Sto caricando...

David Byrne
Uh-oh

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Ho installato il modulo di presenza locale ormai da 10 minuti. Mi è tutto chiaro so dove sono. Livello meno 1 dal suolo. Al piano di sopra ci sono esplosioni e colpi di arma da fuoco. Non so quanti compagni sono ancora vivi. Probabilmente dovrei prendere azione anch'io ed affrontare la situazione.
Oramai mi sono adattato al buio. Guardandomi attorno trovo una cosa di cui non conoscevo l'esistenza. Con il sensore visivo faccio partire il modulo di identificazione. È un walkman. Questo è il suo nome. Sony la marca, anno di produzione 1992. Trovato il manuale d'istruzione, sono indeciso se fare partire o meno il contenuto perché un esplosione ancora più forte delle precedenti fa tremare le mura di questa camera sotterranea.
L'unica via d'uscita è la porta che c'è in fondo al corridoio. Non ricordo neanche come ho fatto ad arrivare fino a qua e l'aggeggio di plastica che ho davanti attira la mia curiosità.
Alla fine decido di premere play.
Con le prime note musicali mi appare la scheda anagrafica
David Byrne, cantautore scozzese riconosciuto come uno con le menti più avveniristiche dell'ambiente musicale mondiale.
Uh-oh lavoro uscito nel 1992 che non ha avuto il successo sperato ma che col passare degli anni è stato rivalutato come un lavoro fresco e originale.
Non c'è possibilità di apprendere velocemente tutto il contenuto di questo nastro. È una tecnologia molto vecchia per cui sono obbligato ad ascoltarlo e comunque non mi dispiace. Mi rendo conto di non avere tempo. Però la canzone che sta girando è piacevole e allo stesso tempo divertente.
È un pop cristallino condito da percussioni stile world music. Accattivante dal primo all'ultimo pezzo. La voce inconfondibile e coinvolgente. Something Ain't Right ha un incipit vocale aggressivo che poi precipita nel sound ballerino. Girls on My Mind, un girotondo di colori forti. È festa allo stato puro.
Trascorro un'ora e mi rilasso. Mi sento carico. Pieno di energia. Pronto.
Spengo e decido la prossima azione.
Sento però un rumore dalle scale.
Mi nascondo e capisco che è ora dello scontro.
Eccolo davanti a me.
Sono disgustato dalla sua presenza.
Lo osservo e mi manca il fiato.
Emana un odore acido.
La forma del suo corpo è indefinibile.
Incredibilmente ha solo due braccia e due gambe. E mi fissa aggressivo addirittura con due occhi.

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Diciassette)

Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Ahahahah, dopo aver reso epici I mocassini di Iglesias hai bissato alla grande con Byrne, evocando il mitico walkman. Mi ricordero' sempre quello a cassette che mio padre porto' a casa nel 1986 come premio produzione/regalo natalizio per prole. La prima volta che misi le cuffie. La prima stereofonia. Standing ovation per Falloppio. Sei ispiratissimo.


Falloppio: Acci Acci Acci ah
Acci.....
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
E' tutto bellerrimo:
ma, scusi, ma:
premendo Play nel walkman (Sony del 1992) micappariva la schedanagrafica.
Mica.
No perché ce l'avevo anch'io e non appariva un bel gnente-di-nulla.
Le dirò di più:
per non sprecare le pile in esso incastonate, mi armavo di paziente Penna Bic, infilavo uno dei due fori essa e con moto rotario del polso facevo girare il nastro fino alla fine, per poi ripartire con l'ascolto del Lato B.
Eh!
Anzi Uh-Oh!


Falloppio: Uh-Oh
UH
Carlos
Carlos
Opera:
Recensione:
Questo di Byrne non l'ho mai sentito. Caruccio lo pseudo-tributo, credo voluto, a Sentinella di Fredric Brown.


Falloppio: Carlito hai visto lungo.
Carlos: ;)
Carlos: Comunque voglio ricordarti che devi rispondere alla domanda: "perché quelle dei film invece le fai in quel modo?!"
Falloppio: Non film ma libri
Faccio di DeBaser Il mio database personale.
Stringate, poche parole, trama cortissima.
Carlos: Sì volevo scrivere libri. Quindi in sintesi è una specie di pratica di prevenzione contro l'Alzheimer?
Falloppio: Mi fai skassare
😀😀😀
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
album intramontabile


Falloppio: Anche a me piace tantissimo Mi sembra strano che qui nessuno lo trova bello. Molto Talking Heads poi mi posso anche sbagliare
Dislocation
Dislocation
Opera:
Recensione:
Lettore di fantascienza, eh?


Falloppio: Ahahahah premi Hugo
anfoxx
anfoxx
Opera:
Recensione:
rece divertente, ma Byrne inglese se po' minga vedè


Falloppio: A memoria è nato in Scozia Adesso verifico meglio
Falloppio: Glasgow 1952
anfoxx: yes
anfoxx: yes
anfoxx: perdona la pedanteria, ma ho un collega scozzese che se gli do dell'inglese mi tira in testa la cornamusa
Falloppio: Porcozzio hai ragione. Più tardi correggo.
Falloppio: Scottish / Done
Cialtronius
Cialtronius
Opera:
Recensione:
ho un ricordo del walkman
era il 93 stavo a londra avevo un walman giallo della sony
stavo ascoltando "single handed sailor" dei Dire Straits e mentre camminavo e ascoltavo attraversando un ponte e sotto c'era il tamigi e insomma era uno scorcio di Londra bellissimo e mentre ascolto Knopfler dice "Pride of London" e beh in quel momento ho avuto i brividi fortissimi e sono impazzito di felicità tanto che me lo ricordo ancora


Falloppio: Il mio invece è stato rubato dalla dogana venezuelana perché la mia valigia gialla con la scritta Falloppio era troppo appetibile
ALFAMA
ALFAMA
Opera:
Recensione:
Recensione molto più interessante del disco che ricordo molto, anzi poco interessante ma a dire il vero non mi hanno manco mai entusiasmato i Talking Heads , quindi non faccio testo. Mai avuto un Walkman ma credevo che Byrne fosse americano. Non mi piace manco la copertina.


Falloppio: Ho colmato una lacuna di DeBaser. Poi il disco merita un ascolto in più. Anche senza walkman
ALFAMA: può anche essere
zaireeka
zaireeka
Opera:
Recensione:
Anche io, come @[Cialtronius] sopra, avevo un Walkman giallo (che ho ancora qui con me) ma della Philips. Con un equalizzatore a tre bande. Meraviglioso. Ricordo che tornando dalla università da Bari me lo mettevo alle orecchie alla guida della mia panda young rossa .. 🙄.Che pazzo. Era qualcosa passato l’86. Un regalo della mia fidanzata, ora mia moglie. Altri tempi. Che nostalgia.


Falloppio
Falloppio
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «Compito in classe di geografia.... Bocciato!!!». Vedi la vecchia versione Uh-oh - David Byrne - Recensione di Falloppio Versione 1


andisceppard
andisceppard
Opera:
Recensione:
Non ho letto più di due righe. Abbi pazienza, ma non c'ho sbatta. Però: come è andata a Mantova? E il pezzo sul Subbuteo? (cinque di simpatia, e se mi dici quali righe devo leggere lo faccio, che - cazzo - sono vecchio, c'ho mica tutto sto tempo davanti!)


Falloppio: Leggi le ultime 3 righe..... Ahahahah
Mantova bene.
Ho mangiato paccheri cacio pepe e taccole
Subbuteo è fatto.
Stasera forse facciamo Ascella Marcia. Ti aggiorno.
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Ahahahah bella, gran ritmo!
Tu secondo me dovresti scrivere romanzi.
Da loro e lui sempre lontano, mai approfondito ... Troppo sfiziosi per me...


hellraiser
hellraiser
Opera:
Recensione:
Zio sempre il number one


lector
lector
Opera:
Recensione:
Vero! Proprio schifosi "con solo due braccia e due gambe, quella pelle d'un bianco nauseante e senza squame"


lector: Il disco lo conosco bene, a suo tempo fu una delusione
Falloppio: senza squame!!!!
lector: Che schifo!
claudio carpentieri
Opera:
Recensione:
Recensione ispirata per un disco che ha dovuto guadagnarsi la giusta riconoscenza con più tempo del dovuto.


Falloppio: Vero, vero.... :)
puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
Madonna che manica di anziani in sta recensione...


Falloppio: Presidente, qui l'alzheimer avanza....
puntiniCAZpuntini: Ciao, e tu quale nipote sei?
Falloppio: Al massimo sono uno zio.... Zio Cantante
puntiniCAZpuntini: Seeeh vabbè io stavo facendo il nonno in casa anziani che non riconosce chi va a trovarlo. Tedevodadíttutto tedevodadí
Johnny b.
Johnny b.
Opera:
Recensione:
Chi non ha avuto un Walkman giallo. Pensavo di essere l'unico. Disco che necessita di più ascolti per arrivare a meta.


Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Uh-oh è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link