Sto caricando...

Dead Kennedys
Nazi Punks Fuck Off

()

Voto:

Versioni: v1 > v2 > v3

Un minuto di punk corrisponde a un brutto quarto d'ora. E un brutto quarto d'ora è molto di più che la metà di mezz'ora.

...

Un acclarato caso di minzione proletaria.

Che nel 65, forse 66, qualcuno pisciò dentro la spider di Little Tony.

Le spider però roba da polli, vuoi mettere il cx, vuoi mettere lo squalo? Che lo squalo faceva il culo a tutte le altre macchine, persino all'Osibisluro.

Fa niente se da bambini quello che sapeva tutte le capitali (Tegucigalpa!!! Tegugigalpa!!!) con l'Osibisluro ci sagattava continuamente i maroni. Fatti inculare te e la macchina più veloce del mondo!!!

Che poi con lo squalo Ginko ci portava in gita Altea. E Altea, secondo Sancho, era dieci volte più figa di Eva Kant. Mio padre, lettore terminale di Diabolik, la pensava uguale. “Meglio una mora alla finestra che una bionda vestita a festa”, diceva sempre.

Ma adesso facciamo un salto fino all'ottantadue barra ottantatrè. Una qualunque sera di una qualunque estate.

Stavamo bighellonando quando ci imbattemmo nell’auto del nemico, l’aveva lasciata li tutta per noi, il coglione, e con le portiere aperte per di più.

Ecco allora Sancho, lampo d'occhi e risatina nervosa, che con la sua vocetta ispida ci sputa addosso il miele della giustizia: “ma ve la ricordate la storiella di Little Tony?”...

Ce la ricordavamo.

Ma questa è già la fine della fiera. Di corsa all’inizio allor...

Imola, anni 80...

...Allora, l'altro giorno si presenta a casa mia il bassista della casa dei pestiferi. Con le manacce brandiva (lato destro) “Bela Lugosi” e (lato sinistro) i Cantos di Ezra Pound.

Ezra Pound? Come Ezra Pound? Un mese fa era fermo a “L'intrepido” e “Lanciostory”.

E comunque Little Tony da bimbo mi piaceva un botto. Ezra invece era bellissimo da vecchio. E' vero che prendeva sulle ginocchia la Strambelli?

E' vero…

...

Ti ricordi i nazisti dell'Illinois?

“I nazisti dell'Illinois? Io li odio i nazisti dell'illinois!!!”

“Benissimo, qui ne abbiamo uno”.

“Ma dici Charlie?”

“Si, dico Charlie”

….

La faccia di Charlie ve la regalo tutta.

Diniego e luna storta a disegnare sguardo e broncio. Una ghirba/ghigno che Paz ci sarebbe andato a nozze.

Un vero cattivo e i cattivi son belli solo al cinema. Ma fa niente, anzi non importa, adesso è quasi buono. Al punto che leccato/studiato/ripulito ormai anziché menare se ne sta in posa...

Se ne sta in posa e filosofeggia.

Cita Evola, per dire e farfuglia esoterismo ad minchiam assumendo un aria iper smagata che a me sembra bovina, ma a certe fanciulle fa calare le mutande in attimi zero. Oh, non dico mica, è un trucco che usiam tutti, magari cambia il tono (che so, da smagato a sognante, da sognante a poetico) oppure cambiano i riferimenti, ma insomma il gioco è quello da che mondo è momdo.

In ogni caso, sta super merda si scopa l'Anna, la più bella figa della città, una che quando andavamo a casa di suo fratello diceva “sento puzza di bambini”.

“Quel ragazzo ha dei valori”...

“Certo, come no”...

...

Charlie ha messo su un gruppo, la casa dei pestiferi, merda secca e strumentazione da miliardari. Lui è il leader, il leader e il cantante. Gli altri son sgherri, gente senz'arte né parte che altro non fa che pendere dalle sue labbra.

Del resto è sempre stato circondato di scimmie, sin dai tempi in cui menava. Le scimmie odierne però son ripulite quanto lui.

Prendi Andrea, il tizio che si è presentato a casa mia, un semplicione che più semplicione non si può. Eravamo compagni di scuola, un “brev basterd”, niente da dire, ma sarà che un “brev basterd” si mette a leggere Ezra Pound? Io mi metto forse a ballare sulle punte?

“Se vuoi te lo presto”

Voleva liberarsene, mi sa.

Il libro infatti è ancora a casa mia.

E la faccenda di Little Tony?

Ecco, Little Tony faceva troppo il figo, così i tizi di una band non ancora quasi famosa meditarono vendetta. Ci sta, no?

Era il cantagiro, se non ricordo male.

Si può tutto, ma non pisciare su uno squalo.

Lo squalo era il ferro par excellence.

Nei fumetti veniva meglio la Jaguar di Diabolik, ma dal vivo non c'era storia.

Panciuto e aerodinamico, abnorme eppure classico, lo squalo era bombastico. Ispirato prima a una goccia, poi a un pesce, era del tutto simile a una scultura avantgarde.

All'epoca era subappaltato alla genia funga: cavrones della baia, adepti del Dj Maselli o altro simile marmagliume. Ma quella era solo la banale contingenza, una sorta di capriccio/incoerenza della storia.

In ogni caso pisciarci dentro no e proprio no.

Ma il fatto è che lo squalo era anche la macchina di Charlie. Comunque prima di procedere all'innaffio tutti i miei pards chiesero mentalmente scusa.

Io invece proprio non osai. Così, per farmi perdonare vergai il sottostante messaggio.

“Gentile iper nazista, dottor Charlie, abbiamo irrorato di giustizia il nobile veicolo. Non per il suo (post) punk piuttosto risciacquato, ma per pensieri, opere, omissioni. Trattasi insomma di minzione proletaria. Cordiali saluti. P.S chi scrive non è riuscito a far pipi dentro macchina cotanta , ma per fortuna ci han pensato gli altri..”

Trallallà...

Ah, dimenticavo: nazi punks fuck off!!!!

Commenti (Diciotto)

sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Evvabbè, allora e anche sè non vorrei arrivare à tanto con Lei, Lù, che poi è capace che mi si (s)monta la testa, mi vedo costretto a darLe un sonthuosissimo, lussureggiante, unicissimo, tuttoperLei 1+1
Lo conservi tra i cìmeli più preziosi, mi Braccobaldo, e quando verrà il momento lo lasci in eredità al GiovineLulù, lì, esplicandogli il valore immenso che qvesto ha avuto per Lei, sempre, Lù.



luludia: È questo lo 1+1 giusto!!!
luludia: E cmq come vede son già alla versione due...
sfascia carrozze: Lei finalmente mì precorre i tempi:
a qvesto pvnto credo di poter affermare che, sì, ce n'è voluto (è un poco di coccio, Lei, lù: è brav_ ma non si applica) ma, alla fin-fine, posso dire con orgoglione di esser stato un buon (cattivo) maestro.
UH!+UH!
luludia: cazzarola, doppio uno e doppio uh!!!
sfascia carrozze: Son cose rarissime da segnare nel calendario perpetuo.
Babilonese preferibilmente.
Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Ah, bon:

Nazi punks
Nazi punks
Nazi punks, fuck off!
Nazi punks
Nazi punks
Nazi punks, fuck off!


luludia: Trallalla...
snes
snes
Opera:
Recensione:
boh, ho letto la prima riga. Pero' non so se andare avanti: ho paura di rovinarmi l'esperienza.


snes: ah ecco, ho visto l'intrepido e no frigidaire e stavo per venire a rimangiarmi il 5 vomitato prima per ricagarlo in un uno. poi dici paz e allora va bene.
io pero' avrei lasciato solo la prima riga, organizzavo una petizione per presentarti al pulitzer.
snes: ciao consecutio temporum, ciao. ciao italiano...
luludia: Beh dai, una riga l'ho imboccata...
luludia: Imbroccata!!!
lector
lector
Opera:
Recensione:
Altea era figa ma inscopabile: non le si scomponeva la messinpiega neanche con la posizione n.35 del kamasutra...
E lo squalo era un'opera d'Arte, con quello sterzo attaccato per una protuberanza misteriosa e le ruote che si alzavano alla partenza!
Ma nessuno ti ha ancora detto che non è una recensione?
E, comunque, povero Little Tony!


Farnaby: Ma come non è una recensione...
lector: Lo sai: la gente mormora...
luludia: Non mi si tocchi Altea!!!
lector: E chi la tocca!
luludia: Guarda che tocca fa rima con...ok, non lo dico...
Martello
Martello
Opera:
Recensione:
Preferisco il comvnismo nonostante alcvni peccati di gioventv


luludia: La gioventù è tutta un seminare...
Dislocation: Per alcuni un seminario.
luludia: aldo busi docet...
Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
Prima che qualcuno cominci con le solite solfe ("Non è una recensione, è più un editoriale") sappia che qui si racconta di un vero gesto punk, lo stesso che chiedono, all'ala nazistoide (ma anche al movimento tutto) punk, Biafra e soci nella canzone.
Pagina come sempre (again) bellissima...


lector: "Non è una recensione, è più un editoriale"!
Farnaby: "Non è un professore, è più un belinone"
lector: "Non è solo un polceverasco, è proprio un sampdoriano"
Farnaby: sampdoriano? che strana parola...non conosco...
luludia: Grazie Farnaby...
Conteverde
Conteverde
Opera:
Recensione:
In tutte le cose
Anche nel punk
vigono principi.
Mai pisciare sopra una Déesse.


Conteverde: Che poi mi ricordi quella sacra immunità valeva per lo squalo, già poi dal 74 o 75 in avanti, dalla Cx in poi, si era più di manica larga...
luludia: È esattevolmente così...
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «For sfascia... ». Vedi la vecchia versione Nazi Punks Fuck Off - Dead Kennedys - recensione Versione 1


Dr.Adder
Dr.Adder
Opera:
Recensione:


luludia: scritto quantistico è bello...
cofras
cofras
Opera:
Recensione:
Mah ti darei il 5/5 in memoria dei nazisti dell’Illinois


Dislocation
Dislocation
Opera:
Recensione:
Questo, siore e siori, è esattamente quel che la mia modesta personcina intende per 'recensione', nell'accezione più personale ed interessante che al termine si possa assegnare.
Trattasi infatti di adeguata e completa risposta alle osservazioni di coloro che, del tutto ignari di ogni forma di fantasia o di creativa immaginazione, concepiscono la recensione come mera descrizione del 'prodotto' senza ch'esso goda di collegamento alcuno con la realtà che tutti ci circonda, a volte ci stringe proprio, spesse altre ci costringe in una stretta mortale.
Ben venga allora il parlar d'un'opera mettendola in paio con episodi della nostra o dell'altrui vita, e magari, come io e Lulù, e molti altri compari, amiamo fare, usarla per rimembrare fatti nostri, evenienze e incidrnti che odorano, forse spesso puzzano, di vita.
Questo con buona pace dei severi censori, gl'integerrimi catoni che, annouati dalle nostre elucubrazioni, sputano il loro nobile sdegno sul mostro scrivere senza poi degnarsi di sostenere adeguatamente la loro causa, disgustati da tanta protervia manifestata da chi pretende, ohibò signorammìa, di raccontare ad altri che un disco, un libro, una canzone possono permearsi di ricordi od infine perfino permearli, i ri cordi.
A Lulù il solito abbraccio ed un maschio scrollone.


luludia: diciamo che debaser consente anche pagine come questa e quindi: perché no?
Dislocation
Dislocation
Opera:
Recensione:
A maggior chiarimento diroche non mi riferisco ad alcuno di coloro che hanno fin qui commentato la presente recensione.


Dislocation
Dislocation
Opera:
Recensione:
E scusate le imprecisioni da tastiera smartfonnica.


luludia
luludia
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «for sfascia». Vedi la vecchia versione Nazi Punks Fuck Off - Dead Kennedys - recensione Versione 2


Annette
Annette
Opera:
Recensione:
In realtà, avevo, e ho, qualche remora ad esprimere un giudizio perché sento di non avere le giuste credenziali ...
Punto primo: fatto salvo l'orrore che mi provoca l'idea di una pubblica minizione (benché proletaria), non avrei problemi legati al particolare "mezzo di trasporto", purché esso non sia quello deputato a condurmi in qualche luogo.
Punto secondo: considero Eva Kant, Altea e (presumo) anche Anna, tutte, parimenti non scopabili.
Ad ogni modo, per quel che conta un giudizio così poco competente, ho trovato la recensione fantastica: divertente, appassionante e assolutamente in linea con l'opera.



Dislocation: Tutto bello, giusto e condivisibile.
in altr'epoca la minzione proletaria, cosiccome l'esproprio, era cosa buona e giusta, nostro dovere...
Com'è che finisce?
Annette: ... e fonte di salvezza?
luludia: soprattutto fonte...
luludia: ah, grazie per l'apprezzamento...
snes: we, Eva Kant è protagonista della scena di sesso piu' bella della storia del cinema, o quasi.
Diabolik - the 'money orgy' scene
Dislocation: @[Annette] Ti vedo ferrata.
Annette: le rendo grazie (sempre e in ogni luogo) per averlo notato!
Dislocation: In questo sito frequentato da atei anarchici e veterocomunisti mancava proprio un'esperta di liturgia cattolica.
ZiOn
ZiOn
Opera:
Recensione:
Io le capitali le sapevo (quasi) tutte.


luludia: Tegucigalpa la sapevi?
ZiOn: Mi fa venire in mente qualche stato latinoamericano che adesso non ricordo.
luludia: nemmeno io lo ricordo, ma tegucigalpa è un nome che spacca...
ZiOn: Scoperto: Honduras. Un tempo sognavo di andare nell'isola di Roatán. Un bel posticino...
Fratellone
Fratellone
Opera:
Recensione:
Altro che Tegicutalpa, no Tecugit... Andate tutti a Boogertown, Carolina del nord, USA (traduz. città delle caccole)!


luludia: va bene lo stesso una domenica a Cesenatico?
lector: la città delle caccole DEVE essere la mia prossima residenza!
Bubi
Bubi
Opera:
Recensione:
Sempre piaciuti I Dead Kennedys. Li considero tra i migliori di tutta la scena punk. A parte il nome azzeccato come pochi altri mi piacevano anche le canzoni : Kill The Poor, California Uber Alles e Holiday In Cambodia sono quelle che ricordo meglio. Non li ascolto da molto tempo ma li ricordo ancora abbastanza bene.


luludia: ciao bubi!!!!

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Nazi Punks Fuck Off è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link