Gary Higgins
Red Hash

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Lo sapete, vero, che prima o poi dovrete rimettere i vostri piedi, ormai abituati a ciabattare tutto il giorno, in quelle maledette scarpe?

Vi state godendo questo succedaneo di quella vita da pensionati che, ora più che mai, sarà per molti di noi solo una fugace chimera?

Stiamo vivendo come degli amabili settantenni e, magari, ci piace pure.

Io mi sono attrezzato. Sto qui a rompere il cazzo con le mie storie, i pantaloni del pigiama tirati fino alle ascelle, inveendo contro la televisione in coro coi nostri Sindaci e Governatori regionali.

IN GALERA! IN GALERA!

Ora, per darmi un tono, dirò che ad almeno una categoria di persone – so per certo – che la galera può fare un gran bene: i cantautori!

Ma lo sai a quanti cantautori in cerca di ispirazione potrebbe fare bene un po' di vacanza a spese dello Stato?

No, non mi sono rincoglionito (magari pure, ma quello è un altro discorso). E c’ho le prove di quello che dico!

Prendi, per esempio, il nostro Gary "il rosso".

(Ok, è una storia di cinquant’anni fa, roba da pensionati. Appunto!)

Allora, lui aveva suonicchiato in giro per una decina di anni. Era anche salito sul palco insieme a Gary U. S. Bond, aveva persino suonato in un gruppo con un futuro Silver Apples, ma – niente! - non era mai riuscito ad essere nulla di più che un signor nessuno.

Così ce lo ritroviamo nel '73, in una comune, sommerso da barba e capelli rossi, freakettone fuori tempo massimo a mantenersi spacciando un po' di hashish col suo amico Chico Cardillo.

Il problema è che il buon Nixon, proprio in quel periodo, aveva deciso di dare una bella ripulita al paese. E aveva deciso di cominciare proprio con spacciatoruncoli, hyppies, capelloni e sballati vari.

Il nostro Gary - un tipo che i g-men del nostro Nixon avrebbero messo dentro a prescindere - si fa beccare con le mani nella marmellata (marmellata di hashish) e si busca tre anni di gabbio.

Ma, prima che la sentenza diventi effettiva, Gary decide di incidere un disco.

Tipo ultimo desiderio del condannato.

Un pugno di amici (tra cui una splendida violoncellista, tale Maureen Wells), glielo suona e il suo compare Chico glielo produce. Si inventano persino un'etichetta discografica per produrlo.

Ne stampano un paio di migliaia di copie e poi se ne vanno belli mogi in gattabuia.

E così Gary sparisce.

Ma il disco no!

E cazzo, è bellissimo!

Chi ne sa più di me scriverà che è un miracolo in bilico tra lo Skip Spence di "OAR" e il Crosby che non riesce a ricordare il suo nome; io, per non sapere né leggere né scrivere dico: anche Tom Rapp e i suoi Pearl's Before Swine più acustici.

Un miracoloso equilibrio di cantautorato folk, psychedelia trasognante, piccole stramberie soffuse ed una sottile tristezza da "fine di un'epoca".

Gary sparisce, ma il disco comincia a girare sotto traccia; finisce in molte mani giuste, David Tibet, Joanna Newsome, "prezzemolo" Banhart, Kid Millions degli Oneida, e insomma gente così.....

In Italia viene stampato in copie pirata che vengono vendute a prezzi da tagliagole.

Poi finisce in mano a Ben Chasny. E Ben ci si fissa proprio: incide una cover di "Thicker Than A Smokey" tratta dal disco suddetto, poi parla con i tipi della Drag City e li convince a ristampare "Red Hash" ed a mettere sotto contratto Gary "il rosso".

Ok, ma Gary dov'è?

Bhe, Gary è scomparso.

Ma Ben mica si arrende!

Così fa stampare sulla copertina di un disco dei suoi Six Organs of Admittance la frase: "chiunque abbia notizie di Gary Higgins è pregato di contattare la Drag City.

Morale: Gary riappare, il disco è ora nel catalogo Drag City. E Ben, Gary, se lo è portato pure in concerto con lui.

La Drag city gli ha anche fatto incidere un altro disco: "Second".

"Second" è bello, indubbiamente bello.

Ma....

Manca qualcosa....

Come dire: quella magia....

Che sia il caso di rimandarlo in galera?

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Venti)

Almotasim
Almotasim
Opera:
Recensione:
Beh, tra Skip Spence di OAR e Crosby If I Could..., eppure il mistico Tom Rapp, è un bel stare. Se poi ne eredita pure la Newsom...


lector: Ascoltalo ti assicuro che ne vale la pena!
Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Generi: mistica medievale Yankee.


lector: Gran disco, credimi.
Caspasian: Lo sto sentendo e non ci sento il folk ma arie incatalogabili, confessioni sospese, sincere per l' assenza di dolore. Viaggia e vola...
lector: Si, è un disco inclassificabile. Psychedelia bucolica o qualcosa del genere.....
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
"freakettone fuori tempo massimo" Stessa frase da me usata per definire un certo Grant Hart. Indi per la quale mi par cosa buona e giusta dedicare a Gary un ascolto...tempo ne abbiamo a bizzeffe!!


lector: Magari è un po' lontano dai tuoi ascolti soliti....
Ma, tanto, tempo ne abbiamo!
Grazie del tuo passaggio, scalatore.
JonatanCoe
JonatanCoe
Opera:
Recensione:
Beh, lo sai anche tu, altrimenti dove avresti trovato tutto questo tempo (vicende domestiche con scalmanati pargoletti annessi) per scrivere queste due grandi pagine?


lector: Per la verità le ho scritte di notte:-(
Ma il finto pensionato lo faccio benissimo, comunque!
JonatanCoe: Bravo, così ti porti avanti col lavoro!
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
mo ti cinquo...e adesso, uno dei pochissimi in mezzo a voi sfaticati che va a lavorare, a lavorare appunto vado...il disco è bellissimo....


lector: Meno male che c'è chi porta avanti la baracca!
Il disco è di quelli che sembrano scritti proprio per te.
hjhhjij
hjhhjij
Opera:
Recensione:
Ma questo è un masterpezzetto del cantautofolk anni '70! Veramente ispirato.


lector: Già: un piccolo gioiello di quegli anni.
fedezan76
fedezan76
Opera:
Recensione:
Sono curioso e vado a buttarci l'orecchio. Bella anche questa, sei il nostro cantastorie!


lector: Fammi sapere se ti è piaciuto.
Più che cantastorie vecchio bacucco ciarliero....
Grazie della tua attenzione.
CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
... E poi, cosa che non bisogna sottovalutare mai, c'ha pure la faccia simpatica...


lector: Si, è vero: proprio uno con cui ti verrebbe voglia di berti un paio di birre!
fedezan76
fedezan76
Opera:
Recensione:
Ascoltato. Davvero una gradita sorpresa, disco molto in stile Crosby. Bravo te e pure Ben Chasny.


lector: Sono contento che ti sia piaciuto, cerco di riscattare, in parte, il debito di ottimi ascolti che ho con te!
imasoulman
imasoulman
Opera:
Recensione:
cinque/quinti
effettivamente, meritava più del già parecchio esaustivo tuo ascolto di tempo addietro


lector: Mi sembrava ingiusto che non avesse neanche una recensione sul nostro DeB.
Ho solo rielaborato quanto scrissi per quell'ascolto.
Stanlio
Stanlio
Opera:
Recensione:
ehm, a quanto leggo a te la quarantena ti fa un gran bene...


lector: Grazie Stanley!
Però spero lo stesso che finisca presto.....
hellraiser
hellraiser
Opera:
Recensione:
L'avevo già sentito tempo addietro causa tuo ascolto sui looser. Un buon album sicuramente, manca però il colpo da maestro degli ispiratori da te presi ad esempio. Secondo te è trovabile il disco? Hai approfondito la conoscenza con la tua convivente in casa? Magari può nascere qualcosa di bello, chi lo sà... bravo ragazzo, tieni duro 👍


lector: E' stato ristampato e dovrebbe, ora, essere di più facile reperibilità.
In casa abbiamo due bambini in piena attività edipica: io e mia moglie non possiamo neanche baciarci!
L'ho già scritto: siamo diventati delle autorità in fatto di sveltine.....
hellraiser: ...a Quick One while them are away...
Bubi
Bubi
Opera:
Recensione:
Una storia di perdenti come ne hai scritte altre. Ma il finale è consolante... Il disco non mi sembra una vetta sinceramente.


lector: Sì, è un disco che va assaporato lentamente. Per me è una vera piccola gemma, però ci sta che possa non entusiasmare tutti.
In questi giorni avevo voglia anche di finali consolatorii!
Spero che tu stia bene.
Bubi: Si, ci vogliono questi finali, ci vuole un po' d'ottimismo anche se non si sa dove cercarlo. Comunque alla fine del commento volevo anche scrivere che l'ho ascoltato una volta sola, quindi troppo poco. Sto abbastanza bene, mi manca di poter andare a Roma, ma presto finirà l'emergenza, spero. 👋👋👋
lector: Speriamo....
psychopompe
psychopompe Divèrs
Opera:
Recensione:
Se ne parlava con @[SilasLang] l'altro giorno. Mica mi ero accorto che ancora nessuno l'avesse fatta, ero certo del contrario, avrei pubblicato anni fa la mia. Pazienza, bravissimo a colmare una lacuna lector. Disco sempre molto bello, personalmente conosciuta per una cover di "Thicker Than A Smokey" fatta da Six Organs Of Admittance nell'album School of the Flower del 2005. Fu proprio Ben Chasny a ritirare fuori dal dimenticatoio Higgins e a far ripubblicare questo disco dalla Drag City proprio nel 2005, se non erro. Dovrebbe aver fatto anche pochi anno dopo un secondo disco, purtroppo mai sentito.


lector: Mi piacerebbe anche leggere la tua, di recensione. Il buon Gary lo meriterebbe un bel doppione sul DeB, secondo me!
psychopompe: Andrei contro a uno dei precetti quintessenziali del mio recensire, ossia evitare a tutti i costi i doppioni. Penso che in 16 anni qui dentro ho fatto un solo doppione. Cmq mi sono riletta la mia (che mi sembrava di aver scritto ieri e invece ieri è diventato 5 anni fa) ed è meglio la tua :)
lector: :)
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
Cioè mi sta dicendo che non posso più andare a lavoro in ciabatte?


lector: Ma no!
Volevo solo fare lo spiritoso....
Io sono anni che vado al lavoro in ciabatte.
sfascia carrozze: M'aveva messo una DePaura..
ALFAMA
ALFAMA
Opera:
Recensione:
e io non lo conosco spero ancora per poco


lector: Sono sicuro che è nelle tue corde.
TataOgg
TataOgg
Opera:
Recensione:
Quando ho letto "Ma lo sai a quanti cantautori in cerca di ispirazione potrebbe fare bene un po' di vacanza a spese dello Stato?", considerati i tuoi Deascolti di un paio di settimane fa, ho pensato che avresti dato alla rece un taglio alla Carlin. Posso chiederti se ci hai pensato? La rece bella, manco a dirlo, ma mi è venuta questa curiosità...


lector: Magari fossi capace di scrivere cose alla Carlin!
La comicità (specialmente quella scorretta) è un'arte di sottile e complicata amalgama di ingredienti.
Io sono solo uno a cui piace raccontare storie.
Questo, poi, era un vecchio commento ad un ascolto che ho un po' rielaborato.
Sono contento ti sia piaciuto e ti ringrazio della tua attenzione.
Non mi sembra che sia nello stile delle cose che dici di ascoltare, per me è un gran disco, se hai tempo prova ad ascoltare qualcosa. Magari ti piace....
TataOgg: Perché "magari"? Certo Carlin é Carlin ma se volessi cimentarti ci sono delle regole da rispettare e non mi sembri penna che non sarebbe in grado di provarci. Tra i saggi di Luttazzi c'è sicuramente qualcosa in merito e poi, se é ancora consultabile il suo vecchio sito, lì..
Tornando a Bellicapelli in verità ho sentito ora questo primo pezzo e già così lo trovo ottimo. É colpa mia se non ti sembra una cosa che ascolterei.. in effetti io non DeAscolto molto .. 🤔
HOPELESS
HOPELESS
Opera:
Recensione:
Disco di una delicatezza inarrivabile, tra quelli che conosco forse solo da Drake o Perhacs.


lector: Delicato. Giustissimo!
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
Bello, si!


lector: Eh, sì!
Farnaby
Farnaby
Opera:
Recensione:
Storie di ritorni. Come Vashti Bunyan. Come Linda Perhacs. Quei bei ritorni che portano a galla perle come questa e che concedono una seconda occasione. Che magari non avrà la stessa magia del tempo che fu ma che è comunque un bel sentire.
La tua pagina...cosa te lo dico a fare...


hjhhjij: Concordo. Non so i suoi, ma gli album da "vecchiette" della Bunyan e della Perhacs sono tutti un bel sentire.
Farnaby: "Second" non è male...
lector: Mi sono sempre piaciute le seconde occasioni!
Farnaby: Se poi concesse ad anime come queste...

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Red Hash è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link