Ian McDonald
Be My Enemy

()

Voto:

Una grande ricchezza di contenuti e di idee compongono l'immaginario fantascientifico di "Everness" di Ian McDonald, una vera e propria serie inaugurata con "Planesrunner" (2011) e di cui sono stati pubblicati ad oggi i primi tre capitoli "Be My Enemy" è il secondo romanzo della serie ed è adesso stato tradotto in lingua italiana e pubblicato su Urania. Il romanzo è ambientato in una realtà contemporanea alla nostra e il protagonista è un giovane ragazzo inglese di nome Everett Singh, figlio del grande fisico di origine punjabi Tajendra Singh e inventore di "Infundibulum", la mappa dei mondi che compongono la cosiddetta "Panoplia" e che permette di compiere salti ultradimensionali tramite l'apertura di varchi attraverso i diversi universi paralleli del multiverso. Nel primo romanzo viene raccontato come Everett abbia impedito a Charles Villiers, il malvagio primo ministro del Plenum, l'organismo che sovrintende sui 10 mondi conosciuti della Panoplia, di impadronirsi di Infundibulum e di come egli stesso, dopo essere sfuggito al suo antagonista e alle forze del Plenum (sostenute dalla tecnologia di una misteriosa specie aliena denominata "Thryn"), abbia cominciato a viaggiare nel multiverso a bordo della aeronave Everness alla ricerca del padre disperso.

La trama qui si arricchisce di nuovi particolari e informazioni sullo scenario complessivo del multiverso in cui viene ambientata la storia, così come il seguito degli avvenimenti e in cui nuove forze e nuove prove metteranno a dura prova il riconosciuto talento speciale e unico nell'intero multiverso di Everett, che si può definire una specie di prototipo di giovane eroe moderno. Nato e cresciuto nella Londra di uno dei mondi paralleli, Everett è a tutti gli effetti un ragazzo della sua generazione, che ama il calcio (più volte viene richiamata la sua abilità come portiere e il suo tifo per i Tottenham Hotspurs) e che sente la mancanza di sua madre e sua sorella, che è stato costretto ad abbandonare per ritrovare suo padre e salvare l'intero multiverso e che quindi allo stesso tempo in maniera autorevole guida una pericolosa spedizione a capo di un equipaggio di strani "airlandesi" che parlano il "palari", una specie di linguaggio segreto che affonda le sue radici nell'Inghilterra del seicento e che oggi è uno slang caratteristico nella comunità omosessuale inglese.

Nel viaggio attraverso il multiverso che compone la "Panoplia" si dispiegherà innanzi agli occhi del protagonista e a quelli del lettore un piano complessivo sempre più oscuro e misterioso e in cui diverse forze fanno la loro comparsa su uno scenario a questo punto imprevedibili per quelli che potranno essere i suoi esiti. Ian McDonaldo, classe 1960, si è rivelato con questa serie un autore non solo brillante e dotato tanto di conoscenze in campo scientifico quanto di grande fantasia e allo stesso tempo immerso nella cultura del suo tempo. Capace tanto di proporsi come autore di romanzi horror ma anche di fantascienza più complessa, la serie di "Everness" fa parte della sua produzione più popolare e come tale è tanto seguita quanto oggetto di critiche di ogni tipo. Volendo fare un parallelo mi verrebbe da paragonare la serie per i suoi contenuti e la sua strutturazione a "The Dark Tower" di Stephen King. Del resto lo stesso Everett ricorda un po' Jake Chambers e anche questa qui si può definire una opera omnia in tutti i sensi e una mescolanza di generi e differenti influenze, anche se l'imprinting di genere e differente e forse qui reso più complesso da implicazioni fantascientifiche e incubi reali come quello della nanotecnologia.

Questa DeRecensione di Be My Enemy è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/ian-mcdonald/be-my-enemy/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Uno)

mrbluesky
Opera: | Recensione: |
nessun Urania rimanga invotato(si puo dire invotato?).ciao carissimo spero ti goda questa estate un po(per fortuna) ballerina
BËL (01)
BRÜ (00)

sotomayor: Ciao Mr! Non posso dire che le cose vadano bene, almeno secondo quelli che possono essere gli standard adatti, ma sto a galla e questo vale molto rispetto ai mesi passati. Mi sento sempre molto stanco e stressato, ma be', magari di tutto questo parleremo poi con calma specificamente in privato. :)

Grazie per il voto!

Per il resto la recensione sta e resta qui, a volte anche invotate immagino siano lette comunque dall'utenza o avventori casuali, tornerà in qualche modo utile (oppure inutile, quindi comunque utile) alla storia gloriosa del web!
mrbluesky: purtroppo so che può anche andare peggio,lo so per esperienza,e allora che fare? accontentarsi o continuare a sperare in qualcosa di piu?non lo so ancora,ma i cambiamenti spaventano e a volte ci si mette pure la paura di farcela(sembra incredibile) ma di questo ne hanno parlato in abbondanza persone molto piu illuminate di me

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: