Emilie Autumn
Fight Like A Girl

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Recensione di Psychopathia

Era da molto che si vociferava di un nuovo album di Emilie Autumn. Dicevano si sarebbe chiamato Fight like a girl.
Folgorato da una recensione letta su DeBaser avevo acquistato Opheliac, attratto anche dalla simpatia che Emilie mi suscitava (borderline bipolare, come me- il mio nick è un nomen omen, sì). Sicchè l'attesa per FLAG si è trascinata spasmodica fino al 24 luglio, quando Emile Autumn l'ha messo in vendita sul suo sito. Da buon compulsivo quale sono lo presi tre minuti dopo la messa in vendita (le 7 di mattina in Italia) e spesi un botto per il corriere. Il 5 agosto mi arrivò...

Ebbene?

FLAG non è nè più nè meno di ciò che mi aspettassi: ovvero un'opera Pop, dalla frivolezza relativa della title track al divertissement di One foot in front of the other, passando per canzoni da brivido tipo Scavenger

Non è la piccola Emilie un genio, ma sa fare bene il suo lavoro di intrattenitrice da brava artigiana. Assieme ai Dresden Dolls e ad Amanda Palmer una degli esponenti più validi di popular music non banale e con qualcosa da esprimere.

Alla larga se ne stiano invece i darkettoni, con cui Emile c'entra ben poco, essendo la sua musica gioiosa e splendente

VOTO: ****/*****

 

Recensione di cptgaio

Si è fatto aspettare parecchio questo disco di Emilie Autumn: tanto che il sottoscritto pensava che la dea di “Opheliac” non  avrebbe più regalato al mondo qualcosa di altrettanto potente, dicotomico e teatrale.

Invece dopo un periodo, dal punto di vista personale, abbastanza travagliato  la nostra è uscita con questo “Fight like a Girl” che da un punto di vista sia stilistico, con la conferma di quella definizione (“Victoriaindustrial” ovvero “l'Arte di sedurre o di far totalmente ribrezzo adoperandosi nel mondo della Musica”) autoimposta, sia in quello prettamente tecnico-musicale (la voluta e ostentata ambiguità di proporre sia un’elettronica, spesso sfacciata, sia repentini ritorni acustici, il tutto sospeso in un’atmosfera in bilico tra cabaret e grand guignol) non presenta nulla di nuovo. Probabilmente questo è quello che volevano gli estimatori ma al terzo (quinto?) disco forse ci si potevano aspettare molte più concessioni “Pop” (a mio modo di vedere vero banco di maturità) da un’artista che rischia di rimanere impelagata in una sorta di bolla freak (rischio condiviso anche da altri nello stesso, rischioso, genere: sia chiaro).

Resta il fatto che ci sono veri e propri gioielli efferati in questo disco: dal macabro incedere di “If i Burn” a quello postindustriale di “Take the Pill” senza dimenticare la title track (forse unica cosa veramente “Pop” del disco).  Per quanto riuscirà a rimanere credibile in questa sua rabbiosa “diversità” non possiamo saperlo, per ora non ci resta che contemplare.

Voto: ***/*****

Questa DeRecensione di Fight Like A Girl è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/emilie-autumn/fight-like-a-girl/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Tredici)

woodstock
Opera: | Recensione: |
duo recensistico? carino
BËL (00)
BRÜ (00)

ZannaB
ZannaB Divèrs
Opera: | Recensione: |
Meglio quella di Psycho (senza offesa capitano, mi raccomando! ;-D). La proposta è tanto originale quanto fuori dai miei canonici ascolti...
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio: Figurati. Tanto si sa che io vivo di luce riflessa ;-)
JURIX
JURIX Divèrs
Opera: | Recensione: |
UAU. Copertina agghiacciante.
BËL (00)
BRÜ (00)

jdv666: infatti le copertine ammicanti-darkettone sono uno dei motivi per cui l´ho sempre guardata con sospetto e non mi sono mai deciso ad approfondirla, seppure cose come pop-industrial con violino in parte stimolassero la mia attenzione :D
jdv666
Opera: | Recensione: |
boh, io ho provato a dare un ascolto tempo fa, visto che ultimamente ero spesso incappato nel suo nome, ma per i miei gusti era un po´ troppo pop... magari in futuro se ho tempo provo a riascoltarla meglio, visto che comunque adoro i dresden dolls e amanda palmer e non é la prima volta che vedo i nomi associati
BËL (00)
BRÜ (00)

extro91
extro91 Divèrs
Opera: | Recensione: |
Una delle facce da finte-porche più antipatiche di sempre.
BËL (00)
BRÜ (00)

Cunnuemammadua
Opera: | Recensione: |
Inaudito, due recensioni accorpate in una: potreste fare lo stesso con quelle dei Muse?
BËL (01)
BRÜ (00)

TheJargonKing
Opera: | Recensione: |
ma il mio voto a chi va?
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio: :-D
federico"benny"
Opera: | Recensione: |
Grandi recensioni, tutte e due. Ora ditemi quel che volete, ma per me questo, fino ad ora, si contende con "The Idler Wheel..." di Fiona Apple il titolo di capolavoro assoluto del 2012. Tra l'altro io, a differenza di cptgaio, trovo che il pop in "Fight Like A Girl" sia molto presente e in generale il sound rispetto ad "Opheliac" è sempre personalissimo, ma molto alleggerito. Dispiace infine per la poca presenza del violino, ma tant'è: finchè una riesce a fare canzoni come "If I Burn", "Gaslight" e "Scavenger" può fare quello che vuole.
BËL (00)
BRÜ (00)

pirata
Opera: | Recensione: |
ma quando sono fastidiose quelle mamme che dicono ai bimbi: "non correre che sudi!". Ma como cazzo si fa a dire a un bimbo di non correre? Cioè è proprio una cosa crudele impedire ai bimbini di correre, checcazzo. Ma poi quando dicono il "che sudi!!!", lo dicono con un tono talmente drammatico che pare che il sudore sia caustico o che contenga tossine cancerogene. mah, forse pensano che evaporando per qualche cazzo di fenomeno sconosciuto si trasormi in gas nervino. le prenderei a botte, ma il mio codice comportamentale mi impedisce di picchiare le donne, a meno che non siano armate con BFG9000
BËL (00)
BRÜ (00)

cptgaio: Dicono che la pet-therapy funzioni... ;-)
ANTI-HJHHJIJ
Opera: | Recensione: |
HJHHJIJ NON MANCHERA' DI COMMENTARE QUESTA RECENSIONE. NON POSSIAMO ANTICIPARVI NULLA AL MOMENTO, I NOSTRI TERMINALI STANNO ANCORA SONDANDO LA SITUAZIONE PER CAPIRE SE IL NOSTRO ABBIA GIA' ASCOLTATO QUESTO BELLISSIMO DISCO. PURTROPPO TRATTASI DI OPERAZIONE CHE PUO' ARRIVARE A RICHIEDERE ALCUNI GIORNI.
BËL (00)
BRÜ (00)

hjhhjij
Opera: | Recensione: |
Non è un tesoro ? L'ho trovato dentro un cassonetto e l'ho portato qui, così per divertirci un po'. è il mio fake personale e ne vado molto orgoglioso :D
BËL (00)
BRÜ (00)

ZannaB: Eh no Hj!!!! Prima l'hai meritato cono onore sul sito, poi l'hai comprato in più uscite in edicola, adesso l'hai trovato nel cassonetto... Allora è vero che sei un pinocchio!!!! (ma che cazzo di offesa è "pinocchio"...?)
Don_Pollo: Sarebbe più offensivo "sei un cristo pinocchio" Il Cristo Pinocchio
ANTI-HJHHJIJ
Opera: | Recensione: |
De...Marga...
Opera: | Recensione: |
Ciao Psycho; ti avevo promesso che sarei passato dalle parti di questa tua recensione gemellare. Ho trovato interessante questo modo pressoché unico di affrontare l'album dell'autrice; artista a me sconosciuta ma che meriterà un ovvio ascolto in un prossimo futuro. Ormai, continuando a segnare ascolti e dischi, la mia lista sta assumendo una lunghezza che tende all'infinito.
BËL (00)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: