gente nata dalla Nigeria in giù, che non abbia mai ascoltato musica rock e che riesca a sfondare nel circuito indipendente ma perchè no anche pop fondendo la voglia di fica, la misantropia del black metal e il tropicalismo afrocentrico.
Tipo quella del buondì.
BËL (03)
BRÜ (00)

MikiNigagi: Praticamente i vampire weekend nigeriani
Hank Monk: ma no dai! I Vampire Weekend erano più i Paul Simon hipster.
Hank Monk: cmq mi veraviglia veramente tanto che in Italia non ci sia nessuna band "indie" che unisca sezioni ritmiche africane a un approccio occidnetale al pop. Cioè dico con tutti si INMIGRATI e sta mania di rap e trap ancora non ne ho visto uno. Che ok bellofigo che alla fine ci sta dentro però qualcosa di meno Cabaret e più pro sarebbe figo
MikiNigagi: Negrita - Rotolando verso sud
MikiNigagi: Ah no quello era sudamerica. Vabbè uguale.
Hank Monk: sì ma con sezioni ritmiche africane intendo "una banda di negri" che suona.
Cioè tipo i gruppi ska inglesi della 2step de na volta.
Hank Monk: vabè mi viene in mente Gali ma mi sa che tutta la baracca che lo produce non è mica tanto africa unite. E poi nel suo video ci son di neri messi proprio a fare i neri, mi si passi il termine. Sembra quasi una roba razzista tanto son messi lì a fare i balletti invece che "oh vecchio guarda qui come ci si diverte tutti insieme a picchiarselo vicendevolmente"
MikiNigagi: Sta comunque troppo spostato sulla trap
MikiNigagi: I 99 posse?
Hank Monk: ci vedi della gente africana nei 99 posse???? :D
MikiNigagi: C'è Zulu
Stanlio: non centra niente (come al solito d'altronde) ma una volta "dalla Nigeria in giù" non si girava solo con la "foglia di fica" davanti? (dietro non saprei...)
JonatanCoe
Opera: | Recensione: |
Non è stato affatto semplice seguire il tuo scritto forbito, tecnico e sfizioso oltre misura.
Per esser certo di non essermi perso il minimo dettaglio ho ascoltato l'album: bravini e tu bravo, ma che te lo dico a fare!
BËL (01)
BRÜ (00)

MikiNigagi: Wo grazie caro jon
nes
nes
Opera: | Recensione: |
I pantaloni a vita alta sono tornati!!! Apritemi le vene e pisciateci dentro, vi prego.
BËL (02)
BRÜ (00)

MikiNigagi: Io dico che valorizzano
nes: Madonna...
aleradio
Opera: | Recensione: |
Scusa ma su che cazzo di sito sono
BËL (01)
BRÜ (00)

MikiNigagi: La Gazzetta dello Sport x Giallozzafferano x Il blog di Cliomakeup
aleradio: Porco dip ma perche non l'ho passata a te la palla
aleradio: Queste cose a cui non mi sento così stronzo da dare due ma manco ho la passione per dare tre io non le voto. Die happy Forse,
MikiNigagi: Eh capito, è che è bello il concetto
Carlos
Opera: | Recensione: |
Io fino a qualche minuto fa nemmeno sapevo cazzo fosse la highlife e tu addirittura ci fai sopra delle considerazioni serissime...l'analisi che passa a Camera e Senato è fika, ma con la fiducia purtroppo. Approfondirò.
BËL (01)
BRÜ (00)

MikiNigagi: Ma va' che sarai stato a mille serate senza saperlo. Io a parte i nomoni, neanche lo conosco tanto.
Carlos: Tu mi sa che non hai ancora capito dove abito eh! Ti dirò se ci sono stato comunque ;-))
nes: mentre indaghi prova a spiegarlo anche ammè che è 'sto highlife...
MikiNigagi: @[nes] che cazzo di motore di ricerca usi, bing? Highlife - Wikipedia
MikiNigagi: Più che di highlife avrei dovuto parlare di afrobeat, che è nigeriano, in realtà. Spesso si mischiano comunque.
Carlos: Ho sentito qualche esempio sul tubo e mi sembra meno hard-funkettosa rispetto all'afrobeat (che in genere ascolto), ma forse mi sbaglio. Ora che mi ci fai pensare tipo due anni fa ho sentito un gruppo del Ghana MI PARE...erano segnati come "afrobeat" ma magari era highlife, chi cazzo lo sa? A parte la definizione di Wiki che già ho guardato ieri in realtà oggi non ho approfondito per nulla...
Carlos: sentito dal vivo*
Taurus
Opera: | Recensione: |
Meno criptico del solo almeno in apparenza. Hai messo curiosità.
BËL (01)
BRÜ (00)

lector
Opera: | Recensione: |
ziltoid
Opera: | Recensione: |
Domani ascolto e sfoggio tutte le stelle che ho, promise
BËL (01)
BRÜ (00)

De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Il tuo stile di scrittura così complesso mi ricorda a volte quello di Stefano Morelli, giornalista della rivista "Rumore"di anni addietro. Anche con lui, che si occupava prevalentemente di Metal, erano "dolori" nel comprendere lo scritto e non perdersi. Comunque appena sopra di te c'è quella fantasmagorica pagina sui Metallica che sembra messa di proposito per bilanciare la tua di recensione. Su Sticazzi sono ampiamente d'accordo con lei, ed anche sulla pettinatura del suo nuovo avatar.
BËL (01)
BRÜ (00)

MikiNigagi: beh grazie non lo conosco ma c'era gente in gamba su rumore quindi grazie
Flame
Opera: | Recensione: |
Non ci ho capito una mazza.
BËL (03)
BRÜ (00)

MikiNigagi: oh ma gli altri hanno detto che stavolta si capiva
Flame: Saranno più intelligenti di me ...
MikiNigagi: ma no ma li hai visti?
psychopompe
psychopompe Divèrs
Opera: | Recensione: |
C'è sempre una parte maliziosa del sottoscritto (o probabilmente poco incline alle novità che nuove non sono) che considera questo interesse per musiche altre dalle nostre, non in toto ma in parte, figlio di suggestioni extra musicali. Non mi fraintendere Miki, non è critica rivolta a te o all'high life, ma un dubbio che mi viene, forse perchè ho passato anni a studiare tutto quello che non era eurocentrico. Boh un po' come le infatuazioni per l'Asia musicale, che mi puzzano sempre di orientalismo. Vabbè scusa la sega mentale, ma è il mio nick :) PS: i pantaloni a vita alta non se guardavano negli anni '80 e il loro ritorno è uno dei punti più bassi sociali e nell'estetica femminile. Quando finirà sto revival anni 80 di tutto sarà sempre tardi
BËL (02)
BRÜ (00)

nes: ai maschietti i risvoltini, alle femminucce i pantaloni di castità.
MikiNigagi: è sempre un'ipotesi che dietro l'esotismo musicale si celi un senso di appropriazione culturale, che è un modo di sentire colonialista e casapoundiano. a me viene il dubbio, ma solo quando si tratta di un gusto musicale che sia completamente votato all'esotico popolare. io, che ascolto tante cose bianchissime, mi sento abbastanza al sicuro.
MikiNigagi: Transrazzialismo - il Tascabile in un periodo storico in cui si arriva a parlare di cose come il transrazzialismo, porsi il problema è doveroso, anche se nel caso di questo disco qui non pensavo valesse la pena approfondire troppo il discorso
Hank Monk: "figlio di suggestioni extra musicali" credo che valga con tutti i generi.
Per conto mio è la solita voglia di provare cose differenti dal tuo mondo (beh, vedi un po' in Inghilterra con il blues cosa hanno combinato). Sapere integrare nella tua "cultura" elementi esterni tra l'altro è anche un bel modo veloce per sembrare super innovativo scopiazzando e basta (il che non è mai male).
Tra l'altro se si evita l'appropriazione e si promuovessero band non "bianche" ma "miste" (vabè non si può non sembrare razzisti parlando di ste cose) sarebbe anche un bellissimo modo di rompere certi steccati.
In USA certo pop\soul\funk\blues\rap (vabè tutta la musica) questa missione l'ha compiuta. Lentamente.

Io personalmente ci ho provato diverse volte a mettere in piedi una band di afrobeats ma porca miseria dopo la prima prova si finisce a bere Vimto e a fare spesa in posti dove l'unità minima di riso acquistabile è 10kg :D
Stanlio: se ripenso alle spalline su giacche & giubbini tra gli '80 e i '90 mi vien da prendermi a schiaffi da solo, però mi faccio furbo e non ci penso... he he xD
MikiNigagi: Avviso di reindirizzamento anni '80 de che, ma cosa dite
nes: urco, ci stai dicendo che l'ombelico lo vediamo solo noi?
psychopompe: Ma difatti la vita alta è sia 80 che 50 che 70 in alcuni casi. Il problema è che fa il culo brutto a chiunque non sia una modella. Il problema poi è che sopra c’è un maglione extra largo, i risvolti, il capello cotonato che manco Cindy lauper, i cerchioni alle orecchie. Poi il problema è tutto generazionale. Io li ho vissuti i meglio subiti gli 80, per cui, giocattoli e nostalgia dell’infanzia a parte, aborro quasi tutto il resto.
nes: Ma poi come si può contestare qualcosa a una che di cognome fa Satana?
MikiNigagi: Vabbuo' appena sotto l'ombelico è vita alta, i pantaloni ascellari non si usano neanche adesso dai
MikiNigagi: E chi contestava
psychopompe: Scusate il post pieno di problemi, è stata una giornata problematica.
nes: io contestavo: i pantaloni a vita alta, ovviamente non se li indossa Tura Satana perchè, ci son sempre le eccezioni.
nes: comunque devono rimettere in commercio i pantaloni scampanati o a zampa, son 5 anni che giro con gli stessi jeans e ormai potrei scolarci la pasta.
MikiNigagi: Son già tornati: e per quelli sì, cagatemi nelle orbite
nes: Ho provato a comperarne un paio l'altro giorno e la commessa mi risponde "scampanati, si'! La in fondo, quelli a sigaretta" ok... "scusi, mi fa una birra?" Ma certo, ecco a lei lil suo maiale in agrodolce! Siete giovini, non sapete di cosa parlate.
Chainsaw
Opera: | Recensione: |
Un mikininagi dei più comprensibili. Forse perché si parla di didietri. Sto conducendo anch'io uno studio al riguardo.
BËL (01)
BRÜ (00)

MikiNigagi: mi hanno detto che non si capisce ugual : (
Stanlio
Opera: | Recensione: |
"o n t a n o s o"? (**)

beh, per esser un debutto mi pare che se la cavi egregiamente sotto molti profili e comunque Aadae stessa ci tiene a precisare che:
"I describe my sound as a pop-lover’s take on the classic afrobeat form. It was always important to me that my music told my story. Whatever I do has to represent my British upbringing as well as my Nigerian heritage." (da NEWS su dlso.it)
BËL (00)
BRÜ (00)

MikiNigagi: le formazioni in -oso sono facili e quasi spontanee. soprattutto in musica, penso tipo a "medioso", "groovoso": avrei potuto perifrasare, ma si sarebbe perso il senso della notazione tecnica. magari poi invece comunque era frassinoso. comunque rivendico. zio, neanche l'eclatanza esiste.
Stanlio: insomma intenderesti "legn-oso"?

comunque come puoi vedere, l'esistenza di eclatanza ehm, esiste p.es.:
Eclatanza: dizionario, significato e curiosità
Sociologia del limite - Paolo De Nardis - Google Libri
Oltre l'arena: Il Movimento 5stelle e Grillo, gli Italiani e gli Altri, di ... - Pio Curatolo - Google Libri
e per finire senza tirarla eclatantamente per le lunghe aggiungo a nche questo dove la troverai al III° paragrafo: ERRI DE LUCA, ECCO PERCHé NON SI PUò ACCUSARE DI ISTIGAZIONE UNO SCRITTORE - GLI STATI GENERALI

e niente caro nipotino... xD
MikiNigagi: esatto, anche per il fatto che si dice legnoso.
madonna che brutte fonti per l'eclatanza, che comunque, ufficialmente, continua a non esistere.
MikiNigagi: nipotino dell'ingegnere
Stanlio: uuh come sei inge(g)neroso...
"Le fonti non devon esser per forza belle ma debbono dissetare!" (Re Coaro)
Dislocation
Opera: | Recensione: |
Ascoltati per la prima volta dopo la tua recensione. Sono perfettamente d'accordo sui pantaloni a vita alta e sul loro (del resto augurabilmente non più procrastinabile) ritorno in auge, a patto che siano accoppiabili con adeguate decolletées di fattura (ci crederesti?) anni '80, quindi non plateau, cribbio.
BËL (01)
BRÜ (00)

Dislocation
Opera: | Recensione: |
Dimenticavo gli astri di giudizio.
BËL (01)
BRÜ (00)

MikiNigagi
Opera: | Recensione: |
ragazz non c'è una donna che conosco che non si sia detta contenta del ritorno alla vita alta. con tutto sto rosa pravda intorno, potevo preoccuparmi solo del punto di vista maschile sulla cosa? che poi secondo me, da bravi dbseriani, siete abbastanza controtendenza sul tema. devo pure ammettere che la cosa del culo e della vita alta non mi interessava, era solo che "highlife", gesto di collegamento con la mano, capito? è una cazzata ma giuro che non era per far ridere: parafrasando sarri, è la prima cosa che mi è venuta in mente; avrei potuto post-auspicare il ritorno della democrazia cristiana.
BËL (01)
BRÜ (00)

algol: io rosa non mi metto neanche le mutande. Però i caratteri mi garbano.
heartshapedbox: io non sono per niente contenta, così come del ritorno dei pantaloni a zampa.
MikiNigagi: Perché tu non sei affatto pinàp
heartshapedbox: e cosa sono?
MikiNigagi: goth
Hank Monk
Opera: | Recensione: |
Ah cmq la ascoltai ma un po' mi deluse. Carina tutto ma un po' banalotta.
Poteva usare di più con gli accenti afro (ma è un gusto mio)...più che altro mi ricorda troppo FKA Twigs ma meno bene.
A me, per dire, manda nei matti M.I.A. (il video di Borders è una figata e lei una gran bella donna e sembra migliorare con l'età)
BËL (01)
BRÜ (00)

algol
Opera: | Recensione: |
Afro anche no.
BËL (01)
BRÜ (00)

MikiNigagi: Sei il solito suprematista ariano
ziltoid
Opera: | Recensione: |
Come promise, sfoggio tutte le stelle che ho per la paginella, però l'ep non fa vibrare la black μ-zìque come ascoltandolo vorrei
BËL (01)
BRÜ (00)

MikiNigagi: È un po' che non ascolto una nuova uscita black che mi esalti. Se hai da dare, dai
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Bella scrittura. Canzoni che non seducono, a discapito di una voce avvolgente. Solidale con le suggestioni di Hank Monk per MIA.
BËL (01)
BRÜ (00)

omahaceleb
Opera: | Recensione: |
Dai...tiro gli schiaffi...fisiopata!
BËL (01)
BRÜ (00)

MikiNigagi: Verremo al contrattacco qui comunque mettevo le mani avanti, dai. Per non fartelo leggere tutto, in breve, dico che se gente come Lo Stato Sociale dice ai critici musicali «non siete Carlo Emilio Gadda, non siete Lester Bangs, si fa fatica a capire cosa scrivete», allora bisogna lavorare in quel senso, provarci insomma. Che poi "ontanoso" me lo difendo, secondo me potrebbe uscire tranquillamente, parlando.

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: