Sto caricando...

High on Fire
Electric Messiah

()

Voto:

Versioni: v1 > v2

Ne sono convinto.

Se voi foste veri uomini, e non hipster invertebrati dediti ad ascolti da rammolliti, l'interno dei vostri stessi testicoli rimbomberebbe scrollato da suoni di questa natura.

Praticamente la colonna sonora dei vostri membri ancora scalpitanti, nonostante misure di gran lunga inferiori alle medie di Lilliput, articolata dal consueto corollario di nefandezze:

rutti, rullate ignoranti, riff che non conoscono il concetto di eccesso di velocità, sparati in faccia con la stessa sottigliezza con la quale vengono declamate farneticazioni di complotti rettiliani e messianiche (per l'appunto) apparizioni oniriche di Lemmy Kilmister.

E poi ancora canotte unte, il canto delicato di Matt, un artwork più tamarro di una serie di Jersey Shore.

Cose che fanno crescere i peli pubici, inturgidire l'ego e regredire allo stato paleolitico che sempre alberga in noi e nelle nostre preziose cellule germinali.

UH (ZOT)

Commenti (VentiSei)

puntiniCAZpuntini
puntiniCAZpuntini Presidénte onoràrio
Opera:
Recensione:
Ebbè e ce lo dici a Febbraio? Ma non lo sai che il Metal a Marzo finisce nell'armadio con le pellicce e il fucile per sparare alle Alci?


algol: Eeeeeehh. Ma siccome nessuno ha ancora recensito (si fa per dire) questo capolavoro io dico che è nuovo. E chi mi contraddice di trova Lemmy a ruttargli in faccia in sogno.
algol: E poi l'ho preso oggi. Quindi non rompete i marroni. Come diceva Boskov "medal è quando algol dice"
IlConte
IlConte
Opera:
Recensione:
Ahahahahahahahahah, hai reso benissimo l’idea. Non trombo più ma di un hipster invertebrato sono esattamente l’opposto. Di loro non ho nulla ma mi ricordo che avevo ascoltato del tiro stile Motorhead, più vario forse.
Li metto in lista per i momenti in cui ho voglia di musica con i controcazzi.

Quando io imparerò a scrivere poco e bene morirà debaser (tranquilli, impossibile ahahahah)

Quale il loro da ascoltare per primo?! O magari intanto mi faccio una raccolta...


algol: Allora esimio. Il primo è imprescindibile ma si discosta parecchio dai canoni abbastanza motorheadiani dei successivi. Art of selfe defence è un medal non medal, flusso, cascata mesmerica. De vermiis misteris tra i miei preferiti, violento e piuttosto diversificato. Anche questo è abbastanza vario per il genere, ci sono momenti più tribali e dilatati. Non dimentichiamo che Pike significa anche Sleep
IlConte: Perfetto, vado a “studiare” in merito!!!
odradek
odradek
Opera:
Recensione:
"L'ottavo album di questi giganti del metal USA è un carrarmato che viaggia a 200 all'ora in un paesaggio apocalittico dominato dai rettiliani" Questi son quelli di Noisey. Tu invece esci "membri ancora scalpitanti". Ora che ho scoperto la presenza di tanti frocetti su DeBaser (per loro stessa ammissione, gente con l'evve moscia) accolgo come un contributo virile la tua paginetta testosteronica, e magari ascolto pure il disco, vedi mai che resuscita qualcosa.


algol: Prova odra, al limite raggiungerà i il nobile risultato di rompere i coglioni all'intero vicinato. Che è sempre un grande traguardo
IlConte: Ahahahahahahahahahah grande Odra!!!
De...Marga...
De...Marga...
Opera:
Recensione:
Ultime due righe che sottoscrivo, come del resto il poco che rimane della tua (circo)coincisa pagina. Zozzoni il giusto, lardosi, rozzi et trogloditi come piacciono a nossia!!!


fedezan76
fedezan76
Opera:
Recensione:
Però se sono zozzoni sono pure francesi, che non si fanno il bidè. E di conseguenza anche frocetti. Qualcosa non torna. Il cantante ha la r moscia per caso?


odradek: Eh, un po' troppo stiracchiato l'assioma. Zozzoni è altra cosa, giovanotto. Basta mica l'assenza di bidet, che tra l'altro non è prerogativa d'oltralpe: ascelle pezzate, canotte unte e tutto il resto fanno la differenza. Ma son cose che mica te le posso spiegare. Dammi retta, né francesi, ne evve mosce.
algol: Pike il bidet lo sgretola sulla colazione a base di squalo al bacon, per dare quella consistenza croccantina.
fedezan76: L'ultima volta che ho sentito parlare di medal per veri uomini era per loro Manowar - Blood Of My Enemies (remastered) e ho detto tutto.
gate
gate Divèrs
Opera:
Recensione:
Novità per modo di dire. Disco dimenticabilissimo.


algol: Va beh. Poi tolgo la menzione.
Johnny b.
Johnny b.
Opera:
Recensione:
Se si è un loro estimatore quasi impossibile rimanerne delusi, barbaro rude diretto curato il giusto senza troppi fronzoli, Matt Pike uno spasso, non fa niente per discostarsi dal paragone Lemmy stelle a strisce e poi si lamenta del l'accostamento evidente. Genio che non si fa mancare niente.


algol: Infatti. La formula è quella. Variazioni impercettibili
luludia
luludia
Opera:
Recensione:
ahahah, siete dei barbari...


nix: bavbavi, bavbavi è la pavola giusta!
algol
algol
Opera:
Recensione:
Modifica alla recensione: «cosi fa meno cagare». Vedi la vecchia versione Electric Messiah - High on Fire - Recensione di algol Versione 1


Bartleboom
Bartleboom Divèrs
Opera:
Recensione:
La premessa è che nemmeno sapevo che fosse uscito. Perchè ammetto che, ormai, pure in macchina faccio un po' fatica ad ascoltare musica. Un po' perchè sono sempre al telefono e un po' perchè ho scoperto l'esistenza di Radio Sportiva e mi è venuto un rigugitino di milanismo (o forse il contrario: causa e effetto si confondono facilmente). Detto questo: sono corso sul tubo e ho ascoltato la title track (perchè poi è un disco, giusto? non un singolo... questo non l'ho capito). E a dir la verità instintivamente mi è pure sembrato parecchio figo: in pratica è un pezzo tirato dei Motorhead, suonato da 400 barbari in canottiera, armati di Gibson, fieri e cazzuti, ma con la consapevolezza dell'effimerità della condizione umana che solo un grave problema di tarzanelli ti può dare. Dai, cazzo, è ignorante e scemo esattamente come l'antico testamento del medallo ci ha insegnato.


Bartleboom: Poi c'è da fare una profonda riflessione sul metallo in generale, sul metallo nella società contemporanea e su come io mi pongo nei confronti del metallo in generale, del metallo moderno e della società contemporanea. Partiamo dalla fine: hanno vinto loro. Mi sono trasformato nel nemico che avevo giurato di distruggere. Certo, ho comprato a mio figlio la maglietta degli Slayer e per farlo addormentare gli suono "Desolate Ways" dei Morbid Angel. Ma perchè, giunto alla vigilia dei 3 anni, il mio piccolo Baphometto non ha ancora sgozzato il suo primo capretto e per Natale non mi ha chiesto il peluche di Chtulu? Perchè ho ceduto alle richieste di mia moglie che mi chiedeva di non bestemmiare a tavola? Perchè so distinguere una camicia col collo francese da uno alla koreana? Vuoi vedere che sotto sotto in tutti questi anni mi è piaciuto il cazzo e non me ne sono accorto?
Bartleboom: Detto questo, la domanda che tutti noi dovremmo porci è: attualmente che ruolo ha il metallo nella mia vita? Un paio di mesi fa sono andato a vedere gli Slayer. L'ho fatto non perchè ne sentissi l'esigenza o perchè ne avessi particolarmente voglia. L'ho fatto perchè era il loro ultimo concerto in Italia e non volevo perdermelo (e infatti c'era un puttanaio di gente, ho preso i biglietti tardi e ho trovato solo posti sul tetto del porchettaro parcheggiato fuori dal Forum di Assago). Il concerto è stato una merda (probabilmente il loro peggiore tra quelli che ho visto), però mi sono divertito di brutto. E quando alla fine Araya si è fermato 10 minuti sul palco a raccogliere applausi, ho capito che un capitolo della mia vita si stava chiudendo definitivamente. Il problema vero è che a 40 anni non riesci proprio a capire se quello che ti diverte ti diverte davvero oppure ti diverte perchè ti ricorda di quando avevi 20 anni. E ogni volta che ti diverti, ti senti un po' in colpa perchè senti già qualcuno della tua stessa età, ma più responsabile e posato e meno divertito, che ti giudica con ironia e ti liquida come l'ennesima vittima delle sindrome di Peter Pan, che non accetta il passare degli anni e le responsabilità collegate al diventare adulto.
Bartleboom: Quindi, dicevamo, il metal. Oh, a me il metal spakka ancora di brutto. Però devo ammettere che ogni volta che lo ascolto, non me lo riesco a godere fino in fondo. Mi sento un po' in colpa. Come se fosse una "fuga dalla realtà" o, peggio ancora, un "Non volere crescere". Che due coglioni pazzeschi... Nel tentativo di far collimare la mia fissa per le chitarre distorte e la necessità di darmi un tono consono alla mie età, la scorsa settimana mi sono messo in macchina quel disco fighissimo dei Nine INch Nail che ha "Spiral" nel titolo: santa madonna, che para allucinante. Guidare con quella roba in sottofondo dovrebbe essere vietato dal Codice della Strada. Quando ho iniziato ad osservare con troppo interesse i tratti di strada senza guard rail, ho capito che era il caso di rimettere su Radio Sportiva.
Bartleboom: E veniamo al vero argomento della mia disanima: Radio Sportica. Cazzo, è la cosa migliore che mi sia capitata negli ultimi due anni, insieme all'intervento con cui mi hanno tolto il flacone del bagnoschiuma che mi si era incastrato per sbaglio nel culo. Meravigliosa: 24 ore al giorno, 365 giorni l'anno, a parlare del nulla cosmico... Per di più dandosi un tono che raramente ho incontrato in un'aula di Tribunale. Credo che riuscirei ad ascoltarli tutto il giorno. A fine giornata sono un balsamo, un bagno caldo, un massaggio, un buon bicchiere di vino: hanno su di me un effetto taumaturgico. E poi la gente che chiama: gente che avrebbe evidente difficoltà ad utilizzare un ascensore, che chiama per dare dritte di finanza calcistica a Marotta, alla famiglia Agnelli e al Fondo Elliott. Adoro la compostezza di Daniele Tirinnanzi e la comicità provocatoria di Marco Bisacchi, Enzo Bucchioni è il nonno che vorrei ancora avere al mio fianco, con Maurizio Biscardi ci uscirei a cena. La totale e perentoria assenza di figa, poi, conferisce al tutto una dimensione accogliente e confortevole che mi riporta proustianamente alla fase prepuberale. Grazie, Radio Sportiva.
Bartleboom: Scusate, ma nella fretta mi sono dimenticato la cosa più importante: #geenoomerda
algol: Innanzitutto partiamo dalle cose importanti #geenomerda
algol: Poi i tuoi spunti, tutti interessanti. Ah, si tratta di un disco, proprio una motorheadata lanciata a velocità warp ad altezza pubica. Quel coglione di Pike sostiene che Lemmy gli abbia rotto i coglioni in fase rem. Ed io sono totalmente incline a credere che fosse proprio il suo fantasma, checazzo.
algol: Il discorso sul medal. C'è di che interrogarsi. Per me caro Bartolo è sicuramente da non sottovalutare l'effetto nostalgia, E non ci trovo nulla di male, in fondo quel che siamo oggi è risultante delle traiettorie tracciate nel nostro (epico) passato. E come tale fondante ontologicamente, sticazzi, non sterile piangere calde lagrime omosessuali sulla nostra gioventù. Forse sta roba non è più in auge presso i brufolosi (mio figlio però la ascolta con discreto trasporto) contemporanei, si sa che ha vinto il rap. Però sono sicuro che sommuove ancora le ispide setole del cinghiale che è in te. Perché il paleolitico ha dovuto evolversi, ma non è morto. Per quanto mi riguarda questa roba solletica ancora le mie corde più intime, canalizza la rabbia e agita ancora la mia folta chioma di cinquantenne, e non mi sento nè nostalgico e nemmeno patetico. È solo un modo per non ammazzare qualcuno e continuare a manifestarmi per quel che ero/sono. Al lavoro bestemmio appena possibile e levo la camicia appena uscito dalle riunioni importanti con i boss. Vaffanculo, non mi avranno mai. E non mollare nemmeno tu Bartle, non anestetizzarti troppo con radio sportiva, che va benissimo eh , e piazza un disco in più. Il cavernicolo è diventato sapiente ma non si può cancellare.
algol: Il rigurgito milanista è giustificato. Da cugino nerazzurro devo ammettere che il pistolero polacco è impressionante e agita i miei sonni pre derby. Da datato osservatore delle vicende pedatorie non ricordo un mercato invernale in grado di incidere in maniera così decisiva sulle sorti di una squadra.
odradek: @[Bartleboom] Il pluripost è denso e avvolgente, ricco di spunti per dissertazioni di varia natura e livello, e mi piacerebbe approfondire alcuni degli aspetti salienti di questa sorta di autoanalisi in pubblico che hai voluto elargirci in una delle tue, ahimè, rare apparizioni. Mi rendo conto però che sarebbe una richiesta eccessiva e tediosa. Una cosa però mi permetto di domandare: qualche dettaglio più preciso riguardo l'affaire bagnoschiuma?
algol: Ma infatti. Credevo fossero leggende metropolitane ma mia moglie lavorava in un ps ha visto questo ed altro. Sicuri che non ha visto pure te ?
aleradio: @[puntiniCAZpuntini] vedo il tag ma niente mi ha richiamato qui, l'ho visto per caso, mi hai fregato come al tuo solito. Comunque per me è importante sapere che non sono l'unico. Io ero rimasto a kakà che faceva il 2-1 con la volata del colpetto di testa tra i due del Manchester che si scontravano e alle minchiabombe di seedorf ora mi ritrovo tutti nomi mai sentiti insomma non è che mi prenda molto ma comunque più di quanto mi aspettassi. Comunque resta ol fatto
puntiniCAZpuntini: @[aleradio] Ma va, lo avevi per forza nelle notifiche. Tra l'altro Algol ha usato quello con una sola O, mentre Bartle quello - corretto - con due O. Quindi ce l'avevi per forza.

Poi:
Rigurgito Milanista: io guardo una/due volte al mese su Youtube, degli Highlights a caso e a cazzo di cane. Tipo questo Febbraio ero in piena di Solskjear, perchè mi piace sentire il Trafford che canta il suo inno.

Metal: a me mi sa di "bambinesco" da davvero tanto, tanto tempo ormai. Prima dei 30. Se è lento ok, ma come parte un attimino veloce, già mi sento con il pannolino addosso.

Geenoo: Merda.
aleradio: No non c'era ma ora ho capito. Non avevo spuntato le notifiche delle etichette.
aleradio: È tutto vero ciò detto, è tutto bero solo che per me è peggio. Sarebbe più facile con un bartle nel quartiere invece qui nel tangibile c'è tutt'altro e l'unico stronzo che non dorme e ingrassa sono io
puntiniCAZpuntini: TIZIANO CRUDELI SENZA CONTROLLO IMPAZZISCE 4 VOLTE PIO PIO PIO PIATEK MILAN EMPOLI 3-0 Pio pio pio e di piatto mette dentro, e di piatto pio pio pio gol gol gol di piatto la mette dentro, di piatto la mette dentro, gol gol gol gol gol
algol: Ho ancora salvato sui filmati del cellulare la disperazione di Crudeli per la sconfitta col Benevento
proggen_ait94: Portal - Phathom di metal veloce e figo ve n'è. Basta ricordarsi che esistono i Gorguts
algol: I portal li avevo sentiti. Piuttosto rumoristici, diciamo.
proggen_ait94: abbastanza ahah
CosmicJocker
CosmicJocker
Opera:
Recensione:
La ZOT! è riuscitissima!..una cosa non spiego: sono, indiscutibilmente, uno degli ultimi veri uomini rimasti, epperò il disco non lo sento nelle mie corde..ora, dopo aver ultimato il mio punto-croce all'uncinetto, mi adagiero' sul talamo protetto dal baldacchino di qualche disco ambient e ci penserò su...


CosmicJocker: * non mi spiego
IlConte: Ahahahahahahahahah.... puoi farli andare insieme, questo è l’ambient. Sentirai che sinfonia!
IlConte: e non è
CosmicJocker: Ahahah! Hai perfettamente ragione...
algol: Vabeh, l'eccezione che conferma la regola
Caspasian
Caspasian
Opera:
Recensione:
Senz' altro regrediamo incazzati neri quando accendiamo in faccia, bestemmiando, al massimo volume questo disco urlando all' impiegato di turno di togliere quel cazzo di consenso automatico di donazione degli organi che accompagna la consegna della nuova fottuta carta d'identità elettronica, perché io non voglio correre il rischio un giorno di sentirmi male e poi all' ospedale diventare un "donatore dopo morte cerebrale". Perché un organo sia adatto al trapianto deve provenire da una persona viva e il concetto di "morte cerebrale" è una truffa che ha lo scopo di legittimare l' omicidio di persone viventi al fine di raccogliere i loro organi. Queste persone (che spesso finiscono in ospedale per incidenti automobilistici o overdose o simili) ricevono farmaci per la paralisi durante la rimozione dell' organo, MA NON ANESTESIA!!! Perciò se non volete essere torturati a morte da sadici medici dichiarate, sparando al massimo del volume questo disco: NO AL TRAPIANTO DEGLI ORGANI!!! CAAAAAZZZZZOOOOO. Bravo Algol...


algol: Ahahah
sfascia carrozze
sfascia carrozze Divèrs
Opera:
Recensione:
La DeCopertina, diciamocelo, è una tra le più brutterrime siano mai state rappresentate in natura dal Pleistocene superiore in avanti:
per certi versi possiamo accomunarla a quelle di talune misconosciute opere rupestri protagoniste delle copertine Speed-Thrash metal della seconda metà degli anni ottanta.
Questa una tra le più pregiate che mi sovviene:

Naturalmente esse erano del tutto formidabili.
ça va sans dire.


puntiniCAZpuntini: Se poi conti che Arik Roper a Pike fa anche buoni prezzi, ti chiedi perchè l'abbia fatto disegnare dal figlio di Bartleboom. Un po' come conoscere Mario Draghi ma andare a chiedere consigli sui BOT al tuo consulente della Cassa Risparmio di Pizzighettone.
Marco Orsi
Marco Orsi
Opera:
Recensione:
Ottimo!


algol: Grazie Mark Bear
schimpi
schimpi
Opera:
Recensione:
praticamente questo sta diventando uno dei pochi posti in cui si parla di musica in modo divertente. e "musicale".


algol: Se tolleri un approccio diciamo alternativo e talvolta un pó cazzata eterodosso sei nel posto giusto. Benvenuto, che la tua frequentazione sul deb sia prospera.
algol: cazzaro ... traduttore ti ucciderò
algol: Traduttore una sega ... correttore. Sto benissimo
puntiniCAZpuntini: "sta diventando"... Questo sito ha già l'età per la Patente, e ha utenti più giovani di lui. Quello "sta diventando" è uno smacco incredibile, so che non volevi, ma offendi l'essenza elettronica di questo portale.

E lui si vendicherà, iscrivendoti a tutte le mailing list di attrezzi per allungare il pene, scopare molto, dimagrire, trovare Gesù.

Ma te la sei cercata.
odradek: @[puntiniCAZpuntini] Prima ho pensato di dire più o meno le stesse cose al gentile schimpi, ma immaginavo ci avresti pensato tu. Mi piace, Caz, che tu abbia sempre una parola buona per tutti. E che, per ognuno, trovi le parole adeguate. D'altra parte, è bene segnalarlo all'ignaro DeUtente, non fai che esercitare, nei modi e nelle forme stabilite dalla DeCostituzione, una prerogativa del tuo incarico di Presidente onorario.
puntiniCAZpuntini: Grazie alla mia innata e davvero grande umiltà, piace pensarmi come l'ultimo baluardo mondiale del giusto e del corretto, ma leggermente aromatizzato al vaffanculo.
odradek: @[puntiniCAZpuntini] Impossibile BELare il tuo ultimo post (solita questione di visualizzazione dei post che, se sono troppi sotto un singolo commento, non hanno i tastini BEL -BRU): lo faccio a mano. BEL
algol: Non è che si è presidenti onorari a cazzo.
odradek: Ecco, adesso è BELato come si deve.
schimpi: ma se confermo lo "sta diventando" che altro mi dite?
odradek: Suppongo dovrai attenderti le reazioni vendicative della "essenza elettronica di questo portale", come descritte dalle parole del Presidénte onorario.
puntiniCAZpuntini: Ti sei fottuto solo a pensarci: ormai la fine è inesorabile.
E farà male, minchia se farà male.
schimpi: algol: me ne arrivano già di attrezzi sessuali complicatissimi e creme allungapene fatte con polveri di altre galassie. a questo punto un aggiornamento in più non può fare danno.
Chainsaw
Chainsaw
Opera:
Recensione:
Tutto molto bello, anche se io ho l'evve moscia


odradek: La questione evve moscia si generò poco prima tra i commenti in un'altra recensione, mi parve adeguato riproporla qui per naturale attinenza con i bifolchi in oggetto (leggasi High on Fire e adepti). L'emergere di una così vasta DePopolazione di evvemosciati è sorprendente, ma non minerà il clima di armonia e amore che regna nel sito piu fiko dell'Internet.
algol: Siamo un gruppo di trogloditi tolleranti in fondo.
RinaldiACHTUNG: vi spazzevemo via !
Chainsaw: Eh l'evve moscia ce l'ho da prima che iniziassi ad ascoltare gli High on Fire, è così antica che ce l'ho da prima che iniziassi ad ascoltare i Led Zeppelin
RinaldiACHTUNG
RinaldiACHTUNG
Opera:
Recensione:
oh a me piaciucchia sto lemmy zombie :D


algol: Ma la copertina dici? Sembra David gnomo tramutato in megaborg
RinaldiACHTUNG: la voce a tratti si avvicina, la copertina no comment
algol: Aaaahhh. Sonorità si, il timbro per fortuna non molto secondo me. Più cavernoso Lemmy, piu stridulo Pike
Elfo Cattivone
Elfo Cattivone
Opera:
Recensione:
Matt non mollare mai!


Tucidide
Tucidide
Opera:
Recensione:
Come scrissi altrove solo per un breve periodo ho rischiato l'hipsterismo da invertebrati. Poi sono tornato ai rutti. E voto nel.
Off topic: a quando una rece di Radio Sportiva?


algol: Mah guarda Tucidide, io avrei anche fatto il de gruppo bar sport
nes
nes
Opera:
Recensione:
L'ho ascoltato una volta sola e non mi e' ancora venuta voglia di rimetterlo su.


algol: Che succede nes ... il sole californiano ti ha inflaccidito ? Sicuramente non è il loro migliore (Art Of Self Defense, De Vermis Mysteriis e pure Death Is This Communion si fanno preferire), ma probabilmente sono io che in questo periodo ho bisogno di sonorità ignorantissime.
nes: Boh, non c'è mezzo riff che mi abbia preso, riprovero'.
joe strummer
joe strummer
Opera:
Recensione:
L'ho ascoltato un po' ma l'ho trovato meno incisivo di Luminiferous. Se dici che merita lo riprendo!


algol: Non farti del male inutilmente joe ... probabilmente è come dici tu. Il punto è che le differenze sono infinitesimali, va a (dis)gusto.
HOPELESS
HOPELESS
Opera:
Recensione:
Non mi è piaciuto troppo, metal dalle sonorità un po' troppo eighties? Boh, non sono un grande estimatore del metal ma amici me ne hanno fatto sentire a camionate in fase di sviluppo. Il Doom Metal invece mi piace parecchio. Dunque non te lo dico proprio che preferisco gli Sleep, ciclopici! Bella sveltina zot! Hard on Dick is a Beautiful Thing. Saluto Maschio Al.


algol: Si, Motorheadoso parecchio. Con qualche divagazione più dilatata in un paio di episodi. Saluto medallico a te Hope
Ociredef86
Ociredef86 Divèrs
Opera:
Recensione:
Bel dischetto figo, tamarro al punto giusto. Me piasce.


algol: tamarro è l'aggettivo giusto. Alla prossima recensione zot per un disco degli HoF scriverò solamente "TAMARRO"
lector
lector
Opera:
Recensione:
AAAAHHHH, Siiiiiiiiii, wow, finalmente! Non voglio più essere un hipster invertebrato dedito ad ascolti da rammolliti!
Basta, basta!!
Anch'io voglio voglio puzzare di vero uomo ed accendermi i cerini sui testicoli.
Appena mi si asciuga lo smalto corro a comprarmelo.


algol: Bene. Vedo che la crociata virilizzatrice attecchisce impensabilmente anche presso la più evoluta intellighenzia del sito
CretaR
CretaR
Opera:
Recensione:
proggen_ait94
proggen_ait94
Opera:
Recensione:
lo scambio di Bartle è gioia e non vedo l'ora di vedere il puzzone a ottobre


algol: E donde si esibisce il cavernicolo? Ah ... portati i tappi per le orecchie. Non scherzo.
proggen_ait94: Sleep al TPO, ed è l'unico motivo per desiderare un'acufene (ho perso lo scorso tour)
algol: Sleep ? Meglio ancora cazzo. L'anno scorso ho perso il concerto di Milano, sotto casa praticamente. Sto ancora finendo di banchettare con i miei testicoli.
proggen_ait94: Quella roba dev'essere stata veramente speciale, tra l'altro si sarebbero anche potuti inghiottire una dopesmoker tuttaintera (cosa che spero capiti a me)
Il mio banchetto s'è fermato quando ho preso i biglietti per Bologna, facci un pensiero!
algol: Ce lo sto facendo eccome

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Vota la recensione
Vota l’opera

Questa DeRecensione di Electric Messiah è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser. Copia il link