BMX Bandits
Forever

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Consonanze e marcette, delicatezza e strafottenza infantile; tracce di carezze dopo un gavettone di ingiustizie. Mai a fuoco così, come da tempo, la band scozzese della “C86” generation, sorretta dall'ormai ultracinquantenne Duglas Stewart, continua, nel suo semi-anonimato, a produrre bellezza per pochi intimi.

Forever è dolce e innocente come una striscia animata con protagonisti di pongo: qualcosa a metà strada tra un documentario del defunto Dipartimento Scuola Educazione e una botta di acido, di quello che levati.

Le influenze, come sempre, attingono alla psichedelia celata dalle docili armonie, pratica da Beach Boys di Pet Sounds, per intenderci, o commercials americani con i bambini che giocano dopo aver lavato i denti con il Colgate. E poi un tocco di vecchio Broadway e una spruzzata ossequiosa al Morricone, quello che ci va giù sexy nelle scene di passione dei film anni Settanta (l'avete capito, lo so).

E in questo incedere, arricchito da sipari beatlesiani (complice anche la collaborazione di Dr Cosmo's Tape Lab), ti arriva anche il featuring con un altro gran disadattato della musica dei nostri giorni: Anton Newcombe dei Brian Johnston Massacre, in un pezzo che sa di America (la nazione e la band) e i Byrds (la band e 'stica...).

Forever è l'album perfetto per rigenerarsi dopo una tre giorni di trattamento sanitario obbligatorio; è benzodiazepinico nel suo incedere e a tratti, nel suo risultare buono e consonante, sembra non lasciarti scampo. Di solito, la gente che vede il bene, al di là del bene e del male, o è strafatto o rischia di ritrovarsi a gironzolare per la stazione in cerca di cartoni non pisciati da usare come coperta.

Piaceva a Cobain, questo stravagante collettivo di loosers. Gli piacevano gli outsider a Cobain, su tutti il bipolare Daniel Johnston, ma un giorno disse che se non avesse formato i Nirvana gli sarebbe piaciuto entrare nella Bmx Bandits. Paradossalmente, è più vivo da morto Cobain, con tutta la sua mitologia a seguito, che una band biologicamente viva e ingiustamente sottovalutata, soprattutto in questa ultima sortita discografica, davvero deliziosa.

Pare proprio che la Scozia, quest'anno voglia essere presente nella mia top 3 degli album dell'anno: tra questo e “I will kill again” dei Meursault sarà una bella e pacifica lotta. Immaginate una guerra di fiori e palloncini colorati. Magari passano anche le paure.

Ascolta That Lonely

Questa DeRecensione di Forever è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/bmx-bandits/forever/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Dodici)

noveccentrico
Opera: | Recensione: |
Modifica alla recensione: «S». Vedi la vecchia versione link rotto
BËL (00)
BRÜ (00)

luludia
Opera: | Recensione: |
Evviva
BËL (01)
BRÜ (00)

luludia: Giuro che lo ascolto sto dischello...
kloo
Opera: | Recensione: |
Box bandits gran band, c'era un loro singolo molto bello qualcosa con Summer forse..Non rimembro
BËL (01)
BRÜ (00)

ALFAMA
Opera: | Recensione: |
Credevo si fossero sciolti da tempo,ma a ben pensarci certe magie non svaniscono mai
BËL (01)
BRÜ (00)

tia
tia
Opera: | Recensione: |
Pare interessarmi...e poi io amo le bici! Front flip per tutti!
BËL (01)
BRÜ (00)

llawyer: TSO per tutti!
Almotasim
Opera: | Recensione: |
Proprio un bel disco.
BËL (01)
BRÜ (00)

Johnny b.
Opera: | Recensione: |
A Cobain piacevano le band Scozzesi Vaselines - Bmx Bandits - Teenage Fanclub gran bella musica come dargli torto. Di questo ho ascoltato solo un paio di brani (validi), troppo poco per esprimere un giudizio dell'album. Recensione come sempre all'altezza.
BËL (01)
BRÜ (00)

Johnny b.: Quattro stelle più che meritate.
lector
Opera: | Recensione: |

BËL (01)
BRÜ (00)

Flame: ma perchè gran parte dei chiropratici in Italia sono ammeri-guns?
IlConte
Opera: | Recensione: |
Bella. Mi ispira pure il disco.
BËL (01)
BRÜ (00)

Flame
Opera: | Recensione: |
5 ziocaro. 5. un godimento leggerla. e 5 anche a loro senza averli mai ne sentiti nominare (prima della tua rece) ne ascoltati, già solo per il nome che si sono scelti.
BËL (01)
BRÜ (00)

proggen_ait94
Opera: | Recensione: |
zaireeka
Opera: | Recensione: |
Qui c'è tutto da ascoltare, io lo sto facendo.. Nostalgica malinconia allo stato più puro. Mi ricorda tantissimo, fatti i dovuti distinguo, Nixon dei Lambchop, a cominciare dallo stile dell'artwork. Il volo attaccato ai palloncini e' però molto Mercury Rev di Holes. Grazie del buon consiglio

BËL (01)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: