Il Cervello
Spirale EP

()

Voto:

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


In che genere si può catalogare Spirale EP? Se vi siete posti anche voi questa domanda, la risposta è soltanto una: è impossibile trovare un solo genere di appartenenza. Quando ho ricevuto il materiale stampa dell'artista, ho scoperto che oltre la musica c'era un vero e proprio mondo sotterraneo da scoprire - e in parte - credo di esserci riuscito. È raro che un artista in una nazione come l'Italia decida di opporsi a quella che è la cultura di massa attuale, cosa che Preziosi ha fatto, portando all'interno dei suoi testi contenuti e messaggi subliminali che al primo ascolto potrebbero non essere colti.

Sia chiaro, questo non è di certo l'album perfetto, sono presenti solo 3 canzoni cantate + un intro e un outro ma la qualità in quei 10 minuti di ascolto c'è.

L'analisi del disco non può partire dall'intro, bensì dalla copertina. Quella che sembra una "spirale" è in realtà una doppia spirale, simbolo che rappresenta la molteplicità di percorsi che l'essere umano - nel bene e nel male - può percorrere durante la vita.

“Distruggere è parte integrante del processo creativo dell’essere umano e un avvenimento che riteniamo catastrofico, potrebbe essere la porta nascosta verso uno stato di coscienza superiore, verso qualcosa di nuovo e di migliore per sé stessi" questa spiegazione è tratta dal comunicato stampa dell'artista. È dalla distruzione che può nascere qualcosa di nuovo e così è avvenuto per quest'album che racconta 3 storie con protagonista lo stesso personaggio (non ci è dato sapere almeno per ora chi sia il personaggio, ma in una recente intervista, Preziosi ha dichiarato di aver incarnato un nuovo alter-ego chiamato Daimon).

Intro è il principio di tutto, l'alpha e l'omega, la quiete prima della tempesta. Sembra quasi uno di quei brani di Moby che uso la notte per fare meditazione, una roba del tipo: respira e inspira, respira e inspira fino a quando non ti senti del tutto rilassato. Ed è alla fine del pezzo che tutto cambia: inizia il primo album cantato/rappato Io sono fatto di cera, una canzone che ad alcuni potrebbe ricordare il titolo di un pezzo degli A Day to Remember ma è in realtà una citazione tratta da Una notte al Museo e associata all'attore Robin Williams.

Ma scavando più a fondo, Preziosi potrebbe fare riferimento alla cera come strumento di divinazione esoterica.

La terza canzone Il tuo posto nel mondo è il seguito spirituale della prima canzone. Se in Io sono fatto di cera Il Cervello racconta la lotta di un uomo contro i suoi demoni interiori dopo aver toccando il fondo, questa traccia è il "e cosa sarebbe successo se quel ragazzo ce l'avesse fatta?". Probabilmente avrebbe trovato la sua strada in mezzo ad un marasma di strade illusorie. Da notare il riferimento allo scrittore David Foster Wallace, autore del libro cult Infinite Jest.

Storie di fantasmi è la chiusura delle canzoni cantate dall'artista. Il cantante racconta due storie differenti concatenate entrambe dallo stesso messaggio: l'assenza e l'addio. Nella canzone è presente un omaggio al film El Topo, di Alejandro Jodorowsky (citato anche nel videoclip di Io sono fatto di cera). In particolare l'omaggio ad El Topo lo si può trovare nella parte finale del testo della canzone: il cuore, la testa, cambiala di posto.

Ultima traccia è Outro, che si ricollega perfettamente all'intro: dopo l'iniziale quiete e la successivamente tempesta, tutto ritorna come al principio. Spirale è un album che nasce, cresce e muore. Tra le pecche dell'album c'è sicuramente una struttura un po' ripetitiva dei brani: intro, strofa, ritornello, strofa etc... ma i ritornelli in particolare si stampano indelebili nella testa, specialmente in Io sono fatto di cera che si può definire l'anima trainante dell'album.

Alcune delle sonorità di Spirale riportano al passato, in particolare ai Linkin Park (specialmente quelli di A Thousand Suns e Meteora), ai Nine Inch Nails (The Downward Spiral), ai Prodigy, Ministry, Slipknot e - strano ma vero - alla Gianna Nannini dell'album Aria ma con un tocco fresh, moderno. Molto interessante è anche il connubio tra rappato e screamato, Preziosi è probabilmente uno dei pochi cantanti in Italia a cantare utilizzando queste due tecniche di approccio così differenti ma ben incastrate tra loro.

I beat sono stati composti da Deville.

Spirale EP è sicuramente un buon album ma se Il Cervello avesse puntato ad avere nel suo disco almeno 5 canzoni cantate, sarebbe stato un prodotto molto più interessante e il viaggio sarebbe durato più di una decina di minuti.

Ci auguriamo dunque che Preziosi punti ad un prossimo album più corposo di quello d'esordio e che non si fermi di certo a questo primo EP.

Questa DeRecensione di Spirale EP è distribuita da DeBaser con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.
Può essere parzialmente o totalmente riprodotta, ma solo aggiungendo in modo ben visibile il link alla recensione stessa su DeBaser: www.debaser.it/il-cervello/spirale-ep/recensione

Area sponsor. La vedono solo gli utenti non registrati.


Commenti (Tre)

ilafante
Opera: | Recensione: |
... solo io ho pensato a uno zampirone??? beate estati non palustri :(
BËL (03)
BRÜ (00)

sfascia carrozze: Lo zampirone è altamente cancerogeno. Si sà.
E loro, quì,

Defecation - Life On Planet Earth Is Fuckin' Cancerous

ci avevano già ammonito.
Nel (recente) 1989.
ilafante: Mi sta suggerendo di allontanarle con l'onda d'urto provocata delle casse puntate verso le finestre aperte della mia dimora mentre ascolto questo pezzo neo-melodico? Potrebbe funzionare..
sfascia carrozze: Esattamente!
De...Marga...: Più Defecation per tutti!!!!
sfascia carrozze: E' qvesta la Defecazione givsta!
ilafante: Lo facciamo per l'ambiente! Grazie Defecation ♥
sfascia carrozze: DeBaser (avvolte) mi sorprende perché mi presenta piacevoli personcine dotate (sorprendentemente) di sorprendente ilarità.
ilafante: E' questa la sorpresa givsta!
De...Marga...: Ed è sempre cosa buona e giusta ricordare che nel primo album dei Defecation si destreggiavano Mitch e Mick Harris, che subito dopo si accasarono felici assai nei popparoli Napalm Death...HARMONY CORRUPTION...

sfascia carrozze: Amabile ConSorella, mi perdonerà l'hardire in codesto altrui loco, virghola, mammì piacerebbe chiederLe (la risposta è ovviamente obbligatorea) come mai e perchè (mai) in qvesti Suoi primi 2258 DeGiorni sul DeBasio (ci si augura piacevoli) non c'ha giammai regalato una Sua (sicuramente interessante) DePaginae.
Eh?
ilafante: I primi 2000 (circa) sono stata distratta, ora ci stiamo conoscendo e prima o poi, giuro (con le zampe incrociate), lo farò! Nel mentre non DeBannatemi, ci resterei male!
sfascia carrozze: Evvabbene:
Le accordiamo dell'altro tempo per riflettere|erettelfir adeguatamente.
Ma nel frattempo il tempo corre veloce: ora nè ha già 2286 DeGiorni!
Scopri chi è ilafante su DeBaser
sfascia carrozze
Opera: | Recensione: |
Oh, non saprei Lei, lì, ma "Una Notte Al Museo" (perlomeno il primo capitolo, l'unico che ho scrutato) è uno dei film più teoricamente divertenti, alla prova dei fatti sciapi, che mi sia mai capitato di (intra)vedere.
E lo dico a malinquore poiché Robin Williams (Mr. Nanonano) mi sta[va] anche sympatico.
BËL (01)
BRÜ (00)

Ocio che non hai mica acceduto al DeBasio!

Per vivere con pienezza la vera esperienza dello stare sul DeBaser è bello esserci registrati. Quindi:

Il tuo voto alla recensione:
Il tuo voto all’opera: